Fra i ricordi e la pioggia..

Mi sveglio ancora assonnatissima tanto da dirmi, resta a dormire ancora un po’.. il tempo è tutto grigio là fuori ed il letto con le sue coperte calde invitano a rimanere fra le sue6g coltri calde.. ma poi un pochino e mi alzo, come tutte le mattine, noto l’ora, sono circa le 9.. guardo fuori .. piove.. ha piovuto questa notte e piove ancora, la pioggia tamburella là fuori con regolarità e delicatezza.. ma è freddo, oh! chè freddo questa mattina, sembra che anche i fiorellini lo sentano fra i loro petali bagnati ed arbusti.. anche Tito sembra sentire il freddo di questa mattina e se ne sta a casa rintanato a giocare fra i suoi saltelli allegro ed i suoi giochini di pezza sparsi qua e là per la casa.. La giornata giusta per scrivere mi dico.. mi piace questa giornata, con questi colori autunnali, e la pioggia che ancora tamburella sul selciato e sulle finestre, ed io chiusa in casa al riparo, protetta ed al caldo.. mi sento bene.. il caffè caldo sembra più buono, l’intimità che regala questi colori è unica, ed io e Timbuctu stiamo bene insieme, e lui continua a saltellare giocoso.. sorseggio il caffè e fumo la mia sigaretta mattutina.. penso alle parole per il mio post di oggi.. mentre scruto i colori del cielo, grigi e bianchi fra le nuvole cariche di pioggia.. ancora.. battente.. sì, è anche più freddo degli altri giorni, io mi preparo per il giorno, una spruzzata di profumo, e via.. fra le lettere della mia tastiera, una chiacchierata prima però con mio padre, un’occhiata all’oroscopo.. non si sa mai.. e poi un pensiero a questa sera.. con Hermano ci aspetta una bella Carbonara.. sì.. la bellezza di questa età è anche starsene a casa, al calduccio ed un piatto goloso chè ti aspetta.. una bontà al solo pensarci.. preparerò il tutto verso le 18, 18.30 del pomeriggio, verso le 19, 19.30 si mangerà.. come nei piccoli paesi o forse come una volta, mangeremo presto, gustandoci i bei bucatini alla Carbonara che ci aspettano questa sera.. per domani poi si vedrà..

Ricordo mia madre, ottima casalinga, anche lei pensava sempre al cibo da preparare, già di primo mattino mi ci svegliava, il mattino presto mentre mi portava il caffè a letto per svegliarmi, oh se ero viziata da lei, ora che ci penso bene.. sì viziata, senza caffè a letto non aprivo occhio, e mentre mi portava il caffè, mi sussurrava ogni mattina dolcissima all’orecchio: “Vanna, cosa vuoi che mamma ti prepara oggi per pranzo? Io non sapevo mai cosa risponderle ero appena sveglia.. senza parole ed ancora assonnata.. “Cosa dici, continuava.. Cosa preparo oggi per pranzo? Cosa vuoi? Un bel risottino..eh? e come? Un bel risottino ai funghi? oppure lo vuoi alle fragole?, o magari al cavolo?” Beh! Se ripenso a come faceva i risotti mia madre.. Santo Cielo chè bontà, e che languorino già di primo mattino.. chè bei risotti.. poi quello al cavolo era decisamente la sua ultima ricetta, la più buona, la più golosa e come le presentava a tavola tutte le sue stupende pietanze! con quale eleganza e classe.. l’Arte culinaria era una delle sue virtù, una delle sue Arti migliori, era un’ottima cuoca.. accidenti se mi manca..

Già.. il suo risotto al cavolo.. una delizia..

Insomma sono ricordi che fanno bene al cuore, riscaldandolo nei giorni freddi, e che restano intatti nel tempo.. il risotto come lo faceva lei non l’ho più trovato da nessuna parte.. era brava ed anche molto simpatica.. la mia mamma.. chè mi manca tanto insieme ai suoi preziosi consigli, era unica nel darmene.. ma la Vita è così.. ed ora che ho una certa età, mi trovo ad apprezzare tante piccole e grandi cose chè quando ero più giovane non notavo né apprezzavo.. La bellezza di questa età è la sua intimità, il suo calore.. mi piace essere di una certa età e se ci penso bene.. non vedevo l’ora di arrivare a questa età.. all’età dei ricordi.. chè assomiglia tantissimo a me.. al mio carattere.. ed a questa stagione, l’Autunno, sì l’età dei ricordi, con i suoi acciacchi, antipatici è vero, ma è un’età dolce se la vedi con l’Amore, con una comprensione maggiore verso te stessa, con più riguardo nei tuoi confronti e la tua Vita.. E’ dolce poesia, se ci penso, e dolci colori tenui delicati e teneri insieme.. l’età dei bei ricordi che all’improvviso riaffiorano.. dolci ed ancora intatti nel tempo, oh! quale stupore e meraviglia.. soprattutto nel raccoglimento dei giorni di pioggia..

Mi piace questa età calda.. intima.. solitaria, forse sì, ma può avere le sue bellezze, la sua saggezza, il suo calore, il suo fascino.. chè sin da bambina amavo, è vero, sarà chè ho amato moltissimo mia nonna Fernanda, e le sue dolcissime parole con me, chè già allora pensavo, sognavo nella mia fantasia bambina chè sarebbe stato bellissimo essere proprio come lei.. un mio punto di riferimento immenso mia nonna, di Vita.. Un esempio da imitare e proprio magari alla sua età.. mi manca anche lei moltissimo!.. sì.. è parte protagonista ed integrante del mio repertorio ricco di ricordi colorati al miele.. colorati e che hanno il sapore di antico.. chè belli che sono.. preziosi, e raccolti in uno scrigno segreto che è il mio cuore..

