sabato di giugno..

Vola – Mia Martini

essere di buon umore o di impegnarsi di esserlo è un modo di scegliere di vivere ogni giorno.. ed anche di presentarsi qui sul foglio bianco abituato alla leggerezza.. alle nubi del cielo bianche e colorate di azzurro.. sono sveglia. è notte fonda. sono le 2.52 e non ho sonno .. sono uscita a fare una colazione notturna.. sfogliatella alla crema morbida e buona.. un semplice caffè.. e una spremuta d’arancio…esco e mi siedo fuori e mi accendo una sigaretta nel silenzio di questo sabato sera .. del sabato notte .. qui tutto tace.. le automobili non passano e neanche i treni sembrano viaggiare.. solo il tenue ventilatore si fa sentire.. sono in compagnia delle mie tre piantine.. sì perchè ne ho aggiunta un altra.. con amore.. mi fanno compagnia loro perchè tutti stanno dormendo profondamente.. cosa che io sto facendo ininterrottamente da ieri pomeriggio… ho dormito ieri ed anche tutto il giorno di oggi.. ho fatto un tourn-over di sonno e sono contenta adesso di essere sveglia e qui in compagnia del mio smilingdog.. la leggerezza di scrivere è una mia scelta.. ma sempre di diario si tratta il mio blog… mentre penso a quali parole gettare qui sul foglio bianco mi accendo una sigaretta che al buio quasi la si gusta maggiormente…

è un periodo d’empasse.. un periodo particolare.. nel quale mi chiedo se le cose che mi piacevano prima ora mi piacciano più … tippettare mi piace ancora.. ma come con una coscienza quasi nuova nuova ed occhi soprattutto nuovi vedessi le cose intorno a me ne sentissi la prima volta il profumo ed ecco che tutto cambia.. cambio io e le cose che mi circondano che ho sempre comunque amato.. vedere con occhi diversi era tanto tempo che non mi accadeva e dico che non mi stupisce come ogni cosa che avviene naturalmente .. ed anzi .. mi disorienta un po’ ma non mi dispiace…

le bellezze del tempo che scorre e forse non invano.. la maturazione, la crescita.. e amare sempre di più le cose semplici.. ma amarle con convinzione con presenza e con amor proprio.. una cosa che durante un lungo trascorso di vita non mi capitava di fare .. dovuto ad una debolezza psicologica .. ed affettiva..

oggi è freddo. Qui in questa cittè  oggi è veramente freddo.. sono uscita con una felpetta grigia (la mia preferita!).. volevo starmene per conto mio davanti al cielo e al mare notturni.. ma non si può sempre avere quel che si desidera.. ho tappato un po’ le orecchie ed ho giocato ad essere sola.. la sigaretta l’ho fumata con molto meno gusto.. ma gli anelli di fumo mi facevano grande compagnia.. complici dei miei pensieri che volevo lì a portata di mano .. non li ho trovati.. e solo un imbarazzato mio modo di essere aveva preso il loro posto.. ho quasi terminato la sigaretta e mi sono incamminata verso casa… la strada notturna e frequentata da giovani ragazzi asiatici che parlavano l’italiano con accento anconetano mi accarrezzava l’animo… rendeva l’aria giè  dolce ancor di più… sono rientrata in casa di buon umore..

adesso ascolterò un po’ di musica.. e spero di potermi riaddormentare… un sabato di giugno… e sveglia la notte!

smilingdog


http://count.vivistats.com/laser.asp?CountId=36189

statistiche sito web

tra me e me poche parole..

