giocare..

pomeriggio estivo.. caldo.. Wisky IV che dorme stanco e accaldato vicino a me .. il ventilatore ora ha cominciato a girare per farmi tippettare meglio.. ho sonno.. sono un po’ stanca.. agosto.. mese di delizie e sospiri.. l’estate svanisce così.. all’improvviso come arriva all’improvviso.. io che gioco con la musica e mi consolo con Frank Zappa e uno dei suoi pezzi che preferisco anche se lo amo tutto.. e ci mancherebbe direbbe un mio amato amico! eh sì.. ascolto e penso e mi rilasso.. un po’.. solo un po’ .. e così apro il blog.. e cominciano le mie dita a muoversi mentre le mie gambe stanche anche loro hanno ballato ieri sera.. ascoltando del funky gentile per me .. un paio di bicchieri di spritz.. amici .. due salti al mare di notte dove le barche transitavano ed una luna bianca riempiva il cielo notturno ma chiaro della sua luce.. la luna mi faceva compagnia e antichi ricordi riaffioravano e volti conosciuti e amici li ho rivisti con piacere.. ho notato che con gli anni ancora non son cambiati.. sarè  l’effetto estivo.. sarè  che forse poi tutto questo tempo non è in realtè  trascorso.. mi sembravano i soliti ragazzini della mia giovinezza.. ed io la solita anche io.. con un po’ di anni in più sì.. ma il sentire era lo stesso.. in mezzo agli altri.. e giè  sempre lo stesso sentirsi a disagio nel posto sbagliato anche se il posto era a dire il vero una meraviglia…

ho avuto occasione di conoscere nuove persone e la qual cosa mi ha fatto un gran piacere.. ecco.. comunque tutto va.. abbiamo io e una mia carissima amica ed una nuova amica abbiamo brindato all’amore con nessi e connessi.. e un brindisi in più ci ha fatto allegria..

la mia cittè  sembra riavvicinarsi a me senza che io lo desiderassi poi così e poi in fondo è sempre la mia bella cittè .. sorrido.. e penso a quanto tempo passò prima che io rivedessi il suo bel mare le sue belle spiagge.. il suo profumo.. e giè  .. poi rientro in casa..

mi infilo nel letto.. una sigaretta .. l’ennesima.. l’ultima della giornata .. e mi addormento subito.. la notte trascorre immediatamente.. mi sveglio un po’ stanca certamente.. mi specchio .. meglio non guardarmi oggi.. un caffe sonnolento.. una sigaretta annoiata oggi.. questa mattina.. mi accorgo di avere scarsissime energie.. provo a non pensare affatto.. pratico il mantra che mi hanno appena insegnato.. e mi accorgo che mi sta facendo bene.. oggi mi sento affannata però.. il cuore lo sento oppresso nonostante I Ching siano favorevoli.. ok mi dico.. una mano nel cuore e provo a respirare un po’ più lentamente.. non sono agitata.. no.. solo un pochino stanca.. ma va bene va bene .. mi dico senza pensarlo però.. e così.. il giorno trascorre.. decido di uscire.. mi preparo.. una doccia fresca.. capelli bagnati maglia colorata fucsia e pantaloni di cotone grigio.. occhiali infilati sul naso e vado verso il bar vicino casa.. mi siedo un thè fresco al limone.. ed un lieve venticello accarezza le membra.. respiro aria di mare.. di vento.. di cielo azzurro.. mi rinfranco lo spirito ed un po’ di serenitè .. arriva.. mangio un sandwich.. lo ammetto oggi ce l’ho con me e da una parte mi sento Calimero come mi chiamavano le persone care della mia vita.. mia zia e un mio carissimo amico del cuore.. Calimero.. piccolo e nero.. “ma è un’ingiustizia! mi dico! ma è un’ingiustizia! eh un sospiro si leva verso il cielo l’orizzonte del mare.. un sospiro talmente forte che ho come l’impressione che si possa ascoltare.. .. provo a far finta di niente.. e mi ricordo all’improvviso la mia forza.. grande.. forza grande.. che non mi permette di cadere e non rialzarmi.. e così il Calimero che è dentro (ed anche un po’ fuori) di me.. si toglie il suo cappellino dolce e carino.. e decide di tornarsene a casa.. ascoltare la sua musica.. si trasforma.. si consola.. apre il suo blog.. scrive.. tippetta con le sue dita veloci sulla tastiera.. era giè  tutto previsto.. era giè  tutto previsto.. io prevedo.. ma forse tutti prevedono un po’.. se solo prevedessi di meno.. e mi dico anche! se solo.. capissi un pochino di più..! e va bene.. non si può capire tutto.. altrimenti che senso avrebbe anche il gioco.. anche l’amore anche i suoi sentimenti e i suoi incontri e scontri.. come sostiene Osho l’Amore è un gioco.. giocare non è poi così male.. tornare bambini sarebbe anche l’ideale .. così provo provo a ricconnettermi con il centro di me stessa.. e provo a giocare .. di nuovo.. senza affanni.. con il mio amato.. amico invisibile.. che poi .. in realtè  mai ma mai appunto.. mi lascia.. sola..

smilingdog

Annunci