Oggi è proprio una giornata di Autunno.. la pioggia non smette di scendere dal Cielo, i piccioncini, i gabbiani ed altri uccellini volano veloci per il Cielo.. sembrano volersi riparare dal vento e dall’acqua anch’essi.. ed anche Timbuctu oggi sembra volersene stare al caldo della casa.. ci sta attento al freddo, è giudizioso, non vuole prendere freddo, ed infatti, mentre io ero là fuori nel mio terrazzino a guardare cadere la pioggia, come in una sorta di meditazione, Timbutcu ha fatto una breve visita al terrazzino ed è subito rientrato in casa.. oh! come è intelligente il mio Tito! Sorrido ora.. la luce è tenue questa mattina per casa.. mi piacciono i colori che si vedono là fuori dalle finestre chè danno sul mare, un mare dalle onde grosse che s’infrange sugli scogli rumoroso.. come il vento.. forte e rumoroso anch’esso..

Prendo una pausa e mi accendo una sigaretta.. Forse, ho letto in un libro interessante tanti anni fa, forse ogni essere umano assomiglia ad una stagione della Vita, ha la sua stagione e le sue caratteristiche, le sue peculiarità, questa stagione della mia Vita mi piace ogni giorno di più, il caldo delle coperte, il riposo del mio corpo, i suoi colori, la sua atmosfera e la gioia delle piccole cose quotidiane, le piccole gioie, sì, un mondo antico forse, ed io forse sono antica sin da bambina, una bambina “vecchietta” come mi chiamava dolcemente mia madre: “La mia vecchiettina” premurosamente, io ero già allora, ai suoi occhi attenti, una “vecchiettina”, con la voglia di vivere certamente chè non mi è mai mancata, ma giudiziosa.. e sì.. “vecchietta”.. e questa teoria è molto probabile.. Mi ci riconosco appieno..

Ora penso a questa sera, con gioia.. chè mi si prospetta una serata allegra e golosa di Carbonara chè mi piace e che mi riscalda e mi viene proprio bene, forse è uno dei miei piatti “forti”.. sono già di buon umore.. bè che aggiungere, forse mi accontento di poco.. ma chi si accontenta e gli si prospetta una serata di goloserie.. non è poca cosa..

Non sono certo ancora anziana del tutto.. no.. ma mi appropinquo a questa età e ne intravedo e assaporo già le sue bellezze..

smilingdog

 

 

Giorni sì e giorni.. no..

Mi alzo dal terrazzino soddisfatta e completamente rilassata, è primo mattino, sono le 9.33.. dopo un bel caffè con marmellatina dolce dentro.. Un respiro sul terrazzino mi fa proprio bene.. ed il Cielo è così limpido da poter sognare.. e specchiarvicisi.. alcuni piccioncini volano in alto.. romantici e liberi.. fra il vento ed il Cielo.. sono belli.. amo i piccioncini.. il loro modo di essere romantici.. oh! sì.. ricordi ormai lontani di Amori e di lettere d’Amore.. sogno.. forse ancora non mi sono svegliata bene.. ma sì, mi dico, sono sveglia ed anche di buon umore, l’arietta fresca che si respira è così buona da farmi sognare ad occhi aperti ed anche cantare di primo mattino.. i treni transitano lenti.. le auto scivolano come le onde sulla riva.. chè ondeggiano calme.. un vento le rincorre.. ed il cielo è completamente celeste.. i fiorellini sbocciano ancora.. sbocciano e sono tanti.. le mie piantine sono rigogliose, ricche e floride.. color rosa fucsia e sono bellissime ed illuminano la casa insieme ai raggi solari, oggi freddi.. Questa mattina il clima è freddo ormai.. sul mio terrazzino fumavo la mia sigaretta serena guardando il cielo ed in cerca di parole per il mio blog, poi mi sono fermata e detta: “Vanna, rilassati.. adesso.. le parole arriveranno da sole, prendi aria per te, non esiste solo il blog, le tue parole e quello che scrivi, non è poi così importante.. l’importante sei tu! E tutto quello che ti circonda.. tutto! così mi rilasso di più, respiro, Timbuctu è lì sul terrazzino vicino a me seduto a respirare la stessa arietta bellissima di questa mattina e a guardare il Cielo limpido ed il giardino di fronte a noi con le sue piante splendide e fiori sempre più belli.. il giorno è iniziato così..

Le mie gambe mi fanno meno male, ho fatto esercizi per i loro muscoli indolenziti, ho fatto sempre una vita sedentaria del resto, molto sedentaria, prima con le automobili sempre a disposizione, poi per anni seduta di fronte ad un pc, fra lavori vari, e poi seduta sempre di fronte ad un pc per ascoltare le canzoni da youtube e guardare curiosa, estasiata e divertitissima i suoi video, divertendomi proprio tanto.. stando anche sul socialnetwork Facebook sin dal 2008, chè mi divertiva tantissimo, ne ero entusiasta! proprio come una bambina che gioca con un nuovo gioco! Ricordo, la mattina ero sempre di ottimo umore! ed inserivo regolarmente le mie canzoni adorate fino a sera, come facevo del resto a 15 anni, quando ero una giovane d.j. e mi divertivo anche allora, moltissimo fra la musica, le dediche a richiesta e dischi a volontà.. una gioia per me.. quale divertimento.. e così era Facebook, conoscere nuove persone, nuove culture, per anni interi sono stata sempre lì con gli occhi puntati sui video musicali, chè belli che sono, fra notifiche e click ed emozioni.. sì, un bel gioco che ha preso tanto mio tempo.. e mi viene da sorridere ora che ci penso.. In questo periodo mi diletto di più qui.. sul mio blog smilingdog ma l’entusiasmo è lo stesso, identico, come una ragazzina chè si vuole divertire scrivendo e che non si stanca del suo gioco.. E va bene.. mi accendo una sigaretta.. La luce del giorno illumina tutto il soggiorno, tutta la stanza e la casa intera.. Chè bella giornata di sole anche oggi.. se ci penso è stato proprio un Novembre clemente per quanto riguarda il clima, senza i suoi giorni grigi e nebulosi, fitti di ombre malinconia e piogge, ma un Novembre sempre soleggiato chè mi ha messo quasi sempre di buon umore, non è stato un mese triste.. come sempre si vuole che sia.. ma un mese con raggi di sole quotidiani chè mi hanno elettrizzato, ricchi di linfa ed ossigeno azzurro da respirare.. con una temperatura mite..