Stupendo – Vasco Rossi

non ho voglia di parlare.. è uno di quei giorni che sono chiusa in me stessa e poco mi viene da dire verso l’esterno.. il cielo è un manto giallo pieno di pioggia.. sono le 7.07 del mattino.. sono sveglia dalle 2 di questa notte .. la notte è stata tutta per me solitaria e taciturna.. sono uscita verso le 5.30 a fare colazione, avevo voglia di caffè caldo e di una pasta alla marmellata per addolcire .. di zucchero per addolcire l’amaro di questa mattina.. faccio i conti con me .. con i miei pensieri che una forte sensazione di amarezza mi conduce verso casa dentro di me.. che mi chiudo agli altri così come mi ci apro.. quando mi chiudo è impresa quasi riaprirmi.. il mio limite.. e forse la mia salvezza.. e così scopro che stare da sola mi piace ancora di più seppure i suoi grandi grandissimi limiti che ha la solitudine la solitudine interiore che cresce insieme a te.. e che ritrovi un mattino di pioggia mentre ti fumi solitaria la tua sigaretta .. non puoi proprio farci niente.. non si può andare contro natura contro la propria natura.. si sta male.. sto male e mi rendo conto di essere difficile.. insieme alla Vita stessa difficile .. mi allontano a grande velocitè .. verso me stessa e colloquio con me e con la mia di natura.. e mi rilasso nuovamente… respiro di nuovo dopo essere stata in apnea non so neanche io quanto tempo… mi accontento di una tazza di caffè e zucchero.. più dolci della realtè  così come appare.. e mi nutro di quello che rimane di Natura vicino a me.. dei suoi elementi.. e sono stanca psicologicamente quasi affranta di lunghi giorni trascorsi.. è difficile trovare anime affini.. difficilissimo .. pertanto anche amare è difficile .. resta il verbo sopportare che io non sopporto.. così quasi quasi del tutto impotente se non nei sogni e nei pensieri.. mi sembra quasi di non vivere e le parole “nella vita è importante la qualitè ! non la quantitè ” l’ho impressa nell’anima e la rabbia nefasta e furibonda affiora quasi… una rabbia sommersa…

tante cose non capisco e tante continuo a non capire.. ho confidenza e raramente solo con me.. e poi solo in certi giorni.. e quei giorni vestita di scuro nei confronti della vita e dei miei e suoi simil sorrisi..

sono al centro di me dove c’è una tempesta dove le onde sono alte e scure dove non si può nuotare e dove non entra nessuno

e ogni volta che provo a placare questo simil mare la natura stessa del mio essere si ribella… e violenta respinge ogni intrusione…

il perchè accada tutto questo non so. Sono così.

non ci sono nella realtè .. la realtè  sono i miei sogni.. le mie invenzioni di gioia .. i miei scopi.. la mia voglia di risolverli.. i miei tanti amori.. e scopri che il tempo è passato ma non invano nel senso che è trascorso e nonostante tutto tu sei lì ancora.. ad inventare anche parole per poter respirare.. ossigeno..

onde di rabbia nel sottofondo marino umano mio..

sembra il diario amaro di un’adolescente quello che scrivo e forse è anche così..
mi hanno insegnato che non si insegna l’amarezza.. che non si insegnano le delusioni.. che non si insegna che bisogna ribellarsi anche ai dogmi più Alti.. per essere liberi.. mi hanno insegnato a tacere.. a non arrabbiarsi.. e così aumenta la disistima.. aumenta il tuo non-valore.. aumenta il tuo non-essere.. e così dimentichi anche il tuo nome non amandolo più.. è questo che accade.. e così magari solo magari riprendessi un po’ di forza… riuscirei a dire un altro no.. da sola.. un altro no.. senza più cercare conferme dall’esterno.. ma rimanendo in contatto con se stessi anche se si sente la nausea.. una nausea di troppi…. inchini..

smilingdog


http://count.vivistats.com/laser.asp?CountId=36189

statistiche sito web

senza fretta..

