So che capirai..

Foglio bianco.. cielo bianco.. sigaretta bianca nuvole di fumo a tenermi compagnia.. parlare stanca.. stanca moltissimo così.. mi ritiro nelle “mie stanze”.. mi rifugio qui.. dentro di me e comincio a parlare.. tra me e me.. e già torno a sorridere.. già .. io.. così si cresce.. ogni istante di silenzio acuto.. vero.. pesante e pensante.. si cresce.. come spiga di grano che attende un raggio di sole.. il calore.. che mi dò.. qui.. con le mie di parole che mi sono abituata a volermi bene e non cado nelle parole altrui.. certo un click rosso di notifica sul social network facebook a volte fa compagnia e piacere addirittura per anni.. e così è ed è stato.. l’invenzione del secolo.. o meglio dell’inizio millennio.. in realtà stando con se stessi non si è soli.. io non sono sola.. e mi accontento di scrivere di ascoltare la mia di musica.. di fumarmi una sigaretta.. ascoltare ferma il silenzio e i colori del cielo.. di un cielo al quale domandi anche aiuto come l’Amico fidato.. così fumo una sigaretta e scrivo.. parole e pensieri in cerca di colori in cerca di me.. sola .. nella stanza insieme a Timbuctu.. silenzioso nelle sue curiosità ed anche riflessioni.. di fronte al mare ed alle piantine.. ed al cielo.. un cielo.. il cielo.. sì.. continuo a scrivere affamata di me.. della mia anima che non vuole nascondersi.. no.. vuole parlare anch’essa.. lei.. sì.. e sospiro un po’ di più.. mentre una nuvola d’argento colora un ciuffo dei miei capelli.. e così riflessioni in un silenzio costretto.. ma io ho il mio foglio bianco sul quale buttare le mie parole pensate e riflettute.. sospiro provo a respirare.. piano piano con la velocità delle mani calmo la mia ansia.. chè, e sorrido tra me e me.. che c’è.. già.. sono un’aspirapolvere di ansia altrui.. più la mia ed ecco che scrivo il pezzo.. sorrido ironica.. ma è la verità.. un cumulo di ansia che diventano parole.. parole e rime.. e puntini di sospensione come respiri guadagnati.. di un proprio spazio nella vita.. nella vita mia.. e così mi accorgo di tanti errori del passato.. di gioventù.. miei.. privati.. personali.. mi perdono e vado avanti.. non voglio essere un caterpillar.. un trattore che comunque cammina.. che comunque va.. no lo scrivere mi aiuta a ripulirmi.. a ritrovare ancora un po’ di me.. ora.. gli stili cambiano.. come cambiano gli argomenti.. come cambiano le stagioni ed io non mi sento da meno di nessuno.. no.. nè troppo nè poco.. no nè poco.. perchè ogni parola ogni respiro possono offendere.. allora preferisco non parlare.. seguire quello che nel tempo sulla mia pelle ho imparato.. e non reagisco.. no.. così apro il mio amato blog smilingdog.. mani pulite al sapore di sandalo il profumo in assoluto che amo di più.. un pacchetto di sigarette 821 blu nuove di zecca.. il mio accendino Bic color arancione caldo.. ed ecco che mi muovo.. la zona d’ombra si apre quasi d’incanto mi giro ed i colori di un cielo limpido e azzurro e blu accolgono i miei occhi.. il mio sguardo solo ora.. solo ora sono ancora viva.. un’emozione .. un sussulto dal cuore.. sosprendersi vivi.. e felici ancora.. il mio lampione brilla nel cielo come una stella felice.. il mare è là.. di fronte.. sospiro quasi odore di salsedine.. ed ecco la mia libertà.. il mio quieto vivere.. che torna .. seppur addormentato.. torna .. e respira.. insieme a me sorridente di fronte al foglio anch’esso vivo e presente..

ho imparato a non reagire.. ho imparato il silenzio interiore e la sua beltà.. ho imparato a starmene per conto mio.. e forse ho imparato anche a scrivere.. ma questi sono dettagli rispetto alla qualità della vita.. e questa è per me l’isola felice.. l’isola che c’è.. ed è tutta dentro di me.. mi specchio e mi faccio le linguacce.. non so che significa.. comunque mi sorrido ancora.. gioco con me.. non ho dimenticato di divertirmi.. e nessuno credo mi può impedire di giocare ancora.. e sorrido di nuovo.. mi dico.. scrivo che ho l’umore sotto i tacchi.. guardo l’ora e sono appena le 17.00.. un paio di tazze di caffè.. un paio di sigarette fumate senza gusto e nervosamente.. silenziose.. necessità fame e sete di me come fossi aria.. ossigeno.. per me.. salutari.. mi sono necessaria.. mi sono necessarie le mie parole come una buona conversazione piacevole.. che è così rara.. così scrivo qui.. ed è come per me una allegra conversazione con una dolce e sensibile amica.. che pur ho.. nella vita.. prendo un grande sospiro.. e respiro.. il vento muove le foglie delle mie piantine.. le onde del mare riecheggiano di una lontananza.. remota.. arrivando a riva.. mi accendo una sigaretta.. mentre un treno solo ora transita di fronte la mia casa..

mi accorgo di non soffrire più di una nostalgia acuta per il passato e tutto quello che mi ha portato fino a me ora..

il cammino il mio cammino è all’interno.. verso di me.. e mi sono incontrata..

e .. mi sono accettata.. alla fine.. mi sono accettata.. ed anche amata.. mi amo per quello che sono ora.. e dubbi non ne ho.. ho fatto pace con me.. dopo tortuosi cammini e parole.. che non mi appartengono e forse non appartengono a nessuno.. non rinnego certo il trascorso.. il vissuto.. sono quieta con me stessa.. in pace.. e questo è tantissimo.. e sorrido con un perchè..

certo mi amo.. mi amo perchè sono amata.. mi amo perchè so di amare.. e dubbi non ho.. la crescita non è solo dolore.. ma anche soddisfazione.. di se stessi.. non è boria.. non è vanità di parole.. ma un cammino tortuoso.. che porta le sue soddisfazioni.. un cammino che nessuno farebbe.. come nessuno farebbe il cammino di qualcun altro.. ognuno nelle sue di scarpe e di amori.. di essenza.. e scoprirla negli altri non è male.. e sorprendersi delle proprie.. è bellezza..

non credere quando ti diranno che non vali.. non credere alle brutte parole.. non credere a niente che non sia un tuo pensiero reale.. vero.. che solo in solitudine e silenzio si crea o con magnifiche presenze reali.. vere.. vive.. che emanano luce.. tu ti puoi davvero trovare ed amare..

ed essere serenamente.. tu.. con i tuoi tic.. i tuoi silenzi.. le tue latitudini.. le tue bellezze.. la tua vita.. le tue splendide “pazzie”.. che rendono la vita piena piena di colori.. e l’amore.. bè che dire dell’amore.. è un tocco delicato.. chiamato.. sussurrato.. un nome segreto colorato di rosa..

smilingdog

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.