Ma io non sono una meteorologa, piuttosto una meteoropatica, chè va con il tempo e le sue stagioni ed i suoi colori.. Oggi mi sono svegliata bene, senza alcun problema.. io e Timbuctu insieme ci siamo alzati arzilli e pimpanti, io a prendermi subito un bel caffè, nel soggiorno dove tutto faccio, seduta nel mio tavolo da lavoro, ogni tanto ci scrivo anche, il mio tavolo bello, robusto e rotondo, in noce, un tavolo che mi ha regalato mio padre dolcissimo.. Eh sì, la mia casa mi piace tanto.. lo ripeto sempre è il mio rifugio, la mia tana, dove c’è anche tanta luce e la cosa è importante per chi come me soffre di Depressione.. e non solo, la luce fa bene a tutti.. la mia casa è colorata e semplice allo stesso tempo.. ma è alla portata di tutti, comoda e bella.. Timbuctu sembra starci proprio bene e la casa ormai è divenuta sua.. io e Tito dormiamo anche nello stesso letto, grande e comodo.. insomma oggi vedo tutto “rosa”.. Mah..!

Prendo una pausa.. respiro, e provo ad accendermi una sigaretta.. provo a fermare le mie dita chè arzille, non si stancano di tippettare sulla tastiera.. sono in gran forma.. anche loro..

Una vita isolata hai suoi bellissimi momenti.. tutti per me, soprattutto se ti sei messa in testa di non farti più prevaricare dagli altri.. no! Me lo sono imposta, vuoi che vuoi che sia la strada giusta per ritrovare me stessa, la mia Vita, i miei ritmi e la mia gioia di vivere? Chè troppe lamentele ho sorbito nella mia pelle, nelle mie orecchie chè arrivano dritte al cuore, ora mi godo, come si dice, questi giorni solitari sì, ma in compagnia di me stessa, dei miei ritmi, dei miei preziosi respiri, dei miei spazi e pensieri, del mio silenzio, ed era anche ora, sì, lo posso, lo devo dire.. era anche ora.. e la mia porta è chiusa, ora, è chiusa per difendere la mia Vita e me stessa, e scrivo qui.. libera di scrivere e di comunicare qui.. e a volte solo con Hermano, il quale è sempre presente nella mia Vita, mi aiuta tantissimo, buono, disponibile, delicato, non pesante come presenza, ma chè mi aiuta nel vivere quotidiano, che ne ho tanto bisogno.. ma le ore che sono per conto mio e quando le valorizzo, sono preziose come oro come oro.. e dovrebbero insegnare a tutti a stare un po’ da soli, fortifica forse, educa a darsi un valore, e non a dipendere soltanto dagli altri, e dalle loro, a volte, vacue e inutili parole, chè a volte, senza neppure saperlo, feriscono a morte con parole fuori luogo, espressioni del viso inappropriate, ed ignoranza, tanta ignoranza.. Il silenzio è oro, e forse solo ora lo apprezzo davvero..

Sorrido.. forse dico sempre le stesse cose.. spero di no.. ogni giorno è differente.. come i colori del cielo.. oggi.. color celeste chiaro..

Ho scritto tutto anche oggi..

Apprezzo oggi la mia vita.. oh! Come cambiano i miei pensieri da un giorno all’altro.. il mattino sono così soddisfatta dei preziosi momenti d’oro che vivo.. poi la sera.. divento spesse volte molto più ombrosa.. mah.. chè posso farci… qualche cosa farò.. ma, penso, ognuno ha vite differenti, ed anche caratteristiche diverse.. non si può piacere a tutti.. ma neppure a nessuno! Quindi oggi sono anche ottimista e vedo la mia vita ricca di esperienze, che mi hanno educato.. ad essere comunque forte.. anche se fragilissima nei nervi e nella sfera emotiva.. ma forte, quando ce n’è bisogno.. ed oggi.. è uno splendido giorno di sole appena iniziato.. Va bene.. va bene.. direbbe Vasco.. va bene.. così..

smilingdog

 

 

Fiorellini nuovi..

E’ pomeriggio, sono le 16.33 ed ora provo a scrivere un post qui su smilingdog. Ho riposato un po’.. dormicchiato leggermente, quando Hermano verso le 15.30 arriva a casa mia, mi sveglio e Timbuctu si alza dal letto anche lui e corre felice per fargli le feste proprio come farebbe un cagnolino. Timbuctu ama tantissimo Hermano e lo coccola.. io nel frattempo mi alzo e preparo un caffè.. il caffè del pomeriggio.. mi preparo per il post di oggi e sorseggio il caffè nel soggiorno osservando il cielo ed i suoi colori.. è quasi il tramonto.. le luci soffuse per casa e le nuvole sono allungate e bianche in un cielo limpido e rosa.. rosa all’orizzonte.. Un tramonto meraviglioso.. ora sto qui di fronte al pc con una sigaretta in bocca a cercare parole e virgole, e pensieri per il mio blog..

