una luce nuova

è un giorno nuovo una domenica mattina ventilata.. quasi quasi serena.. dopo sogni dolci colorati color pastello delicati rosa pallido .. sogni come disegni delicati.. mi sono svegliata serena .. senza di te..

.. serenamente mi sono fumata una sigaretta salutando Wisky IV che mi ha guardato negli occhi dolcememente come lui sa fare.. abbiamo gli stessi ritmi.. abbiamo dormito quasi 12 ore di fila e ci siamo svegliati nello stesso momento.. mi piace questa simbiosi e i sogni appesi alle nuvole di questa notte con te che mi indicavi la strada.. dell’amore.. come se all’improvviso avessi le idee più chiare.. il cuore molto più aperto.. ed il cielo molto più limpido.. l’ombra tenera degli alberi le cui fronde rinfrescano l’anima mi hanno fatto intendere che tu sei vicino a me.. e sorrido lieve e leggera.. e sì qui siamo di passaggio e non solo.. come un velo trasparente diventano i miei sentimenti.. bianchi e rosa.. pallidi come te.. pallidi e belli come te.. io e te all’unisono.. Wisky anche con me te e i miei amori.. antichi e non.. a colori comunque sempre a colori.. ieri è vicino e lontano .. è domenica mattina .. il ventilatore che non tradisce nel tempo gira e rigira lento.. Wisky sta ronfando vicino a me.. il silenzio è tutto intorno .. mi accendo veloce una sigaretta.. sono giè  uscita per far colazione.. ho letto una splendida poesia di un carissimo mio amico .. meravigliosa.. ho ascoltato un po’ di musica.. indossato la mia tuta grigia una maglia che viene da Atlantic City grigia anche lei.. un paio di vecchie clocks e via verso il bar vicino casa.. Max cortese al suo posto .. un caffè un sandwich per il mio pranzo.. e un paio di sigarette al vento all’aperto mentre guardavo il cielo azzurro pallido ma senza una sola nuvola e persone con motorini e auto che passavano per recarsi al mare.. giorno di mare.. io intanto fumavo leggera leggera..

dormire tanto con sogni bellissimi al di lè  quasi quasi nel cielo.. ti fanno sentire più leggera.. e il giorno appena iniziato mi fa sentire ottimista.. di buon umore.. è giè  un nuovo giorno.. sono le 10.59.. non ho voglia di starmene in mezzo alla confusione.. e me ne sto in casa.. tippettando anche veloce .. non ho nostalgia del mare d’estate.. di un bel bagno nelle acque verdi del nostro bel mare.. da tanto tanto tempo.. è un mio limite lo so. in mezzo alle persone non so stare .. ed è sempre più difficile con il trascorrere del tempo.. ma sto bene così anche e molto.. con i miei ricordi danzanti.. con il mio buon umore mattutino.. con i miei caffè freschi di latte nel silenzio delle prime ore del giorno.. le piantine che oggi avevano bisogno di acqua fresca.. ebbene.. sì forse è il uno dei miei limiti.. ma anche uno dei miei pregi.. e fortuna.. starmene bene per conto mio.. non è una domenica lunatica.. oggi sono io con in più sogni d’aria fresca.. senza un’etè .. con me .. l’aria colorata d’azzurro il vento tra i capelli che si sono allungati un pochino.. ed io che continuo… improvvisamente a parlare di te.. mi viene spontaneo.. dal cuore.. il deserto si fa sentire a volte.. soprattutto in mezzo alle persone.. quando la concentrazione dei sentimenti diventa confusione.. la qual cosa non mi piace … oggi sono centrata in me.. dentro di me ..

sospiro ora.. anche tu parti.. vai via di qua.. così giovane e bello.. ed hai ragione tu.. dico io aggiungo io.. così la nostalgia fa capolino.. un capolino color rosa come il colore della tua anima.. la nostalgia e la paura insita di non rivederti.. le distanze esistono.. le distanze uniscono cuori desertici.. desertici… sempre di più.. non ho paura di restar sola.. questo un mio demone.. la paura di rimaner sola.. ma ancora non è accaduto.. e quando accade oltre lo stupore e appunto la paura.. mi preparo un caffè.. mi accendo una sigaretta.. guardo il cellulare.. toh! una chiamata inaspettata.. due chiacchiere..

scende la sera.. ti sento.. ti penso.. mi addormento.. mi sveglio con le prime luci dell’alba.. un’alba nuova..

un giorno nuovo per me..

