Un po’ di felicità..

Sono le 07.43 del mattino.. gli uccellini cinguettano là fuori nel giardino davanti a me.. Timbuctu sta miagolando.. tutto il resto è silenzioso.. le onde del mare arrivano a riva lente ed allungate.. è un mattino sereno.. la luce è chiara ed il sole sembra non essere sorto ancora.. ho già bevuto il mio caffè e fumato un paio di sigarette insieme ai miei pensieri già svegli.. ho dormito tanto anche questa notte e fatto sogni colorati.. si sta bene in questo momento in casa mia.. questo silenzio è un bel silenzio ricco di sfumature.. il canto degli uccellini mi mette di buon umore.. mi accendo una sigaretta e fumo.. mi sento bene.. le gambe non mi fanno male e cammino anche meglio.. si va a giorni.. fra pochi giorni sarà il mio compleanno e come una ragazza lo aspetto con ansia.. chissà mai perché.. forse perché lo festeggerò con la mia famiglia.. andremo a mangiare fuori.. cucina siciliana.. e poi chissà cosa mi aspetto da questo compleanno.. mi sembra di avere lo stesso entusiasmo di quando ero una giovane ragazza.. oppure quando ero una bambina chè mia madre giorni prima.. questi giorni.. già mi parlava contenta e felice di festeggiare questo giorno.. preparava tartine buonissime con la maionese fatta da lei.. ricordo queste festicciole bellissime.. mia madre era felicissima durante questi giorni.. e mio padre adesso è entusiasta anche lui.. ed anch’io.. festeggio un anno in più ed ho tante aspettative come quando ero una bambina.. sì ricordo in casa erano già giorni di festa questi.. quando ero un po’ più grande ricordo ancora mia madre mi preparava ogni anno il suo risotto alle fragole che io adoro letteralmente.. ed ero così felice.. era il suo regalo a me.. ed io lo apprezzavo tantissimo.. poi ricevevo auguri da tantissimi miei amici che si ricordano sempre questo giorno del mio compleanno.. non se lo dimenticano.. e la cosa mi fa molto piacere.. arrivano auguri da tutte le parti.. sì mi fa piacere.. e quest’anno non sono depressa.. che a volte è accaduto negli ultimi anni.. sono pimpante e pronta a festeggiare.. l’entusiasmo c’è..

Vuol dire se mi festeggiano tante persone che ho lasciato un buon ricordo ad esse.. e la cosa non può che farmi piacere.. e la solitudine quel giorno non la conosco.. e non farò bilanci positivi o negativi.. festeggerò e basta.. come Gemelli vuole.. con la mia famiglia mio padre e mia sorella.. a cena fuori.. bene..

Per il resto qui procede tutto bene.. sono rilassatissima questa mattina.. il tempo è bello.. anche se il sole ancora non c’è.. forse è presto.. il Cielo che guardo solo ora è denso di nuvole bianche.. Timbuctu gironzola tra la casa ed il suo terrazzino.. il mio amico che sto ospitando dorme ancora.. ma sembrerebbe che tutto il vicinato dorma per quanto silenzio c’è.. solo le onde del mare si odono.. che scivolano lente sulla riva..

Mi accendo una sigaretta.. fumo e penso tra me e me.. i rumori della Città cominciano solo ora a farsi sentire.. le auto scorrono veloci sotto casa.. la luce in casa è chiara.. gli uccellini continuano a cinguettare.. il gusto del mattino.. i piaceri del mattino presto.. il canto degli uccellini.. le onde del mare.. ed un silenzio bello.. di quiete..

Il mio cuore oggi è in pace.. sono serena. anche se la giornata sarà lunga.. non ho nessun impegno e me ne starò in casa.. la cosa un po’ mi pesa.. ma non ci posso far niente.. è così che va.. non vedo la mia Città da talmente tanti anni che ormai mi ci sono abituata e non mi manca la mia Città.. solo un po’.. mi manca il suo profumo ed i suoi bei palazzi.. il quartiere dove abitavo con la mia famiglia quando ero giovane.. quello sì.. era un quartiere tranquillo.. una bella zona.. serena.. e poi ho talmente tanti ricordi in quella via.. chè divento nostalgica.. ma ormai abito in questa mia casa da circa 19 anni ed ormai quella casa nella quale abitavo con la mia famiglia è solo un bel ricordo.. era una casa semplice ma ben custodita da mia madre che era un ottima casalinga.. ci teneva.. come ci teneva ai vestiti.. a tutto.. era precisa mia madre ed ordinata.. non come me confusionaria.. chè ho la casa tutta disordinata.. non riesco a trovarmi un pregio a volte..

Ho ancora tanto entusiasmo dentro di me.. anche se a volte sono scarna di parole.. sono silenziosa.. ma l’entusiasmo in me c’è ancora.. l’entusiasmo a vivere.. a divertirmi.. a gioire.. ad essere una persona normale.. cosa difficile per me.. chè normale forse non sono stata mai.. sono sempre stata particolare.. come tutti forse.. come tutti.. ognuno ha le sue particolarità.. ma l’entusiasmo ce l’ho nel mio cuore.. che batte che fa tic-toc che si emoziona ancora.. nonostante tante cose.. mi emoziono e vorrei ancora volare felice.. già la felicità.. chiederò al Cielo .. oso.. per il mio compleanno una super dose di felicità.. che io sorrida di nuovo veramente.. che mi senta collegata al Cielo.. amata anche dal Cielo.. che io torni a sorridere di nuovo.. questo è quello che io chiederò per il mio compleanno.. e chissà che non mi venga dato? Io ci provo.. mi viene da sorridere ora.. ma è così che farò chiederò una dose di felicità che mi manca da tanto tempo..

