come un onda marina..

un pomeriggio caldo, il mare vicino sembra rinfrescare l’aria .. un venticello lieve spazzola i miei capelli ed io seduta al bar vicino casa mi fumo una sigaretta con i pensieri ed il naso all’insù.. con i pensieri che guardano il cielo ed i suoi colori.. azzurro tipico di un agosto appena iniziato… auto e moto e motorini scivolano davanti a me .. moto e turisti in cerca di una bibita si fermano al bar.. prendono una birra fresca.. io guardo incuriosita, saluto e ritorno ai miei pensieri e a respirare aria aria fresca..

intanto qui sono le 19.31.. Wisky IV è a passeggio con Hermano dopo una serie di fotografie dove il mio cagnolone si è messo in posa insieme a me ed insieme al suo padroncino adorato.. sono venute proprio bene.. la ventola gira stanca oggi.. ma gira ed un lieve venticello rinfresca le mie spalle.. le dita tippettano, loro non sembrano sentire la calura estiva e si divertono a cercare lettere da mettere in ordine.. sparso.. quasi.. sorrido .. e decido di accendermi una sigaretta.. oggi è il compleanno di mia sorella.. un giorno quindi di festa.. dentro di me .. oggi devo dire la veritè  mi sento completamente riposata.. mi sento “sciolta e naturale” come insegna la filosofia tantrica.. anche perchè ieri mi sono riposata per tutto il pomeriggio e la notte fino a questa mattina.. un turn-over che mi ha fatto benissimo.. fumo e penso penso e fumo.. ogni tanto bevo un sorso d’acqua naturale.. e mi rinfresco così..

tutto intorno tace .. solo Wisky che nel frattempo è tornato, sta cercando un posto fresco in casa dove potersi coricare.. intanto sembra smangiucchiare qualcosa che ha.. rubato!

il sole è appena tramontato.. le luci del cielo sembrano appannate quasi.. e lungo la linea dell’orizzonte luci chiaroscure giallo e rosa affiorano sopra la linea del mare ..

io sono serena, quieta, come le mie piantine che hanno fiorito ancora un fiorellino rosso .. sono serena dicevo.. e quando approdo alla serenitè  .. respiro più profondamente e meno affannosamente e mi sento così bene.. da tippettare meno veloce ma la voglia di tippettare c’è.. e sorrido tra me e me anche perchè ogni volta che tippetto serena lo divento comunque.. sia che abbia dormito per un giorno intero sia quando sono più stanca.. oggi stanca non sono.. e tippetto lentamente.. lentamente penso.. ed anche la sigaretta appoggiata al suo posacenere sembra fumare senza grandi interrogativi.. tranquilla .. direbbe un mio amico.. una sigaretta che sembra disegnata.. una sigaretta “tranquilla” che non aspetta altro e fuma da sè..

poche parole oggi per il mio diario di bordo forse perchè ho poco da raccontare.. anche se .. le emozioni sono così difficili da trascrivere.. da descrivere.. e così vado avanti come il mare e le sue onde che si susseguono sulla battigia.. e si appoggiano si riposano al crepuscolo.. per poi ripartire con lo stesso ritmo il mattino .. il mattino per rincorrersi una dietro l’altra.. come in un gioco.. un gioco tra amorosi sensi ed un gioco tra bambini.. le belle onde marine.. che sulla spiaggia non sono temute.. e così in questo squarcio di parole intessute tra loro mi viene in mente l’immagine della lontananza.. della lontananza che solo i battiti del cuore i sensi ed i pensieri possono avvicinare.. possono alleviare.. possono interrompere.. e così ti ritrovi la notte al crepuscolo delle idee delle azioni diurne ti ritrovi al crepuscolo di notte appunto con una sigaretta accesa.. uno squarcio di cielo limpido sopra di te di te che sei ormai appoggiata sul letto e cominci a dar senso sì alla giornata ma anche ai tuoi sogni.. ai tuoi pensieri.. e così cominci a sognare a dialogare.. ad immaginare.. notti estive che rincorrono notti invernali ed il tuo cuore che insieme ai colori del cielo che fa sempre sperare tante cose batte batte solitario e insieme e la lontananza.. diventa più vicina..
il tutto è dentro di te… sei dentro al tuo cuore.. abbracci il cuscino.. e sogni.. sogni ancora.. la notte è alle porte ormai.. ed è sonno.. ed il mattino arriva.. e ritrova le sue onde più chiare più limpide in un mare disteso ..