smilingdog

se un Dio c’è

oggi non ho voglia nè di bere nè di fumare non ho voglia di fare niente .. è caldo ed il mio umore a ragion veduta è pessimo.. forse ho bisogno di scrivere.. ecco.. forse mi passerè .. non credo.. perchè certe notizie mi fanno male proprio al cuore all’anima a tutta me stessa.. ecco soffro come una pazza una pazza vera.. e l’impotenza e la rabbia mi soccofano il respiro e la rabbia è tanta.. e tanto dolore .. non sono neanche stupita del fatto solo molto molto addolorata perchè l’essere umano che sempre più mi disgusta arriva a dei livelli di brutalitè  che mi fanno disgusto.. totale.. e non si tratta di vigliaccheria ma di crudeltè  allo stato puro.. e così ti ritrovi a fare i conti con la realtè  dove vivi.. e il respiro si fa più affannato e ringhiante.. ecco.. ringhiante contro persone così malvage che non hanno secondo me recupero assolutamente no.. margine di recupero assolutamente no.. sono disgustata dal dolore provato dalla sola notizia letta .. e c’è una parte di me molto forte del dente per dente occhio per occhio.. ecco la natura viene fuori.. e bando alle cance del perdono.. non esiste perdono per persone che compiono atti così degeneri crudeli.. sono persone senza alcuna speranza di perdono nè di riabilitazione in un mondo civile. No. il mio senso di impotenza e rabbia funesta al contempo non aiuta certo il dolore di chi ha subito una tale violenza.. non di certo ma ha la mia solidarietè ..

oggi non ho voglia di ridere nè di scherzare nè di vedere il mondo o far finta di vedere il mondo color rosa.. no. Ci sono giornate più o meno buone e questa è stata .. tremenda.. tremenda.. ci sono giorni in cui non si è per la pace a tutti i costi.. io per lo meno.. nè di porgere l’altra guancia .. non io.. me ne prendo la responsabilitè .. e mi accorgo di essere come gli altri .. nel senso chi per la politica.. chi per il denaro.. chi per il lavoro.. chi.. chi.. io per le mie di cause non sono migliore … m’incazzo anche io e moltissimo.. e spero che prenderanno i colpevoli il prima possibile.. un paese come il nostro non può accettare tutto quel che accade.. bisogna indignarsi ed è giusto.. ognuno il suo ruolo.. ognuno con il suo impeto e pensiero.. che coloro che hanno impiccato il cagnolino devono essere presi.. e pagare.. non con denaro nè tanto meno con il carcere.. devono pagare e tanto.. con una condanna .. da spaventare chiunque abbia intenzioni di ripetere così forse solo per una forma subdola di sadismo malato.. una cosa del genere.. non ho voglia di aggiungere altro.. che venga ascoltata .. la mia preghiera..!

e tu non ci sei più…

è caldo. ho aumentato i giri del ventilatore.. l’estate è iniziata da un po’ ormai.. c’è festa aria di festa.. ed io sono alzata forse sveglia solo da ora.. ho mangiato e deciso di aprire il blog.. il mio diario .. Wisky è seduto vicino a me.. sembra che ogni volta che tippetto lui mi rispetta.. rispetta il silenzio del quale ho bisogno e smette di chiedere assiduamente i suoi buoni biscottini.. sono le 21.43.. sono con me stessa più di altri giorni.. ci sono giorni nei quali fai i conti con te stessa.. con i tuoi sentimenti sensazioni ed esperienze e persone del passato del tuo passato.. e così a volte accade e se accade di provare rammarici.. rammarici per quel che accade.. senza volerlo.. accadono le cose e tu ti ritrovi a vivere bene anche senza di esse.. forse perchè sono dentro di te.. ecco forse è questo.. ma io non voglio essere triste melanconica.. e neanche abbattuta.. no.. faccio un sospiro.. un respiro più forte respiro ossigeno e voglio liberarmi dalle catene del passato anche se sono state “catene” anche piacevoli.. forse è il mio modo di comportarmi che non mi piace .. forse.. in certe situazioni ed è per questo per questo che sorge da dentro dal profondo un’amarezza che provo che non mi piace, non mi ci cullo e così tippettando cerco di levare questa sensazione che non mi piace di amaro in bocca nello stomaco e nel cuore.. forse anche nel cuore.. intanto una sigaretta è lì che si è spenta anche lei solitaria sul bel posacenere.. decido di accendermene un altra.. decido di essere viva decido di essere io di non farmi trascinare dal vento delle malinconie dei ricordi del passato.. non mi importa.. vado avanti.. e così spero di riattivare lo stato vitale forte ed anche forse un po’ solitario con i miei sogni a colori e non in bianco e nero.. forse non so amare come mi dissero in passato.. ma io so di aver amato.. di amare.. a mia maniera ma molto in profonditè .. ecco solo che non si ama chi non c’è.. si ama chi c’è.. ed io sto bene così.. non guardo indietro credo nei destini che s’incontrano e forse si rincontrano ancora e forse ancora e ancora .. ma oggi come oggi io sto bene così.. ecco io e Wisky, le mie piantine.. la mia bella etè  .. e la mia luciditè .. ecco.. sto con me.. e sto bene

d’amore si scrive si parla si ama.. e quando si ama si è in Estate.. .. non è facile essere sinceri con se stessi.. no.. e poi.. non scrivo qui.. dei miei sentimenti più personali.. mi sono accorta che se le cose devono andare vanno.. non ci si può far niente.. accadono .. è così.. e poi come dice Mango con la sua nuova canzone l’Amore è invisibile ed io aggiungo neanche tanto.. i miei amori li porto dentro di me intatti immacolati con le loro belle parole e gesti…non ho bisogno d’altro e forse la bella etè  è questa… convivere con i tuoi begli Amori.. e chissè .. un giorno.. ne arrivi uno nuovo? ed estate.. sarè .. di nuovo…. giè .. chissè ?

