Non mi stancherò mai di parlare della mia malattia

Dormo dormo dormo e fuori piove.. io e Timbuctu nel nostro comodo lettone caldo fino a tardi.. mi alzo finalmente riposata.. e mi preparo gustandomelo il mio caffè con un po’ di latte.. fumo.. con i miei pensieri che si svegliano piano.. ed eccomi qui.. la luce della casa è quasi fioca.. le onde del mare s’infrangono fino a riva… si sentono oggi da qui.. e forse c’è anche vento.. le gocce sulla finestra sono romantiche vicino ai fiorellini bagnati.. mi sento bene.. certo dopo tanto sonno! mi sveglio bene.. non devo far nulla e così eccomi qui a scrivere sul blog con la voglia di farlo.. non so cosa dirò o di cosa parlerò.. sorrido fra me e me e ogni volta che rammento che devo vivere giorno per giorno senza scrutare troppo il futuro oppure rammentare troppo il passato mi sovviene subito un ottimo umore.. la mia allegria.. che è insita in me.. dentro di me.. un’allegria che mi contraddistingue.. così mi esercito a vivere giorno per giorno anche per debellare questa antipatica depressione che mi porto dietro da così tanto tempo.. sì vivo giorno per giorno e così anche il mio cuore ne risente.. è meno pesante.. più leggero.. che troppo pesante non va bene neppure spiritualmente parlando.. non va bene.. Oggi sono rimasta nel letto senza alcun senso di colpa io ed il mio dolcissimo gattino.. non ho aperto facebook chè ormai mi mette soltanto una grande tristezza ed il mio stile di vita è cambiato.. ed anche il mio modo di pensare.. come se in parte fossi cresciuta anch’io un po’ di più.. e mi fossi oltremodo ritrovata.. già.. è inutile totalmente fare bilanci della propria vita.. poi soprattutto quando si è depressi molto.. e poi la Vita all’improvviso fa regali bellissimi.. non lo devo dimenticare mai.. mi accendo una sigaretta.. già ieri ho fumato meno.. accendo, prendo una piccola pausa.. il fumo fa giri su se stesso ed anelli come a voler giocare.. la mia voce è bassa ogni volta che scrivo qui.. la mia voce bassa detta lentamente e piano le parole da scrivere.. sono meno impulsiva di una volta.. nello scrivere.. in modo che anche il mio cervello e non solo il cuore possano parlare.. Il giorno in genere mi piace.. è al tramonto che provo un po’ di malinconia.. e questo è già da tanto tempo che mi accade. Di giorno mi sento pimpante ed ancora molto giovane come se avessi con me tutte le forze del mondo.. sì.. senza problemi.. è alla sera che sento malinconia.. tristezza.. e tutto il peso della mia vita ed un senso di buio chè un tempo remoto amavo certamente.. mi piaceva la notte con le sue luci particolari la sua atmosfera.. ora no.. ora vado a letto presto.. io e Timbuctu non vediamo l’ora di infilarci sotto le nostre copertone.. i miei due comodi e morbidi cuscini e provare ad addormentarmi subito.. ed infilarmi nel mondo dei miei sogni notturni.. come da ragazza.. come quando andavo a scuola.. insomma in questo periodo della mia vita è come se stessi vivendo andando indietro nel tempo.. faccio una vita completamente salutare.. m’addormento presto .. mangio sanissimo.. e mi sento bene.. sì.. il giorno tutto il giorno mi sento bene.. anche oggi mi sento bene.. non devo dimostrare niente a nessuno tranne a me ed al Signore.. ed ho avuto anche un ravvicinamento alla Fede come quando ero una bambina e poi una ragazza.. e poi il calore di mio padre.. che mi tratta non più come una persona “difficile” ma come la sua “bambina” che tanto lui amava.. e che ama.. insomma.. questo calore che ho in questi giorni mi fanno sembrare le giornate piene di sole e felici! Una nuova giovinezza.. con la consapevolezza dei miei anni! A volte, in questo periodo, ho come la sensazione di non stare più male mentalmente, di nervi.. ed è una sensazione bella! sono io.. con la mia maturità.. che matura lo ero anche da bambina! Con i miei ricordi intatti che conservo meticolosamente dentro di me ed anche fuori di me.. la mia casa è piena di bei ricordi.. Non ho sbalzi di umore questo periodo e mi sento così bene.. mah.. intanto ne approfitto di questo stato d’animo.. non mi devo divertire per forza.. non devo dimostrare la mia allegria a nessuno.. non devo dimostrare niente a nessuno.. tranne al Signore.. e vorrei aiutare tanto chi come me è stato o è ancora malato come me di questa malattia mentale che tanto tormenta chi ce l’ha.. lo fa sentire così sbagliato.. che è un dolore al solo descriverlo per come ci si sente.. e l’indifferenza della gente fa tanto male.. aumenta il dolore per questa malattia.. quei brutti pensieri che passano per queste menti malate.. io credo che sia una delle malattie più gravi che un essere umano possa avere.. non so.. ma io credo di sì.. perché finora non si è trovato niente che possa alleviare il peso ed il dolore di questa malattia.. che strugge l’anima ed il cuore.. senza considerare la mente.. così distrutta.. ma si può recuperare in parte io credo.. Con una sana alimentazione che non appesantisca troppo.. con medici che amino il loro lavoro.. con il rispetto dei pazienti stessi.. con l’Amore che noi malati dovremmo avere di più per noi stessi.. e non sentirci sempre così sbagliati sempre.. insomma ci dovrebbe essere una “rivoluzione” culturale e medica affinché si possa tutti stare meglio..