E poi chiederò anche parole nuove per il mio amato smilingdog che ritorni ad essere un buon blog.. come piace a me.. insomma come una bambina piccola spero in questo giorno di festa.. ci spero molto.. forse davvero non sono cresciuta mai.. un mio pensiero..

Fumo un’altra sigaretta..

Comunque oggi sono di buon umore.. la Città si è svegliata completamente.. i suoi rumori arrivano sin qui..

Il post è terminato.. una canzone di Celentano.. ho voglia di ascoltarlo.. e buongiorno a chi passa e legge.. il mio amato smilingdog!

smilingdog

Annunci

Tra libri e pensieri.. una sigaretta fuma sempre..

Eccomi qui. Sono appena le 08.53 ho bevuto il caffè preparato dal mio ospite me lo sono gustato.. ed eccomi già qui a scribacchiare sul foglio. Timbuctu miagola per casa.. il suo terrazzino è ovviamente già aperto.. il clima non è dei migliori, sembrerebbe che stia per piovere da un momento all’altro.. il tempo è grigissimo.. mentre sorseggiavo il caffè di fronte a me le due finestre del soggiorno.. erano tutte e due grigie.. nel Cielo.. non si vede niente sembra che ci sia nebbia là fuori.. ma io non mi abbatto oggi per il clima.. sono di buon umore.. e sono contenta di starmene qui di fronte al pc a tippettare qualcosina.. mi accendo la mia sigaretta.. fumo e penso.. il mio amico è già uscito di casa per delle sue commissioni.. io mi sento libera e bene.. ho dormito tanto dalle 8 di sera fino alle 8 di mattina.. 12 ore consecutive ma ho fatto tanti bei sogni.. la convalescenza prevede tante ore di sonno e poi io sono sempre stata un’amante del sonno.. ho sempre dormito tanto.. mi piace..

C’è tutto silenzio attorno a me rotto soltanto dalle onde del mare che sbattono contro gli scogli.. mi sento un po’ forse isolata? ma no.. mi sento rilassatissima.. e le parole anche sono rilassate.. non ho fretta nello scrivere.. ieri sono stata da mio padre per una seduta di reflessologia.. mi sono rilassata ulteriormente.. ho mangiato un paio di sandwich al tonno che erano buonissimi e poi sono rientrata in casa.. fumo ed il fumo sale verso il soffitto bianco.. il suo fumo è color argento e gioca a formare anelli di fumo che si rincorrono tra di loro.. osservo.. la sigaretta che se ne sta sul suo posacenere color argento.. alla mia sinistra le cuffie per ascoltare la musica.. che uso poco.. ultimamente la musica ne ascolto poca.. non sono ispirata.. sono più presa dai miei soliti pensieri che si rincorrono.. lentissimi.. li ascolto tutto il giorno.. è quasi una litania.. ma forse è proprio il mio modo di pensare che è così.. lento.. anche se ricordo ero molto veloce un tempo ormai lontano ero veloce a ragionare.. e forse lo sono tutt’ora.. sono veloce quando è urgente la cosa.. quando è necessario.. altrimenti sono in stand-by.. lenta e pigra.. sospiro..

Ho letto tanti libri in vita mia.. ma da tanti anni non leggo più.. non ce la faccio.. stando sui social ho perduto questa sana abitudine che tra l’altro mi faceva una gran compagnia di leggere.. ricordo una volta al mese uscivo ed andavo in libreria e spendevo abbastanza soldini per acquistarne.. ricordo libri soprattutto di poesia mi piacevano.. li ho letti con molto piacere.. mi sentivo ricca della poesia altrui.. poi libri di misticismo orientale ed indiano.. ne ho letti tantissimi.. erano i miei preferiti.. li ho letti per anni ed anni.. il misticismo sufi ricordo mi era piaciuto tantissimo ed anche libri riguardanti la filosofia Zen oppure riguardanti il Tao.. avevo una gran bella cultura al riguardo.. ora mi sembra di non ricordare più nulla.. ma penso che siano tutti dentro di me.. per quanto li abbia letti attentamente.. sono sicuramente dentro di me.. mi piaceva prepararmi quella volta al mese ed uscire per andare in libreria.. mi divertivo tanto.. a scegliere tra un libro ed un altro.. era un’emozione.. un’emozione piacevolissima.. mi manca sì..

Certo che se dovessi riprendere ad uscire ritornerei in libreria.. i libri li ho amati sempre.. l’odore della carta.. le loro copertine.. i loro argomenti..

Ne ho trascorso di tempo a leggere.. interi pomeriggi.. con attenzione e partecipazione.. i libri di poesia me li gustavo proprio.. sarà che ho sempre amato la poesia.. i poeti.. soprattutto quelli inglesi.. ed anche quelli italiani.. anche perché la poesia non ha nazionalità nasce dal cuore e dal vissuto.. la poesia è poesia..

Fumo e guardo il foglio ancora bianco del blog.. una mano la sinistra appoggiata alla fronte e penso.. ai tempi passati.. a quante cose ho fatto in vita mia.. il tempo l’ho vissuto tutto.. Adesso come adesso sono pigra.. dovuto alle medicine ed alla convalescenza.. altrimenti non riesco a starmene troppo ferma.. ma in questo periodo ci riesco.. sto ferma a non far niente.. e questo mi pesa molto.. ma oggi non intendo lamentarmi.. no..