smilingdog

immenso..

sono le 18.44 di un pomeriggio estivo.. è caldo e piove pioggia caldissima.. quasi quasi tropicale una pioggia umida e tropicale e grande spessa.. la nazionale italiana di calcio sta giocando in questo momento.. io non guardo.. ho la televisione accesa l’audio spento ogni tanto guardo ravviso il risultato e me ne sto sul pc tra facebook musica pensieri cielo assorto bianco e malinconia.. ma mi sono bevuta una piccola birra messicana con il limone.. offertami al bar vicino casa.. l’ho accusata perchè non sono abituata.. il calcio non mi interessa da tanto tempo.. e così apro il mio diario di bordo e comincio a tippettare.. il silenzio è totale.. Wisky IV dorme alla grande.. la sigaretta sta fumando appoggiata al posacenere medioevale arabo molto elegante che rubai un giorno lontano a mio padre per portarmelo nella mia allora nuova casetta.. tutta rosa.. è tutta rosa anche oggi ma un rosa più pallido dovuto alle intemperie del tempo che è trascorso.. sto bene ora.. con me stessa e con il mio foglio bianco come un pittore con la sua tela appena appena nuova.. e le mani tippettano velocemente come un pennello che vorticosamente ascolta il vento delle sue emozioni silenziose.. e invisibili.. giè .. invisibili.. eppur piene di colori.. sorrido ancora e tra me e me quando arriva l’ora del tippettare sono contenta.. nel frattempo me ne accendo un’altra di sigaretta.. l’aria atmosferica è tesa, pesante.. un molosso sopra le spalle.. dovrebbe piovere alla grande in modo da rilassarci un po’ un pochino.. non ho voglia di fare niente di niente come se fosse un sabato un sabato ed è invece venerdì pomeriggio.. è iniziato il fine settimana.. ripenso alla birra che mi sono bevuta leggerissima.. e ripenso ai sogni che ho fatto questa notte… non mi son piaciuti anche se ero fidanzata con una pop star italiana.. mi viene proprio da sorridere ora ma mi sono svegliata che non ero soddisfatta affatto.. nonostante il suo fortissimo corteggiamento.. e pensare che da ragazzina ne ero totalmente “innamorata” come ora senza dubbi.. ma nel sogno era troppo hippy per me.. sorrido ancora e comincio a pensare di tutto.. ma meglio non pensarci più.. sono ansiosa lo ammetto.. dormirei per 25 ore di seguito.. ma poi sarei più stanca di prima.. insomma oggi è un giorno storto.. accade. eccome se accade.. l’oroscopo è buono però.. niente non è.. sbuffo .. tippetto fumo guardo la partita.. sbuffo.. forse ho fame.. è caldo.. la casa disordinata.. un grande caos.. sono quasi quasi incavolata.. sono o non sono.. sono.. e la qual cosa.. a volte pesa.. sbuffo.. forse spero in un gol italiano.. ecco! non c’è più solitudine di una partita di nazionale vista da soli.. ecco! sbuffo! sospiro.. e che cavoli! quasi quasi smetto di tippettare ma .. ma.. entra in campo Cassano… zitti… silenzio… speranza la mia grande.. vediamo.. intanto mi sovviene mentre guardo e non guardo.. mi sovviene mia madre quando guardavamo i Mondiali insieme.. e giè .. era tutto un altro vivere.. ma è passato tanto tempo.. ed io anche sono cambiata.. ma il ricordo è vivo.. e rido.. ancora.. del suo bel entusiasmo nei confronti degli Azzurri… 1982.. Campioni del Mondo..!!!!!!! e giè .. io mia madre gli esami di maturitè  (36 politico!!!!) e gli amici del tempo.. quanto divertimento.. quante risate.. giè ..