Oggi io sono lucidissima.. come non era da tanto tempo.. e mi occupo di questa malattia mentale sin da quando ero una ragazzina.. mia madre ne soffriva anche lei.. e per me è uno scopo di vita trovare una specie di “rimedio” a tanto dolore.. ed io non mi arrendo!

Anche i reparti psichiatrici dovrebbero essere più accoglienti e meno bui.. abbiamo bisogno di aria per respirare e pensare.. ossigenare il nostro cervello per farlo reagire.. abbiamo bisogno di spazi aperti perché abbiamo bisogno di passeggiare.. respirare aria che provenga dal verde della Natura.. dagli alberi.. abbiamo bisogno di spazi aperti, e di mentalità aperte e professionali.. che si prendano cura di noi amorevolmente.. che non si abbattano e si rassegnino alla nostra malattia che io sono convinta dalla quale si può uscirne.. oppure conviverci in maniera più umana.. e poi abbiamo bisogno di un po’ di soldi.. già i soldi.. sembra niente ma non ce ne danno.. i malati hanno pochi soldi.. insomma cambiare tutto! Basta cominciare.. e pregare.. sì pregare.. ed io me ne dimentico troppo spesso dei miei amici là dentro.. che fumano solitari la loro sigaretta.. immersi nei loro pensieri solitari.. bisogna fare qualcosa!!

Io oggi sto bene.. ma potrei ricadere di nuovo.. la mia malattia va a periodi.. ed il futuro fa davvero paura..

Ok! Non esistono solo i malati mentali.. là fuori.. là fuori dalle mie finestre è tutto da rifare.. la violenza che si legge.. è troppa ormai! mette paura uscire di casa.. Direi che è tutto che non va..

Così arrivo alla mia impotenza.. già non mi resta che denunciare qui quello che mi accade.. nel reparto.. ma poi per il resto mi sento del tutto impotente.. non andrò a votare.. un paese che non dà nessuna alternativa.. no..

Le ingiustizie ci sono sempre state..

Così un amaro in bocca mi sovviene.. già l’amaro in bocca..

