e la riva a volte non è così lontana…

l’animo mio canta così ..oggi… (clicca qui)

ho difficoltè  a scrivere a quest’ora. sono le 14.24 di un sabato pomeriggio. scrivo la mattina presto, prima, dopo o durante l’Alba, quando la mente è più ossigenata. Ora mi è più difficile. Ma sento sempre la necessitè  di ascoltare questo tichettio. Una esigenza per me, un bisogno.. una necessitè  quella di scrivere raccontare anche niente di importante purchè scriva. Oggi ho ripreso vita… sono uscita di primo mattino … avevo da fare per tutta la mattinata. Impegni inderogabili e devo dire anche molto piacevoli per me

non mi piace starmene chiusa in casa e neanche fa bene al mio umore, che rinchiuso fra quattro mura, può diventare ombroso, triste e la depressione farsi avanti… pericolosa… nebulosa come nebbiolina all’inizio e poi foresta scura fino a diventare buio. Solo all’idea… giè  mi sono spaventata ieri e così proprio ieri pomeriggio appunto mi sono voluta far forza, ed anche se stanca fisicamente, sono uscita! sono andata a far spesa…. Ero completamente disorientata.. in una cittè  e in una via sconosciuta, ma la spesa l’ho fatta ugualmente.. e alla fine mi sono fatta anche un piccolo ma delizioso regalino: una nuova piantina tutta rosa, alla quale devo ancora dare il nome. Una piantina molto carina di ciclamino…. (copio le mie amiche che amano le piante…) ed io anche, ora ne vorrei di più, sopra il davanzale di una finestra sulla mia destra, che dè  sì sulla strada ma è anche vicino al mare… i fiorellini mi piacciono… mettono colore e vita alla casa…

ho anche cucinato ieri sera e mangiato di gusto… poi una chiacchierata in chat… e via sotto le coperte a dormire un sonno che ora non ricordo…

ho recuperato le mie scarse forze…

questa mattina sveglia alle 5.30. buio. Non ho fatto in tempo a gustarmi l’alba ma sono uscita di casa con Hermano per una impegno che abbiamo trasformato comodamente in una comoda passeggiata mattutina…

poi, ho approfittato della vicinanza della sua casa, per andare a trovare Irina, la Sovietica.. Era tempo che non ci incontravamo e vederla e fumarci un paio di sigarette insieme mi ha fatto piacere.. come vedere una cara amica e volerle bene… carina.. sì …

Nuovamente verso Ancona … e mi sono detta vado a trovare la mia amica recente posso aggiungere, molto gentile e sono stata da lei a chiacchierare… prendermi un paio di caffè… mi ha raccontato le ultime cose e sono tornata a casa…

Una casa … chiamarla casa è difficile… tutta in disordine…

ed io di fretta che dovevo scrivere il pezzo! come fossi una giornalista del Time! … il mio dovere quotidiano… la mia gioia.. una delle mie gioie…

rivedere persone gentili le quali mi hanno salutato festosamente dopo la mia convalescenza, mi ha fatto tanto piacere.. l’affetto non è mai abbastanza e anche la gentilezza è assai gradita sempre…

ed anche e soprattutto per questo che sono di buon umore…!

non mi sento stanca.. l’influenza è passata.. mi accorgo di non aver scritto un gran chè, ma in fondo il blog smilingdog è un diario al quale tengo e semplice..

Nel frattempo… Wisky IV! tornando a casa a modo suo! mi ha chiesto che fine avessi fatto! abituato a vedermi sempre in casa a mangiare più di lui.. ed io ho dovuto, voluto rispondere che avevo avuto impegni inderogabili… la qual cose è anche vera!

ora saluto chi legge e chi non legge e nell’aria sento, anche se è molto freddo ancora qui, aria di primavera… e di ottimismo..

ogni onda del mare è diversa… come ogni giorno della vita ed io oggi mi sento viva ed allegra e specialmente a casa.. a casa…

buona giornata a chi legge! e a chi no!

🙂

smilingdog

grazie a chi legge!!!!!

vanna blog!