Accendo la sigaretta e sono abbastanza serena.. respiro, il cielo è ancora pieno di luce.. il tramonto è lento.. e a casa si sta bene, è calda.. c’è sempre pace quando Hermano è qui.. e tutto intorno tace tranne le onde del mare che sembrano rincorrersi inseguendo il vento.. Una giornata di sole e di freddo, di aria fredda ma frizzante.. ho respirato, seduta nel mio terrazzino, aria pura e respirato anche sogni magnifici questa mattina, nel mio terrazzino,divenuto ormai mia zona segreta, dove si riposano i miei pensieri e dove mi astraggo, immersa nella bellezza della Natura, un’oasi tutta mia.. un’altra isoletta che mi sono creata dove potermi rifugiare, con i miei pensieri e respiri, e poter osservare anche una foglia cadente danzare un ritmo invisibile corteggiata dal Vento.. è poesia e candore chè solo la Natura sa dare.. e si rimane senza tempo con uno stupore intatto nel tempo a mirare il tutto.. respirando l’aria chè oggi mi ha inebriato.. e guardando i raggi del sole chè illuminavano tutto, e le nuvole amiche e grandi di tutte le forme immerse fra i raggi solari.. un immensità chè mi ha fatto sentire questa mattina parte di un Tutto, immersa anch’io nella bellezza dell’Universo.. senza la sensazione che ho spesso, di sentirmi fuoriluogo e sbagliata, no, ma con una sensazione di appartenza anch’io al Creato chè abbraccia tutto e tutti.. consolandomi e avvolgendomi completamente, me come tutte le creature viventi, dandomi spazio vitale e respiro, e donandomi un momento importante di grande felicità.. Oh! la bellezza della Natura chè non giudica nessuno.. ma anzi allevia i cuori afflitti con i suoi colori, ispira i poeti, protegge gli innamorati, gli innamorati della Vita stessa.. ed oggi mi sento al posto mio, dove sarei sempre dovuta essere, non sbagliata, ma appunto me stessa così.. come sono.. Una rara e bellissima sensazione di Accettazione e di Amore.. un Amore diverso e più grande..

Anche oggi ho poche parole per il post.. m’infilo gli occhialini, vestita carina.. ma da casa e calda, mi avvicino al computer che questa mattina faceva le bizze, i capricci, ed eccomi a scrivere nel pomeriggio con una luce ed energia differenti chè al mattino.. ed essendo meteropatica cambio umore con le luci e le ombre.. del sole.. e delle stagioni.. e delle ore.. Respiro e sospiro.. Un amore lontano questa mattina è riaffiorato nel mio cuore.. chè sembra non voler dimenticare.. oh! cuore malconcio e malinconico.. quante volte hai sperato.. e sognato un’Amore sincero? un’Amore dorato.. e questa mattina è riaffiorato un bell’Amore ormai lontano.. ma il cuore sembra non conoscere, sembra non sapere niente.. e così si ritrova all’improvviso a sperare ancora in una sola parola.. una parola ancora..

Già.. romantica e irrequieta allo stesso tempo.. ancora, come quando ero molto più giovane, una ragazza.. il cuore sembra non avere età, a volte, e delle volte neppure io sembro averne, quando parlo così.. quando mi connetto con i miei sentimenti.. con i miei ricordi più belli.. chè ho avuto e che ho..

Accendo ora una sigaretta..

Il cielo si è oscurato.. ora è più scuro.. è proprio tramonto prima che scenda la sera, i lampioni sono accesi ed il colore del mare è azzurro scuro come i colori del Cielo.. La sera mi piace scrivere, come di notte.. e tante volte ho scritto durante la notte o di primissimo mattino appena prima o appena dopo l’Aurora.. sì proprio vita da Artista ho condotto per lungo tempo, seguendo le mie regole irregolari per questi tempi e società, una vita scompigliata direi, chè quando ci ripenso probabilmente non rifarei.. Non sono così contenta e soddisfatta della vita che ho condotto, delle scelte che più o meno ho fatto durante la mia Vita, una Vita decisamente sbagliata.. sì.. chè mi sono ammalata così presto.. e questo proprio non me lo so perdonare.. è un rammarico che porto nell’Anima e dentro di me.. un dolore, una fitta al cuore essermi abbandonata al dolore senza saper reagire diversamente chè impazzire.. ho saputo solo impazzire nella mia vita mi dico delle volte, sono molto dura con me stessa.. e lo sono stata anche quando mi sono ammalata.. ci sono momenti e giorni chè non mi piaccio affatto.. il dolore della malattia è troppo grande per me e per chi mi è stato vicino.. chè poi si è allontanato da me.. la mia è una patologia chè allontana tutti.. solo Hermano è rimasto vicino a me con la sua bella pazienza e bella persona.. insomma mi resta poco da essere contenta.. e questo non è certo un bel bilancio.. non mi piaccio.. ci sono giorni nei quali proprio non mi piaccio affatto e mi sento un errore totale e divento dura con me stessa nonostante tutto.. sono molto dura con me stessa, mi dò poche chance di riabilitazione a me stessa e sono e divento severissima e non mi perdono praticamente nulla.. come sembrerebbe non me lo perdonano chi ho avuto vicino prima della mia malattia.. sono tutti volatilizzati.. e questo mi addolora.. isolandomi maggiormente.. ma ormai è acqua veramente passata da tanto tempo.. già.. i soliti pensieri ed i soliti rammarichi che m’appartengono e m’avviliscono.. e poi neppure se ne vanno.. pensieri stanchi..

Comunque cambiamo argomento chè è meglio ed è un dolce argomento.. due fiorellini nuovi sono sbocciati questa mattina dal mio piccolo ma fedele vivaio, da un ciclamino piccolissimo ma che resiste al tempo, alle sue intemperie, al freddo ed al vento.. un ciclamino piccolo piccolo che mi Ama tanto! e da tanto tempo ormai, che sembra resistere grazie proprio al suo amore per me.. ed oggi ha fiorito.. oh! che belli che sono i suoi due fiorellini bianchi piccoli, piccoli.. piccolissimi.. E di questo vado orgogliosa..

smilingdog

Un bel giorno di Autunno..