smilingdog

Annunci

giocare..

pomeriggio estivo.. caldo.. Wisky IV che dorme stanco e accaldato vicino a me .. il ventilatore ora ha cominciato a girare per farmi tippettare meglio.. ho sonno.. sono un po’ stanca.. agosto.. mese di delizie e sospiri.. l’estate svanisce così.. all’improvviso come arriva all’improvviso.. io che gioco con la musica e mi consolo con Frank Zappa e uno dei suoi pezzi che preferisco anche se lo amo tutto.. e ci mancherebbe direbbe un mio amato amico! eh sì.. ascolto e penso e mi rilasso.. un po’.. solo un po’ .. e così apro il blog.. e cominciano le mie dita a muoversi mentre le mie gambe stanche anche loro hanno ballato ieri sera.. ascoltando del funky gentile per me .. un paio di bicchieri di spritz.. amici .. due salti al mare di notte dove le barche transitavano ed una luna bianca riempiva il cielo notturno ma chiaro della sua luce.. la luna mi faceva compagnia e antichi ricordi riaffioravano e volti conosciuti e amici li ho rivisti con piacere.. ho notato che con gli anni ancora non son cambiati.. sarè  l’effetto estivo.. sarè  che forse poi tutto questo tempo non è in realtè  trascorso.. mi sembravano i soliti ragazzini della mia giovinezza.. ed io la solita anche io.. con un po’ di anni in più sì.. ma il sentire era lo stesso.. in mezzo agli altri.. e giè  sempre lo stesso sentirsi a disagio nel posto sbagliato anche se il posto era a dire il vero una meraviglia…

ho avuto occasione di conoscere nuove persone e la qual cosa mi ha fatto un gran piacere.. ecco.. comunque tutto va.. abbiamo io e una mia carissima amica ed una nuova amica abbiamo brindato all’amore con nessi e connessi.. e un brindisi in più ci ha fatto allegria..

la mia cittè  sembra riavvicinarsi a me senza che io lo desiderassi poi così e poi in fondo è sempre la mia bella cittè .. sorrido.. e penso a quanto tempo passò prima che io rivedessi il suo bel mare le sue belle spiagge.. il suo profumo.. e giè  .. poi rientro in casa..

mi infilo nel letto.. una sigaretta .. l’ennesima.. l’ultima della giornata .. e mi addormento subito.. la notte trascorre immediatamente.. mi sveglio un po’ stanca certamente.. mi specchio .. meglio non guardarmi oggi.. un caffe sonnolento.. una sigaretta annoiata oggi.. questa mattina.. mi accorgo di avere scarsissime energie.. provo a non pensare affatto.. pratico il mantra che mi hanno appena insegnato.. e mi accorgo che mi sta facendo bene.. oggi mi sento affannata però.. il cuore lo sento oppresso nonostante I Ching siano favorevoli.. ok mi dico.. una mano nel cuore e provo a respirare un po’ più lentamente.. non sono agitata.. no.. solo un pochino stanca.. ma va bene va bene .. mi dico senza pensarlo però.. e così.. il giorno trascorre.. decido di uscire.. mi preparo.. una doccia fresca.. capelli bagnati maglia colorata fucsia e pantaloni di cotone grigio.. occhiali infilati sul naso e vado verso il bar vicino casa.. mi siedo un thè fresco al limone.. ed un lieve venticello accarezza le membra.. respiro aria di mare.. di vento.. di cielo azzurro.. mi rinfranco lo spirito ed un po’ di serenitè .. arriva.. mangio un sandwich.. lo ammetto oggi ce l’ho con me e da una parte mi sento Calimero come mi chiamavano le persone care della mia vita.. mia zia e un mio carissimo amico del cuore.. Calimero.. piccolo e nero.. “ma è un’ingiustizia! mi dico! ma è un’ingiustizia! eh un sospiro si leva verso il cielo l’orizzonte del mare.. un sospiro talmente forte che ho come l’impressione che si possa ascoltare.. .. provo a far finta di niente.. e mi ricordo all’improvviso la mia forza.. grande.. forza grande.. che non mi permette di cadere e non rialzarmi.. e così il Calimero che è dentro (ed anche un po’ fuori) di me.. si toglie il suo cappellino dolce e carino.. e decide di tornarsene a casa.. ascoltare la sua musica.. si trasforma.. si consola.. apre il suo blog.. scrive.. tippetta con le sue dita veloci sulla tastiera.. era giè  tutto previsto.. era giè  tutto previsto.. io prevedo.. ma forse tutti prevedono un po’.. se solo prevedessi di meno.. e mi dico anche! se solo.. capissi un pochino di più..! e va bene.. non si può capire tutto.. altrimenti che senso avrebbe anche il gioco.. anche l’amore anche i suoi sentimenti e i suoi incontri e scontri.. come sostiene Osho l’Amore è un gioco.. giocare non è poi così male.. tornare bambini sarebbe anche l’ideale .. così provo provo a ricconnettermi con il centro di me stessa.. e provo a giocare .. di nuovo.. senza affanni.. con il mio amato.. amico invisibile.. che poi .. in realtè  mai ma mai appunto.. mi lascia.. sola..