E poi anche starsene ferma può servire ad ascoltarsi maggiormente.. ad ascoltare i propri pensieri che arrivano.. a riflettere.. si diventa quasi filosofi con questa patologia e mi viene da sorridere però è vero.. è talmente tanto il tempo di convalescenza chè si sta da soli in compagnia di una sigaretta che si può solo pensare.. non si può far altro.. io scrivo qui.. sì.. ma non sono soddisfatta di quello e come scrivo.. no.. arriverà un momento migliore.. sono ottimista..

La sigaretta continua a fumare..

Hermano legge tutti i giorni i miei post che pubblico.. a lui piacciono.. mah! Vuol dire che mi vuole proprio bene.. sono ironica.. l’autoironia ce l’ho nel sangue.. mi è sempre piaciuto prendermi in giro.. tra il sarcastico e l’ironico appunto.. prendermi poco sul serio.. chè bisogna vivere e sopravvivere.. in questo periodo però sono poco autoironica e sorrido davvero poco..

E’ un periodo difficile.. sospiro.. quasi già stanca e sono solo le 09.24 del mattino.. i colori di questo mattino sono sì chiari un po’ ma senza sole.. ed è caldo..

Il post è terminato.. il diario lo tengo sotto controllo.. scrivo quasi tutti i giorni.. e m’impegno nel farlo..

Una canzone d’amore per chi passa e legge..

smilingdog

 

Quasi pioggia..

Mi sveglio che sono di buon umore dopo sogni belli.. io e Timbuctu ci svegliamo insieme e ci salutiamo.. ci diamo il Buongiorno.. fumo un paio di sigarette.. e poi mi alzo.. vado verso la cucina e mi preparo subito un bel caffè.. sono le 7 del mattino.. la luce del soggiorno è chiara.. fumo ancora insieme ai miei primi pensieri appena svegli.. apro il terrazzino per Timbuctu l’aria è un po’ fredda.. le nuvole minacciano pioggia.. l’aria è da pioggia.. mi bevo il mio caffè.. il mio amico che sto ospitando ancora dorme.. del resto è mattino presto.. io ho dormito tanto.. dalle 8 di sera fino alle 7 di mattina.. ed ora sto qui di fronte al pc a scribacchiare.. la mia voce detta sottovoce le parole da scrivere.. alle mie mani … scrivo con due dita velocemente.. mentre Timbuctu gironzola per la casa e miagola anche.. è chiacchierino ed ha preso in simpatia l’ospite che ho in casa.. io mi sento bene.. riposatissima.. ed ho voglia di starmene qui.. come se stessi tra me e me .. un angolo tutto mio.. a parlare tra me e me .. mentre scrivo.. mi accendo un’altra sigaretta.. la mattina fumo di più.. e comincio a fumare.. i rumori della Città sono appena svegli anch’essi.. del resto ora sono appena le 07.44 del mattino.. i colori del giorno sono grigi.. il Cielo è annuvolato.. forse davvero pioverà.. oggi pomeriggio andrò da mio padre per una seduta di reflessologia.. che mi fa tanto bene.. io oggi, questa mattina sono rilassatissima.. serena direi.. e senza fretta scrivo qui sul mio foglio bianco.. senza alcuna fretta.. le parole arrivano silenziose.. sul foglio.. un treno merci sta appena transitando.. le onde del mare non si odono questa mattina.. ed il sole oggi non c’è.. non è ancora arrivato.. ma è un giorno grigio di pioggia che arriverà.. secondo me.. l’aria che gira per la casa è proprio fresca ed io la respiro ossigenandomi la mente.. poi andrò al bar vicino casa a fare un’altra colazione che ho bisogno di allenare le mie gambe che camminano a fatica.. ho fatto sempre vita sedentaria e adesso ne pago le conseguenze.. i miei muscoli si sono talmente indeboliti.. che faccio fatica a camminare.. non ho mai amato camminare tanto.. ma adesso lo devo fare per le mie gambe che si sono indolenzite ed indebolite tantissimo.. Il mio gattino miagola per casa.. con la sua vocina dolcissima..

Sono lucida e di buon umore.. respiro e sospiro.. e respiro.. me ne sto qui di fronte al foglio bianco con un po’ di difficoltà.. le parole arrivano sì.. ma sono poche.. secondo i miei gusti.. come se il mio cervello avesse resettato una parte della mia vita.. ho delle lacune di questi ultimi tre anni.. solo ora ho ripreso un po’ il mio filo logico della mia Vita.. non è semplice da spiegare né tanto meno da scrivere.. ma sono qui.. e sono io.. con molta difficoltà.. ecco..

Le nuove medicine mi sembra che abbiano un buon effetto su di me.. sono più calma e serena.. e vedo la vita un po’ più rosea.. vivo alla giornata.. giorno per giorno.. e certe angosce oggi non ce l’ho..

Mi chiedo come facevo un tempo neppure tanto lontano a scrivere post quasi tutti i giorni ognuno molto differente dall’altro.. ero ricchissima di parole! Mi stupisco da me.. e mi chiedo quando finalmente potrò scrivere un post che a me piacerà? non lo so.. si cambia nella vita eccome! E le esperienze contano tanto e forse influiscono anche nella maniera di scrivere.. a me le ultime esperienze mi hanno impoverita di parole.. e faccio molta fatica a scrivere un bel post.. le onde del mare sono lente ora le sento da qui.. il Cielo si sta aprendo a squarci di azzurro.. forse non pioverà.. il mio gattino ora è seduto vicino a me.. è proprio simpatico e curioso.. in questi giorni dorme sempre nel letto del mio ospite.. cosa che prima non aveva fatto mai.. i gatti..