noto con disappunto che siamo sotto di un gol.. il mio vicino di casa urla come una belva umana.. Wisky se ne frega altamente.. quasi quasi spengo la tele… chè forse è meglio.. l’ho spenta.. non si sa mai.. accendo annoiata.. ora.. la sigaretta.. sono le 19.13.. l’ora del tramonto.. le auto scivolano sotto casa senza fretta alcuna.. io sembra che abbia fretta oggi.. di cosa non ho capito ancora.. ho fretta… di che? e va bene.. respiro profondo.. piccolo auto-trattamento reiki.. al cuore.. e voglia di perdermi nella musica.. ecco.. un raggio di sole è finalmente spuntato.. la casa è dorata .. con i suoi raggi color del miele…

non posso far finta che non esisti.. non posso proprio.. e così .. ti accorgi di tante cose… che non posso non fidarmi del mio intuito.. non posso no.. che dare è sorprendentemente splendido rispetto al ricevere.. e a volte il sogno.. a volte il sogno .. a colori.. di spuma di mare color champagne.. non ne puoi proprio fare a meno.. ma proprio no..

smilingdog

notte estiva..

ho una canzone in testa e nel mio cuore … non ha piovuto ed il caldo forte in questa serata di giugno un giugno estivo che si fa sentire tutto.. ho una maglia turchese .. la mia solita preferita da anni e anni or sono.. che ancora ho la voglia di indossare come se mi rinfrescasse.. intanto Wisky IV sta brontolando alle piantine al vento .. al cielo ed anche a me.. sente il caldo afoso anche lui.. siamo quasi intrattabili tutti e due ..intorno intanto silenzio.. le auto le ultime della serata… scivolano veloci sotto casa.. le piantine sembrano sorridere con i loro fiorellini sbocciati.. freschi loro di un colore viola una delizia per me che le amo ed anche per chi ha occhi ancora belli da stupirsi per la varietè  e la bellezza… della Natura.. il pc fa le bizze anche lui.. è caldo anche per i pc.. e faccio fatica a tippettare le lettere.. così mi è più difficile scrivere… intanto Wisky sembra non volersene andare a riposare.. in genere verso le 8 e un quarto di sera lui come il caro Albertino.. dopo le venti venti e un quarto appunto dopo aver mangiato e bevuto.. si va ad appisolare.. ma il caldo oggi c’è.. ed è agitato anche lui.. intanto il ventilatore gira lento.. ne approfitto per accendermi una sigaretta.. le mie Mark 1 Gold dal dolce sapore.. fumo.. e infilo la mente sopra e davanti alla finestra e sopra il soffitto tra nuvole ombre e chiaroscuri che la luce soffusa del piccolo lampadario sopra di me creano.. lo ammetto oggi mi sono data al relax più completo.. ho dormito fino alle 10 di mattina.. come quando ero una ragazza e non solo.. svegliata pigramente.. un paio di caffè con latte fresco.. io e Wisky.. insieme.. ho deciso volutamente ed è accaduto anche di prendermi un periodo di riposo.. ne avevo proprio bisogno.. mi mancava il mio rapporto con il mio bambino.. Wisky, il mio rapporto con me.. mi mancavo ormai da troppo tempo.. e mi mancava soprattutto il silenzio.. il mio e quello che mi circonda.. insomma mi mancava la mia Vita.. l’ho ripresa.. ed con un sospiro di sollievo oggi sono stata proprio bene.. non farti rubare la Vita da nessuno.. me lo sono riproposto.. la serenitè  è tornata.. mi accendo intanto una nuova sigaretta.. mi difendo pensando che sono molto leggere.. le amo… sicuramente ho più forza in me .. da un po’ di tempo a questa parte.. e non si tratta solo di etè  e di esperienze.. a volte si tratta di essere accettati.. di essere anche amati .. anche un solo sorriso.. a volte può bastare .. anche se io volevo avevo bisogno di altre conferme.. più profonde.. e così si rischiara la mia mente.. le mie ali ferite sì tornano a volare volare basso basso.. rasente terra.. tra terra e cielo.. con i miei pregi e difetti.. nel mare dipinto di blu.. con la mia forza ed anche la tua.. ed io non voglio essere triste.. no..

la mia parte di malinconia l’ho avuta .. che mi ha rafforzato.. certamente.. oggi ora non mi interessano le lamentele degli altri.. forse è Egoismo.. o semplicemente.. essere.. vivere.. secondo natura .. e chissè  forse secondo anche la propria natura.. e non si può piacere a tutti come a me non piacciono sicuramente tutti.. certo.. io sto molto bene con me stessa e con la mia etè .. ed il tempo.. è tempo che me ne dedichi .. scrivo mi diletto a trascrivere i miei piccoli pensieri.. il mio amato diario di bordo sembra non dire niente.. sembra dirmi fa un po’ come ti pare.. e mi sovviene mio padre adorato.. quando alla fine di ogni nostra discussione pacifica o no.. insomma mi dice Vannina… fa un po’ come ti pare.. e così io faccio ancora oggi come mi pare e piace.. anche se a volte cado .. mi rialzo.. e ricado.. come tutti come tutti… !

