E tornare .. a sorridere..!

.. perdo la testa.. perdo la testa.. per un paio di occhiali da sole.. mi sveglio canterina.. era un po’ che non accadeva.. effetto del sole dopo giorni e giorni di caldo e nebbia.. e Luna opposta.. Saturno Contro.. insomma sembra essere usciti fuori da un Tunnel buio e tempestoso.. già.. sorrido.. già.. basta così poco per tormentarsi.. e così poco per tornare a sorridere? già un po’ di vento.. pioggia.. chè mancava da un po’.. le mie piantine in casa al riparo dalle intemperie della notte.. ed un raggio di sole.. per tornare sereni.. almeno un po’.. e tornare a scrivere anche qui.. sul blog.. serenamente.. senza panici.. insomma tornare a Vivere.. un raggio di sole che splende per tutta la casa.. l’inverno che ritorna con i suoi colori.. il cielo che si rifà vedere.. azzurro lucente.. che altro aggiungere.. se non che mi sveglio di buon umore.. anche in tarda mattinata dopo sogni rosa.. bianchi.. e colorati.. la sigaretta fuma lei .. pensierosa nel suo bel posacenere nuovo e verde color della mela fresca.. io non ho impegni e non ho fretta che la fretta mi agita.. mi agita sempre.. non ho fretta e sto qui.. di fronte al mio pc.. mentre scrivo.. penso alla canzone adatta al mattino di oggi.. il silenzio con il gattino è un silenzio fortissimo e diverso.. ma piacevole ed elegante anche.. Timbuctu sembra, con il suo stile ed eleganza sembra uscito dal fim degli Aristogatti.. sì è un Aristogatto esattamente.. nero.. intanto è qui vicino a me e saltella e gioca per tutta la casa.. le auto viaggiano veloci .. il mare è calmo.. dopo la burrasca di questa notte.. e nel Cielo neanche una nuvola.. tutto pulito.. come direbbero.. come si dice.. il Cielo è limpido.. pulito e come rinnovato.. ed è una splendida giornata.. di sole.. sorrido.. sì.. chè io abbia voglia di ascoltare musica non è una novità.. ma ci sono stati giorni precedenti.. giorni appena trascorsi nei quali.. il silenzio.. la notte dei sentimenti ha offuscato la mia voglia di musica.. rintanata in me stessa.. senza aver voglia di parlare nè di musica.. oggi.. oggi.. rientro in me.. praticamente.. le onde del mare scivolano a riva.. i miei pensieri sono sciolti.. sorridenti.. a me al pc.. e le mie mani ci vogliono essere.. anch’esse.. vogliono danzare muoversi muoversi.. scrivere.. giocare con i tasti.. insomma esserci.. non devo scrivere chissacchè.. il peso gravoso dei giorni scorsi.. se ne è andato.. ed anche le mie mani sono più lievi e leggere.. gli occhiali puliti come il cielo di oggi.. ed io qui.. di fronte al mio foglio bianco.. bianco.. a riempire di sillabe parole.. rinata.. accendo una sigaretta chè ci vuole.. ci sono dei giorni nei quali mi ritiro nelle “mie stanze” completamente fuori dal mondo.. e con la sensazione triste di esserne del tutto fuori.. sola.. una sensazione di solitudine fortissima.. poi la tempesta.. e dopo la tempesta.. torna.. il sereno.. è sempre stato così.. ed un pessimismo buio scuro.. notturno.. si trasforma in un giorno senza pensieri.. leggero leggero.. e ti vien voglia così come d’incanto di infilarti le cuffie ed ascoltare musica per tutto il giorno.. spensieratamente.. più in te.. più viva.. ed anche forse.. chissà più giovane.. già l’età.. ci son giorni che hanno dei limiti immensi.. dovuti anche non a te.. ma a condizioni climatiche.. per esempio.. o a condizioni astrologiche.. o a condizioni in cui hai proprio bisogno di stare così.. dentro il vortice.. un vortice che non ti piace.. poi.. tutto si calma.. prende forma e tu esisti nuovamente nuova.. e risorta.. rivedi tutto a colori.. i colori prendono luce.. ecco.. l’importante.. è resistere alle intemperie e ai giorni no. che pur esistono.. e ci devi per forza fare i conti.. con il tuo buio.. che porta poi alla luce di un nuovo giorno.. noi siamo abituati ai cambiamenti di clima ed io personalmente sono abituata ai cambiamenti umorali.. che portano chiusura all’interno chiusura.. pura.. per poi riaffiorare.. e respirare aria nuova.. giusto il tempo per pensare.. e fare .. i famosi conti con te stesso.. e forse il buio dell’anima aiuta anche a questo.. non so.. so che oggi è una bellissima giornata di febbraio.. una splendida giornata che forse tutti aspettavamo.. dopo giorni di un clima al quale nessuno è abituato.. già..