Sono un po’ stanca di “piangermi” addosso.. un po’ sì.. stanca di lamentarmi sempre anche qui sul blog.. ma starmene qui a scrivere è come un po’ parlare con me stessa.. che altrimenti parlo poco.. ed allora mi viene anche da lamentarmi.. chè altrimenti non mi lamento mai con nessuno.. sono chiusa di carattere.. e parlo poco altrimenti..

Comunque oggi mi sento in forma.. se non fosse per le gambe che mi fanno male.. mi accendo un’altra sigaretta.. forse non vado d’accordo con la mia età.. che non è tantissima.. ma ormai non è più nemmeno così giovane ed è arrivata come un fulmine.. veloce.. veloce.. che non me l’aspettavo.. e sono rimasta stupita.. senza che nessuno mi avvertisse.. delle sue fragilità e debolezze.. e degli acciacchi che sono tanti.. per me.. la giovinezza è ormai un ricordo lontano.. bei ricordi ma lontani.. ed eccomi di nuovo malinconica.. su queste pagine che dovrebbero essere “leggere”.. ma forse io non sono leggera affatto.. non so.. scrivo e penso e parlo tra me e me.. che per il resto del giorno in genere resto in silenzio.. parlo poco.. questo da sempre.. sono stata anche una bambina che parlava poco.. un’adolescente che parlava pochissimo.. ed anche una giovane donna che parlava poco.. così quando scrivo parlo di più.. mi apro su questo foglio bianco che mi ascolta.. ho l’impressione che mi ascolti veramente.. ed io così aprendomi e parlando mi ritrovo poi più leggera.. con meno fardello sulle spalle.. sono abituata che gli altri parlano con me ed io ascolto.. questi i ruoli.. ed io con difficoltà apro bocca.. parlare mi riesce molto difficile.. non so perché.. mentre con il mio psicoterapeuta parlo di tutto.. mi apro.. ma mai come su questo foglio amico.. forse non mi fido abbastanza.. forse ho paura di rimanere ferita.. perché quando si apre il cuore si rischia moltissimo.. e così io scrivo qui.. a costo di essere molto noiosa.. ma il foglio serve anche a questo ad aprirsi.. ad alleggerirsi.. a far parlare il cuore..

Il post è terminato.. una canzone d’amore per una ricorrenza che ho nel cuore.. un giorno di tanto tempo fa che si festeggiava sempre..

smilingdog

 

 

La bambina che c’è in me è serena..

Timbuctu miagola per casa.. e zampetta tra il terrazzino aperto e la casa.. miagola anche se ha già mangiato la sua porzione di pesce buono.. è chiacchierino questa mattina.. saltella qua e là per i mobili del soggiorno.. ci siamo svegliati insieme.. verso le 8 del mattino.. il mio amico era già sveglio.. ci siamo preparati un buon caffè e fumato un paio di sigarette in compagnia.. oggi sono di buon umore.. forse saranno stati i sogni di questa notte così dolci e piacevoli.. sto qui davanti al mio pc a scrivere.. che gli altri giorni non ho avuto tempo.. e mi fa piacere stare qui in compagnia del mio amato blog.. ho poco da raccontare.. le parole fanno fatica ad uscire.. qui c’è tutto silenzio.. sono le 08.38 del mattino.. le onde del mare oggi si sentono.. che sbattono contro gli scogli.. rumorose.. il Cielo lo guardo solo ora.. è un po’ nuvoloso e solo rari squarci di azzurro lo colorano.. è una giornata iniziata color grigio.. il sole sembra essersi nascosto.. ma forse è presto ancora.. mi accendo una sigaretta in cerca di pensieri.. fumo.. il mio amico che sto ospitando è già uscito per le sue commissioni.. io sono in casa da sola insieme al mio gattino.. e mi sento bene.. mi sento libera.. e forse riuscirò a terminare questo post.. non ho fretta.. gli occhialini blu elettrico li ho infilati.. sono vestita con una maglia bianca di cotone fresco e ieri ho acceso per la prima volta il ventilatore in soggiorno.. era così caldo ieri.. il giardino di fronte la mia cucina è silenziosissimo.. i suoi fiori però continuano a crescere.. le mie piantine invece stanno formando le loro belle foglie grandi e verdi.. tutto sembra procedere..

Io oggi mi sento bene.. ho dormito benissimo.. e per tante ore consecutive.. sono andata a dormire verso le 8 di sera.. e poi a me il lunedì piace.. è un giorno lavorativo.. un giorno di attività e a me l’attività piace nonostante questo mio periodo che mi sono fermata.. l’attività mi piace.. mi piace il movimento.. e non la staticità di cui sono preda in questo periodo.. sì faccio molto poco in casa.. mi riposo e basta.. la cosa mi disturba un po’.. ma non posso far altro.. ma non mi voglio intristire.. sì mi manca l’ispirazione questo periodo per scrivere un buon post.. potrei fare a meno di scrivere.. ma anche il mio medico me lo ha consigliato di continuare a farlo.. per la mia mente.. per tenerla in movimento.. per tenerla attiva.. anche se scrivo quasi sempre le stesse cose.. me ne rendo pienamente conto.. e mi dispiace..

