Io e i miei pensieri..

Mi sveglio che sono proprio io.. lucida dopo un bel sogno anche.. chè i sogni nella notte sono importanti.. mi sveglio che sono proprio io.. mi fumo una sigaretta fra i miei pensieri.. e insomma penso non è mai facile.. fra me e me e bisogna pure che accetto la mia Vita ed il mio modo di essere, è difficile per tutti Vanna! E’ difficile per tutti e bisogna che sei un po’ meno fragile e più forte.. e poi.. mi alzo.. il caffè, un ombra di allegria, il momento del caffè è prezioso per me, come se avessi tutto il giorno e una vita davanti, il caffè quanto mi piace questo momento.. chè me lo godo tutto.. mi preparo poi, mi vesto, semplice, come sempre, del resto, vado sul terrazzino a fumarmi una sigaretta nel silenzio del mattino, mi sento bene lì, il giardino dei miei vicini di casa è davvero ogni giorno più curato più bello, i suoi fiori e piante sono rigogliosi, e floridi! E penso alle mie piantine lì sul davanzale del soggiorno nelle mie due finestre, oh che belle che sono anch’esse danno un senso di femminilità alla casa, di cura, e di Amore, di Vita, rosa fucsia, sono floride anch’esse, e mentre fumo nel terrazzino, sono serena, senza pensiero alcuno, respiro l’aria fresca e mi guardo attorno curiosamente, guardo le case intorno a me, gli spazi aperti del Cielo con le sue nuvole, i colori dei panni stesi al vento, fumo senza alcun pensiero riguardante me.. mi distraggo volentieri, come sospesa, immersa nella Natura chè mi sembra sempre benigna con me.. già l’amore mio per gli animalini, i gattini, i cani, ogni tipo di animale, l’amore per il Verde, per gli alberi ed i fiori, oh! che delizia il loro profumo, noto una pianta di rose rosse, sono tante e curatissime nel giardino del mio vicino, sì, ci tengono i miei vicini.. di nazionalità differente da me, sì, io vivo da anni ormai in una zona dove siamo tutti insieme, e mi piace questa multirazzialità, c’è rispetto, sicuramente, almeno qui.. rientro in casa, ripenso mentre sorseggio il caffè ripenso ad una mia dolcissima psichiatra bellissima fra le altre cose, davvero bella! sempre sorridente, e di una bravura chè in tutti questi miei anni non ho trovato altrove, ora mi sta seguendo suo marito, bravo anch’esso, molto giovani tutti e due, pieni di intelligenza, preparazione, moderni nelle tecniche di terapia, e appunto ripensavo a lei, ed un  tocco di sana gioia mi è venuto nel cuore, sì, ricordo quando era lei a seguirmi mi trovavo così bene.. era una gioia parlare con lei, lei si metteva al nostro servizio, umile e gioiosa e pronta all’ascolto, non si è mai data arie è troppo intelligente, ed anzi con cura lavorava con noi pazienti.. mi manca ora.. che aspetta una bella bambina! Oh! Ripensarci anche ora ci vogliamo molto bene.. io la rispetto tantissimo e lei ha sempre rispettato me.. i miei tempi.. i miei assurdi pensieri delle volte.. le mie alzate di testa.. lei mi ha sempre reso partecipe della sua vita! oh, che bellissima donna chè bella persona ed ogni volta che lo ricordo al mio odierno psichiatra che mi sta seguendo, lui mi risponde simpaticamente: “Eh Vanna, io me la sono sposata!”… ed io rido puntualmente.. con il mio psichiatra che è molto giovane, ma preparato, ci diamo del tu e la cosa mi piace moltissimo, andiamo a fumarci sigarette al bar, e qualche volta, abbiamo parlato fuori al bar, all’aperto, ho molta fiducia in lui, non lo tradirei mai, mi piace tanto anche lui.. insomma una bellissima coppia, una bellissima famiglia che aiuta tutti noi malati di dolore.. direi, malati di dolore..