In cerca di te – Nella Colombo

sotto questa pioggia che non si ferma che non si ferma e ne scende giù copiosa.. mi sento molto stanca .. un’aria quasi asiatica nell’atmosfera… una pioggia che non vuole proprio fermarsi… rinfresca l’aria.. sì.. talmente tanto che ho giè  nel primo pomeriggio un sonno da morirne… poi ho aperto completamente la finestra questa vicino a me mi sono accesa una sigaretta dopo aver bevuto un buon thè fresco ho fumato appoggiata al davanzale e mi sono goduta lo spettacolo tranquillamente.. il cielo e gli anelli di fumo hanno oggi lo stesso colore… quasi minacciosi.. ma io sto in casa.. e guardo la pioggia cadere in terra… aspiro lentamente la sigaretta e respiro l’aria fresca comunque… fresca… riprendo fiato.. riprendo un po’ di energia.. inforco gli occhiali e apro il pc.. decido di scrivere anche oggi.. ho inserito questa piacevole e antica canzone perchè l’aria ha quel sapore quel ritmo .. è un giorno nuovo nuovissimo che rinnova però gesti antichi come lo starsene in casa e potersi riposare.. e canticchiare ascoltare canzoni semplici … come una volta..

la pioggia rinfranca lo spirito, lo rinnova, quasi lo pulisce e antiche speranze appunto riaffiorano, energie nuove appaiono.. e la tua di natura eccola lì davanti a te.. senza pensieri pesanti.. ma con uno spirito nuovo.. come la pioggia estiva e fresca naturalmente scende giù… e lava e leva pensieri che non ti appartengono giè  più e si torna nuovi… come dopo un pianto liberatorio… ci si sente nuovi…

il profumo che arriva dalla finestra è quasi inebriante… ed anche la piantina del mio piccolo ciclamino emana profumi giovani appena nati..

Wisky è qui vicino a me .. non ha paura dei temporali.. ma sta bene qui vicinissimo a me mentre sto davanti al pc raccolta su di me …

non ho altre cose da aggiungere… oggi non c’è silenzio.. il ticchettio forte della pioggia si sente affascinante… e le auto sembrano correre per ritirarsi in casa pure loro…

tornerò nell’altra camera, nel mio letto a riposare ad occhi aperti sul cuscino comodo ad ascoltare scendere la pioggia e con lei ascoltare i miei pensieri che scivolano .. oggi è un buon giorno per me per sorridere…

mi preparerò un altro thè.. insieme ad una sigaretta.. e non ho fretta di fare alcunchè… e questo da un po’… gli anni cambiano ed anche noi con essi…

buona giornata a te che leggi!

smilingdog


http://count.vivistats.com/laser.asp?CountId=36189

statistiche sito web

non recito.. perchè non ricordo le battute… !

Vivere e volare – Franco Califano

questa canzone che ho postato qui oggi ce l’ho dentro di me da un po’ di giorni.. forse è un po’ di malinconia.. la mia.. che vive di sogni.. di ricordi.. di spazi aperti e chiusi.. di vento di parole di aria.. fresca come quella di oggi.. una giornata di giugno che non è temperata ma quasi fredda.. e il cielo è un mantello di nubi.. dove l’azzurro si scruta a squarci piccoli.. tra nubi bianche e sparse.. un cielo settembrino sembra..

e così la malinconia che mi appartiene e quindi ci sto come se fossi nella mia casa di appartenenza non mi turba.. anzi mi fa volare lieve lieve e leggera verso una meta che non conosco ma è questa.. l’essenza che mi riguarda o che ci riguarda un po’ tutti..

la famosa mestizia una parola quasi in disuso.. e mi viene da sorridere alla mestizia… alla melanconia che ha un colore dorato e azzurrino quasi trasparente e beige.. il colore e il profumo di una pagina di un libro ormai di un altra epoca ma sempre bello da avere con sè…

ognuno ha un libro nel proprio cuore… io ce l’ho e non lo rivelo qui.. ci sono cose da tenere per sè come un tesoro nascosto anche in bella vista ma che nessuno o quasi conosce.. ed è lì la bellezza.. ricordarselo amarlo e guardarlo e assaporarne il profumo nelle sue pagine lette in giovane etè … un libro “rubato” come tutte le mie cose più preziose al mio amato padre.. che di cose belle se ne intende.. e io continuo a “rubare” “sottrarre” .. amare le sue cose i suoi oggetti.. anche i suoi bei vestiti.. come oppure un bel posacenere.. oppure un bel maglione… e così come i suoi dischi.. e dicevo i suoi libri… devo dire che li amo profondamente.. di una poesia incredibile.. mah.. decisamente abbiano gli stessi gusti non tutto!! ovviamente! e rido dentro di me!! non tutto!!! ma ci siamo sempre capiti su tante cose.. il tempo passa.. il tempo vola ingannatore forse.. il tempo forse non esiste.. il tempo forse è una foto scattata in gran velocitè .. il tempo di uno scatto veloce e sono qui .. con il mio pc e la foto di un libro.. il mio preferito…!