Sono ispirata, non so cosa verrà fuori, ma oggi, con la giornata di pioggerellina, foschia e nebbiolina, le piantine chè si agitano ad un lieve vento, un giorno che mi piace.. un giorno adatto a starsene in casa e scrivere.. sono le 9.30 di un mattino di Novembre.. i colori dell’Autunno oggi sono delicatissimi, stupendi.. amo da sempre l’Autunno la sua atmosfera così particolare, intima e romantica.. sì proprio romantica.. mi siedo fuori nel mio terrazzino, fumo una sigaretta al vento.. i gabbiani volano alti, il cielo è coperto, i fiori sono bagnati, fumo e ripenso ai tempi passati.. una lieve nostalgia.. certo.. ma piacevole.. chè ho vissuto.. tempi gradevoli, romantici, sognati.. e ricordati nel fondo del cuore per sempre.. adagiati lì, nel fondo, nascosti, quasi segreti, ormai, e riposti in un nascondiglio dorato e blu.. una laguna dorata dove quando mi trovo a rifugiarmi sto così bene.. protetta da questo luogo sacro della mia memoria, chè non va via.. per fortuna, se ne sta lì come una laguna appunto.. un posto meraviglioso.. della mia Vita.. del mio passato, quando sognavo a colori.. e dipingevo il mio cuore di speranza e amore..

Un posto chè nessuno mi può portare via, nessuno.. è mio.. ed è stupendo immervigisi.. pieno di poesia.. di acqua limpida e blù, circondata d’oro.. ricordi che non vanno via.. nel tempo.. anzi.. con il tempo riaffiorano dolci.. forse è questa la bellezza di ogni età… e questo luogo dorato e segreto è qui a consolarmi, come la pioggia di questa mattina..

E mentre scrivo mi giro alla mia sinistra verso il terrazzino e la sua cucina, e noto Timbuctu che mangia goloso, è proprio un gran mangione, sta ancora crescendo ed è divenuto un gattone proprio grande e bello, stupendo! E’ goloso.. sorrido… anche la casa assume i colori dell’Autunno, forse stagione dei ricordi.. meravigliosi..

Non sono triste.. anzi.. mi sento viva..

Il caffè era buonissimo anche questa mattina..

Mi vesto da casa, semplice ma calda, mi sono svegliata di malumore, un sonno interrotto ogni tanto mi svegliavo.. e poi mi riaddormentavo.. guardando le finestre chè era ancora buio.. oh la notte quanto è lunga a volte.. poi mi ricordo che è domenica me la prendo più comoda.. cerco di imitare gli altri esseri umani.. provo a rilassarmi sul cuscino ancora un po’.. e poi mi alzo, insieme a Timbuctu.. ci alziamo, lui saltella davanti a me.. ed il giorno ha inizio..

Questa pioggia notturna e di questa mattina rinfranca tutto, la Natura, la terra e lo spirito mio.. si alleggerisce..

Oggi scrivo meno.. forse.. forse ho già scritto tutto oggi.. i ricordi.. i colori belli dell’Autunno, rischio solo di ripetermi.. la sigaretta fuma quieta e silenziosa.. il mare fra gli scogli sembra essere calmo, le sue onde si rincorrono con regolarità.. una regolarità che placa l’Anima.. Il Cielo è tutto bianco come le ali dei gabbiani.. chè volano alti lassù..

E’ bella la mia Città di mare se ci penso, non c’è posto altrove dove desidererei vivere, da sempre, ogni viaggio che ho fatto, e ne ho fatti tantissimi, la bellezza del viaggio, era per me poi tornarmene a casa, fra le mie lenzuola, nel mio letto caldo e sicuro, oh! non sono mai stata una vera viaggiatrice, i viaggi però mi sono piaciuti.. ma oggi.. non ho voglia di raccontarne nemmeno uno.. oggi il mio viaggio ormai è del tutto interiore, fra me e me, come quasi un eremita a contatto con me stessa, chè ne ho bisogno, una necessità di trovare i miei pensieri, la mia Vita, me stessa e tutto quello che riguarda la mia mente, oscurata, ma viva, presente, che c’è, ci sono giorni nei quali io sono completamente distratta e assente, ma oggi ci sono, decisamente sono io, con un carattere sin dall’infanzia con i colori dell’Autunno, un carattere nostalgico e crepuscolare già allora, un carattere chè tende alla nostalgia dei tempi passati, dei ricordi, della malinconia.. ho bisogno di stare con me stessa.. troppo tempo ho dedicato agli altri dimenticandomi di me.. delle mie esigenze di pensatrice, di sognatrice, di osservatrice degli eventi della Natura, della Vita stessa e dell’Essere Umano, ed ho bisogno del mio Silenzio di cui sento proprio la necessità, insomma in questo periodo anche sto crescendo e rivalutandomi come persona.. riequilibrandomi, ritrovando la mia natura interiore, chè sogna e ricorda.. ancora.. ancora.. viva..

Non mi sento in colpa se in questo periodo me ne sto isolata.. no.. non più.. e non do’ la colpa neppure a nessuno se qualcuno se ne è approfittato forse un po’ troppo di me, e del mio ascolto e della mia disponibilità.. sono io chè mi sono dimenticata di me stessa.. e delle mie esigenze vitali..