smilingdog

ma dove siete?

Sono le 22.24 di una sera d’estate calda quasi afosa.. solo l’aria del ventilatore gira per la stanza e Wisky IV ha deciso di abbaiare.. un biscottino.. controllato la ciotola dell’acqua.. tutto a posto.. un altro biscottino e ora che comincio a tippettare si è seduto vicino a me nella solita nostra postazione.. un bacino sul suo testone simpatico ed eccomi qui con me stessa la tela bianca del pc tutto silenzio intorno e solo la mia voce silenziosa e bassa mi suggerisce le parole che trascrivo qui sul mio amato diario di bordo.. è stato caldo davvero tutto il giorno .. mi è sembrato di rivivere i giorni asiatici di Bangkok anche il cielo sembrava avere i suoi stessi colori .. così ricordi sono affiorati .. persone che ho avuto il gran piacere di conoscere e che vorrei tanto ma tanto rincontrare .. nei miei sogni .. da tanto tempo.. un ricordo ed una speranza in più.. i miei amici dei quali ho avuto sempre una grandissima nostalgia.. così mi chiedo quasi innervosita .. ma perchè non ci si connette via fb con questi amici con i quali ho condiviso bei momenti? e giè  sono stata sempre ma sempre malata di nostalgia e come dice spesso Hermano “faccio incetta di ricordi” sin dalla mia giovinezza.. e li ho!.. dolci impreziositi dal tempo e dalla gioia stessa del senso di amicizia del senso dell’incontro .. e così volti giovani e ridenti sono nella mia mente e i colori ed il tempo caldo e umido di oggi mi ha riportato in questa splendida cittè  di cui ho uno splendido ricordo.. lontana è lontana.. ma oggi mi sembrava più vicina..

nel frattempo ho aperto la finestra della stanza.. auto veloci sfrecciano sulla via.. ed io ancora non ho voglia di andarmene a dormire.. anche perchè mi sembra tantissimo tempo che non ho il mio blog sotto le mani e la cosa di tippettare mi diletta e mi stimola a rinfrescarmi un pochino.. la mente le idee come una forma di meditazione anche questa.. sorrido dentro di me ma è così .. le parole escono ed io poi mi sento meglio.. una cara amica mi ha chiamato e la cosa mi ha fatto un gran piacere..

tutto il resto .. anche.. i giorni questi giorni di agosto sono stati pieni di emozioni.. ma la temperatura sembra scioglierle in ore dilatate nel tempo.. un’estate proprio strana direbbero.. dico anche io.. strana e fa sentire strani proprio tutti..

il mio pc va che è una meraviglia veloce e nuovo di nuovo… grazie a chi è stato così gentile da ripararmelo..

mi accendo una sigaretta.. intanto.. pensieri come le nuvole vanno e vengono.. oscillando nel presente che è intriso di giorni trascorsi e il mio umore di oggi.. qualcuno non ricordo chi scrisse più o meno così.. “Siamo quello che ci manca” ed ha ragione secondo me .. personalmente sono tutto quello che mi manca.. la nostalgia fa parte del mio essere.. del mio sentire.. la melanconia è mia.. e così vado avanti.. come se fossi immobile ma in realtè  vivo.. e i ricordi mi fanno compagnia..