ok! sorridendo tra me e me e parlando qui sul mio diario la melanconia che prima mi aveva così immerso dentro di me piano piano si trasforma .. e l’oggi il quotidiano che comunque amo .. riprende quasi quota.. e un sorriso torna.. , senza sole, ma c’è

parlo sottovoce e così scrivo..

non ho tante altre cose da aggiungere oggi.. lo ammetto faccio uno sforzo a scrivere.. come se fosse il mio “lavoro” gioco come da bambina.. mi piace giocare e così tippetto sulla tastiera fedele lei.. ! e giocando così.. mi sento libera.. che sia un illusione (la qual cosa è importante sapere) non lo so in realtè .. ma tenere vivo il mio blog mi fa sentire libera.. e molto anche.. e così ringrazio, e mi sento fortunata, chi mi ha insegnato a giocare (mia madre) da sola… facendomi sentire appunto libera di inventare.. di “quasi creare”.. sì, di inventare giochi e potermi divertire.. la qual cosa come disse una persona a me carissima non è vietato ancora… divertirsi non è reato! si spera…

la mia etè  tonda tonda che non rivelo ma che gli amici conoscono.. eh giè .. mi sta mettendo nei guai.. mah..! ho smesso i panni della persona di una certa etè .. che vesto da quando ho l’etè  di 4 anni!!! e decido improvvisamente di sentirmi meno anziana e mi svesto della parte della “nonna” come mi piaceva (sempre un gioco è!) e come mi aveva fatto notare un altro mio carissimo amico del cuore “tu Vanna giochi a fare la donna con 10 anni di più! ti trucchi d’anziana invece che da giovane? ma perchè?” 🙂 solo al ricordo ancora mi viene da ridere e come aveva ragione l’intelligente di turno e supersimpaticone!!!! aveva ragione.. mentre tutti ma dico tutti fanno a gara a restare giovani.. io l’opposto!… a giocare a fare l’anziana (non adesso è!) ma quando anziana non ero affatto! insomma non so se sono stata chiara o meno.. ora però smetto questo gioco .. anche controproducente e aggiungo poco intelligente.. direi anche poco intelligente!!

e vabè.. avevo voglia di parlare di me.. egocentricamente.. e ricordare i miei amici e i miei ricordi sempre vividi.. !

adesso che io smetta di “recitare” però mi sembra davvero un’eresia! sono attrice dentro, nell’animo! entro nella parte bene! ma cercherò.. cercherò.. altre vesti….
Buona giornata a te che leggi!

🙂

smilingdog


http://count.vivistats.com/laser.asp?CountId=36189

statistiche sito web

una canzone per cantare..

Minuetto – Franco Califano

sento il cambiare degli astri.. come li sento vibrare e sono diversa ogni giorno ogni periodo.. ogni luna nuova..

mi sono svegliata dopo 12 ore esatte di sonno continuato.. il clima notturno è stato clemente e il mio corpo un po’ appesantito dalle goloserie che mangio quotidianamente ne ha approfittato dormendo profondamente.. mi svegliano Hermano e Wisky con un gran sorriso tutti e due… mi dicono due o tre paroline di buongiorno e io mi riappisolo serenamente.. è giè  giorno e un po’ caldo è.. ma io non lo sento.. il ventilatore in camera fa la sua gran bella figura ed è ben funzionante… dormo ancora e gli unici sogni che ricordo a colori sono la mia dottoressa in stato di gravidanza felicissima! sposata a Bruce Springsteen e ricordo solo che li salutavo mentre partivano per mete lontane .. sempre in tournè… la mia dottoressa era vestita hippy chiaramente e fiera e contenta insieme al Boss salutavano tutti i loro fan.. compresa me! Cosa ci sarè  stato ieri sera nel cocomero di casa mia dentro lo zucchero dolce dolce non lo so (scie chimiche?)!! questo è l’unico sogno che ricordo di tutta una notte… è sufficiente però…! non ci penso più di tanto e mi viene da sorridere pensando alla mia dottoressa.. che forse è hippy dentro.. però molto molto simpatica nella realtè ! .. forse è ora che la chiami….

