A un sospiro dal Cielo

Accedere qui sul mio blog non è stato per niente facile.. l’età.. le esperienze. la memoria.. cominciano a sentintsi.. deglutisco e una luce al neon accompagnano le mie parole.. su laghi che forse non conoscono confini.. fra cigni e le loro danze e aironi dai rossi capelli.. sorridi e tutti ti sorridono.. ma un sorriso sincero è davvero raro.. così lo ricordi per tutta un’esistenza.. qui si fa sempre più difficile vivere.. già.. e soffro.. nonostante la grinta che mi porta oltre l’alba oltre le isole che ho visto da cieli coperti di nuvole bianche che sembrano ancora nei ricordi sorridere ancora.. sospiro.. sono distesa sul letto della mia solita cameretta.. no.. non credo di avere più alcun amico e solo la speranza ed una Fede trasparente mi sorridono persistenti dal cielo.. un Cielo distante anni luce da me.. che, isola perduta negli oceani dei miei ricordi mi riportano qua .. sempre qua .. di fronte ad un muro a chiedere ancora pietas.. Così mi sveglio il mattino ricordando di non avere amici.. e me lo sono voluto.. l’ho cercato.. una vita invano.. il titolo.. e tradita da Giuda stesso eccomi qui a confessare di aver non vissuto.. di aver pianto lacrime silenziose e così pesanti.. da giustificare ogni insulto.. non reagisco.. resto calma e immobile ad ogni insulto.. ed il futuro.. solo una antica chimera.. così qui.. senza orologio.. senza sera.. senza giorno.. respiro.. ecco il ritorno.. in un mondo che non esiste forse già più.. non ho avuto pietà di me.. nè di te.. e forse di nessuno.. questo il risultato.. di tutti i miei sogni.. a colori.. un tempo fa.. domani mi sveglierò forse di nuovo qua.. nonostante un sorriso dal Cielo stesso.. dopo quello che ho vissuto e visto non mi resta che disgusto.. Prego.. con un cuore ormai rapito via lontano chissà dove lontano dal luna.. dall’Amore.. dal gusto.. e così facevano già bene gli altri ad evitarmi o a prendermi in giro a mia insapura della mia isipidità.. e il retrogusto di un amaro in bocca resta ormai anche nel mio ventre violato di disgusto e vergogna.La paura ha preso il sopravvento e non ho la forza più di reagire.. sorrido perduta.. non credo più una una sola parola.. La Vita se ne è andata  lontano..ed io parcheggiata ad un muro che neppure lui ha voglia più di ridere..