Non mi pesa la convivenza con il mio amico.. c’è rispetto ed educazione da parte sua..

Anche se io mi sento diversa.. quando vivo da sola mi sento più libera ovviamente.. ma non mi pesa..

Fumo e penso.. solo che i miei pensieri oggi sembrano essere volatilizzati.. spariti.. non ho niente da dire.. sono senza parole..

Come se il mio cervello avesse resettato e fosse muto all’improvviso.. forse perché sono concentrata sul mio amico che sto ospitando.. è probabile che sia questa la causa..

Ma voglio continuare a scrivere i miei pensieri oggi sono più pigri del solito.. va bene.. continuo a scrivere che le parole vengono da sole.. ero abituata così quando scrivevo un po’ meglio.. le parole venivano da sole.. direttamente dal cuore.. se passano dalla mente perdono un po’.. perdono un po’ di poesia.. di musicalità.. di verve.. ecco mi manca la verve.. la vivacità sia nel pensare che nello scrivere.. sospiro.. con tanta pazienza.. chè la pazienza non è mai stata una mia dote.. ricordo prima di ammalarmi mi spazientivo molto facilmente.. andavo sempre di corsa.. e se c’era un ostacolo mi spazientivo.. non avevo pazienza.. e non ce l’ho neppure oggi come oggi.. ma la malattia te la fa venire per forza la pazienza.. che è una virtù che io non amo particolarmente.. ma ormai passo ore in casa.. in compagnia dei miei pensieri e di una sigaretta sempre accesa.. il tempo vola ugualmente.. ed io me ne sto ferma lì a non far niente.. questa la mia convalescenza.. che è lunghissima.. eh sì ci vuole proprio tanta pazienza.. una pazienza forzata..

Ma sono sempre connessa.. nonostante le crisi che ho avuto e sono state tantissime.. dicevo sono sempre stata connessa con la bambina che c’è in me.. che mi calma tanto.. mi piace ricordare i momenti dell’infanzia che ho la fortuna di ricordare bene.. ed allora mi placo.. mi calmo e mi cullo nella poesia di quell’incanto.. di quei momenti innocenti durante i quali io vivevo.. sì i ricordi dell’infanzia li ho intatti.. nonostante medicine e crisi forti.. ed è una culla nella quale io mi avvolgo.. per trovare calore.. e gioco.. e vita.. e bellezza della Vita.. quando sono diventata “adulta” perché me lo chiedo ancora se sono diventata veramente adulta.. non ne ho avuto nemmeno il tempo.. mi sono ammalata che ero molto giovane.. la poesia ne ho trovata di meno.. e tanti sono gli anni che sono ammalata da esserne davvero stanca.. così mi rifugio nei ricordi di quando ero una bambina.. una bambina brava ed ubbidiente.. quando mia madre era ancora sana.. quando ero serena davvero.. giocavo.. pregavo già.. allora.. frequentavo la Chiesa assiduamente e volentieri.. ora no.. sono molto pigra.. e difficilmente esco da casa.. e me lo chiedo perché proprio questa malattia della quale mi vergogno tanto? E va bene.. il mio diario oggi è malinconico.. pieno di domande.. alle quali non ci sono troppe risposte.. ma la bambina che c’è in me è serena.. sempre.. e questo già è un regalo.. che la Vita mi dà.. la bambina che c’è in me è serena sempre.. brava diligente.. ubbidiente.. anche saggia.. ragionavo moltissimo ricordo.. ed ero anche molto sensibile.. cosa che ultimamente mi manca forse.. la sensibilità di una volta.. sarà l’effetto delle medicine.. che disorienta un po’ il tutto.. sospiro.. non vorrei però tornare indietro.. questo no.. vado avanti giorno per giorno.. un raggio di sole è appena apparso.. oggi sto bene.. un po’ malinconica forse per i tempi passati.. così velocemente forse.. mi sento un po’ sola.. ma con la solitudine ci ho sempre fatto i miei conti.. sono abituata a starmene per conto mio.. anche da bambina.. o da giovane ragazza.. stavo molto spesso per conto mio e la cosa ad un certo punto mi ha pesato.. ma è meglio non rinvangare alcuni tratti del passato.. ricordi che non mi piacciono affatto.. ho sbagliato a volte compagnie.. a causa della solitudine.. ma è meglio non pensarci più.. si sbaglia nella Vita..

Guardo il Cielo e gli sorrido.. saluto le nuvole sorridendo.. un nuovo giorno è iniziato.. io non sono poi così malinconica neppure oggi.. nessuno è perfetto.. e bisogna che io mi voglia un po’ più di bene..

smilingdog

 

