Un pensiero per Te con amore

Anche tu nella mia mente.. anche tu così presente.. ogni volta che arrivano i giorni del Natale questa canzone splendida e struggente di Gabriella Ferri arriva puntuale nella mia mente.. nel mio cuore.. stanco e afflitto.. sì.. ognuno ha un segreto nel cuore che non dovrebbe mai rivelare ma mai a nessuno.. se ne potrebbero approfittare.. già.. pertanto continuo a cantare come ogni Natale dentro di me questa nenìa melanconica, questa canzone.. già.. deglutisco.. non è detto che la Felicità debba essere per forza.. ci sono giorni che la mia anima.. il mio corpo dicono di no.. e così eccomi qui a scribacchiare sul mio diario di bordo.. le mie ansie.. le mie malinconie e soprattutto ci sono giorni in cui è proprio vietato ma proprio vietato essere contenti.. già.. sono passati tanti anni.. e ti ricordo ancora .. così vivo nella mia mente così presente nei miei rimpianti.. chè non sono tanti.. un rimpianto nella propria esistenza è sufficiente.. per non rallegrarsi.. per non esultare.. per non essere poi così partecipi.. a queste Belle Feste.. deglutisco.. non ne parlo qui e non ne parlo.. ne parlerò come ne ho sempre parlato con gran dolore e rammarico.. già il rammarico.. di antichi passati remoti vivi come brace nel cuore e nell’anima tanto da non essere certamente felice e soprattutto partecipe della vita altrui.. che poco assai m’interessa.. assente è la parola giusta.. doverosa chè mi è stata “appioppata” da tempo immemore .. chissà forse già sapevo.. già conoscevo.. e così il dolore è presente come la mia doverosa “assenza”.. chiamala sfiga.. chiamala “paura” chiamala come ognuno desidera.. e così amara questi giorni li vivo non certo causa solitudine interiore chè pur esiste.. giorni di dolore di rammarichi.. di scelte operate in giovinezza chè mi han tolto la spensieratezza.. già.. per sempre.. e così eccomi qua.. assente e presente nel mio dolore e nella mia assenza.. nella tua soprattutto Assenza.. e così non volto pagina.. deglutisco e continuo a scrivere e a pensare.. tra me e me.. non avendo confidenti.. adeguati a questo tipo di dolore personale.. privato .. personale..

sospiro.. Il Natale non lo sopporto. Questa la verità. Non che sia non credente.. forse.. o forse sì.. ci sono giorni di dolore soffocato che resiste.. persiste.. ricorda .. il dolore ha forte memoria .. una grande memoria.. e già.. così per calmarmi un po’ accendo la sigaretta.. chè è qui con me.. che mi importa.. dico a me stessa .. che mi importa dico a me stessa.. se oggi e domani.. mi sento così.. depressa.. e con motivazioni precise esatte.. il dolore ha memoria storica geografica.. clinica.. e così invano cerco anche di perdonarmi.. sorrido sarcasticamente.. già.. la sfiga.. esiste.. come dicono.. esiste.. ed io sono una codarda.. in fin dei conti.. una codarda.. oppure ho creduto nella malvagità di questo pianeta.. e non ho avuto intenzione di causare ulteriore dolore .. tutto qui.. troppo cerebrale .. mi sembra di sentire la tua voce.. troppo cerebrale e come se mi ringraziassi.. troppo dolore in questo mondo.. troppo dolore.. troppe sopraffazioni.. troppa violenza.. tutto qua tutto qui.. la mia giustificazione.. e comincio a sorridere.. inquieta sicuramente.. arrabbiata anche e sicuramente.. perciò non trovo giusto festeggiare questi giorni.. no.. parlo per me .. ovviamente.. è il mio diario di note.. e così continuo per la mia via.. bisogna essere anche un po’ incoscienti.. e questo non lo sono stata mai.. ma mai.. mai. Determinata .. questo sì.

E così anche oggi che sono le 03.54 del mattino sono sveglia.. la sigaretta fuma vivace anch’essa.. siamo sveglie tutte e due.. mentre il Silenzio circonda la mia casa.. le mie piantine.. ed il Cielo stesso è silenzioso.. Timbuctu.. è in giro per casa..

sono sempre convinta e non è un pensiero nè mio nè sbagliato che siamo tutte le scelte che abbiamo operato sani di mente e soprattutto di cuore.. siamo ogni cosa abbiamo fatto.. ogni scelta che abbiamo operato.. ogni pensiero.. deriva dalle nostre azioni.. e viceversa.. così non mi rimane che ascoltare musica.. e tacere.. chè forse sarebbe il caso.. ma parlo di rado.. di rado.. e ogni parola che ascolto mi ferisce così tanto.. da essere così fragile.. nel tempo .. ormai.. chè solo la musica.. il silenzio dolce di Timbuctu e solo i sorrisi sinceri ancora operano in me la scintilla della speranza.. poche cose.. e lo scrivere.. così parlo un po’.. altrimenti ferite e lacrime.. non credo che nascere Uomini o Donne sia poi così realmente una cosa edificante.. un buon Karma .. per lo meno qui.. in questo mondo.. percio vanna non ti resta che difenderti.. cerca se puoi di non offendere il tuo prossimo.. cerca di resistere.. vivi.. e lascia vivere.. ognuno come dice una mia cara persona amica.. ognuno ha i suoi rammarichi, problemi, dolori non curati.. ferite non rimarginate.. che non resta altra scelta da fare che provare provare ad essere gentili.. almeno questo vanna lo devi fare.. essere gentile e comprensiva.. cosa che a volte mi costa carissimo.. già la gentilezza per l’Essere Umano che come te.. sì come te! ha bisogno di conforto.. di un orecchio teso alle sue parole.. un occhio attento.. vigile.. perchè l’Essere Umano è così fragile.. da rompersi.. in un solo momento..

Comunque, Buon Natale

smilingdog

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.