il Cielo è blù terso.. ed i sogni.. sono canzoni..

“E’ inutile bussare qui non vi aprirà nessuno.. canto senza ironia e senza appunto aprire la porta a nessuno. Sono appena le 23.38. Le luci al neon illuminano me e la stanza.. finalmente sola.. o quasi.. nel senso che ci sono le parole mie.. a farmi compagnia e riempirmi la mente ed il cuore.. l’animo. Ho voglia di scrivere.. e scrivo.. per diletto.. per amore.. per be.free. smilingdog, mio amato libro ormai on-line da più di dieci anni. Vengono ci provano a disturbarmi.. mentre scrivo.. ma io non apro la porta a nessuno. Scrivo e le mie mani sono velocissime come la mia mente.. che nessuno proprio può dominare nè domare.. prendo fiato.. respiro e sospiro.. come mia madre cara, Mara, mi ha insegnato tanto tempo fa.. quando ancora ero una giovane ragazza.. esistono le famose azioni di disturbo.. io non le faccio passare.. anche se con il volto dolce e ingannevole.. sono sicuramente sicura di me e non me ne vanto, ma è così.. credo nella mia di poesia e prosa.. e non ci cado nelle belle versioni di bei volti dalle nere ombre dentro il cuore.. la Luna oggi è bianca.. le stelle in cielo sono appena intravedibili.. accendo la mia sigaretta e non mi faccio prendere dalla fretta.. pessima.. pessima consigliera.. continuano a disturbarmi.. ma io, imperterrita e volenterosa d’acciaio.. la mia fragilità se ne va via come un folata di vento forte quando vengo disturbata… soprattutto quando sono qui.. con me stessa, i miei pensieri, logici, lucidi e puliti.. accendo la sigaretta, aspiro ed ascolto in silenzio i miei pensieri che esistono .. sì.. esistono.. mentre una dolce ninna nanna consola il cuore mio.. altrimenti quasi sterile senza la poesia umana.. senza il dolce suono di una stella .. che canta su in alto dalla terra, dalle onde bianche del  mare verso le note più alte di una Chiesa.. il Cielo.. il Cielo già.. coperto di stelle luminose che brillano per sempre alle note di dolci poesie e di dolci parole che solo esse lo difendono.. parole di Chiesa… del Cielo.. di nuvole bianche e di uccellini che cantano in coro.. la loro canzone..

Come è difficile spezzare la volontà di un bambino.. impossibile.. per fortuna.. così è difficile spezzarne la mia di volontà.. non è la rabbia a farmi scrivere in questa maniera.. no.. ma le onde di un mare dolce dolce.. che ritempra le energie mie.. che solo ora si svegliano.. come fosse un mattino dolce e fresco.. di un Aprile.. di bianca rugiada.. e di primule profumate..

fumo.. la sigaretta fuma lenta mentre le mie mani scorrono danzando sulla tastiera.. foglio bianco, mio dono..

I poeti stanno con i poeti.. i simili con i simili.. io non so.. fedele alle mie parole e a be.free scrivo dilettandomi.. ora.. proprio ora che ho più fretta nel concludere il post di oggi.. fra poco qui.. si “dorme”.. mentre la mia mente vorrebbe scorrazzare libera libera.. tra un sogno d’amore ed una canzone..

la sigaretta è quasi terminata.. le mie parole di prosa.. forse e di canzoni d’amore.. mi permettono di navigare.. anche oltre la notte, tra sogni e stelle che cadono permettendo di inseguire un sogno.. che poi.. che poi.. ma sì.. diventerà.. realtà.. la fretta nello scrivere non è mai buona cosa per chi sa e chi scrive.. lo so.. ma il tempo del sogno diurno e notturno c’è.. soprattutto sopra una nuvola o sotto una nuvola.. che canta appunto una dolce ninna nanna..

“Come può uno scoglio.. arginare un mare.. non può.. lo sostiene.. anche Lucio Battisti..

Dal Cielo questa notte piovono stelle che brillano come luci in un bosco.. come un fiammifero nella notte a illuminarne la bianca vallata.. la vallata verde.. a piedi nudi.. bagnati di brina che bagna l’aurora di primo mattino.. è sempre nel caos che danza la stella più bella.. e.. tutto.. tutto.. sorridendo finalmente .. ritornerà..

 

smilingdog