Se non esisto io.. non esistono neppure gli altri.. con le loro esigenze umane.. e così mi rimbocco le maniche e penso giustamente a me.. ai miei valori quasi dimenticati nel corso di questi anni.. e ricordo me stessa.. che già da bambina camminavo nel sentiero di questa Vita così misteriosa e semplice e bella al contempo.. già.. camminavo e pensavo nel mio piccolo cuore.. pensavo a tante cose.. già.. ed ora sospiro… ed è trascorso tanto tempo da quando ero una bambina giudiziosa e pensatrice e piena di entusiasmi allo stesso tempo.. entusiasmo nel conoscere nuovi amici, nuove amicizie, nel far conoscere i miei amici ad altri amici appena arrivati.. mi è sempre piaciuta la condivisione, la fratellanza fra amici senza dividere mai nessuno, ma difficilmente sono stata compresa e capita.. anzi.. ed il tempo ha indurito i cuori.. ed il mio non ne è stato esente dalla durezza del cuore chè la Vita un giorno anche un giorno qualsiasi ti dà, e ti ritrovi a non provare più niente chè insoddisfazione fra la gente e te stesso, oggi il mio cuore è più aperto, mi sono ricordata della mia natura, il mio cuore non ha perduto la sua sfida che la Vita un giorno gli ha dato, di rimanere vivo.. ed è ancora vivo.. un cuore chè pensa e che batte.. il mio cuore sogna ancora e ricorda i bei momenti che ha vissuto.. un tempo forse già lontano, ma presenti nell’Anima, ancorati al corpo e spirito e memoria chè non vanno via.. la mia isola perfetta.. dove i miei sogni.. arrivano a gioire..

smilingdog

 

 

Io e i miei pensieri..

Mi sveglio che sono proprio io.. lucida dopo un bel sogno anche.. chè i sogni nella notte sono importanti.. mi sveglio che sono proprio io.. mi fumo una sigaretta fra i miei pensieri.. e insomma penso non è mai facile.. fra me e me e bisogna pure che accetto la mia Vita ed il mio modo di essere, è difficile per tutti Vanna! E’ difficile per tutti e bisogna che sei un po’ meno fragile e più forte.. e poi.. mi alzo.. il caffè, un ombra di allegria, il momento del caffè è prezioso per me, come se avessi tutto il giorno e una vita davanti, il caffè quanto mi piace questo momento.. chè me lo godo tutto.. mi preparo poi, mi vesto, semplice, come sempre, del resto, vado sul terrazzino a fumarmi una sigaretta nel silenzio del mattino, mi sento bene lì, il giardino dei miei vicini di casa è davvero ogni giorno più curato più bello, i suoi fiori e piante sono rigogliosi, e floridi! E penso alle mie piantine lì sul davanzale del soggiorno nelle mie due finestre, oh che belle che sono anch’esse danno un senso di femminilità alla casa, di cura, e di Amore, di Vita, rosa fucsia, sono floride anch’esse, e mentre fumo nel terrazzino, sono serena, senza pensiero alcuno, respiro l’aria fresca e mi guardo attorno curiosamente, guardo le case intorno a me, gli spazi aperti del Cielo con le sue nuvole, i colori dei panni stesi al vento, fumo senza alcun pensiero riguardante me.. mi distraggo volentieri, come sospesa, immersa nella Natura chè mi sembra sempre benigna con me.. già l’amore mio per gli animalini, i gattini, i cani, ogni tipo di animale, l’amore per il Verde, per gli alberi ed i fiori, oh! che delizia il loro profumo, noto una pianta di rose rosse, sono tante e curatissime nel giardino del mio vicino, sì, ci tengono i miei vicini.. di nazionalità differente da me, sì, io vivo da anni ormai in una zona dove siamo tutti insieme, e mi piace questa multirazzialità, c’è rispetto, sicuramente, almeno qui.. rientro in casa, ripenso mentre sorseggio il caffè ripenso ad una mia dolcissima psichiatra bellissima fra le altre cose, davvero bella! sempre sorridente, e di una bravura chè in tutti questi miei anni non ho trovato altrove, ora mi sta seguendo suo marito, bravo anch’esso, molto giovani tutti e due, pieni di intelligenza, preparazione, moderni nelle tecniche di terapia, e appunto ripensavo a lei, ed un  tocco di sana gioia mi è venuto nel cuore, sì, ricordo quando era lei a seguirmi mi trovavo così bene.. era una gioia parlare con lei, lei si metteva al nostro servizio, umile e gioiosa e pronta all’ascolto, non si è mai data arie è troppo intelligente, ed anzi con cura lavorava con noi pazienti.. mi manca ora.. che aspetta una bella bambina! Oh! Ripensarci anche ora ci vogliamo molto bene.. io la rispetto tantissimo e lei ha sempre rispettato me.. i miei tempi.. i miei assurdi pensieri delle volte.. le mie alzate di testa.. lei mi ha sempre reso partecipe della sua vita! oh, che bellissima donna chè bella persona ed ogni volta che lo ricordo al mio odierno psichiatra che mi sta seguendo, lui mi risponde simpaticamente: “Eh Vanna, io me la sono sposata!”… ed io rido puntualmente.. con il mio psichiatra che è molto giovane, ma preparato, ci diamo del tu e la cosa mi piace moltissimo, andiamo a fumarci sigarette al bar, e qualche volta, abbiamo parlato fuori al bar, all’aperto, ho molta fiducia in lui, non lo tradirei mai, mi piace tanto anche lui.. insomma una bellissima coppia, una bellissima famiglia che aiuta tutti noi malati di dolore.. direi, malati di dolore..