la giornata è iniziata comunque molto bene.. Wisky che mi guarda curioso con le sue orecchie espressive in cerca di un biscotto mattutino.. e va bene .. i suoi occhi sono ridenti.. io anche.. mi accorgo di avere solo due sigarette.. non mi perdo d’animo.. me le fumo in santa pace anzi godendomele anche di più poi esco.. colazione .. i miei capelli leggermente cresciuti.. un paio di caffè al bar vicino casa.. una parola gentile .. l’oroscopo quotidiano.. e rientro veloce.. cammino strana.. ma poi ci penso e penso.. ho sempre camminato strano.. sempre.. così ritrovo un po’ di me.. salgo le scale e m’infilo le cuffie della musica.. non so quanto sia giusto o meno mi chiedo.. poi mi dò alla fine sempre ragione.. e mi chiedo se sia giusto o meno anche questo .. ma alla fine credo che ognuno poi fa i conti con se stesso .. e come disse appunto la grande Marylin Monroe.. “siamo qui.. non disse esattamente proprio così.. ma disse .. più o meno così.. “siamo qui.. per migliorare”.. e lei, credo, che meglio di così non potesse certo fare..

smilingdog

caldo e sereno..

il blog si riapre come per magia in un pomeriggio estivo ventilato sornione quasi giè  stanco di fumo di sigarette .. e sono solo le 17.33 .. silenzio intorno dopo un pomeriggio di musica rilassante, note dolci che arrivano al cuore direttamente dal Cielo tramite un vento caldo

scrivo diversamente dalle altre volte oppure ho solo l’impressione perchè non ho sotto le mie dita il solito pc ma un Mac prestatomi da Hermano perchè il mio è a riparare.. questo splendido pc tutto bianco è bellissimo come ogni cosa nuova per me come un giocattolone nuovo e mi diverte tippettare anche se con più fatica.. va bene, il cielo alla mia destra è limpido chiaro lucente trasparente quasi, e decido di accendermi un altra sigaretta.. tutta luce intorno a me, in casa ed il chiarore del sole estivo entra con i suoi raggi chiari oggi senza nuvole.. è tanto che non scrivo perciò ho come la netta sensazione di non saper più tippettare.. non demordo continuo a fumare e le parole vengono da sè.. non faccio bilanci sui giorni trascorsi.. i bilanci non portano mai.. e cosi tranquilla sto con me stessa la mia voce interiore, Wisky che dorme alla mia sinistra appoggiata la testa sulla sua sedia e le piantine che hanno fiorito un fiorellino, stupore e meraviglia ed una grande gioia di primo mattino scoprirlo tutto rosa davvero un fiorellino splendido.. intanto la vita prosegue con i suoi ritmi che non so se sono i miei oppure no ma intanto cammino lentamente, in realtè  sto con me con i miei pensieri i miei caffè caldi, le mie speranze e le mie mani in tasca

scrivere lo scrivere allevia il mio senso di solitudine di inadeguatezza alla vita il mio sentirmi spesso a disagio con gli altri tranne qualche rara volta, e accade, la qual cosa mi riempie di gioia di senso vero di libertè  pertanto di amore e gratitudine e fiducia oltre che nella vita anche in me stessa.. insomma ci sono giorni più delicati e dolci come le parole che escono da bocche care e carine da cuori dolci.. e cosi respiro ancora, prendo fiato e continuo a camminare con un sorriso un po’ più forte nel cuore mio.. e rientro in me stessa al centro mio di gravitè  e rivedo i colori della mia cittè , i colori dei miei vestiti che sembrano addirittura più belli..

intanto qui la ventola del ventilatore sembra non accorgersi dei miei mutamenti dei miei pensieri e gira veloce a rinfrescarmi.. fa il suo dovere senza disturbare il sonno del mio amato cagnolone

e cosi il pomeriggio scivola pigro di un sabato estivo

altre parole non ho da aggiungere .. fumero’ una sigaretta dalla finestra che da’ sulla strada che da’ sul mare.. un po’ di malinconia affiora sulla pelle, è l’ora del tramonto.. è naturale provare questo sentimento al calar del sole.. e domani è un nuovo giorno…

smilingdog