Serenamente

Mi sveglio bene! Alle 7 in punto io e Timbuctu ci svegliamo.. io dopo bei sogni colorati e ricchi di immagini.. mi fumo un paio di sigarette pigramente.. poi mi alzo.. c’è il mio amico che sto ospitando ci salutiamo benevolmente.. ci vogliamo bene.. lui va a prendere un paiodi caffè al bar.. un caffè buonissimo.. ce lo beviamo insieme appena svegli.. le sigarette fumanti.. ci fanno compagnia le parole appena sveglie.. ed ecco che la giornata ha inizio.. io ho dormito così bene.. chè era tanto tempo che non dormivo così.. secondo me è la reflessologia che mi rilassa così tanto.. che ho fatto ieri da mio padre.. e sono rilassata anche adesso di fronte al pc.. e sono anche di ottimo umore.. sono serena.. il clima è soave.. e poi è Sabato, il giorno che assomiglia di più al giorno della Festa.. chè assomiglia di più alla Libertà.. al riposo.. alla gioia.. ed io oggi sono gioiosa.. sono le 08.16 i rumori della Città sono pochi.. cingolii dei treni quelli sì si sentono.. il mare con le sue onde oggi è silenzioso.. le auto passano veloci sotto casa.. tutto il resto è silenzio.. dalla parte della mia cucina delle voci appena sveglie.. la collina tutta verde è lì come a salutare me e Timbuctu.. mentre il mio gattino sta dormendo nel letto del mio ospite.. non ci aveva dormito mai.. è proprio simpatico e curioso il mio gattino.. la finestra della cucina è aperta.. l’aria gira per la casa calda.. sì.. è un’aria calda già.. siamo quasi a giugno.. e l’estate sembra essere quasi vicina..

Oggi mi sento proprio bene.. ed ho voglia anche di ascoltare buona musica.. le mie canzoni.. il Cielo è chiaro.. limpido.. la luce in casa è tanta.. tutta chiarissima.. ed io sospiro benevolmente.. come se tirassi un sospiro di sollievo.. forse perché ho riposato tanto questa notte.. ho dormito di gusto.. ne avevo bisogno.. ieri ero proprio stanchissima.. e sono andata a letto verso le 8 di sera.. mi sono addormentata subito.. i sogni sono arrivati a farmi compagnia belli..

Mi accendo una sigaretta.. fumo e penso.. un uccellino proprio ora sta cinguettando nel giardino di fronte a me.. in quel giardino ci sono tante piante e fiori.. ma la più bella in questo momento è la pianta di rose.. fiorite.. come sono belle!

Sì.. ho il blocco dello scrittore da un po’ di tempo.. è antipaticissimo davvero per chi scrive.. ma per esperienza bisogna continuare a scrivere chè poi ritorna il proprio stile e la bravura nello scrivere.. il bocco si sblocca.. mi viene da sorridere.. sono così serena oggi.. le gambe mi fanno meno male.. anche per questo che sto così bene oggi.. respiro l’arietta fresca.. l’ossigeno… mi sento libera come quando ero un po’ più giovane.. non mi sento così poi sbagliata.. e la paura delle crisi oggi non ce l’ho.. oggi me la godo la giornata.. serenamente.. di buon umore.. e sono anche allegra..

Non so di cosa continuare a scrivere.. oggi.. oggi ho davvero poche parole da imbrattare sul foglio.. mi piace davvero tanto starmene qui di fronte al pc a scrivere.. il tempo trascorso qui mi piace proprio.. è come se fosse un gioco.. per me.. un bellissimo gioco che non mi stanca mai.. in fondo sono una bambinona.. lo comincio a credere davvero.. che non sa far altro che giocare.. ad inventare giochi.. e starmene sulla tastiera mi diverte così tanto.. tenere una rubrica.. un diario che poi pubblico mi piace tantissimo.. e difficilmente me ne stancherò.. sì forse non sono cresciuta abbastanza.. oppure è il mio segno zodiacale che mi dà queste caratteristiche infantili “giocarellone”.. sono del segno dei Gemelli.. e si sa ai Gemelli piace moltissimo giocare.. io amo scrivere.. ed un tempo neppure così lontano mi riusciva molto meglio.. ora sono proprio bloccata.. ma non importa io scrivo ugualmente..

Le vocine al di là della mia terrazzina sono aumentate.. si sono svegliati tutti oggi..

Il mio medico mi ha cambiato alcune medicine.. speriamo bene.. che migliorino la qualità della mia vita..

Il mio amico che sto ospitando è molto delicato e non mi pesa ospitarlo..

Il post è terminato.. il mio diario di oggi l’ho scritto e concluso.. una canzone per dilettarmi un po’.. per arricchire questo post.. Happy di Luca Carboni.. perché sì sono Happy senza troppi motivi.. sono felice senza un perché.. sarà l’aria che respiro.. la leggerezza di oggi.. un giorno primaverile durante il quale riposerò.. e già la cosa mi fa molto piacere.. un po’ di riposo.. non può che farmi bene..

smilingdog

 

Un amico a trovarmi

Sono pimpante questa mattina.. un mio amico mi ha telefonato e mi verrà a trovare.. la cosa mi fa molto piacere.. andiamo molto d’accordo tutti e due! Mi bevo il caffè contenta.. e la giornata ha un inizio particolare.. La luce che c’è in casa è limpida e bianca.. meravigliosa.. e la luce che c’è fuori anche è splendida.. il Cielo è luminoso e c’è il sole.. una bella giornata di Primavera.. Timbuctu saltella per la casa miagolando, ha fatto la sua pappa.. ed io mi sono svegliata bene.. sono di buon umore anche perché oggi pomeriggio andrò dal mio psicoterapeuta con il quale mi ci trovo proprio bene.. dopo ogni seduta mi sento meglio.. come alleggerita.. Sembra iniziata l’Estate nel mio cuore per quanto mi riguarda.. oggi mi sento così.. alleggerita.. il caffè era proprio buono e poi farò una capatina al bar per camminare un po’.. all’aria aperta.. mi accendo ora una sigaretta.. mi piace starmene qui di fronte al pc.. mi piace tanto.. fumo e penso e nel frattempo mi godo il mio umore di questa mattina.. oh! se le gambe non mi facessero così male.. penso tra me e me.. come mi sentirei meglio.. ma va bene .. mi accontento che già oggi sono felice di questa visita del mio amico che viene da lontano.. l’ospiterò io nella mia casa e sono contenta che mi venga a trovare.. spero di non stancarmi troppo quello sì.. ma per il resto sono felice..

