cosa c’è che non va?

non mi va – Vasco Rossi

sono le 02.06 di un nuovo mattino.. meglio dire di un nuovo giorno.. ma meglio ancor dire che è ancora piena notte ed io non riesco a dormire.. giè  una notte quasi insonne.. accade.. la luna è quasi piena e con la sua luce bianca illumina tutta una parte della volta celeste.. provo ad addormentarmi.. insieme a Wisky.. il clima è caldo umido.. appicicaticcio.. non mi sembra affatto di stare nella mia cittè .. non mi sento comoda con me stessa.. mi aggrappo alla freschezza del cuscino e m’addormento.. neanche m’accorgo di dormire che mi sveglio chè è ancora buio.. guardo l’ora ed è solo l’1 del mattino.. mi accendo quasi stanca e lentamente una sigaretta.. mi sembra di stare in un libro nordamericano degli anni ’60.. o meglio mi sovviene subito alla mente Bukowski e le sue stanze mefitiche e calde e umide .. mi sento un suo personaggio in uno dei suoi tanti libri da me amati in giovinezza.. in una stanza che non è nemmeno la mia.. un senso di non appartenenza.. ed anche di disagio.. ho pensato.. mentre fumavo stanca … la luce non aiutava a sentirsi meglio.. una luce giallognola come la mia faccia di oggi.. come me la immagino.. e per come mi sento.. fumo quasi assente..

mi alzo

non perdo però l’abitudine di canticchiare mentre m’inoltro in cucina per un caffè .. con aggiunta di latte freddo.. se ci trovassi delle birre aperte in frigorifero.. giuro.. non mi stupirei.. .. sì una leggera febbriciola una pasticca che mi ha fatto star male ha creato “il mostro” che è in me come direbbe Hermano e giustamente.. un “mostro”.. di debolezza psico-fisica.. così mentre sorseggio il caffè leggo gli effetti indesiderati della pasticca che ho dovuto prendere questa mattina.. inappettenza.. senso di nausea.. alterazione dell’umore.. gli effetti più.. “delicati”.. poi sono passati all’attacco.. ho stralunato gli occhi .. ho rimesso il “bugiardino”.. nella scatola. ho guardato con disprezzo e disgusto la scatolina delle mefitiche pasticche e ho aperto debolmente il pc.. prima però ho fatto attenzione a pulire i miei occhiali.. almeno questo!.. ascolto come se avessi la testa in una nuvola su un altro pianeta.. staccata dal corpo quasi inerme.. dicevo ascolto un paio di canzoni .. vorrei quasi quasi uscire.. per prendere una boccata d’aria.. ma a quel punto divento Bukowski per davvero.. e m’immagino vestita con un impermeabile leggero camminare misteriosa e stanca per la via e arrivare al bar più vicino..

mi dico di no però.. perchè non ho voglia non ho la forza neanche di parlare.. di chiedere un caffè.. o di mangiare una pasta calda.. il mio stomaco non tollererebbe.. sicuramente..

Wisky intanto che scrivo qui sul mio diario di bordo sonnecchia sotto il divano..

il bello di “star male” causa una pasticca è prima di tutto che passerè .. e sarè  bello quel momento.. nel frattempo.. attendo.. e mi accendo una sigaretta.. respiro profondo..

e penso.. non mi piace prendere troppo sul serio tutto quello che accade e tutto.. e nello stesso tempo lo faccio.. e entro nel personaggio e vorrei continuare a giocare.. a farmi una bella risata e continuare a scrivere anche così.. a ruota libera.. e sorrido, ora, tra me e me.. respiro ancora.. e giè  è qualcosa.. anche se la testa è pesante.. e vorrebbe tanto.. oggi.. poter riposare sulla tastiera del pc.. amato amato pc.. che mi fa compagnia da tutta una vita.. appoggiare la testa sulle lettere amate del pc e farci sopra uno splendido sogno.. oppure meglio non sognare affatto e poter riposare.. ed .. invece la mano sinistra sostiene la fronte e la sua testa che gira quasi lenta su se stessa.. gira in cerca di quiete.. di sonno..

mi accendo una nuova sigaretta.. Nietzsche sostiene che solo nel Caos puoi creare una stella che danza.. oggi mi dico.. più caos psico-fisico di questo momento (visto che la soglia del dolore fisico ce l’ho molto bassa!).. non può essere.. con qualche linea di febbre anche, forse, dico, forse, dovrebbe essere venuto un buon “pezzo” anche se non propriamente adatto per smilingdog.. tutto o quasi preferibilmente “fiori e merletti.. ma c’è una parte di me che è anche così.. purtroppo aggiungo.. purtroppo..

e il post è terminato.. e la notte è ancora lunga.. lo scrivere forse mi ha fatto anche un po’ bene.. anche questa volta.. la casa sembra essere di nuovo lei.. le sue pareti sembrano rimpicciolite le guardo come se fossero tornate da un viaggio lontano.. le ombre che ogni sera cambiano di posizione.. sono lì al loro posto.. cosa manca?.. mah.. mah .. forse per oggi.. manco solo .. io..

.. malinconica me ne vo’ per la cittè …

smilingdog

Annunci