Vorrei che fosse amore

Mina – Vorrei che fosse amore

è giè  caldo.. di nuovo.. giè  caldo ed è notte notte altissima per me sono le 01.44 di un giorno di settembre il primo giorno di questo amato mese.. amato per motivi affettivi ed anche per i suoi splendidi colori.. mi verrebbe da scrivere o meglio da inserire qui sul post la canzone di Lucio Battisti “sì viaggiare”.. ce l’ho in mente da ieri sera.. dopo aver fatto per la seconda volta la bella esperienza delle “campane tibetane”.. un esperienza che ho fatto contenta di farla e appunto di “viaggiare così in alto velocemente e dentro di me.. bè inutile dire che ancora sto viaggiando.. come direbbe Loredana Bertè in Alto mare.. dentro di me.. tra cielo e terra.. e spazi ampi ed angusti del cuore dell’anima.. delle braccia dei sentimenti.. di me.. la finestra alla mia destra è aperta spalancata verso il cielo e la strada.. tutto silenzio intorno tranne la mia voce che detta le parole alle mani passando tramite il cuore .. forse.. poi arrivando qui.. sulla tastiera sul pc e sulla tela bianca bianca del video.. così mi muovo.. ancora .. e decido veloce di accendermi una sigaretta.. dovrei accendere anche il bastoncino regalatomi dai miei cari amici di incenso di Sai Baba.. ma ancora non l’ho fatto.. intanto canto la canzone “sì viaggiare” .. e comincio forse solo ora solo ora forse a sorridere .. mentre Wisky dorme sereno vicino a me mentre il treno merci passa in questa ora notturna… sapevo che la serata forse sarebbe terminata così.. come al solito tippettare sul mio blog.. e tippetto sciolta quasi del tutto naturale e quando sono qui nel silenzio notturno sono anche spontanea me stessa.. senza troppi condizionamenti.. sto bene .. nei miei “confini”.. corporali.. temporali.. spaziali.. diciamo che sono ancora in “orbita” è proprio vero.. in orbita spaziale! .. intanto ho ascoltato musica fino ad ora.. e forse solo ora mi gusto pienamente una sigaretta chiudendo gli occhi e gustandomi il fumo che mi sale sul naso ed esce armonioso dalla bocca.. come se fosse la prima sigaretta.. ! la mia prima sigaretta.. da adulta!.. i miei capelli bianchi e poco poco scuri ormai mi fanno compagnia profumati e belli e curati.. mi piace potermeli accarezzare mentre ascolto il silenzio siderale che si fa sentire.. prezioso

ogni boccata di fumo.. un’onda alleggerisce e nel contempo.. sento il mio corpo esistere e muoversi.. lento.. le ombre in compenso ed il vento che sembra proprio provenire da Nord si muovono alle mie spalle e davanti a me come pioggia di un albero di salice piangente bello vivo verde e vegetale… rigoglioso..

così sorrido nuovamente.. e sospiro.. un sospiro così anche stanco e profondo.. il fresco della notte intanto mi circonda.. ma è anche la ventola.. che gira e non si stanca ancora di girare.. cosa ho altro da raccontare? .. sì è stato domenica.. ma da ieri sera ho anche dormito ma da ieri sera sono ancora in volo.. e forse toccherò anche terra.. prima o poi.. anche .. mah.. mi sento come il Buddha che ride .. chiudo gli occhi.. e sorrido .. sì.. volo così.. come la canzone bella di Paola Turci.. come se avessi fumato turco.. ed invece come se fossi in Tibet.. insomma.. non è facile descrivere .. un viaggio Intergalattico.. in 24 ore.. e vedo la mia incoscienza.. viva .. ancora.. e ridere di gusto anche da sola.. Grazie ai miei cari Amici!!! Eh giè .. canterebbe il gran bravo Vasco, eh giè .. chissè  canterei invece io.. che mi piacerebbe scrivere canzoni ed anche cantarle.. un vecchio sogno chiuso nel cassetto.. cantare.. e volare.. e sì viaggiare! viaggiare veloci ballando sotto la pioggia.. cantando e tippettando sorridenti.. con un briciolo ma solo un briciolo di follia.. la tanto amata follia.. amata da chi folle forse non è aggiungo vorrei tanto dire io! ed eccomi al punto sottile e neanche tanto.. ma lasciamo correre.. e volo così.. e canto e scrivo così.. a ruota libera.. e mi accendo una seconda sigaretta.. la notte sembra scivolare .. se potessi ascolterei musica per tutta la notte.. e non è detto che non lo faccia.. musica anni ’70 la mia preferita..

e ora ho scelto la canzone.. vorrei che fosse amore.. una splendida canzone d’amore che mia madre amava moltissimo che dedico .. perchè l’amore non ha etè .. non ha limiti, non ha barriere.. e soprattutto.. non ha … fine..

smilingdog