Mi accendo adesso una sigaretta.. scrivere mi fa bene.. e sono anche oggi qui.. di fronte alla mia tastiera, a parlare della mia vita, e delle mie esperienze, mi fa bene, mi riavvolge il cervello, è un punto di riferimento per me scrivere qua, nel blog, insomma lo ripeto mille volte, scrivere è davvero terapeutico, e fra le altre cose, può dare anche soddisfazione, tirar fuori le parole, ad una persona chiusa.. o che bello! che bella invenzione la scrittura, anche per persone molto sole.. che soffrono di una solitudine che pesa a tutti.. nessuno è esente dalla sofferenza della solitudine.. e la solitudine si presenta in diverse maniere.. ma resta sempre, come una equazione matematica, lo stesso risultato.. una grande sofferenza.. ed io ci soffro da quasi quando ero una bambina piccola.. già la solitudine.. che malinconia.. oggi però è sabato, non posso tediare il lettore con le mie sensazioni e vicissitudini della mia vita, in solitaria, incompresa ed anche forse molto probabilmente sbagliata.. mah, sospiro, oggi non sono un allegrona, no.. mentre Tito gioca e saltella e mi fa una grandissima bellissima compagnia, e chiacchierando il suo miagolese a volte lo sento chiamarmi proprio “mamma!” oh! che delicatezza d’animo che ha questo mio gattino, quanto è buono nell’animo! ed io .. oggi vado avanti nella scrittura, non mi fermo.. e mi accendo un’altra sigaretta.. e prendo una breve pausa.. Ripenso alla serata di ieri sera, ieri sera sono uscita con mio padre e siamo andati a mangiare in un ristorante cinese proprio meraviglioso, dove c’era di tutto, dal suschi che non mangio perchè è molto pericoloso mangiarlo per la salute, ma c’era tanto fritto chè piace a me, ed era un locale molto elegante, dove ognuno si serve da sé.. particolare e bello, io mi sono servita un paio di piatti di fritto di tutti i tipi, soprattutto gamberetti, chè io adoro, incluse patate arrosto deliziose.. mozzarelline fritte, insomma un Paradiso! soprattutto ho pensato per i bambini golosi! di tutte quelle leccornie! Poi un paio di dolcetti da favola, e siamo rientrati a casa, io e mio padre era tanto tempo che non ci vedevamo, ci sentiamo tutti i giorni al telefono chiacchieriamo, e ridiamo insieme, ma vedersi ci vediamo poco, io vivo distante da lui un po’, e soprattutto tendo a chiudermi.. così esco poco e poco lo vado a trovare, causa la patologia che ho da 24 anni.. ma non mi posso sempre ripetere.. devo devo cambiare argomento.. e mi viene subito da sorridere di me stessa, delle mie parole, scrivere mi allontana per un momento dai miei pensieri obliqui, oscuri, paranoici, insomma mi allevia lo spirito.. abbiate pazienza.. chi passa e legge qui.. smilingdog è un diario di bordo chè resiste nel tempo, finchè io posso scrivere e parlare.. e non tutti i giorni sono uguali, ci sono giornate nelle quali io sono leggermente più di buon umore, altre durante le quali faccio i conti con me e la mia Vita, i miei bilanci e soprattutto errori, dei quali non mi perdono, scarnifico la mia coscienza, cattolica cristiana e non porta nulla, non mi sento alleviata e neanche una buona cristiana, troppo dolore nella mia vita, sin da quando ero così giovane.. e forse appunto una conseguenza.. troppi errori, troppe porte chiuse in faccia, che mi hanno fatto diventare anche arrogante a volte con il tempo, per difesa.. solo per difendermi, insomma ci sono momenti chè mi sento al vento, ho bisogno come tutti di punti di riferimento, e me ne sto in casa fra le mie mura colorate a mia misura, per difendermi dalle intemperie della Vita alle quali non sono stata abile a vivere, ogni volta non riesco a reagire agli eventi della Vita, e scoppio e fragile.. i miei nervi mollano.. insomma la Vita di un bipolare.. o non so quale classificazione darmi non è facile per niente.. per niente.. ed allora vivo di momenti, di piccole gioie che mi costruisco, e questo però lo faccio sin da bambina.. sin dal primo dolore infantile.. che ho ancora nell’Anima mia, vivo, ancora, chè brucia tanto e sparisco e invisibile al mondo, mi rifugio nella mia fantasia astrattissima, assurda, e lontana ed anche musicale però.. la quale musica mi fa sentire a mio agio… sì, decisamente a mio agio insieme a lei.. il sogno, la poesia di una nota musicale chè fa volare in alto.. distante dal mondo.. ma così vicino al tuo sentire.. al “tuo” mondo, che ti sei creato sin da bimbo e nel tempo..

smilingdog

 

Nebbiolina rosa..

E’ la quarta volta che comincio il post di oggi.. ma non demordo, spengo il pc e lo riavvio.. come ci insegnano a fare.. sembra sia tutto a posto ora, e così mi rimbocco le maniche e ricomincio.. mi sveglio pigramente verso le 7.35 più o meno sì, mi alzo insieme a Timbuctu, gli dò subito la pappa ed apro il suo terrazzino così lui va fuori a respirare aria fresca mattutina e l’odore dei suoi fiorellini.. c’è foschia oggi, classica foschia novembrina di Città di mare.. una foschia che dà sul rosa rosa confetto.. ma io non sono abbattuta oggi, anzi sono allegra e sorseggio il mio caffè cantando canzoncine.. e fumo tranquillamente la mia sigaretta.. nel silenzio delle prime ore mattutine.. oh! Che bello starsene in pace così.. non è da tutti i giorni, ormai, ma oggi sembra essere iniziato bene.. serenamente ed anche in allegria.. Ora sono qui.. fra le lettere del mio pc, la sigaretta fuma distrattamente.. ma fumo io.. ogni tanto ogni tante parole e virgole, fumo e penso alle parole successive, forse la mia scrittura è una scrittura diciamo impulsiva, veloce, non lo so, oppure ormai ha una certa età anch’essa come il mio blog ed è lenta e ripetitiva forse.. ma io le voglio bene ugualmente.. le sono affezionata da sempre, e non la mollo la mia scrittura ed il mio modo di essere qui.. la mia sostanziale base.. il mio essere viva.. già anche mangiare mi piace sì, lo ammetto, ma scrivere è molto più interessante.. per me, mi scava dentro e mi fa tanta compagnia, le mie parole mi fanno compagnia ed oggi, un bel saluto un bel Buongiorno di prima mattina, da Paola, un’amica di lettere, che ho conosciuto tramite smilingdog, mi ha fatto tanto piacere, mi ha anticipato il saluto mattutino prima di aspettare il mio post, un Buongiorno molto gradito in sintonia con la giornata di oggi! Devo dire che Paola scrive molto bene, ha argomenti interessanti e scritti con dovizia di parole, particolari e sintassi.. ed immagini molto carine, il suo spazio in rete è molto dolce ed interessante ed è anche, quando ci si mette, molto divertente! Appunto, e poi è una bella persona! Paola mi ha dato il là per leggere altri spazi in rete, bloggers come me, di tutte le età e ceti sociali, e devo dire che li ho trovati tutti davvero molto interessanti, mi stanno facendo molta compagnia i loro post ben scritti, curati, ed anche gli argomenti, i racconti stessi, sono all’altezza di grandi scrittori, trovo il blogger, chi scrive in rete molto coraggioso, molto intraprendente, come persona, perchè bisogna mettersi in contatto con il proprio mondo interiore ed esterno per scrivere ed il blog è un mezzo moderno per far esprimere tutti! Nessuno escluso! Lo trovo molto popolare e democratico! Giusto! Un mezzo giusto per far esprimere tutti coloro che lo desiderano..