sento nell’aria il profumo dei fiorellini.. e dell’Estate.. il cielo ora è blu scuro dorato.. penso al sole che sta sorgendo dall’altra parte del Globo terrestre.. … quanto è lontano da qui.. sono le 22.20.. la Libertè  mi è tornata a trovare.. una libertè  che mi appartiene.. il pappagallo messicano appeso in alto nella stanza del mio soggiorno sembra guardarmi sorridente.. ed anche malizioso.. complice mio.. Wisky IV si è addormentato..
come i bambini piccoli non ho mai voglia di andarmene a dormire… ma mai! poi con il caldo estivo è davvero ardua la cosa.. e così tippetto tippetto… e tippetterei ancora… beh!! buonanotte anime randagie…

smilingdog

“.. e tu non ridere… !

non è la nostalgia è soltanto voglia di tornare esattamente ..mia.. e giè  il blog si riapre.. magicamente.. ed io qui tippetto felice sì felice di tippetarmi quello che desidero.. ogni volta che torno ogni volta .. forse anche al tramonto come ora.. mi ritrovo da me in mia compagnia e in compagnia delle parole che scivolano veloci come il vento.. dentro di me ed arrivano qui sulla tavola bianca.. mi giro verso la finestra alla mia destra e noto con piacere .. sono le 20.50 che il cielo è quasi rosa anzi proprio rosa.. e la qualcosa mi fa felice.. mi rende la vita piacevole.. serena di nuovo.. di nuovo io con le mie piantine.. che hanno fiorito.. meravigliose.. il mio amato cagnolino che dorme sereno vicino a me alla mia sinistra.. la casa è sì, disordinata ma io dentro di me mi sento bene.. mi sento ordinata.. precisa direi .. e libera soprattutto.. libera di agire ed soprattutto di essere .. me stessa con i miei sentimenti.. emozioni.. anche tranquilla direi..
ho appena concluso una esperienza (sempre se la Vita lo vuole.. ma lo voglio io!).. la cosa non mi dispiace.. anzi c’è un momento per ogni cosa.. l’importante è essere consapevoli.. ecco.. e soprattutto è importante il rispetto.. saper dir sì e saper dir no.. ora no.. una lezione di vita che mi serve senza dubbi a prendere coscienza di me e delle mie scelte impulsive forse.. ma anche razionalizzate.. ogni cosa ha i suoi limiti ed anche io ne ho.. ma questo non fa in modo di non andare avanti.. sapersi far rispettare è una cosa sottile sottile.. ma bisogna è importante.. essere civili quanto pesa.. e quanto libera anche! sorrido e riguardo le nuvole rosa che sembrano dire.. eccoci di nuovo e tu? dov’eri?.. sento la musica del mio vicino sento sento di nuovo.. di nuovo sento e sono viva dentro.. la qual cosa è importante.. non posso farmi rubare la vita.. non è da me.. no.. il silenzio a volte parla più chiaro delle parole che io amo tanto .. ma appunto si è chiuso un altro capitolo della vita.. e la cosa non mi dispiace affatto.. ha aperto nuovi orizzonti anche se io il mio orizzonte davanti casa ce l’ho ..

il cielo è azzurro pastello con nuvole blu come in un quadro di.. di.. mah.. non importa come in un quadro.. e luci di lampioni accesi sopra il mare fanno da sfondo.. intanto il ventilatore gira lento e pigro e instancabile amico mio.. tutto tace quasi intorno a me.. tranne la mia voce che detta silenziosamente le parole.. sorrido.. e mentre sorrido noto.. dei cambiamenti nel blog.. di una mano fatata e gentile che saluto qui! (e grazie!) .. e la vita continua.. mi sento sì più libera.. l’ossigeno è fondamentale per star bene… !

e giè .. non ho tanto altro da raccontare oggi.. quello che doveva accadere.. accade.. ed io faccio continuo.. a fare.. i conti… con me…

smilingdog

E.. ti ricorderai…

piove piove ha piovuto a dirotto ed in più un temporale come fosse quasi quasi inverno.. ed invece è giugno e l’aria però si è rinfrescata.. sto decisamente meglio di ieri e l’altro ieri chè era un caldo afoso un manto di apnea bianco dove l’aria era a tinte fosche e rarefatta.. ho sofferto.. poi l’acqua piovana ha ristorato me le piantine.. gli alberi vicino casa mia e tutto il cielo.. mi accendo veloce una sigaretta.. sono le 00.40 e ho voglia di tippettare un po’… ne ho bisogno come respirare.. ecco.. sono uscita poco fa.. per comprare le sigarette .. la strada buia ma illuminata dalla volta celeste e da una pioggerellina sottile sottile mi è sembrata lunga solitaria e bella.. camminavo serenamente con il mio portamonete a fiorellini e dicevo appunto camminavo con passo sicuro.. e giè .. un giorno è trascorso ancora e un sospiro di libertè  mi ha accompagnato fino al bar vicino casa.. un cappuccio con latte freddo veloce e sono rientrata in casa.. avevo proprio voglia di fumarmela una sigaretta.. non potevo restare senza e in più non ho sonno.. del resto l’altra notte ho dormito tantissimo.. insomma sono riposata.. e così apro il mio diario di bordo .. e tra il bianco e nero delle lettere le mie mani si muovono velocemente .. il ventilatore dietro le mie spalle è acceso .. gira pigro.. tanti pensieri sparsi sopra il soffitto che girano e rigirano sopra anche di me.. e la sigaretta intanto fuma lenta lei..

