in attesa dell’aurora

penso positivo – Jovanotti

un mattino presto è ancora buio fuori il cielo è tutto scuro e solo l’insegna del bar è accesa.. mi preparo un caffè con del latte fumo serenamente un paio di sigarette che fumano lente insieme a me.. tutto tace tutto è silenzioso ed io sono di umore lieve leggero buono.. canticchio quasi.. ed è sempre così quando mi sveglio il mattino presto prestissimo in attesa dell’alba .. dell’aurora .. così decido di uscire, indosso una giacca leggera pantaloni in felpa la mia maglietta preferita color giallo canarino ed esco.. vorrei starmene per conto mio davanti al mare e al cielo senza tante parole o convenevoli di sorta.. vorrei starmene per conto mio con me stessa ed ascoltare il leggero leggero venticello che rinfresca me e la mia mente.. ma niente .. c’è gente.. non posso neanche sedermi così bevo quasi veloce un caffè.. fumo fuori all’aperto una sigaretta quasi scomoda con me stessa.. perchè non ho voglia di parlare con nessuno.. è tempo che gli altri mi disturbano disturbano il mio fragile equilibrio.. la mia fragile serenitè  chè almeno il mattino sia possibilmente “mio”.. mi chiedo mentre torno a casa con le spalle quasi ricurve.. rientro in casa.. non demordo.. l’umore è lo stesso di prima che uscissi.. casa dolce casa pur confusionaria e colorata resti sempre la mia casa il mio rifugio da parole urlate da parole non dette.. da pensieri che non ti riguardano così mi affaccio alla finestra.. le piantine sembrano loro respirare ossigeno e mi accendo una sigaretta..

chè io non stia più bene con gli “altri” è tempo ormai direi memorabile.. tanto tanto tempo.. ne ho perso il conto.. altri di tutti i generi umani.. tranne qualche raro ancora momento.. raro.. e non credo il motivo sia, forse, che non stia bene con me stessa ed allora.. non sto bene con gli “altri” .. in realtè  è che non sto bene con gli “altri” perchè ogni parola, ogni silenzio soppesato, ogni pensiero è distante oppure quasi offensivo.. per me, e non so se è un periodo oppure addirittura il mio strano destino, ma la qual cosa ancora mi disturba .. cercherò una volta per tutte cercherò di evitare.. di non farmi più offendere da alcuna parola che sia dovuta a causa di rabbia causa di frustrazione o addirittura un fatto di ignoranza.. mi devo saper difendere ed è, forse, anche ora.. perchè non è giusto.. per me stessa tutto qui.. così la tendenza a trattare “gli altri” come “gli altri” trattano me e non solo, esiste c’è.. giè  tendo a farlo.. anche se non lo reputo affatto giusto e con il tempo troverò la maniera più giusta per agire nella maniera migliore.. volendomi più bene, semplicemente volendomi più bene..

è con amarezza che constato questa maleducazione .. questo senso di disagio che circola nell’aria.. questa infelicitè  questa sorta di dolore che, me compresa, rende tutto più arduo più difficile .. più brutto.. allora è meglio tacere.. respirare profondamente.. e andare avanti.. provare a star bene ugualmente.. non è facile.. non siamo robot anche se tutto tutto il flusso della vita tende a farti diventare un ufo.. come dice spesso un mio caro amico.. un ufo in mezzo agli umanoidi ufo anch’essi.. e questo è un sentire che affiora ora sì, ma che è tanti anni che vive dentro di me.. questo disagio a questa esistenza.. a questo linguaggio che quasi non percepisco e non voglio più ascoltare.. e per fortuna c’è la musica e Wisky a farmi compagnia con i suoi bei ronfi mentre dorme sereno vicino a me..

sospiro più profondamente.. mi accendo una sigaretta.. nessuno ha mai detto che la vita è facile.. scorrevole come acqua limpida tra vallate di fiori colorati e profumati.. no.. non è scritto da nessuna parte.. ma ci sono dei momenti per esempio come adesso qui di notte nel silenzio naturale della Natura stessa nel silenzio dove ascolti solo i battiti del cuore e gli aneliti dell’animo chè respiri e sei contenta.. addirittura felice.. un angolino tutto per te.. per me.. pieno denso del mio di silenzio, un momento del giorno nel quale non ti senti sbagliato.. affatto.. ma anzi ti senti proprio a tuo agio dentro di te.. con anelli di fumo che fanno da cornice ad un tutto che sei tu.. nella notte.. senza essere disturbato da nessuno.. nessuno.. in attesa, una bella attesa, dei colori sempre diversi e nuovi di un nuovo giorno, di un’aurora che amo che amo ..

smilingdog

Un pensiero su “in attesa dell’aurora

  1. david mcmillan

    Avrei voluto conoscerlo ‘sto Giobbe, per vedere in”azione” la sua famosa
    pazienza. Avrei voluto vedere se non avesse avuto mai il bisogno della
    ricerca di una tana, un posticino tutto suo, anche solo per cinque minuti,
    dove rigenerare la sua paziente energia.
    Noi fans di smilingdog ci ricarichiamo leggendo questi appunti di bordo
    e ci dissetiamo a questa oasi, osservando attentamente da una finestra
    a specchio… 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.