giorni lievi

It’s now or never – Elvis Presley

it’s now or never.. il tempo è di quelli che ti fanno cantare quasi a squarciagola ‘O sole mio.. in inglese cantata dal Re .. da Elvis ed è una canzone che amo tantissimo mi mette allegria energia voglia di fare anche le faccende di casa.. cosa che non sempre mi riesce bene.. e giè .. così mi riascolto la canzone e la riascolto ancora mentre spazzo il pavimento canticchiando come una casalinga dei film americani.. canticchio allegramente mentre fuori c’è un grande sole di Aprile e un cielo davvero colorato di azzurro fresco di vento frizzante che avresti voglia di godertelo tutto uscendo e standotene fuori all’aperto. magari con i capelli che si agitano ed un sorriso stampato sul volto come se niente e soprattutto nessuno possa toglierti di dosso il tuo sorriso e la spensieratezza tipica sì della giovinezza certo, ma anche tipica di certi giorni solitari soleggiati e color del mare .. di un mare appena appena lievemente mosso ondulato come i tuoi capelli che ti immagini ancora lunghi e sulle spalle.. ed il tempo sembra essere clemente con te stessa e una rinnovata energia di Primavera ti fa respirare ossigeno che porta buon umore .. nonostante quasi finalmente quasi solitari tu e il mare con le sue onde che scivolano sulla battigia dolci.. e non sei più nella tua cittè .. quasi quasi in vacanza con i pensieri centrati sull’orizzonte e speranze che si rinnovano.. e trovi nuovamente anche la tua forza .. una forza acquisita con l’esperienza gli anni e una folata di vento in più sul volto ancora vivo..

intanto qui da dove scrivo il silenzio fa da contorno.. Wisky IV è a passeggio sereno con Hermano.. il fine settimana è iniziato Aprile è un mese che amo particolarmente, i suoi colori così raffinati e i suoi nuovi sempre nuovi e antichi profumi aleggiano nell’aria.. e le foglioline nuove bagnate di primo mattino di brina mi sorprendono ed io le saluto caldamente appena sveglia quando tutto il borgo dove vivo e la cittè  vicina dorme ancora..

nel frattempo che la Primavera inoltra i suoi primi giorni io mi sento giè  in festa. come se la nostalgia di non avere accanto amici preziosi fosse svanita all’improvviso o forse l’ho soltanto vinta e lascio che il mio cuore si rinnovi di gioia per le cose per la Natura e la sua bellezza in ogni stagione soprattutto questa come la gioia primordiale e viva del “Sabato del villaggio” una gioia odorata nell’aria una gioia che prelude la festa più gioiosa della festa stessa.. come la gioia di un ritorno a casa dopo un lungo tragitto.. od anche breve.. oppure la visione di nuove nuvole chiare nel cielo come se fossero disegnate da un poeta.. bianche e celesti e con sottofondo rosso confetto.. come un quadro di Matisse.. e giè  le mie mani tippettano allegramente come un arlecchino pieno di colori.. come si sente oggi l’animo mio.. senza fronzoli.. amato da me stessa come rare volte.. amato e riamato.. ecco mi accorgo a volte sorprendedomene di amarmi senza bisogno di nessuna conferma di amarmi.. come so amare io gli altri quando li amo… “a prescindere”.. ed in questi giorni io sono io e mi amo ed un silenzio scende nella valle della mia casa.. un silenzio che adoro.. dove solo le note della mia musica risuonano .. un’armonia.. e come per miracolo “mi ritrovo” dopo essermi perduta nel ciclo di vane parole e pensieri ed, in sostanza, amo quello che ho intorno e dentro di me..

così anche oggi scivola lento verso uno pigro pomeriggio dove di tempo per fare le cose sembra essercene.. e forse farò un giro in centro in cittè , poi credo che rientrerò quasi subito.. ora sono le 5 del pomeriggio.. pensieri girovagano come nomadi nell’aria leggera e profumata.. quasi quasi mi preparo un altro caffè.. seguito da una sigaretta leggera leggera.. anzi me ne accendo subito una mentre le mani veloci continuano a tippettare .. aeree adesso che mi guardo intorno sembra quasi che la casa sia stata messa in ordine da qualche fatina.. sembra tutto in ordine e l’aria è così trasparente che ci si potrebbe specchiare l’anima che a volte ti sembra buia ma ci sono giorni che sembra chiarissima.. e questo è uno di quei giorni.. non posso dire di aver vinto chissè  chè.. ma un giorno nuovo di buon umore mi sembra giè  una grande vittoria.. la vittoria su se stessi.. migliori amici di noi stessi ma vero anche il contrario..

concludo così… nell’aria frizzante e chiara di questo preludio di giorni di festa.. con un sole che si avvicina al tramonto.. ma ancora è presto..

smilingdog