Altro che Karma! Come è facile fare sentire in colpa i più fragili e deboli..

Primo mattino di una domenica. Le finestre sono aperte. Aria profumata in tutta la casa. L’Aria..! Aria di profumo d’erba fresca, di fiorellini, di Tito il mio gattino che saltella fra il balcone e la cucina. Fuori i colori dei fiorellini freschi.. un paio di caffè.. un paio di sigarette. Un sonno quieto ed eccomi qua. Di fronte al mio foglio intatto, bianco, quasi, quasi sereno. Accendo casualmente la tv. Vorrei essere, tenermi informata su quello che accade nel mondo, vorrei.. poi spengo nuovamente.. notizie micidiali mi uccidono, dentro, così spengo praticamente subito e riprendo qua. Sul pc. Lo apro e preferisco inventare, o meglio descrivere quello che ho intorno a me. Come i bambini inventano i loro giochi quando son piccoli ed innocenti. Giocano. Ed io così m’invento lo scrivere, il mio Diario cercando parole e serenità qua e tra le mura della mia casa, colorata..

Silenzio intorno a me..

Le parole mi stancano, quelle degli altri, mi stancano le orecchie così stanche di tante parole.. preferisco.. altro.. preferisco il rumore del Vento, delle onde del mare qua di fronte a me, e del rumore del tippettio della tastiera, delle mie dita, insomma, preferisco starmene per conto mio, con le mie cose, e non ci trovo nulla di male, no, è necessario per me e per la mia qualità di vita.

Non è obbligatorio “partecipare”.. non lo è.. soprattutto se partecipare significa.. tante cose, che non amo.. tante.. preferisco scrivere qua, come sorbire un caffè di primo mattino in compagnia del mio gattino. Ci siamo svegliati insieme.. come sempre accade.. tutto qua.

La vita continua..

Di amici nuovi non ne ho.. le parole sono le mie amiche e forse nuovi libri.. non saprei.. non lo so.. oppure nuove canzoni.. non saprei..

Si dice anche il motto salutare “Meglio soli che male accompagnati”! E come è vero! E come è vero!

Ad una certa età, come quando ero una bambina, preferisco starmene per conto mio.. che con false compagnie.. che senitire la loro eco e le loro lamentele.. no no..

Per carità!

Accendo una marlboro..

Il mare ha il colore del Cielo.. Azzurro fresco.. ha il sapore delle Estati di quando ero bambina ed ero così felice di vivere, di esistere, di fare un bagno al mare..

Ora preferisco starmene in casa.. Ogni età ha le sue gioie e bellezze! Già!

Il profumo dell’Aria primaverile pervade tutta la casa.. Ah! che meraviglia..!

Fumo, penso, una boccata di fumo ed alzo le spalle senza sentirmi in colpa, in fondo alzare le spalle come a dirsi “Ma chissenefrega!” se sono amata o meno! Machissenefrega quanto io ami o meno! Machissenefrega! Eh già! Machissenefrega dei dettami, della logica, dei pensieri degli altri.. alzo le spalle e continuo a scrivere qua.. il profumo del mare che mi ricorda una felice ed innocente infanzia, le lievi folate di vento e di aria fresca non hanno bisogno di parole e di aggettivi per farti star bene.. il miagolio soave di Tito.. rende il tutto splendido..

Dopo essere stati sotto un regime quasi militaresco in un ospedale che assomiglia di più ad un carcere punitivo, tutto questo, questa domenica di Aprile, all’aria fresca e forse anche in libertà.. con le finestre aperte, un letto comodo, i fiori che profumano sopra il davanzale, insomma essere rientrati in casa.. tutto ti sembra ancora possibile. E’ possibile forse sentirsi anche amati.. forse.. Tutto ti sembra davvero possibile, che forse l’Incubo è passato, tutto è terminato, che forse sei anche un essere umano che non deve niente a nessuno, che non deve rendere conto proprio a nessuno delle sue azioni e parole.. insomma.. il giorno dopo un lunghissimo periodo di dolore senza tregua può anche finire.. e tutto essere dimenticato.. anzi azzerato.. chissà.. forse è anche possibile..

Certo bisogna proprio volersi tanto bene, essere accorti, ed essere certi di tante cose.. non bisogna fidarsi poi tanto di nessuno.. ecco.. di nessuno.. ecco quello che vorrei dirti, da qui, fidati solo di quello che pensi sia più giusto e più bello per te! Non fidarti di nessuno! chè è meglio!

Là dove sono stata non ci sono fiorellini nè tanto meno aria buona da respirare, ma medicine da vendere e provare su persone e animali, cavie umane. Insomma.. un vero e proprio Macello nel senso di Macelleria! Macelleria di anime e di cuori in cerca di pietà.. per forse non aver commesso niente che non sia dolore o delusione dalla vita stessa.. e da amici o falsissimi amici che hanno deviato la via.. portandoti direttamente là.. al Macello dove anche una sola sigaretta è vietata! Dove un sorriso di troppo diventa veramente senza senso.. Mah! Quante cose accadono ad un’anima senza affetto!

Ti perdi nei meandri di un labirinto..

Oggi è un giorno differente.. sì.. ma non dimentico.. certo.. alcune cose.. che ho sbagliato anche io.. ma troppo caro è il prezzo che si paga.. troppo caro..

Una sigaretta in libertà..

Le nuvole lassù..

Ripenso ai miei amici ancora là.. che urlano per la loro libertà e per i loro diritti negati, violati..

Eh sì, non è più un reparto psichiatrico, no, ma un carcere punitivo, dove da punire son altri, ovvero, coloro che dirigono, coloro che danno, insistono a dare medicine che fanno soltanto malissimo, mettendo a rischio la vita stessa dei pazienti. Inducendoli ad una Depressione Maggiore e pertanto a tutto quello che ne deriva.. portandoli sì.. alla deriva .. e ad aver sempre maggior bisogno degli stessi “medici”.. una carovana al contrario della guarigione, al contrario esatto. Una dipendenza senza tregua.

Vorrei che le mie parole venissero ascoltate.. come colpi di fucile, con lo stesso rumore, come le medicine che ci inducono con la forza a prendere.. Che inducono ad una depressione fortissima, troppo forte.

Ieri invece sono uscita, ho preso aria fresca, ho comprato un paio di maglie nuove e fresche, per questa primavera.. per starmene in casa.. oppure per andarmi a mangiare qualcosina di buono.. così dove capita..

E ripenso ai miei giorni là, nel carcere punitivo, che chiamano clinica psichiatrica! Sorrido amaramente e sento anche parlare di Karma! Ah! Mi viene da ridere se penso alle religioni di qualsiasi genere! Ma che religioni. La Religione non c’entra niente con le ingiustizie legalizzate da uomini senza cuore.. la vittima al posto del carnefice.. ma quale Karma, ma quale Religione? Ma fatemi il piacere..!

E andate tutti .. a fare qualcosa che vi piace molto di più! a quel paese!

smilingdog

Annunci