è uno di quei giorni che faccio i conti con me.. con le mie quasi disabilitè  psicologiche quando si tratta di emotivitè .. e come diceva giustamente mia madre che di timidezza se ne intendeva anche lei.. gli Esami non finiscono mai.. ed io così mi ritrovo a tippettare qui.. con me stessa.. con il foglio bianco amico e forse solo forse capisco gli artisti.. e l’essere Umano in generale, la difficoltè  nell’interloquire..la difficoltè  nell’interagire.. la difficoltè  di essere accettati.. ed anche amati per quel che si è.. senza discriminazioni.. ah che fatica l’essere..

e giè .. ma oggi sono stata bene.. sono stata in buona compagnia.. come se ricordi atavici mi fossero venuti a trovare.. ed ecco che si parla .. comunico poco ma comunico .. e mentre parlo mi sento addirittura “sciolta e naturale” come insegna la filosofia tantrica.. in effetti mi sono messa la mia maglietta preferita.. i miei pantaloni semplici semplici ma sempre preferiti.. la mia borsa a tracolla e zia vanna è uscita! sono stata a prendermi uno Spritz buono e dolce fumando e ascoltando parole che non conoscevo.. interessata .. ascoltavo interessata.. intanto guardavo anche le nuvole chiaroscure.. e un lampo di cielo squarciava di luce.. l’ora del tramonto..

sono rientrata in casa.. ho aperto subito facebok.. acceso una sigaretta.. l’ultima del resto.. ho rubato una canzone ad un mio amico del cuore.. sì mi accorgo di essere molto più sicura di me rispetto ad un altra etè .. certo ed è anche questa la bellezza della mia etè … ma quanta insicurezza ancora ..

non importa mi dico.. forse è per tutti proprio così.. ed un sorriso dal cuore comincia a sorridere eh giè .. sono ancora qua dice lui.. e lo dico anche io.. sono ancora qua.. e lo ammetto perchè no? anche felice!

smilingdog

ehi ci credi tu?

la notte è alta giè .. sono appena le 22.59 quasi le 11 di sera ed io sono appena rientrata in casa.. Wisky mi chiede curioso dove sono stata fino ad ora abbaiando, poi un biscottino un altro ancora ed ora che sono qui sul mio pc a tippettare si è calmato.. mi viene da sorridere sì perchè lui è abituatissimo a starsene con me in casa e quando esco per fare la mia solita colazione, io sto fuori circa un quarto d’ora… un quarto d’ora d’arietta fresca sulla pelle e sui capelli, questa sera invece sono stata fuori un pochino di più fermata da una gentilissima e bella ragazza del bar qui vicino casa “Ma non ti fermi con noi per una fetta di cocomero?” me lo ha chiesto così gentilmente, e poi al cocomero proprio non so dir di no e al pensiero di starmene ancora un po’ fuori casa a godermi l’arietta notturna e in compagnia mi ha rallegrato .. inutile dire che mi sono sentita come una bambina.. ho vissuto una regressione sicuramente, i ricordi mentre azzannavo il dolce cocomero estivo mi sovvenivano repentini veloci e tutti a colori ed io stavo benissimo.. le mie gambe quasi dondolavano, nel mentre guardavo la volta celeste e i suoi colori chiaro unico senza stelle mi sembrava di stare vicino al Circolo Polare Artico durante appunto la breve Estate.. un Cielo così vicino che si perdeva in lontananza e verso Nord così luminoso… una meraviglia…

certo prima avevo anche mangiato qualcosa per conto mio sempre al bar vicino casa.. un succo fresco di albicocca mi hanno ristorato.. gli occhiali mentre camminavo lungo la via mi facevano compagnia insieme ai miei semplicissimi vestiti tutti color blu scuro..

ora sono qui.. nel soggiorno ventilato Wisky si è appisolato.. mi accendo una sigaretta che lenta mi sta facendo compagnia ora.. appoggiata ad un posacenere che letteralmente adoro.. semplice anche lui trasparente solo ora ricordo di non aver consultato i miei amati I Ching .. lo farò più tardi.. è caldo giè  per essere appena giugno..