mi sveglio pigra decisamente pigra e con pensieri contro ma contro di me che di più non si può… mi preparo il caffè svogliatamente.. Wisky ed Hermano dormono della bella nuovamente tutto tace e mentre sospiro sulla mia esistenza.. mi accendo lenta una sigaretta e sorseggio caffè.. guardo il ciclamino sul davanzale della finestra e noto che il fiorellino appena nato e più alto di ieri forse è l’unico mio punto di riferimento esistenziale… mi sto affidando ad un fiorellino innocuo innocente e vigoroso nella sua fragilitè .. lui mi sta facendo una gran compagnia oltre a dar colore alla mia vista.. alla finestra in genere colorata solo di azzurro e bianche nuvole..

dopo una seconda sigaretta mi preparo.. camicia rosa confetto.. pantaloncini corti (gli occhiali li dimentico in casa).. ed esco.. una folata di vento mi avvolge anzi mi travolge.. la qual cosa mi fa un gran piacere.. mi rinfresca completamente.. un vento d’estate .. e cammino verso il bar vicino casa.. arrivo .. e giè  sapevo.. un famoso sesto senso!… Max mi guarda un po’ così sul dispiaciuto.. e io capisco subito.. le sfogliatelle sono tutte finite! … una discreta delusione.. ma piccola piccola.. mi sono impomatata tutta per degustarmi la prelibatezza .. ed invece le prelibatezze sono state giè  consumate… mi accontento di un semplice caffè… e con fare del tutto indifferente come un Saggio che affronta gli ostacoli di primo mattino della vita.. mi accingo a “leggere” le news del giorno.. ovvio che senza occhiali lo sforzo è maggiore .. così leggo solo i titoloni e l’amico Branko.. il tempo di sapere che oggi la Luna questa Luna è in Sagittario.. e poi.. come sempre non ricordo altro… mah mi sono detta.. e senza tante emozioni bevo velocemente il succo di arancio ed esco per fumare la mia sigaretta all’aria aperta.. canzoni mentre fumo nella mia mente vanno e vengono..

saluto e ringrazio Max e rientro in casa.. l’umore non è poi così male come nei primi minuti del giorno.. e canzoni prendono il posto di pensieri di non appartenenza.. di disagio.. melodie arrivano dentro di me che le capto da fuori e le ascolto .. il giorno è appena iniziato..

mi preparo un altro caffè.. ne ho bisogno..

la giornata va procede .. mi rimetto ad ascoltare canzoni italiane.. ho voglia di ascoltare parole e melodie.. e Franco Califano è un grande Poeta.. e così inserisco la sua bella voce e questa canzone d’Autore che non ha etè .. una canzone d’amore…. questa è la versione che prediligo..!

buona giornata a te che leggi! 🙂

SMILINGDOG


http://count.vivistats.com/laser.asp?CountId=36189

statistiche sito web

“e non che non mi arrendo…!