ho decisamente il blocco da “blogger”.. sorrido.. non me la prendo.. continuo a scrivere.. l’esperienza m’insegna.. di non demordere.. in questo settore.. di continuare.. per non perdere il ritmo.. chè poi arriva quando meno te lo aspetti.. e così continuo.. testardamente.. scrivo..

io e mio padre viviamo una splendida convivenza..

io non ho mai convissuto in realtà con nessuno se non con amici e amiche care ospitate nel tempo.. se non quando ragazza abitavo con i “miei”.. sono una “single” abbastanza adulta ormai, però sono anche abituata a “convivere” con amici e amiche care.. insieme.. la convivenza con mio padre è pacifica.. ognuno i suoi ritmi.. lui ama la libertà come me.. lui a differenza di me ama mangiare bene.. io mangio ma non è essenziale nella mia vita.. ma tutto il resto.. mi ricorda tantissimo sua moglie Mara, mia madre che ci ha lasciato troppo presto tutti noi.. morendo giovanissima.. ma oggi.. come oggi.. sembrerebbe che siamo tornati sereni.. lo dico a voce bassa.. siamo tornati sereni.. e la convivenza tra me e mio padre è civilissima.. ed io dormo ore ed ore senza essere svegliata.. che bello! in più i sogni dormendo insieme a Tito (Timbuctu) sono meravigliosi.. e la cosa è fondamentale per un buon umore e sanità mentale.. sognare.. sogni colorati.. e da Favola.. non ricordo di averne fatti di così belli se non da quando Timbuctu è arrivato.. e mi viene da ridere e sorridere.. già.. un batuffolo nero pieno.. di bontà.. è importante .. è importante.. e magico!

Da quando Timbuctu è in casa non esco praticamente più.. senza alcun peso.. non ne ho proprio voglia nè desiderio.. mio padre mi dice usciamo Vannina? andiamo a cena fuori? io trovo mille e una scusa.. la famosa pigrizia a me consona.. più la pigrizia felina.. insomma.. esco ancor meno di prima.. e la cosa neppure forse come allora neppure mi pesa.. no.. e mio padre, uomo gentile d’animo.. non insiste.. e neppure chiede il motivo.. “Sono stanca papà”.. io mi chiedo.. si chiederà come mai sono così stanca?! .. in realtà non ho voglia di uscire.. la verità fa male.. lo so!! il pensiero di uscire mi stanca.. anche se ogni tanto esco sicuramente.. magari a guardare il mare.. di fronte ad un buon caffè.. un magnifico Toast, e un’arietta chè dà tanto sollievo.. nella parte più bella della Città..

smilingdog

 

 

 

 

Annunci

“Perdo la testa perdo la testa.. tu..

