Sogni e speranze..

Mi sveglio verso le 7.45 dormo ancora un po’.. io e Timbuctu restiamo abbracciatissimi in questo mattino di freddo e di gelo.. è proprio Inverno ormai.. penso fra me e me.. poi mi alzo ed è ancora quasi buio..vado in cucina e preparo il mio caffè buono e dolce.. con del latte fresco.. chè mi piace.. Timbuctu saltella un po’ per casa, poi si acciambella nella sua seggiola e continua a dormicchiare.. sospiro.. è domenica mattina.. tutto il giorno davanti a me.. sono, devo dirlo, riposata. I sogni della notte belli e luminosi mi hanno fatto compagnia per tutta la notte.. ho dormito tanto.. e l’umore non è poi così malvagio.. guardo le notizie su facebook niente di chè.. leggo qualcosa.. l’oroscopo e via.. mi fumo una sigaretta dalla finestra.. i colori del Cielo a tratti sono azzurro chiari ed a tratti le nuvole sono grandi e bianche.. ieri ha grandinato.. ed oggi ha piovuto acqua freddissima.. io me ne sto qui al caldo della mia casa.. protetta.. sospiro.. mi accendo una sigaretta.. mentre scrivo.. una sigaretta che sa di grigio e di fumo… e di pensieri silenziosi.. come silenzioso è tutto intorno a me.. tranne le onde del mare e le automobili che scivolano sulla strada sotto casa.. mi giro alla mia destra, i fiorellini rosa fucsia al loro posto.. soffro un po’ di solitudine.. sì.. ma ogni volta ce n’è una.. penso fra me e me.. ogni volta ce n’è una.. mai che io sia contenta appieno tranne quando mi coccolo al mattino presto con il mio gattino allora quei momenti sono magici davvero e pieni di Amore.. mi rilasso.. il mio gattino è così buono da non temere nulla in quei momenti e mi consolo.. mi consola il suo Amore e calore.. oggi però non soffro chè è domenica.. come spesso accade.. o è accaduto in vita mia.. la domenica un giorno come un altro.. è diventato.. non sento la pesantezza di questo giorno di festa.. non più.. il Cielo è illuminato di un azzurro senza sole ma illuminato..

prendo una pausa.. penso un pochino..

ho poco da dire e poche parole.. quasi le parole le ho terminate.. e gli argomenti pure.. ma i giorni continuano ad esserci.. a trascorrere.. le mie dita volano sopra la tastiera e vorrebbero giocare ancora.. come me.. chè non mi adeguo ai ritmi della Vita.. dell’Esistenza e della mia età.. e delle sue stagioni.. ieri ho sentito la voce di mia sorella che mi ha chiamato.. amorevole.. mi ha dato serenità e gioia.. ci sentiamo poco ma ogni volta che la sento è Amore nel cuore. Ci siamo sempre volute molto bene.. mi ha chiesto amorevolmente: “Come stai Vanna?” dal cuore.. questo calore mi ha dato la voglia di dormire serena.. più amata… e meno sbagliata del solito.. io chè mia sorella l’adoro.. da sempre..

Basta poco a farmi rimettere di umore buono e farmi sentire meglio.. una telefonata che non ti aspetti.. paroline carine e sincere.. poco.. davvero.. ed io risalgo in sella.. e mi avvicino al cuscino appagata.. e mi sento meno sbagliata ed anche amata.. un bel sentire.. chè mi capita rare volte.. ma non demordo e spero ancora di essere amata così con questo calore e amore.. ne ho bisogno come tutti.. ne abbiamo necessità.. di calore e amore..

E l’amore non si può forzare.. io non ci riesco o si prova o non si prova.. ci si può migliorare nella Vita si prova ad essere più dolci e meno arrabbiati, più mansueti.. e più comprensivi.. con l’ausilio dell’Amore si può diventare più comprensivi, le parole brutte quelle bisognerebbe dimenticarsele.. la rabbia mandarla via.. provarci.. allenarsi ad non arrabbiarsi più.. ma l’Amore è così raro provarne e riceverne che è una perla che ogni volta lo riconosci.. ha un sapore speciale.. un colore speciale che rincuora e ti fa sembrare la Vita meno dura o comunque ti dà la forza per affrontare tutto.. oh l’amore che preziosità che è.. tanto che ieri sera mi sono addormentata così serena.. e fatto sogni bellissimi.. bellissimi..

Mi sveglio questa mattina con una buona energia.. e forza.. il caffè è ottimo.. e me lo gusto.. senza problemi guardo l’oggi.. e vivo il presente gustandomelo.. gustandomi la presenza di me stessa.. i miei gesti.. i miei pensieri e sentimenti.. il mio modo di essere e di amare..

Essere buoni cristiani è proprio difficile.. sempre ci penso a questo.. “Ama il tuo nemico” io che non riesco neppure ad individuarlo.. amare.. “Porgi l’altra guancia”.. perdonare.. “Ama il prossimo tuo come te stesso” però ci ho sempre provato con insistenza e l’ho sempre fatto.. questo sì.. non mi è mai riuscito difficile.. in questo essere cristiana sono però molto severa con me stessa.. trovo in me tantissime lacune.. come se avessi perduto la retta via.. i buoni insegnamenti che ho avuto da bambina.. e così sono severa.. e molto.. La speranza però non se ne va.. di un giorno buono.. di un giorno nel quale ti vengono riconosciuti i tuoi sforzi.. di abbellire un mondo così difficile.. di aver regalato sorrisi.. e parole buone a chi era o a chi è in difficoltà.. essere cristiani buoni cristiani non è facile affatto.. se preso con coscienza e serietà.. il mio criterio di giudizio a volte è troppo severo con gli altri e con me stessa.. Perdonare.. il  nucleo centrale del Cristianesimo.. il Perdono.. oh! che difficoltà.. e quanto vorrei di nuovo essere una bambina per tornare a studiare la Catechesi.. avere un buon punto di riferimento per una condotta di vita buona.. un punto di riferimento.. chè alla mia età è dentro di me.. gli insegnamenti che ho avuto sono dentro di me.. e non resta che applicarli ancora ed ancora con umiltà e sforzo.. già.. Non è facile.. Ma la speranza è ancora viva nel mio cuore di non essere così sbagliata e di essermi perduta nella vacuità di questo mondo.. Gesù è venuto per salvarci e per riportarci a casa ed un giorno sereno e di vera gioia lo attendo anch’io.. La speranza non muore..

Io parlo con il cuore in mano ma tendo a sbagliare spesso.. e forse troppo.. penso fra me e me.. come vorrei tornare bambina.. oh! con quella mia ingenuità che mi caratterizzava e con quella voglia di sognare ad occhi aperti.. con quella voglia di impegnarmi in tutto.. in tutto! E come ero responsabile da bambina.. oh! quando ci penso le voglio un gran bene a quella bimba chè sognava così tanto.. ed ascoltava le sue mille bolle blù danzando con la mente e volando sopra le note e fra le nuvole e la Vita si fermava ed il disco girava e girava.. facendomi sognare a colori in una vita fantastica! Oh! come ripenso alla mia infanzia quando niente era sbagliato.. quando tutto era ancora da fare e non mi ero ancora perduta nei meandri di sentieri sconosciuti.. ostili e difficili.. e se ci penso bene la mia ingenuità a volte riaffiora.. raramente.. ed il sogno è una rarità.. ma la speranza un giorno che io ritorni bambina c’è ancora..

smilingdog

Annunci