un mondo difficile..

Come le stagioni – Aleandro Baldi

pomeriggio. sono le 17.16 di un venerdì primaverile con nubi nel cielo che minacciano pioggia che non viene giù…. pressione sulle spalle calura rinfrescata dal mio ventilatore che va a tutto ritmo girando aria fresca per il soggiorno. Scrivo da una posizione diversa. Questa volta sul tavolo tondo di legno dove appoggio tutte le mie cose più importanti… dai creckers immancabili questo periodo.. alle noci golose.. al the freddo.. allo zucchero dimagrante.. ai vari posaceneri.. e la finestra davanti a me colorata di azzurro bianco.. luminosa…

è giorno prefestivo.. si sente nell’aria… anche se di novitè  non ce ne sono tante… ma mi basta per starmene in casa con serenitè .. e il sole ogni tanto fa capolino…

mi accendo una sigaretta le mani tippettano sulla tastiera contente di poterlo fare… in fondo ognuno ha i suoi sogni.. e le mie mani amano tippettare veloci sulla tastiera … oltre che tenersi costantemente una sigaretta fra le dita… ma questa è altra cosa..

la melanconia dei giorni trascorsi è quasi scemata… come una doccia lava.. il tempo aiuta a navigare altri giorni.. altri colori.. altre ore… anche se i ricordi quando affiorano improvvisi e nutriti di malinconia sono come un fiume che non si arresta al primo sassolino ma va va e riempe tutto intorno profumando degli stessi profumi di primavere trascorse…

ieri ho parlato con una persona importante per me ed è stata estremamente gentile la cosa mi ha fatto un gran piacere.. è così rara la gentilezza… ma così rara… che a volte stento anche io a comprenderne il motivo… la paura? l’ignoranza più che altro… l’ignoranza e la chiusura provocano danni grandi …ma non ci faccio caso… ognuno ha le sue di problematiche e la tentazione di non essere gentile con le persone non gentili ce l’ho pure io … ma poi si soprassiede ed ognuno in fondo se ne va in fondo alla via con i suoi problemi e solitudini…

giè  sto facendo i conti con me e con le mie paure ma credo che questo periodo della mia vita mi stia aiutando a rafforzarmi e a difendermi dagli urti anomali della vita … ad ogni angolo una sorpresa… ed io mi rintano in casa ogni giorno più pulita .. e ogni giorno più spaventata dalle parole che potrebbero uscire dalle bocche “umane”… perciò rimango qui.. ascolto musica … una parte di me assomiglia ad un mio caro amico… mi rintano e mi faccio compagnia mentre Wisky da parte sua dorme ronfando e non ascoltando i miei sospiri….

tante domande senza una risposta… ma tante… e da qui una certa inquietudine o “irrequietezza”… quasi giovanile… quasi adolescenziale… e allora mi sembra di non essere cresciuta nemmeno un po’.. ma anzi sono andata all’indietro come i gamberi… un’involuzione… ai tanti non so che ho nel cuore…

non so che non credo avranno risposte da tanto tempo che sono lì nelle segrete dell’Animo senza parole.. ma quello che conta è anche l’invisibile quello che si sente quello che si percepisce… e a volte si è sordi anche in questo caso… si diventa “sordi”… per non ascoltare più per non esserci nella baraonda di questo mondo… restano musiche invisibili e l’animo circondato dal Silenzio quasi resuscita … il passato non esiste più… il futuro una chimera … e l’oggi una nota poetica presa in prestito da Aleandro Baldi Autore – Cantautore che ha inventato scritto questa canzone che ho postato oggi qui su smiling… un regalo a me sicuramente e a chi passa casualmente di qua…

buona serata!!!

SMILINGDOG


http://count.vivistats.com/laser.asp?CountId=36189

statistiche sito web