Apro il blog.. è appena pomeriggio.. sono le 13.40.. nebbia fuori dalle finestre.. io in casa.. con Timbuctu che si specchia di fronte alla finestra fra riflessioni e curiosità.. guarda una piantina.. la guarda mentre osserva curioso le onde del mare.. e tutto.. tutto quello che c’è oltre la finestra.. i suoi pensieri.. un soldino per i suoi pensieri.. io mi sveglio dopo sogni vellutati di blu variopinti .. l’inconscio queste notti particolari parla spudoratamente.. mi sveglio bene.. però.. una tazza di caffè.. e mi chiedo.. la consapevolezza cos’è? .. si lo so non mi dò tregua.. ma sono sveglia e mi chiedo.. la consapevolezza che è? o vivi o pensi.. o scrivi e pensi e ascolti la musica del tuo cuore.. e mentre vivi cerchi di fermare il momento per creare un ricordo.. fermati cavoli Vanna.. fermati .. così sorseggio il caffè mentre la nebbia sembra diradarsi per tutta la casa.. una sigaretta veloce.. ed eccomi già qui.. a scrivere.. il mio diario di bordo.. la sigaretta è giustamente accesa.. fuma come fosse fumo di un camino acceso.. brillantemente.. lei.. la mia sigaretta.. ed io così.. tra me ed il foglio bianco del pc.. le auto chè transitano sotto casa veloci.. per andare verso cosa e chi.. e chissà dove.. oggi l’ansia è nascosta.. sembro addirittura serena tra me e me.. ma c’è.. l’intuisco.. c’è.. ma dove sei? no.. meglio non sapere.. è riposta sicuramente da qualche parte del mio corpo.. sì.. sicuramente.. ma io sono sintonizzata con una canzone di Luca Carboni “Solarium” chè, prima di tutto mi assomiglia.. la canzone.. sì.. perchè perdo la testa per un paio di occhiali da sole.. ed il ritmo è quello giusto per rallegrarmi un po’..

“Aiutati Vanna che Dio ti aiuta”.. mi scopro a pensare così mentre raccolgo con difficoltà il mio accendino.. già mi rispondo.. non so più come fare per aiutarmi.. un motto che ho sempre usato nei periodi della mia vita.. efficacissimo.. il fatto è che non so più come aiutarmi.. così mi rivolgo direttamente all’Altissimo.. una preghiera.. chè è efficace, .. e via.. continuo la giornata.. una giornata di Febbraio.. un mese che tra le altre cose non amo tantissimo.. il Carnevale mi deprime.. sin dalla tenera età.. sarà che non potevamo lanciare i coriandoli dappertutto.. forse questa la vera causa.. i coriandoli le stelle filanti che non si potevano lanciare pazzamente come volevamo.. credo la vera causa.. siano i coriandoli tristemente .. non consumati.. e riposti in un sacchetto.. sì.. la mia malinconia bambina.. un coriandolo non lanciato.. in aria.. a far festa.. che il Carnevale se no è anche divertente.. con i suoi fischietti.. le mascherine.. le stelle filanti di tutti i colori.. sì.. io amavo vestirmi da Cappuccetto Rosso.. poi c’era Zorro.. insomma c’eravamo tutti.. coriandoli compresi.. bei momenti d’Infanzia.. e ricordo ancor oggi le festicciole alle scuole elementari.. la maestra non dava lezione.. ognuno portava dolci e dolcetti.. e via cominciava la Festa..

Altro da aggiungere Vanna? in realtà non ho altro da aggiungere.. la linfa vitale scorre dentro di me.. non ho voglia però di riporre il foglio bianco .. ancora.. le giornate invernali sono lunghe.. troppo tempo per pensare.. e non ho neppure voglia di distendermi sul letto.. a leggere magari.. o studiare anche un po’.. che sarebbe anche ora.. per il mio III Livello Reiki.. sì.. ne avrei di cose da fare.. ma in realtà.. sospiro.. non ho granchè voglia di far niente.. il famoso e soave dolce far niente.. in realtà ho appena acquistato POP-UP un disco che è già Platino e che vale Oro di Luca Carboni mio coetaneo.. ma Grande Artista! Musicista.. chè mi ha fatto compagnia per tanti anni .. diciamo che lo “conosco” sin dai tempi di quando ero una ragazzina.. “Farfallina”.. e tutte le altre sue.. sì.. ho il suo Cd appena uscito.. prezioso come ho detto, prezioso come Oro.. come un Tesoro.. nascosto .. tra le pagine e pagine di libri e dischi.. in tutta la mia casa, ma appunto perchè si tratta di oro.. ho bisogno di tempo e qualità di tempo per ascoltarmelo tutto..

