L’Inverno all’improvviso..

Il Cielo è completamente bianco.. di pioggia e forse anche di neve.. il Cielo è completamente coperto da nuvole bianche.. una tela bianca ed invernale.. ha piovuto questa notte.. la terra è bagnata ancora di pioggia fresca.. forse fredda.. io che scrivo con una sigaretta in bocca con la fretta di parlare.. chissà.. con la fretta di scrivere.. già.. con la mente libera.. forse si scrive meglio? forse le parole hanno più spazio con una mente libera.. e quando sono qui di fronte al mio pc la mente improvvisamente si libera da tutti i pensieri che anche questa mattina mi sono venuti a trovare.. il caffè di fronte alle finestre colorate di neve.. perché il Cielo è completamente invernale.. le piantine devo dare loro l’acqua.. insomma ho un po’ da fare nella mia mente questa mattina.. stendo i miei panni al freddo! Piove.. ancora.. Sospiro.. sono lo ammetto leggermente ansiosa.. ma mi calmo.. qui di fronte al pc mi calmo decisamente.. mi placo.. fumo la mia sigaretta.. e mi metto a pensare un po’.. cercando.. una musica dal cuore.. e parole dalla mente.. un ritmo.. un’armonia.. La fretta come un’incantesimo se ne va.. mi fermo sulla tavolozza del pc.. mi fermo e comincio a riflettere.. se ancora ci riesco.. non so.. non lo so più.. io che mi credevo chissà chi.. un po’ di tempo fa.. ed invece eccomi qui.. con me stessa.. a scrivere sempre di me.. e soltanto di me.. chè gli altri ne sento la mancanza certo! certo che ne sento la mancanza ma la Vita è anche così.. nostalgia.. e pensieri che vengono e vanno.. come un’onda.. chè sbatte contro gli scogli incastrata.. sbatte e sbatte forte.. non riesce a liberarsi anche se cerca a tutti i costi di ritrovare.. libera e serena la sua strada, la sua meta.. il mare..

Stringo i denti.. eh sì faccio i conti con me stessa.. da una Vita.. e mi stanco ormai.. sì..

I treni passano ma non li sento..

Fuori c’è Vita.. assopita dal freddo.. silente..

Sono le 09.05 ho dormito quasi bene.. sospiro..

L’ansia di questa mattina è un po’ pesante.. si fa sentire.. come il Vento di ieri.. ed il freddo di oggi.. l’Inverno è arrivato improvviso e non ne ero preparata.. come sempre su tutto.. non sono preparata a niente.. mi dico oggi.. concludo oggi i miei pensieri così.. mi sento impreparata alla Vita.. ai suoi ribaltamenti improvvisi ai quali dovrei esserne ormai abituata da tanto tempo.. eppure.. mi sento in balìa degli eventi.. debole.. fragile.. mah.. mi dico semplicemente.. mi dico.. forse sarà anche l’età.. quello che percepisci intorno a te e dentro di te, Vanna! La mia Vita.. già.. mia madre chissà che ne penserebbe.. così severa.. e a volte dolce? mia madre dico.. la mia Vita.. e già i miei bilanci.. arrivano.. sono arrivati.. puntuali.. con più durezza.. e fragilità al contempo.. che stanchezza! Mio Dio! Che stanchezza che provo sia fisicamente, ormai, chè mentalmente, che spiritualmente, alla mia età.. già.. non è facile.. deglutisco amaramente.. Troppe psicoterapie senza dubbio! Questo senz’altro.. ormai penso in questa maniera.. usando un linguaggio da psicoterapia.. come se di fronte a me ci fosse un dottore a farmi domande e domande.. insomma.. oggi sono davvero inquieta.. e chissà se solo una canzone mi potrà calmare? non lo so.. il Vento agita chiunque questo lo so da quando ero una bambina, piccola piccola.. il Vento agita.. ed il mio cuore batte forte ancora..

Non so ancora quanto io sia vittima degli eventi della mia vita.. oppure artefice.. bel dubbio eh? studiare troppo fa male.. che mi è servito? Meglio la serenità decisamente di un cuore semplice davvero.. la semplicità e la serenità di una famiglia.. di una bella amicizia sulla quale poter contare.. e magari un’amica con la quale poter comunicare.. mentre io sono chiusa.. a riccio! Non parlo e se parlo poi.. chissà.. mah! faccio confusione.. la Follia perché è follìa! è una patologia invalidante, difficilissimo conviverci.. e dolorosissima! E poi penso a ieri sera, una birra, una pizza margherita con le acciughine ed un po’ di olive ascolane fritte mi hanno rimesso al mondo! Allegria in un secondo! Difficile da descrivere.. Sono andata a dormire sazia e contenta! Mah! non ci capisco un bel niente! Anche se a volte scendo a conclusioni affrettate e dolorose.. e penso di continuo alla mia patologia.. che come un cavallo pazzo non lascia tregua.. mamma mia che difficoltà tenerla a bada! Davvero! Sono sincera.. Non vorrei incutere pietà o paura, o tristezza o niente di chè.. è un mio problema.. chè altre persone hanno pure.. e la nostra vita non è facile per niente.. e da nessuno accettata tranne che da poche e rare persone.. io non l’accetto per esempio! Non so che fare.. scrivo per calmarmi, la verità! Scrivo perché mi piace, e fra le altre cose è importante scrivere per esempio, è terapeutico, per la serotonina chè è fondamentale per vivere! La ghiandola del piacere! Già! La serotonina! Noi ammalati di questa patologia dovremmo fare solo quello che ci piace! Ascoltare la musica.. la nostra! Leggere per esempio io! Insomma, mangiare cose buone ed essere coccolati, anche se poi delle volte diventiamo freddi all’improvviso, forse siamo come bambini piccoli, e mio Dio! mi chiedo.. come si fa ad inventare una patologia simile chè fa soffrire così tanto? Io sono venticinque anni esatti che soffro di Follia, e soffro come un cane.. deglutisco, ho perduto in un attimo la mia Vita.. di prima.. Ora non ho più rimpianti su come sarebbe potuta essere la mia Vita se non fosse accaduto quello che è successo! Ma continua ad essere una sofferenza fortissima, presente, che va a periodi, chè ti allontana con il tempo da tutto e da tutti.. una vita solitaria.. diversa.. molto difficile.. Dio mio! Come si fa? ad inventare una malattia così dolorosa? questa la domanda mia.. di oggi.. arrabbiata la chiedo questa domanda arrabbiata.. al Signore..

Eh già..

Fumo chè mi sono sfogata ben bene..

D’altronde ho solo questo foglio chè mi permette di parlare per come sono.. anche se il mio nuovo medico giovane preparato bravo intelligente e cosa più importante dolcissimo.. mi permette di comunicare.. mah! oggi sono amara.. per tanti motivi.. amareggiata.. come il colore del mare oggi.. amareggiata.. mah.. ed ora come un’onda.. riemergo.. mi sono sfogata! Sì!.. e chiedo scusa all’eventuale lettore o lettrice del blog.. Sospiro.. mi sono sfogata..

Fumo ed ho tutta la giornata per me.. ore ed ore.. di silenzio e di pensieri.. tanto silenzio chè a volte molte volte adoro, a volte no.. tante ore lunghe.. per pensare.. senza allegria.. sono in Depressione sicuramente, o forse la mia è soltanto la mia Natura, triste, avvilita, come sempre..

smilingdog

 

 

 

Annunci