Per dirti t’amo – Pierangelo Bertoli

ho giè  un sonno da morire…. e giè  eppure mi sono svegliata senza fretta.. come da consuetudine.. con calma.. di buon umore.. l’aria abbastanza vivibile e non mefitica come ieri che mi ha immobilizzato del tutto.. anzi.. un’arietta simpatica mi ha accolto mentre mi svegliavo.. un aria fresca e il cielo era giè  azzurro chiaro.. ho aspettato un po’ prima di alzarmi anche perchè ero ancora sonnolenta.. ieri sera mi sono aiutata con delle gocce per addormentarmi.. troppo il caldo..!! poi sono piombata in un sonno senza sogni.. un sonno ristoratore.. questa mattina ci ho messo del tempo ad accendermi una sigaretta.. neanche mi riconoscevo.. sono io oppure è un altra persona al mio posto.. non avevo neanche voglia di nicotina di prima mattina… mah! misteri piccoli misteri… riaccuccio la testa nei cuscini e nonostante la luce chiara nella stanza mi riappisolo… con Wisky che dorme..

mi sveglio del tutto dopo un po’.. e decido di accendermi una sigaretta come un rito.. come se la sigaretta avesse il potere di svegliarmi.. ci credo e l’accendo..

mi alzo pigra.. guardo subito la piantina di ciclamino e il fiore che nella notte ha preso più forza e si erge solitario nel davanzale rendendolo dolce e noto che è più grande, è cresciuto! provo a sentirne il profumo .. intanto chiudo le persiane affinchè il sole non entri in casa.. una casa in questi giorni disordinata “incasinata”.. ma tutto è al suo posto ed anche io comincio a prendere forma vitale..

accendo la cuccuma di caffè.. e noto che sono di buon umore.. e non è una novitè .. ormai .. lo so.. il mattino mi è congeniale.. e il tempo sembra essere clemente.. sorseggio caffè arabico e mi accendo svogliatamente ma con determinazione una seconda sigaretta appoggiati i gomiti sul tavolo tondo e pieno di cose tutte importanti per me sopra.. zucchero, biscotti, I Ching, un libro che sto leggendo lentamente, una pianta di ciclamino superba, una sveglia meravigliosa tutta d’acciaio e nera! (un bigioux!), due o tre posaceneri diversi e particolari sparsi, il piattino di caramelle, il piattino di cioccolatini (ormai vuoto dal caldo), una noce residuo d’inverno.., un portapenne arabo.. un portatabacco prezioso, una bottiglietta di limone e le due tazze per me una da cappuccino e una amatissima da thè!… insomma ogni volta che devo mettere in ordine… diventa un problema!

ok! sorseggio la seconda tazza di caffè e latte e decido di prepararmi per uscire e mi accorgo di andare non dico di fretta, sarebbe una grandiosa bugia, ma ad un ritmo quasi normale, mi rinfresco, mi vesto.. oggi pantaloncini grigi corti che trovo casualmente di lè  nell’armadio pulitissimi e nuovi, la mia camicia rosa che ha la mia etè , gli occhiali puliti una sistemata a casaccio ai capelli e via esco.. con l’aquolina alla bocca … mi ci sono addormentata ieri con la voglia di svegliarmi il mattino per gustarmi la sfogliatella alla marmellata o alla crema o al cioccolato.. non importa.. il mio animo urla “datemi una sfogliatella!!” .. che mi ricorda i dolci francesi… e così cammino verso il bar vicino casa con questo languore allo stomaco e alla testa.. ed entro “Buongiorno Max!” “Caffè?” “No! Sono finite le sfogliatelle?” “Sì” flemmatico senza neanche un senso di rammarico.. io però non mi arrendo.. e credendo ormai all’Impossibile (esperienze di vita..) non mi demoralizzo.. (solo poco) e vado a guardare tra le mille paste in bella vista.. e tra di loro ce n’è una che si sta nascondendo.. ma è ben chiara la sua forma… “..E’ quella cos’è?” “Ah! sì ma non è alla marmellata domani ci sarè !” io non mi soffermo troppo e acchiappo la “preda” che sognavo dalla sera precedente, tutta contenta.. una sfogliatella al cioccolato… giè  il mio palato ed io stiamo sognando ed esco.. il venticello e l’ombra disegnano per me l’ambiente giusto per potermi sedere e mangiarmi di gusto la pasta.. e penso tra me e me in fondo la Francia è davvero vicinissima all’Italia.. e amo tutto intorno a me.. come se fossi in vacanza.. di primo mattino in vacanza con i pensieri completamente al vento e i respiri al sapor di cioccolata..