Mi accendo adesso una sigaretta.. scrivere mi fa bene.. e sono anche oggi qui.. di fronte alla mia tastiera, a parlare della mia vita, e delle mie esperienze, mi fa bene, mi riavvolge il cervello, è un punto di riferimento per me scrivere qua, nel blog, insomma lo ripeto mille volte, scrivere è davvero terapeutico, e fra le altre cose, può dare anche soddisfazione, tirar fuori le parole, ad una persona chiusa.. o che bello! che bella invenzione la scrittura, anche per persone molto sole.. che soffrono di una solitudine che pesa a tutti.. nessuno è esente dalla sofferenza della solitudine.. e la solitudine si presenta in diverse maniere.. ma resta sempre, come una equazione matematica, lo stesso risultato.. una grande sofferenza.. ed io ci soffro da quasi quando ero una bambina piccola.. già la solitudine.. che malinconia.. oggi però è sabato, non posso tediare il lettore con le mie sensazioni e vicissitudini della mia vita, in solitaria, incompresa ed anche forse molto probabilmente sbagliata.. mah, sospiro, oggi non sono un allegrona, no.. mentre Tito gioca e saltella e mi fa una grandissima bellissima compagnia, e chiacchierando il suo miagolese a volte lo sento chiamarmi proprio “mamma!” oh! che delicatezza d’animo che ha questo mio gattino, quanto è buono nell’animo! ed io .. oggi vado avanti nella scrittura, non mi fermo.. e mi accendo un’altra sigaretta.. e prendo una breve pausa.. Ripenso alla serata di ieri sera, ieri sera sono uscita con mio padre e siamo andati a mangiare in un ristorante cinese proprio meraviglioso, dove c’era di tutto, dal suschi che non mangio perchè è molto pericoloso mangiarlo per la salute, ma c’era tanto fritto chè piace a me, ed era un locale molto elegante, dove ognuno si serve da sé.. particolare e bello, io mi sono servita un paio di piatti di fritto di tutti i tipi, soprattutto gamberetti, chè io adoro, incluse patate arrosto deliziose.. mozzarelline fritte, insomma un Paradiso! soprattutto ho pensato per i bambini golosi! di tutte quelle leccornie! Poi un paio di dolcetti da favola, e siamo rientrati a casa, io e mio padre era tanto tempo che non ci vedevamo, ci sentiamo tutti i giorni al telefono chiacchieriamo, e ridiamo insieme, ma vedersi ci vediamo poco, io vivo distante da lui un po’, e soprattutto tendo a chiudermi.. così esco poco e poco lo vado a trovare, causa la patologia che ho da 24 anni.. ma non mi posso sempre ripetere.. devo devo cambiare argomento.. e mi viene subito da sorridere di me stessa, delle mie parole, scrivere mi allontana per un momento dai miei pensieri obliqui, oscuri, paranoici, insomma mi allevia lo spirito.. abbiate pazienza.. chi passa e legge qui.. smilingdog è un diario di bordo chè resiste nel tempo, finchè io posso scrivere e parlare.. e non tutti i giorni sono uguali, ci sono giornate nelle quali io sono leggermente più di buon umore, altre durante le quali faccio i conti con me e la mia Vita, i miei bilanci e soprattutto errori, dei quali non mi perdono, scarnifico la mia coscienza, cattolica cristiana e non porta nulla, non mi sento alleviata e neanche una buona cristiana, troppo dolore nella mia vita, sin da quando ero così giovane.. e forse appunto una conseguenza.. troppi errori, troppe porte chiuse in faccia, che mi hanno fatto diventare anche arrogante a volte con il tempo, per difesa.. solo per difendermi, insomma ci sono momenti chè mi sento al vento, ho bisogno come tutti di punti di riferimento, e me ne sto in casa fra le mie mura colorate a mia misura, per difendermi dalle intemperie della Vita alle quali non sono stata abile a vivere, ogni volta non riesco a reagire agli eventi della Vita, e scoppio e fragile.. i miei nervi mollano.. insomma la Vita di un bipolare.. o non so quale classificazione darmi non è facile per niente.. per niente.. ed allora vivo di momenti, di piccole gioie che mi costruisco, e questo però lo faccio sin da bambina.. sin dal primo dolore infantile.. che ho ancora nell’Anima mia, vivo, ancora, chè brucia tanto e sparisco e invisibile al mondo, mi rifugio nella mia fantasia astrattissima, assurda, e lontana ed anche musicale però.. la quale musica mi fa sentire a mio agio… sì, decisamente a mio agio insieme a lei.. il sogno, la poesia di una nota musicale chè fa volare in alto.. distante dal mondo.. ma così vicino al tuo sentire.. al “tuo” mondo, che ti sei creato sin da bimbo e nel tempo..

smilingdog

 

Annunci