Un viale deserto ci lasciò..

“Quante volte ho guardato .. il Cielo.. “ canto appena sveglia e di buon umore, questa mattina.. ricordo, do’ il Bensvegliato a tutti ed il Buongiorno!

E’ Sabato ed il Cielo è sereno.. Una nuvola nello squarcio azzurro appare, inaspettata e bianca e limpida appena nata come a salutare me, ed il nuovo giorno, come il dono dell’allegria.. un paio di caffè, un paio di sigarette e sì sono proprio di buon umore..

La famosa crisi ciclotimica è secondo me, paziente psichiatrica, terminata, me ne accorgo da me. Vedremo, penso intanto fra me e me, cosa ne penseranno i medici.. se farmi uscire.. che sarebbe anche ora, oppure opteranno per qualcosa di “altro” a me conosciuto o meno.. vedremo..

qualcuno mi disse tempo fa, un po’ di tempo fa, che non ho neppure, neanche un solo amico, e che dovrei sperare almeno nel Cielo.. 

Sorrido amara

Non mi resta altro da fare, che sorridere e scrivere qua, e nutrirmi, oltre che di sigarette e caffè, di purè di patate e mozzarella, chè non mangio carne, una semplice pastasciutta condita con un po’ di pomodoro olio e parmigiano, e mentre scrivo, penso e seguo un consiglio antico di mia madre, la quale mi ha sempre insegnato tante cose, fra le quali soprattutto una molto importante, direi, fondamentale: “ragiona sempre con la tua di testa”. Non ti lasciare influenzare da nessuno, non lasciarti mai insultare, non li ascoltare gli insulti, non accettare mai di essere insultata e che ti sputano gli altri in faccia per demolirti, o per invidia o per cattiveria, la tua autostima e pertanto il tuo sistema nervoso, e dietro le spalle! mai! aggiungo io.

Sì, qualcuno lo ha anche detto, ha anche parlato della mia ingenuità.. non so se con dolore oppure.. non so..

Mia nonna Fernanda ho smesso di cercarla e di piangerla! Mia nonna Clara anche non ci penso piu, anzi, forse mai. Ho smesso, credo, con la mia malinconia, ho smesso di essere gentile, forse ho addirittura smesso di piangere e di sorridere al Sole, eppure io, irriverente, è così, sorrido non solo perchè è Sabato, non solo perchè è un giorno nel quale ho trovato la giusta dose chimica per terminare, dopo due anni quasi, la mia crisi ciclotimica e psicotica, ma, e soprattutto, sorrido contenta di aver respirato un pochino di aria, che qui all’Ospedale Psichiatrico di Torrette di Ancona non ce n’è! Sorrido di dolore al sol pensiero di troppe cose brutte, viste e vissute in prima persona, e non solo

Mentre scrivo mi chiamano puntuali i medici, per la visita.

Parlo con i medici in camice bianco. Dico loro che sto bene, veramente e sorrido, sono viva! loro, i medici in camice bianco, non credono ad alcuna mia parola! Sapendo di essere completamente sola, capisco di essere del tutto impotente..

Ho sperato, lo ammetto, invano, di uscire, di tornarmene a casa, perchè la crisi ciclotimica è terminata, ed i medici in questione, invece di rallegrarsene! non mi hanno creduto.

Così resto qua, così hanno deciso, per una semplice “precauzione”, per un “piccolo” controllo.. di farmi rimanere qua. Fra il Buio e la Tempesta.. nella mia Follia.. fra corridoi.. e stanze

Sorrido.. del tutto indifferente.. impotente, ed anche rassegnata

Sorrido.. del resto, null’altro da fare e poi tanto fuori è uguale.. è uguale..

Solo la malinconia di un bignè.. alla crema.. che mi attende.. è rimasto nel cuore..mio

io che mi credevo chissachì e chissà cosa.. fuori neppure piove.. piango in silenzio e credo di subire un torto forte e cattivo..

Gli pischiatri in questione pensano che debba controllare la mia emotività, la mia parte femminile, domandano e continuano a domandare, indagare.. a ferirmi con le loro domande anche indiscrete.. insomma.. la vita è la stessa.. di sempre.. il mio sorriso si è spento da tanto tempo.. l’aridità del cuore è diventata sabbia e deserto..

Perdere alla fine non ci si deve sentire poi così bene..

E’ vero..  ed il buio accade, all’improvviso.. in un giorno di Sole, ricordo era un Sabato mattino, un paio di caffè, un pacchetto di marlboro, sembrava proprio aria di Festa! Un momento fugace.. volato via come fugge un vento gelido, cattivo e spietato..

Mi resta il ricordo di una canzone, solo il ricordo di una bella fotografia piena di luce fiori freschi a centrotavola.. e poi non ci siamo visti più..

smilingdog

Annunci