Oggi pomeriggio vado in psicoterapia.. non vedo l’ora.. mi rilasso.. rido.. parlo.. di tutto.. mi confido.. mi sento bene con il mio medico che mi mette a mio agio.. è molto bravo.. ed anche molto simpatico.. e premuroso.. ed attento.. quello che ci vuole per essere un bravo psicoterapeuta.. io di migliorare ho tanta voglia.. e m’impegno anch’io..

La vita sembra aver preso una piega più bella rispetto al passato.. sono più ottimista.. mi sento meno angosciata.. meno titubante.. più sicura di me..

Ho più rapporti con l’esterno.. che mi mancavano.. come se il mio guscio si fosse aperto.. ed io ho un ruolo nell’Universo.. mi sento compartecipe anch’io.. nonostante l’handicap della malattia.. nonostante i suoi limiti.. ragiono meglio più lucidamente e sono più propensa verso il genere umano.. più bendisposta.. come se una Luce fosse entrata dentro di me.. ed amo ancora.. amo ancora me stessa e gli altri.. in genere.. senza fare distinzioni.. come se la mia umanità si fosse risvegliata.. e non piangessi più su me stessa e le mie cose.. ma mi fossi aperta all’altro.. maggiormente.. e così mi sento bene.. mi sento meglio.. meno sola.. le mie parole le sento che consolano.. che parlano a voce alta.. che vengo ascoltata.. insomma che esisto ancora.. e la Vita ho l’impressione che mi apra un periodo positivo di quelli che ho vissuto già.. con un esperienza in più.. sperando di utilizzarla al meglio..

Mi sento bene con la mia coscienza oggi.. non mi sento sbagliata.. no.. accendo la mia sigaretta e fumo e scrivo.. Credo che ognuno abbia un ruolo nel mondo.. io credo di saper consolare gli afflitti.. non vorrei essere superba ma la Vita mi ha insegnato questo.. ascolto e consolo.. gli afflitti come il nostro unico Maestro insegna.. io so consolare per esperienza e perché mi sarebbe tanto e lo sono stata consolata nei miei dolori invisibili agli altri.. il dolore è invisibile ai più.. si nasconde dietro sorrisi.. cerca in ogni maniera di nascondersi perché è pudico.. si vergogna di se stesso.. ed invece è così nobile come sentimento.. quello di soffrire.. e tutti noi nella terra si soffre.. ed abbiamo bisogno di qualcuno che ci regga una spalla e sia solidale con noi… che abbia empatia.. e capisca il nostro silenzio e le nostre lacrime nascoste.. Questo insegnamento del nostro Maestro l’ho preso alla lettera ed in genere consolo.. so consolare so ascoltare.. ma non mi voglio inorgoglire sul dolore degli altri.. non va bene..

Sono molto rigida con me stessa con l’educazione cristiana che ho avuto.. ma se posso fare qualcosa di buono ci provo sempre.. è la mia indole..

Ho avuto un’ottima educazione cristiana.. ma sono molto rigida con me stessa.. dei miei errori non li faccio passare facilmente e poi me ne accorgo che già li ho commessi.. sorrido.. e me ne pento amaramente.. bisogna stare sempre molto attenti alle parole che possono ferire.. meglio tacere.. ed ascoltare.. lasciar parlare l’altro.. il mio cuore nasce cristiano.. e l’educazione cristiana insegna talmente tante cose che sembrano infinite.. sfumature.. delicatezze.. per l’Uomo che cammina sul sentiero della Vita.. che qui sulla Terra è dura per tutti.. difficile e piena di ostacoli.. ma bisogna parlar di speranza.. che è una virtù.. non lasciare nessuno che incontri senza una parola buona e di speranza.. chè il sole ritorna sempre..

Oggi ho parlato seriamente di cose importantissime per me.. la base della mia vita.. della mia educazione.. un sunto di quello che ho imparato nel corso della mia esistenza.. di tutta la mia esistenza.. Ho parlato così perché mi è sembrato di veder riaffiorare il sole nella mia Vita.. ieri ed oggi.. come se il periodo no fosse terminato.. e cominciasse un periodo nuovo della mia Vita.. oppure sarà che quando c’è un raggio di sole come c’è oggi nel Cielo io divento così felice da toccarlo con un dito.. no non mi sento sbagliata oggi.. oggi non faccio bilanci soliti della mia Vita.. in negativo.. no.. ma li faccio in positivo ed oggi mi voglio anche bene..

smilingdog

 

 

“Gente della notte..

