e la sera mi riporta .. te..

Are you lonesome tonight – Elvis Presley

Questa canzone così romantica l’ascolto sempre molto volentieri.. soprattutto verso l’ora del tramonto ed anche verso sera..
e così i ricordi volano.. veloci verso amori, pochissimi, che ci sono nella vita.. quelli che restano incisi nel cuore nonostante il vento che erode le rocce fatte di sangue dolore e lacrime.. quel che resta sono i ricordi.. la malinconia ed anche la luce della bellezza dell’Esistenza di averli conosciuti questi Amori e soprattutto sentirli ancora dentro di sè.. con l’ausilio anche della musica, della tonalitè  soave della voce, della melodia..
i ricordi diventano così nitidi, bianchi e appunto così pieni, ricolmi di luce chè arrivi a non aver timore di niente.. perchè quell’Amore che hai ricevuto e amato rimane per sempre vivo nitido vero.. tutto il resto .. scompare.. nel senso che non ha alcun valore se non quello di una quasi “pacifica” convivenza.. tra l’ipocrisia (con se stessi) ed il faceto..
così riascolto questa splendida canzone e non mi sento sola questa sera..
a volte basta poco per rinvigorirsi un po’, ricentrarsi.. ritrovarsi con se stessi, allungare la mano del cuore dentro sè e ritrovare giusto i veri amori.. pochi, rarissimi.. ma reali.. che sono esistiti.. ed esistono anche ora..

sono le 20.00 ho riposato tutto il giorno .. completo relax.. ho dormito fino alle 2 del pomeriggio io e Wisky IV ci siamo svegliati convinti tutti e due che fossero le undici di mattino.. e quando sono arrivata nel soggiorno ho guardato l’ora con stupore e meraviglia: bene! mi sono detta! le 2 del pomeriggio.. rinfrancata da un lungo sonno ristoratore.. sorseggio il caffè freddo, preparato la notte scorsa, chè ho avuto difficoltè  ad addormentarmi.. un paio di sigarette.. silenzio tutto intorno.. e completo, ripeto, relax.. accendo lentamente il pc.. lentamente e pigra apro anche facebook.. un paio di messaggi graditi.. e poi ho ascoltato musica per le mie orecchie.. senza guardare il cielo grigio di oggi.. senza pioggia.. ma freddo.. tutto annuvolato di nuvole bianche e beige.. colori tipici dell’Autunno..

la casa oggi pomeriggio sembrava insonorizzata o forse ero solo io distante dal mondo e da tutto quello che lo circonda chè mi interessa così poco da non sentirne la mancanza.. non mi sono fatta tante domande oggi, se sono sbagliata o meno.. ecc. ecc., oggi ero intenta solo a respirare.. senza cercare parole per il blog.. senza cercare niente nè di buono nè di sbagliato in me.. pieno riposo psico-fisico mentale.. chè ogni tanto ci vuole anche.. altrimenti si va nel caos e basta.. un caos infinito.. mentre a me il caos non è mai piaciuto.. la confusione pure.. e accetto anche chi non son mai piaciuta.. e forse la cosa dico solo forse, è reciproca.. non si può piacere a tutti.. banale ma veritiero.. ed anche a me non piacciono tutte le persone..

ho avuto un’educazione cristiana ma anche progressista.. diciamo civile.. pertanto a volte indulgo .. sbagliando.., quando in realtè , quando entro bene bene dentro di me lucidamente senza strappi al motore.. mi rendo conto che la mia natura è più progressista che cattolica.. anche se è vero che sono credente, la qual cosa produce un binomio difficile da conviverci, che crea spaccature dentro di sè.. e grandissima confusione in realtè .. e non solo a me, purtroppo.. non solo a me.., ma oggi è un giorno (sarè  la luna?) nel quale sono più razionale .. credo, così credo anche in me.. nelle mie possibilitè  nel mio libero arbitrio.. creatore anch’esso.. libero di scegliere .. libero di respirare.. libero.. di stare bene.. chè non c’è niente di male a star bene.. ecco.. così .. ascolto musica.. il mondo totalmente lontano da me.. come le mie malinconie.. aggrappi su scogli che sono solo sassi.. ormai.. e ripiego le mie forze su di me.. su quello in cui io credo.. e credo appunto nel mio “piccolo” mondo.. dove come raggi di una ruota tutto s’interseca.. in armonia.. ogni tanto la catena della bici s’intreccia.. ma poi si ripara.. e continua il suo viaggio in solitaria.. con le mani che tippettano veloci come il vento che come il mare tutto porta via.. tutto riporta a riva dall’altra parte del mondo .. chè tutto riporta.. sulla riva bagnata.. E tu che mi sorridi.. ti piace la mia rabbia.. la mia memoria.. il mio modo di essere.. così ti sento vicina.. e ti dedico questa canzone così.. evocativa .. di onde di amore.. che esistono.. perchè sono nell’aria.. nel vento.. nell’anima.. nel cuore.. nei ricordi.. nelle fronde degli alberi.. e soprattutto nella mia mente.. che ricorda bene bene.. a volte..
così solitaria navigo stasera.. con questa canzone negli occhi.. che tutto sembrano trasparire.. come specchi.. non quelli di tutti .. no.. ma i tuoi sicuramente.. occhi dolci.. occhi di luce..

ognuno è come è..

fortunatamente di amici cari ne ho.. e amiche carissime anche, tra Cielo e terra.. ne ho.. e questo mi rende felice.. tutto il resto.. giè .. è noia.. forse, solo noia..

smilingdog