Ma non mi lascio demordere.. cercherò a modo mio (ognuno ha una battaglia da combattere) di parlare della mia malattia.. cercando chissà in quale maniera di migliorare la situazione.. utopia? no.. un sogno? forse.. ma io ci sono.. sono viva e battagliera.. grintosa.. ricordo quando mia madre era ricoverata.. ricordo i miei ricoveri (tantissimi da perderne il conto) i miei T.S.O., le medicine a volte sbagliate che mi hanno rifilato aumentando le psicosi in maniera orribile.. terrificante.. io scrivo qui.. chè mi fa bene.. e poi ci credo che parlarne già smuove le coscienze di qualcuno.. un qualcuno .. non dico Basaglia! Magari! ma qualcuno che si occupi di noi in maniera umana e non solo come numeri.. dandoci la possibilità di vivere una vita degna di essere chiamata così.. per esempio aumentandoci la nostra “paghetta” chè io per questa malattia che ho da 25 anni prendo 275 euro mensili.. se non avessi Hermano che mi aiuta.. non so come farei proprio.. ed alcuni miei amici hanno a disposizione al giorno molto meno.. noi siamo tantissimi.. la società è malata ed i suoi frutti siamo anche noi.. avviliti.. ma che non ci si può arrendere.. più siamo a parlarne e a denunciare meglio è.. io credo nella sensibilizzazione.. nel far sapere.. nel denunciare che abbiamo anche noi diritto ad una vita!

Sì forse ho scritto blandemente.. senza troppo vigore.. ma il vigore e la rabbia non portano da nessuna parte.. è con la calma che si ottengono le cose.. magari riuscissi.. magari si riuscisse a fare qualcosa di buono.. questo è un imperativo categorico che ho nel cuore, dentro di me.. come una battaglia che vorrei tanto vincere! Qui in Italia la cultura è tornata indietro di tanto tempo.. in tutti i settori.. siamo isolati l’uno con l’altro.. mi chiedo come si può vincere qualsiasi battaglia culturale se si è isolati? la società odierna ci ha isolati piano piano.. ed ognuno mi sembra pensi solo a se stesso.. la miseria, il bisogno di ognuno forse lo fa chiudere in se stesso.. insomma.. non è un argomento di facile soluzione.. Ma io esisto.. resisto.. e sto bene.. oggi.. e ne approfitto per dire quello che penso.. forse sembrerà banale.. ma la mia guerra è questa! Ognuno ha la sua.. io mi batto per i diritti dei malati di mente.. per i malati che non ce la fanno ad essere autosufficienti.. e la cosa li abbatte ulteriormente.. Questo è il mio leit motiv della mia vita.. sin da quando avevo 13 anni! battermi.. osservare.. senza sapere ancora nulla dei risultati.. mi sembra di non aver ottenuto niente.. ancora.. ma io resisto..

Ognuno si deve occupare di quello che più gli è nel cuore.. senza abbattersi.. senza rassegnarsi.. ma stando attenti sempre.. quando si può.. quando si sta bene ed anche quando non si sta bene.. riuscire ad essere lucidi anche quando non lo si è.. è una  battaglia di tanti.. la mia.. e non lo dimentico.. non lo dimentico mai..

Questa non è un’apologia della mia persona.. ci mancherebbe! è soltanto il mio pensiero più importante.. Il mio scopo. Migliorare le sorti nostre e di tanti dimenticati e soli e non più amati..

smilingdog

Annunci

2 pensieri su “Non mi stancherò mai di parlare della mia malattia

  1. Alla base di ogni problema c’è quell’isola re, che è poi un dividere, che come ben spieghi alla fine è il problema delle nostre società. Tutto parte dalla messa in discussione dello Stato (sociale) e della Costituzione. Complimenti per il coraggio con cui affronti la tua malattia, che deve poi essere il coraggio di ognuno di noi nell’affermare i propri diritti ad essere riconosciuti come persone portatrici di valori assoluti.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...