così sospiro..

respiro..

e canto.. tra me e me.. canto una sua canzone, chè le sue canzoni, di Luca Carboni.. non passano certo mai di moda.. sono mie coetanee.. di Alta qualità..

cambiando argomento .. i tempi dell’inverno sono lunghi.. apnee di pensieri.. pomeriggi solitari.. io amo la solitudine .. ma non esageriamo! I Ching intanto danno ottimi risultati.. io mi accontento.. e mi fermo .. per oggi.. qui.. così..

smilingdog

 

 

 

e il rumore del vento..

mi metto in silenzio e provo ad ascoltare.. una musica.. una nenia che mi faccia compagnia questa sera.. infilo le cuffie rosse fiammanti.. per non sentire nulla che non sia melodia.. le onde del mare si ascoltano anche così.. silenziose.. lente.. susseguirsi l’una con l’altra.. non ho voglia di parlare a quest’ora della notte.. e così sospirando un sospiro lieve e silente.. continuo a scrivere qui.. come a scrivere note di una musica sottile e lieve.. una notte da musica.. immaginata.. quasi sognata.. inventata.. nuova.. una melodia che proviene dritta dal cuore.. un cuore.. che non riesce a parlare ed allora ascolta musica.. anche leggera.. leggera.. la sigaretta è come al solito accesa.. le luci della casa sono spente.. una sola luce nel soggiorno a creare ombre solitarie per la stanza mentre Timbuctu appena sveglio miagola ma solo un po’.. qui seduto vicino a me..

è uno di quei giorni .. che.. mi viene da ascoltare musica.. il mare vicino.. ed io mi sento così sola.. così inopportuna.. così.. è un giorno così.. sospirato.. ma già è Domenica.. domenica.. non sopporto la domenica.. come non sopporto tante cose.. ma non è qui.. da scrivere.. non è qui.. da dire.. che niente è da dire.. se non poesie e note.. e note.. e musica.. già la musica che consola cuori afflitti.. che cercano tutti di vivere vivere un po’.. per non soccombere.. e così provo a respirare.. a connettermi con me.. antichi consigli cinesi mi appello anche a loro.. sì.. la Luna è quasi piena.. le onde si rincorrono.. una piantina di fiori in casa.. colora dà luce a libri impolverati ma belli.. interessanti del secolo appena terminato.. del secolo scorso..

a modo mio avrei bisogno dovrei pensare a modo mio.. di pensare.. e non distrarmi.. ma di pensare.. e non solo a smilingdog.. mio diario di bordo.. ma proprio di pensare.. di trovare uno spazio per pensare tra me e me e non di distrazione.. ma a quest’ora cosa vuoi fare.. mi va bene anche il mio blog.. compagno di viaggio si può dire di tanto tempo ormai.. e così.. eccomi qui.. a scrivere.. dondolandomi.. tra ululati di lupi nella cima della montagna ed una luna assente.. scorrono immagini nella mia mente.. e scrivo per rimanere presente a me stessa.. a me.. è un momento di crescita anche questo.. già.. e mentre scrivo continuo ad ascoltare il mio cuore che vuol parlare.. per poter sopravvivere.. una pausa.. Osho insegna che è proprio nel momento del vuoto che tu incontri te stesso.. o non lo dice Osho o lo dico io? ormai sono anni ed anni che si studiano le filosofie orientali.. occidentali.. che si studia.. di continuo.. ed io invece ripasso con la mente tutto.. per aiutarmi in questo momento.. troppe teorie.. troppe teorie l’Uomo ha ipotizzate.. troppi teoremi per insegnare la Vita .. forse a se stessi.. già forse a se stessi.. per non soccombere.. ed andare avanti.. io mi consolo in genere con il silenzio e la musica.. e a volte anche con quattro parole ridenti con amici conosciuti anche un sol giorno prima.. per poi andare avanti nel cammino che a volte sembra un algoritmo.. mentre io cammino per conto mio lentamente e beata.. solitaria.. fumo una sigaretta.. ed il mare mi fa compagnia.. e vedo le bellezze della vita.. dei suoi cinque sensi.. e a volte ci cado ancora nel tentare nel provare a dare un senso a questa vita.. chè davvero a volte sembra un senso proprio non averne.. così.. mi connetto.. provo a rimettermi in contatto con me stessa.. che ci sto bene con me..

