“ci vuole un fisico bestiale…

Equilibrista – Renato Zero

dedicata

e così aspetto il fresco per tuffarmi nel bianco della pagina del blog .. dopo una dormitina io e Wisky IV di un paio di ore pomeridiane immersi tutti e due in un sonno profondo mitigati da un gentile ventilatore che non è più tanto giovane ma pur sempre funzionante… il fresco qui e ombra.. si sta bene.. mi sono presa un paio di caffè ed un thè.. Wisky attende con il muso bello riposato Hermano per la sua passeggiatina quasi serale. Sono le 18.14 tutto silenzio intorno a me.. il cielo è ancora limpido e splendente.. luminoso.. le giornate del mese di giugno sono le più belle e lunghe.. sono molto riposata.. anche se un altro thè mi alletta.. mi sono collegata a facebook (ormai consuetudine che sembra non volersene andare.. ) ho ascoltato un paio di canzoni.. mi sono portata i due libri che ho scelto di leggere in questo periodo.. preferisco i libri che leggere direttamente sul pc sia per questioni di comoditè  che per amore nei confronti del vecchio libro che fa sempre compagnia… la famosa compagnia della quale non riesco a fare a meno.. ogni cosa che mi circonda è atta a farmi compagnia.. i libri sparsi per casa.. la musica che anche se ascolto ormai di rado la mia musica c’è.. sparsa per la casa.. nuovi e antichi mobili chè mi fanno compagnia… la televisione la sera tardi.. tutto mi fa compagnia e nello stesso tempo il silenzio il mio e intorno a me mi vizia e anche lui mi fa una delle più preziose compagnie.. non mi stanca mai.. poi ci sono le due piantine di ciclamino anche loro insieme alle fotografie sparse per la casa anch’esse.. mi fanno compagnia…

anche oggi mi sono fatta un regalino da Max sempre cortese e scherzoso, questa volta una cornice per foto molto carina sempre stile inglese… a volte mi reputo fortunata!

i giorni dei ricordi se ne sono andati e il presente ha preso campo.. chiaro che mi sento più leggera ed anche viva ed anche più giovane dentro.. più dinamica.. un respiro più vivace.. delle volte i ricordi se ci si viene trascinati perchè di onda si tratta.. ti portano lontano .. e vivi veramente come se camminassi all’indietro.. ma non puoi farci niente.. anzi ti ci culli.. come un dondolo d’acqua che non si ferma… senonchè all’improvviso ti aiutano.. ne sono convinta.. ti aiutano dall’Alto.. e esci fuori dal fiume che non si fermava… apri gli occhi .. e il giorno nasce … con ricordi impressi che non fanno male anzi.. ma hai ossigeno nuovo per respirare ancora e di nuovo..

mi accendo una sigaretta, il ventilatore anche in questa stanza gira bianco.. l’arietta c’è

non credo che ho altre cose da aggiungere oggi. Che ci sia bisogno di un fisico bestiale per evitare le onde della vita e non farsi troppo male lo diceva il grande cantautore bolognese Carboni vent’anni fa.. oggi ho invece inserito la canzone di Renato Zero che dedico ad una persona davvero speciale! Eh sì per mantenersi in equilibrio ci vuole un fisico speciale.. altrimenti ci si perde.. io l’ammetto non ho un fisico speciale e mi perdo.. e mi perdo… ma quando mi trovo.. è quasi…. Felicitè …! è oro.. prezioso come un Amico… raro.. momenti rari di ristoro.. e la vita va..

buonagiornata a te che leggi! 🙂

smiling

SMILINGDOG


http://count.vivistats.com/laser.asp?CountId=36189

statistiche sito web

Annunci