nuvole e note

sono le 21.13 il sole non è ancora tramontato del tutto.. è quasi sera però, di una domenica tranquilla.. ho voglia di starmene qui.. davanti al cielo azzurro quasi sfocato di rosa pallido all’orizzonte.. Wisky IV ancora non dorme.. sta abbaiando in cerca di qualche altra goloseria.. un biscottino magari ed un altro ancora .. io nel frattempo mi sto fumando serenamente una sigaretta mentre il bianco di questa pagina si sta riempendo di sillabe parole pensieri sparsi.. il fumo della sigaretta silente si alza seguendo l’arietta fresca che riempie la stanza qui da dove sono appoggiata nel soggiorno nel quale da ieri ho riacceso il ventilatore bianco ed un po’ vecchiotto ma sempre funzionante.. gira instancabile … ormai è proprio caldo.. un caldo estivo senza dubbi.. la stanza molto anni ’80 è colorata in questo momento di biondo, bianco del pc, e azzurro del cielo limpido serale estivo.. mi sovvengono i ricordi di Marzocca, un paesino dove da bambina andavo a fare i bagni estivi.. giugno e la sua poesia.. i suoi gelati.. i suoi colori anch’essi unici.. splendenti.. luccicanti come lucciole estive notturne.. e di notti stellate, di volte celesti notturne piene piene zeppe di stelle.. e ora che me ne accorgo qui di stelle se ne vedono così di rado.. sospiro un po’ malinconica.. peccato..

non sono stanca.. è uno di quei giorni che mi piace starmene alzata in piedi o meglio seduta, sveglia.. non riesco ad addormentarmi.. giustamente.. come si fa ad addormentarsi ad inizio Estate.. con i primi caldi.. ed una voglia (anche se non fisicamente.. non ne ho certo più le forze).. ma la voglia di uscire di starmene sveglia e chissè .. di divertirmi anche.. perchè la notte è magica.. e la luna complice color perla questa sera che spicca in alto nel cielo sembra volerci dire qualcosa.. qualcosa ancora di indecifrato..

Wisky nel frattempo si è accocolato vicino a me con il suo testone da orso appoggiato ad una sedia.. si sta per addormentare e il ventilatore sta rinfrescando me e lui e tutto intorno…

altre cose non ho da aggiungere per oggi.. non amo moltissimo questa stagione.. il mare lo preferisco in inverno con i suoi colori secondo me più affascinanti.. ma forse parlo così perchè è tanto tempo che non faccio una vacanza al mare.. ma lo ammetto non ne sento la necessitè , di una vacanza, questa sera alla televisione c’era una splendida intervista ad un grande artista che amo sin dai tempi di quando ero bambina.. eccelso, Hermano si gustava il suo caffè.. Wisky mangiava come al solito gustandosela la sua pappa.. e così ci siamo detti entrambi.. considerando anche che Nadal e la Sharapova hanno vinto entrambi Parigi… ma cosa si può chiedere di più alla Vita? certo non il mare caraibico nelle cui acque mi sono bagnata tanti anni fa.. certo non una bistecca inglese.. eccezionale.. certo non un lago finlandese o francese.. le cui bellezze restano ancorate nei miei ricordi.. ebbene aveva ragione mia madre quando con un sorriso sulle labbra chiacchierava con noi ancora fidanzatini e ci diceva: “Viaggiate viaggiate viaggiate adesso.. finchè siete giovani.. poi arrivano gli impegni da adulti, la famiglia i figli…. beh i figli non sono arrivati.. o forse si? e qui sorrido perchè io sono zia Vanna, ho nipotastri meravigliosi.. ma ho anche un bellissimo “figlio” che si chiama Wisky e prima di lui Albertino.. non so se sono una brava mamma, so solo che i viaggi per lo meno quelli di vacation sono terminati.. certo.. una bella colazioncina in Irlanda mi farebbe gola assai.. anche domani mattina.. perchè no.. ma basta un po’ di immaginazione.. e a parte l’acquolina in bocca.. restano i ricordi a colori.. ricordi recentissimi.. ricordi vivi… che mi permettono di dire.. forse hai ragione tu, Hermano, quando dici … Buon Karma Vanna Buon Karma.. ! io sorrido perchè un tempo non avrei mai pensato in questa maniera così ottimistica della mia vita personale presa sempre a rincorrere i miei dolori.. ora che ho qualche anno in più sono molto più serena, soprattutto quando sono qui.. sul mio diario di bordo quando a voce bassa esprimo i miei pensieri senza che niente possa contraddirmi.. parlo poco.. ma quando parlo.. direbbe un mio caro amico.. sorrido tra me me.. e non demordo nello scrivere.. a volte un pezzo riesce meglio un altro no… come i giorni.. ma la sera con i suoi silenzi notturni.. le sue sigarette accese al buio con i pensieri tra te e il mondo invisibili.. bè la vita è e resta un mistero .. mi accendo una sigaretta ancora.. e la notte è appena scesa.. le mie piantine stanno sicuramente dormendo anche loro.. finalmente mi faccio compagnia e le ansie a volte del giorno.. si appisolano anch’esse.. una quiete placa il tutto.. un’auto scivola lenta.. i miei nuovi occhiali modernissimi color verde chiaro mi stanno benissimo.. la casa al buio sembra tutta in ordine… ordinata da manine fatate.. sorrido tra me e me mentre pensieri scorrono lenti.. verso la notte a baciarsi con i sogni..

smilingdog