vallate

La giornata afosissima nel sentiero delle foglie che arriveranno puntuali a raccontarci le loro storie uniche e romantiche nel colore rosso di un settembre che amo e che chiama la mia anima a rallegrarsi di colori della senape e del beige. Rincorro le mie illusioni incorniciate da vecchi sogni e ricordi fotografati lungo la via. Un cammino tortuoso con onde alte e piane in un sobborgo tutto tace ma il vento si sente anche con le finestre socchiuse. Un ricordo ne segue un altro e l’alta marea di un’onda spumeggiante raccoglie la perla luminosa e grande di sogni avverati, illusioni sopite per sempre ed una realtè  più lucida si apre e un varco arriva. Ritorno a riva stanca, tumefatta, piegata, con il carro sulla schena motivo di pesantezza e al contempo conoscere il non conoscere che ti porterè  ad una trasformazione vicina. Prego lieve e una luce ad intermittenza mi consola. Le parole hanno un senso e la distrazione ne è parte. Amo la mia distrazione e per anni l’ho combattuta. Ora ho deciso di lasciarle il suo dovuto spazio… era anche ora di riposare un po’ e sognare distante da chiunque una nuvola nel cielo a tenermi compagnia.

smilingdog 🙂