vallate

La giornata afosissima nel sentiero delle foglie che arriveranno puntuali a raccontarci le loro storie uniche e romantiche nel colore rosso di un settembre che amo e che chiama la mia anima a rallegrarsi di colori della senape e del beige. Rincorro le mie illusioni incorniciate da vecchi sogni e ricordi fotografati lungo la via. Un cammino tortuoso con onde alte e piane in un sobborgo tutto tace ma il vento si sente anche con le finestre socchiuse. Un ricordo ne segue un altro e l’alta marea di un’onda spumeggiante raccoglie la perla luminosa e grande di sogni avverati, illusioni sopite per sempre ed una realtè  più lucida si apre e un varco arriva. Ritorno a riva stanca, tumefatta, piegata, con il carro sulla schena motivo di pesantezza e al contempo conoscere il non conoscere che ti porterè  ad una trasformazione vicina. Prego lieve e una luce ad intermittenza mi consola. Le parole hanno un senso e la distrazione ne è parte. Amo la mia distrazione e per anni l’ho combattuta. Ora ho deciso di lasciarle il suo dovuto spazio… era anche ora di riposare un po’ e sognare distante da chiunque una nuvola nel cielo a tenermi compagnia.

smilingdog 🙂

Annunci

A un fiore profumato

E’ trascorso tanto tempo.. lune sono trascorse e persone sono svanite.. il cielo è terso di un azzurro caldo.. un po’ di vento alleggerisce i miei capelli ed un volto più stanco mi fa compagnia in questo giorno di agosto..

il vento caldo trasforma il mio sentire in un’oasi ora qui sulla scrivania estranea a me ma amica di una amicizia antica doverosa amabile come amabili sono stati giorni trascorsi insieme… il vento ci ha trasformati ma le radici, fragili e nervose, ancora sono qua.., che annodano antichi nodi per non doverci sciogliere del tutto per poter ricordare, per poter resistere a questo vento caldo che non si ferma e come sabbia tutto trasforma e porta via con sè…

sorrido di un sorriso freddo in un caldo afoso e senza ossigeno. Non sopporto la solitudine mi è nemica. Scrivere per vomitare o scrivere per un bel giardino.. a volte l’amarezza s’impadronisce della mia difficile etè .. ma non voglio perdere.. non vuole il cuore perdere la partita della vita. Un cuore arido o un cuore caldo. Ma per potersi difendere si arriva a non sentire più niente di reale e solo voci dal silenzio notturno ti fanno compagnia alleggerendo i sogni notturni e colorando le giornate di sole lucente caldo opaco e vuoto. Alberi di olivi ricordano la speranza e un ombra lontana ricorda la via. Ti saluto amico del cuore che ho amato e che mi ha amato e con te i sorrisi dell’ultima estate li porta con se il vento crudele spietato e veloce come i tuoi occhi ancora sorridenti su di me con la tua dolcezza intuizione e grande compagnia di ossigeno. Un saluto doveroso qui da smilingdog al mio adorato amico che ancora piango e del quale sento fortemente la mancanza. Vorrei essere con te a ridere di tutto e di tutti i folli che abbiamo conosciuto lungo il breve cammino e poter dire a voce sussurrata ma forte e dolce: abbiamo vinto, abbiamo vinto!

un abbraccio a te mimmolog!
🙂