la serata al cocomero è stata del tutto inaspettata e come tutte le gradite sorprese mi ha fatto piacere.. oggi è un giorno un po’ importante per me.. per certi miei pensieri che qui ora non scrivo ma che nella vita di tutti i giorni io ne parlo con fervore e importanza.. ed oggi è un giorno importante appunto.. di quelli quasi quasi che restano nella mia memoria.. ecco.. un bel giorno.. Charlie Chaplin quando disse che non c’è giorno che non valga la pena sorridere dimostra il suo genio non solo come regista e attore ma anche come filosofo di vita.. ecco io cerco di imparare a sorridere ogni giorno e piano piano ho scoperto che c’è sempre la vita ti dè  sempre un motivo per sorridere.. e ci sono giorni in cui si sorride anche di più.. ci sono giorni più ombrosi e magari capita anche lo stesso giorno.. perchè ogni giorno… (cit.) è un giorno nuovo una nuova vita.. un nuovo aggiungo io.. un nuovo io con un po’ di esperienza in più.. ecco.. non voglio fare la maestrina.. anche se mi sarebbe piaciuto moltissimo a dire la veritè .. ma la Vita ha voluto diversamente.. so che a volte i sogni si avverano.. e chissè ? forse tutti? oggi come ieri vedo sogni trasformarsi in realtè .. e non sono io che vedo vivo nei sogni.. sono i sogni a vivere .. e divenire realtè .. giè .. bisogna credere in noi stessi sempre.. a prescindere.. a prescindere .. la battaglia è dura sì.. ma appunto come dice similarmente un proverbio africano.. che ho letto sempre nel quotidiano facebook.. dolci sono i suoi frutti.. e oggi ne ho appena …. mangiato .. uno..

smilingdog

nuvole e note

sono le 21.13 il sole non è ancora tramontato del tutto.. è quasi sera però, di una domenica tranquilla.. ho voglia di starmene qui.. davanti al cielo azzurro quasi sfocato di rosa pallido all’orizzonte.. Wisky IV ancora non dorme.. sta abbaiando in cerca di qualche altra goloseria.. un biscottino magari ed un altro ancora .. io nel frattempo mi sto fumando serenamente una sigaretta mentre il bianco di questa pagina si sta riempendo di sillabe parole pensieri sparsi.. il fumo della sigaretta silente si alza seguendo l’arietta fresca che riempie la stanza qui da dove sono appoggiata nel soggiorno nel quale da ieri ho riacceso il ventilatore bianco ed un po’ vecchiotto ma sempre funzionante.. gira instancabile … ormai è proprio caldo.. un caldo estivo senza dubbi.. la stanza molto anni ’80 è colorata in questo momento di biondo, bianco del pc, e azzurro del cielo limpido serale estivo.. mi sovvengono i ricordi di Marzocca, un paesino dove da bambina andavo a fare i bagni estivi.. giugno e la sua poesia.. i suoi gelati.. i suoi colori anch’essi unici.. splendenti.. luccicanti come lucciole estive notturne.. e di notti stellate, di volte celesti notturne piene piene zeppe di stelle.. e ora che me ne accorgo qui di stelle se ne vedono così di rado.. sospiro un po’ malinconica.. peccato..

non sono stanca.. è uno di quei giorni che mi piace starmene alzata in piedi o meglio seduta, sveglia.. non riesco ad addormentarmi.. giustamente.. come si fa ad addormentarsi ad inizio Estate.. con i primi caldi.. ed una voglia (anche se non fisicamente.. non ne ho certo più le forze).. ma la voglia di uscire di starmene sveglia e chissè .. di divertirmi anche.. perchè la notte è magica.. e la luna complice color perla questa sera che spicca in alto nel cielo sembra volerci dire qualcosa.. qualcosa ancora di indecifrato..

Wisky nel frattempo si è accocolato vicino a me con il suo testone da orso appoggiato ad una sedia.. si sta per addormentare e il ventilatore sta rinfrescando me e lui e tutto intorno…