fumo la mia sigaretta.. sì.. la mia vita da lupo solitario.. mi fa diventare antipatica addirittura a me stessa.. a volte quando sono in compagnia di altre persone..

non sono delusa..

la differenza è che non sono delusa.. sorrido ora.. sorrido.. no.. la vita non mi delude.. non mi ha deluso.. ed io non ho deluso credo la mia vita.. mi sono sempre impegnata in tutto.. e tutto.. è passato.. per fortuna via.. lontanissimo da me.. che volevo un tempo partire per non tornare.. e così è stato.. son tornata.. e sono qui.. sotto una luna che non guardo.. insieme al mio gattino che adoro.. e tutto il resto non conta.. non conta più.. non conta affatto.. la passione non è per me.. devo fare i conti con me stessa.. ed io esisto.. felicemente me..

il messaggio di Nelson Mandela “Che non ci sia vendetta nel vostro modo di essere.. non ci sia vendetta”.. è un messaggio fondamentale per il processo della Vita.. un processo etico fondamentale.. di fondamentale importanza questo suo messaggio.. che io sposo.. con tutta me stessa.. certamente.. chè il sentimento di vendetta è un sentimento così umano e così subdolo che si può insinuare nel proprio comportamento.. ma è un sentimento in realtà così bieco.. che non aiuta a progredire.. e così .. pensando al messaggio di Nelson Mandela così importante.. così mi comporto.. anche perchè altrimenti si torna direttamente ai tempi del Far-West.. come in effetti è.. proprio così.. senza sentimenti.. una corsa all’Oro.. ma non di sentimenti ma di Oro.. per Oro.. e così ci si abbassa.. e si diventa sempre più schiavi.. schiavi di un pensiero ossessivo.. di qualsiasi natura.. sia.. innalzati Vanna.. ascolta la musica che ti detta il tuo cuore non ti curar di loro ma passa e taci.. già.. Dante Alighieri tu che conosci così bene l’Inferno.. di un Grande Uomo tu.. che non ti conosco affatto.. dal momento che ti studiamo a scuola.. e tutto dipende dalla bravura di un insegnante.. ma .. divago.. divago.. quando in realtà cercavo me e svago.. svago e note musicali.. sì.. un pezzo strano questo pezzo.. un pezzo della mia mente.. pensieri buttati qui sul foglio bianco.. tanto per pensare.. per riflettere.. per concentrarmi meglio.. e quindi essere più forte.. delle ostilità esterne..

mi fermo..

uno sfogo sul foglio ed ecco che arriva la risposta.. la risposta giusta.. “Se qualcuno ti dà uno schiaffo, tu porgigli l’altra guancia”. Gesù. Il Vangelo. L’unico Maestro di Vita che ho.. e così.. la risposta ai miei dilemmi odierni.. darò la mia guancia.. a chi mi schiaffeggia solamente a parole.. e cercherò di non schiaffeggiare a parole nessuno. Lo prometto. Una piccola preghiera qui su smilingdog. Una riflessione tra me e me.. e il cuore diventa subito Bambino.. riprende colore.. riprende quasi il suo volo.. leggiadro.. meraviglioso.. leggero..

Il mio cuore aveva bisogno di respirare.. non sono le sigarette a far male al cuore ma la sua repressione..

e così continuo più leggera a fumare la mia adorata sigaretta.. non sono le boccate di fumo a far male.. no..

e così anche questa sera ho scritto.. le mie annotazioni qui.. sul mio blog.. non ho bisogno di niente che non sia umano e sincero.. no..

sorrido..

ognuno in fondo perso dietro i fatti suoi.. cantava Vasco tanto tempo ormai fa.. ed anch’io.. in fondo ad una notte.. persa.. dentro i fatti.. miei..

smilingdog