mi accendo una marlboro ottima sotto l’ombra ventilata .. mentre auto e motorini passano non visti..

domani sfogliatella alla marmellata! .. lo so alla mia etè  .. ma il bello di essere “cresciuti” .. non è anche quello di poter mangiare quello che ti va? .. questa la mia “idea” infantile fanciullesca di “essere cresciuti” … il suo vantaggio se così si può dire! .. non ne vedo in realtè  altri.. come durante i miei “faticosi” (sempre) viaggi… sì i panorami.. sì ai voli, eccitante la velocitè  aerea, sì ai diversi colori del mare, sì alla cultura di ogni popolo….., sììì!!! ma soprattutto…. sì al mangiare! sì al mangiare bene in ogni parte del mondo!! lo so.. non sono mai stato un buon esempio… ma oggi dico mafaldamente: “Ma chi se ne importa??????” 🙂

oggi una canzone che amo per una persona che amo! E’ un augurio! Con amore

zia!

smilingdog


http://count.vivistats.com/laser.asp?CountId=36189

statistiche sito web

una giornata fa..

I just call to say i love you – Stevie Wonder

vento fresco questa mattina dopo una giornata impossibile di caldo quasi sub-tropicale di tutto il giorno di ieri.. credevo di non farcela .. e i pensieri erano ugualmente di piombo afoso senza neanche un ombra di vento… non avevo speranze.. le avevo perdute e i pensieri tra l’assente e l’assente e il vuoto di una giornata invana.. inutile e mi chiedevo come possano amare l’Estate.. me lo chiedevo ansimante di aria distesa nel letto afoso anche lui.. mi alzavo mi bevevo un thè poi mi fumavo una sigaretta e ogni tanto guardavo il fiore rosso sul davanzale della finestra.. unica consolazione.. oltre lo sguardo allegro di Wisky. Ero tentata di ascoltare musica poi ho deciso di no.. preferivo il silenzio estivo, la calura estiva senza aggiungere note alle note afose del giorno.. che sembrava non passare e un senso di inutilitè  è affiorato.. di inutilitè .. di giorni vani.. di giorni senza senso..

poi arriva l’ora del tramonto.. un altro thè.. un altra sigaretta e pensieri vacui e ombrosi non dico che se ne vanno all’improvviso.. ma si attenuano e i colori del sole che scende sul mare mi placano l’animo disidratato mi stendo sul letto stremata e poco dopo mi addormento. E pensare che l’Estate è appena cominciata…

mi sveglio dopo dieci ore di sonno continuate.. oggi è un altro giorno.. meno caldo di ieri e direi che sono un altra persona con più energia e l’umore è buono.. senza fretta mi preparo il caffè con la nuova cuccuma azzurra! guardo fuori e come avevo previsto nella notte il fiorellino si è aperto.. bellissimo.. e delicato

con molta calma sorseggio caffè e accendo una sigaretta davanti alla finestra.. il cielo è azzurro chiaro sono le 8 e 30 e mi sembra di avere la mia vita nelle mie mani e il disappunto che avevo ieri nei confronti dell’esistenza oggi mi sembra più lieve.. quasi non presente

l’ottimismo del mattino prende posto del pessimismo di ieri.. e come se niente fosse guardo il cielo più clemente oggi decisamente più clemente e lo guardo mentre regala folate di vento che mi ristorano…

esco per una spremuta fresca d’arancio e mi siedo all’aperto.. il tempo di fumarmi senza fretta una marlboro.. annuso l’aria con la testa all’insù.. con uno scatto mi alzo e rientro in casa cantando dentro di me una canzoncina di tanto tempo fa.. che mi ricorda mia madre nei suoi giorni felici

improvviso ..un volto amico mi saluta caro .. a volte un sorriso sincero fa la differenza…

buona giornata a te che leggi passando di qua! 🙂

smilingdog


http://count.vivistats.com/laser.asp?CountId=36189

statistiche sito web