altre cose non ho da aggiungere per oggi.. non amo moltissimo questa stagione.. il mare lo preferisco in inverno con i suoi colori secondo me più affascinanti.. ma forse parlo così perchè è tanto tempo che non faccio una vacanza al mare.. ma lo ammetto non ne sento la necessitè , di una vacanza, questa sera alla televisione c’era una splendida intervista ad un grande artista che amo sin dai tempi di quando ero bambina.. eccelso, Hermano si gustava il suo caffè.. Wisky mangiava come al solito gustandosela la sua pappa.. e così ci siamo detti entrambi.. considerando anche che Nadal e la Sharapova hanno vinto entrambi Parigi… ma cosa si può chiedere di più alla Vita? certo non il mare caraibico nelle cui acque mi sono bagnata tanti anni fa.. certo non una bistecca inglese.. eccezionale.. certo non un lago finlandese o francese.. le cui bellezze restano ancorate nei miei ricordi.. ebbene aveva ragione mia madre quando con un sorriso sulle labbra chiacchierava con noi ancora fidanzatini e ci diceva: “Viaggiate viaggiate viaggiate adesso.. finchè siete giovani.. poi arrivano gli impegni da adulti, la famiglia i figli…. beh i figli non sono arrivati.. o forse si? e qui sorrido perchè io sono zia Vanna, ho nipotastri meravigliosi.. ma ho anche un bellissimo “figlio” che si chiama Wisky e prima di lui Albertino.. non so se sono una brava mamma, so solo che i viaggi per lo meno quelli di vacation sono terminati.. certo.. una bella colazioncina in Irlanda mi farebbe gola assai.. anche domani mattina.. perchè no.. ma basta un po’ di immaginazione.. e a parte l’acquolina in bocca.. restano i ricordi a colori.. ricordi recentissimi.. ricordi vivi… che mi permettono di dire.. forse hai ragione tu, Hermano, quando dici … Buon Karma Vanna Buon Karma.. ! io sorrido perchè un tempo non avrei mai pensato in questa maniera così ottimistica della mia vita personale presa sempre a rincorrere i miei dolori.. ora che ho qualche anno in più sono molto più serena, soprattutto quando sono qui.. sul mio diario di bordo quando a voce bassa esprimo i miei pensieri senza che niente possa contraddirmi.. parlo poco.. ma quando parlo.. direbbe un mio caro amico.. sorrido tra me me.. e non demordo nello scrivere.. a volte un pezzo riesce meglio un altro no… come i giorni.. ma la sera con i suoi silenzi notturni.. le sue sigarette accese al buio con i pensieri tra te e il mondo invisibili.. bè la vita è e resta un mistero .. mi accendo una sigaretta ancora.. e la notte è appena scesa.. le mie piantine stanno sicuramente dormendo anche loro.. finalmente mi faccio compagnia e le ansie a volte del giorno.. si appisolano anch’esse.. una quiete placa il tutto.. un’auto scivola lenta.. i miei nuovi occhiali modernissimi color verde chiaro mi stanno benissimo.. la casa al buio sembra tutta in ordine… ordinata da manine fatate.. sorrido tra me e me mentre pensieri scorrono lenti.. verso la notte a baciarsi con i sogni..

smilingdog

un giorno di totale riposo.. ho riposato tutto il giorno eppure non mi basta.. sono nervosa ho bisogno di tippettare fare qualcosa.. è caldo.. la luce entra con il suo pulviscolo dorato obliquamente dando luce alle piantine.. verdi, una stanchezza che mi porto dietro da un paio di giorni.. è difficile andarsene a dormire presto la sera.. così accumulo pensieri annuvolati.. calore al corpo.. e una forma di nervosismo che forse neanche mi appartiene più.. o forse sì? mi viene da sorridere.. perchè sono stati questi ultimi giorni giorni vissuti bene.. sono stata bene .. mi accendo una sigaretta.. mi accorgo di sapere di fumo.. giugno è uno splendido mese.. il mese più bello.. forse.. e mi accorgo di non aver voglia di parlare.. ma proprio per niente .. con nessuno.. una serata tra amici.. mi sono divertita.. ma la mia naturale avversione alla confusione fuori le mura domestiche.. il mio modo ormai di vivere come un orsacchiotto chiuso fra sè e sè.. che ama la compagnia l’allegria.. il buon mangiare e bere.. una tavola imbandita di fiori.. sì senz’altro.. ma poi rientro in me.. un saluto da un caro amico, gli auguri di tanti amici di questo tragitto di questo mio girare.. mi ha fatto tanto piacere.. poi torno in casa.. il silenzio.. la luce naturale del sole caldo di tarda primavera.. le piantine in bella vista.. e io che faccio fatica a riprendermi fisicamente spossata.. sia dalle belle emozioni .. sia fisicamente.. insomma oggi sono “accartocciata” nonostante abbia dormito abbastanza bene.. l’etè .. eccola che torna.. e sorrido ancora.. oggi forse non è il caso di tippettare.. ma come sostiene Paolo Fox noi Gemini non riusciamo proprio a star fermi.. così dopo essere stata per tutto il tempo ad ascoltare musica.. mangiucchiare serenamente e comodamente pizza calda.. eccomi qui.. le nuvole davanti a me sono striature bianche che sembrano seguire la linea dell’orizzonte marino.. e sopra e sotto il cielo blu

mi accorgo di aver voglia di tè fresco al limone.. berrò al suo posto un succo di arancio fresco che ho in cucina.. la cittè  si sta muovendo.. immagino.. e la vedo così .. distante da me

immobile quasi davanti al pc non demordo.. dovrei andarmene di corsa a dormire il sonno chiama.. gli occhi sono pesantissimi oggi.. mi addormenterò presto presto.. con i sogni diurni mescolati ai sogni notturni.. sperando in un bel blues.. d’ispirazione …

smilingdog