un sorriso anche per me..

nel cuore nell’anima – lucio battisti

giornata grigia.. grigia.. le nuvole neanche si vedono.. il cielo è tutto un manto beige e grigio.. tipica giornata dai colori autunnali ed anche l’umore sembra risentirne.. solo l’umiditè  non se ne vuole andare.. e qui non piove.. così mi sento un po’ tesa, scomoda con me stessa.. anche se ho dormito tantissimo.. scomode le mie gambe .. gli acciacchi di una certa etè !.. e scomoda con il mio umore chè non è tra i peggiori, no.. ma sembra andare sospirando .. forse semplicemente in cerca di un caffè.. per svegliarmi un po’ di più..
sono le 15.46 .. sono appena tornata dal bar vicino casa.. appunto un paio di caffè, un paio di sigarette all’aperto ed un lieve venticello sembrava farmi compagnia.. rientro quasi subito.. Wisky mi fa le feste appena arrivo..la strada nella quale cammino è tutta grigia anch’essa.. ed i treni che transitano pure.. solo il mare, ho l’impressione, è di un colore più chiaro.. di un azzurro chiaro chiaro e le sue onde bianche che scivolano sulla battigia fanno apparire il tutto come un dolce aquerello dipinto da una mano invisibile e brava..
rientro in casa, più o meno è tutto in ordine.. noto le piantine che, verdi color dello smeraldo, svettano sul grigio del cielo davanti a me.. e insieme alla mia maglia rosso fuoco sembrano darmi più energia…

questi colori in effetti mi piacciono molto.. ed il silenzio tutto intorno mi piace ancor di più..

oggi sono in compagnia di me stessa maggiormente che negli altri giorni.. nel senso che mi sto facendo buona compagnia.. a differenza di volte che mi sento sola.. chè soffro di solitudine.. oggi.. mi sento più forte.. mi sento “io”, con il mio passato che mi appartiene e con il quale ci sono giorni importanti nei quali, appunto come oggi, ci faccio pace e in questi preziosi giorni mi sento più forte.. meno fragile.. meno in balìa del vento della tempesta.. sento la materia della quale sono fatta.. non solo la mia vulnerabilitè .. ma anche la mia materia forte, solida.. ed anche.. viva.. respiro..

oggi, è uno di quei giorni che accetto totalmente la mia natura..
e non mi sento sbagliata neanche un po’..

non faccio bilanci.. non ascolto troppo gli altri .. ascolto un po’ più me stessa e la mia vita.. che scorre.. scorre.. scorre.. come foglie d’autunno.. che volano rincorrendosi.. scherzose.. giocando.. rotolando verso viali sconosciuti..

l’estraneamento.. esiste..

come “La parola Amore esiste” .. (una frase di una grandissima scrittrice del ‘900, Margherite Duras)

ed io.. io.. nonostante sia in casa, .. da tempo ormai.. “Confesso che ho vissuto”, come intitolò un suo splendido libro (la sua autobiografia) lo scrittore cileno, sempre del ‘900, Pablo Neruda.. meraviglioso libro che consiglio di leggere!..

e così.. scorre in serenitè  anche questo pomeriggio.. il mio diario di bordo ha poco da narrare per quanto riguarda il “vissuto”.. il silenzio che mi circonda mi parla.. mi sussurra.. mi canta anche melodie.. .. e così mi accendo calma una sigaretta delle mie.. e quasi quasi.. ascolto..

la luce nella stanza dalla quale scrivo è chiara limpida trasparente e bianca.. i fiorellini rossi sul davanzale della finestra li intravedo da qui.. piccoli e maestosi nella loro bellezza.. la piantina di basilico profumato sembra resistere ..

ed io.. per oggi concludo così.. senza tante altre parole.. inserendo una canzone per me poetica cantata dall’indimenticato grande Lucio Battisti…

smilingdog

Annunci