Il mio blog smilingdog ormai ha tanti anni ma non lo mollo finchè posso e finchè parlo, mi piace questo spazio e lo amo moltissimo.. Forse è sorpassato di idee e contenuti.. forse sì, ed anche il modo di scrivere ormai è obsoleto, superato, non più piacevole, non so.. non saprei.. sono un’insicura e questo senza ombra di dubbio, ed ho sempre bisogno di essere spronata, quasi lusingata, ho sempre bisogno di essere incoraggiata! Ma forse questo proprio tutti gli artisti e forse tutti gli esseri umani un po’ sensibili hanno bisogno di certezze.. Ci sono però persone più sicure di se stesse ed altre molto meno, bè io faccio parte della seconda categoria, sono un’insicura nata! Ho bisogno ogni volta di incoraggiamenti, come se fosse il primo giorno che scrivo, per esempio. Il mio editore, colui che ha creduto nel mio essere e nel mio scrivere, colui che ha creato questo spazio web, questo blog, al quale io ho dato il titolo di smilingdog amava molto come e quello che scrivevo.. e noto in questo periodo, con grande mio piacere che altri bloggers sono bravissimi davvero a narrare la propria vita con dolcezza, ironia, bravura nello scrivere, altri sono bravi bloggers tramite la fotografia, altri scrivono recensioni di libri come fossero davvero dei professionisti.. e che bello leggerli ed essere in contatto con loro.. io forse arrivo un po’ in ritardo.. perché sono un po’ pigra e gli eventi della vita mi danno sempre poco tempo.. e sì anche la pigrizia di confrontarmi.. ma oggi come oggi li leggo i blog altrui con curiosità e piacere, sono davvero interessanti!

Intanto me ne sto qui.. sento lo scorrere delle automobili sotto casa.. io vivo in periferia.. ho scelto io questa casa e questa zona, il fascino della periferia l’ho subito sin da bambina, ero davvero piccola, la semplicità delle cose e delle case, sì, e già tanto tempo fa la mia casa mi sembrava meravigliosa, me ne sono innamorata immediatamente, i suoi colori, un rosa fucsia molto forte, e la sua posizione, lontana dal chiasso della Città, è molto artistica.. e la sua periferia è colorata di semplice e di vento sempre tutto l’anno.. e vivo di fronte al mare ma non lo vedo.. lo sento.. sento il suo profumo.. ed i treni che transitano anche di notte.. treni merci.. oh! che profumo che sento di poesia.. di un silenzio meraviglioso.. e con il tempo la casa si è riempita e colorata di oggetti che fanno parte ormai della casa stessa.. della sua storia e dei miei bei ricordi.. oggetti chiaramente colorati! Sì, amo la mia casa, e per questo amo viverci, una bicocca tutta mia alla quale sono legatissima, un mio spazio, dove poter essere me stessa, altrimenti riesco ormai davvero poco a stare a mio agio altrove, ho difficoltà relazionali, dovute credo proprio alla patologia, e forse ormai anche all’età ed al mio carattere chiuso, ed anche alla mia insicurezza.. e fragilità nel tempo.. ormai sono da tempo solitaria, anche se mi piacciono le persone, conoscerne di nuove, e mi piace la Vita stessa, essere viva, e ci sono giorni che ho ancora così tanto entusiasmo.. un’entusiasmo così giovane! che ho dentro di me.. una forma di amore per la vita.. che non vuole mollare.. non molla non demorde, ed ecco perché ancora scrivo qui.. il mio spazio.. e la mia isola.. ed io..

Uno spazio che sembra non avere tempo.. nonostante sia un diario.. uno spazio che mi fa sentire libera.. e me stessa.. senza ipocrisie di mezzo.. uno spazio vitale per chi come me è chiuso all’interno di se stesso.. ed ha un grande desiderio di esprimersi..

Ok! Anche oggi il post è terminato, forse ormai dico sempre le solite cose, come “una rimbambita” eh già.. e mi viene da sorridere, ecco la meta! Sorridere da dentro, un sorriso che risolleva anche da situazioni difficili.. sorrido da dentro.. il post è terminato.. e mi dispiace tanto.. vorrei scrivere ancora e ancora.. già.. le mani non sembrano stanche e neppure io.. sono solo le 10.18, il mattino è iniziato da poco.. ora ho scritto io, e poi leggerò altri blog! Ed anche commenterò.. che ogni commento gentile è gradito a chiunque! Anche ai più “orsi” fra gli scrittori, bloggers, artisti, il gradimento è sempre assai gradito..

smilingdog