Come piove.. come piove.. tantissimo! Acqua piovana nel giardino al di là della mia cucina.. pioggia che cade copiosa.. è tutto grigio come colore in casa.. sembra un giorno invernale.. volevo uscire per fare una colazione al bar proprio oggi ed invece niente.. non si può uscire per quanto piove! E neppure il terrazzino ho aperto.. io e Timbuctu chiusi al riparo in casa.. mi sveglio alle 7 del mattino è tutto scuro fuori e dentro la mia camera da letto.. mi accendo una sigaretta e mi sveglio piano piano.. dopo tanti sogni ricchi di immagini.. mi alzo vado subito verso la cucina.. preparo la porzione di pappa per Timbuctu che se la mangia affamato come ogni mattina (è un gatto golosone!) ed io mi siedo sulla sedia del soggiorno dopo aver preparato il mio caffè.. fumo un paio di sigarette insieme ai miei pensieri di primo mattino.. appena svegli.. di fuori dalle finestre solo tanta pioggia.. ed il Cielo è un manto tutto grigio.. accendo la luce chè non si vede niente in casa.. fumo e penso.. l’umore si deve ancora svegliare.. poi bevo il caffè e me lo gusto (sono golosa di caffè) e l’umore migliora.. mi sento bene improvvisamente.. e la giornata ha inizio.. ed eccomi qui.. a scribacchiare sul foglio bianco… con gli occhialini infilati sul naso e la mia voce che detta sottovoce le parole da scrivere.. le mie mani ubbidienti vanno veloci sulla tastiera e sembrano come dico sempre danzare una loro musica.. le mie mani così attente.. se fossi diligente come sono le mie mani.. non avrei tanti pensieri che non vanno su di me.. le mie mani sono ubbidienti.. da sempre.. amano stare sopra una tastiera.. sin da quando ero una bambina.. chè giocavo a fare la segretaria (nevrotica!) tanto che mio padre mi ha regalato una macchina da scrivere portatile me lo ricordo ancora.. un giorno bellissimo nel quale io ho cominciato a giocare con questa macchina da scrivere e non mi fermavo mai.. avevo circa 9 anni.. un bellissimo ricordo e bellissimo regalo.. quanto sono stata felice! sì ho sempre sognato di fare un giorno la segretaria.. uno dei miei tanti sogni (oltre che diventare campionessa di tennis!) .. era un mio sogno quello di diventare una perfetta segretaria e credo che sarei stata portata per il mio carattere preciso.. sì io sono una gran confusionaria questo è anche vero.. ma per quanto riguarda il lavoro io sono precisissima.. non lascio nulla di incompleto e poi avrei battuto a macchina velocissimamente! Come poi è accaduto ora che ricordo bene.. ho lavorato per un quotidiano come tastierista (cioè battevo al pc i testi da pubblicare) per circa 9 anni e mezzo ed era un lavoro che ho amato tantissimo.. mi divertivo.. molto.. bisognava andare velocissimi.. perché il giornale non aspetta.. deve uscire.. e di qui tanto stress sì.. ma io battevo con le mie mani sulla tastiera come una libellula sa volare.. veloce come il vento.. oh! che bel periodo della mia vita! Ero giovanissima.. avevo circa 21 anni quando ho cominciato a lavorare per il giornale ed amavo il mio lavoro fino all’ultimo giorno quando tristemente per tutti noi il giornale ha chiuso.. ho avuto crisi di tristezza e di malinconia.. e poi ho avuto difficoltà a trovarmi un altro lavoro.. era il lavoro adatto a me.. veloce e precisa.. difficilmente mi sbagliavo attenta com’ero.. eh sì.. un periodo felice della mia vita.. poi mia madre si è ammalata ancor di più.. e con il lavoro contemporaneamente ho perduto mia madre che è andata in Cielo con mio grandissimo dolore.. non ho retto tanto dolore.. l’anno dopo mi sono ammalata io.. è stata la débacle della mia vita.. ma no.. non voglio rattristare troppo l’eventuale lettore.. parlavo del mio lavoro che tanto mi ha gratificato e divertito in quegli anni.. c’erano i turni e si lavorava anche e soprattutto di notte.. ricordo dopo che il giornale era terminato finalmente ed era pronto per le edicole.. noi tutti si andava a mangiare una pizza insieme.. e si rideva tutti contenti.. e finalmente rilassati.. sì eravamo una gran bella banda! ed andavo d’accordo con tutti i miei colleghi.. e quante risate si facevano insieme! Sì ne ho risentito molto della perdita di questo prezioso lavoro.. che credevo mio per tutta la vita.. pensavo di essermi “sistemata” era un gran punto di riferimento per me e lo amavo tantissimo.. era fatto per me.. e mi divertivo tanto a lavorare .. insomma un periodo felice della mia vita una parentesi lunga che è terminata anch’essa.. e va bene.. ormai mi sono rassegnata da tanto tempo.. di tempo ne è passato da quei giorni giovani.. i miei vent’anni li ho lavorati tutti e la notte era fatta per divertirsi.. ricordo tornavo a casa verso le 6 del mattino.. già vita di notte..

Mi accendo una sigaretta.. e ripenso nostalgica a quei tempi.. che corrispondono alla mia gioventù.. ricordo con quanta velocità lavoravamo tutti quanti.. sembravamo dei pazzi!

Al giornale ci lavorava anche mia sorella.. eravamo tutti amici..

Già.. di tempo ne è trascorso tanto.. e solo oggi su smilingdog parlo del “mio” amato giornale.. chè avevo un po’ dimenticato.. ed una nota sottile di dolore affiora nel mio cuore.. ricordo ho sofferto tantissimo quando il giornale ha chiuso i battenti.. non ci potevo credere.. sì.. il “mio” giornale che ci dava tantissimi soldini per i turni che facevamo.. avevamo un bellissimo stipendio.. era la mia seconda casa.. mi ha permesso di fare tutti i miei tanti viaggi all’estero.. quelli che qui sul mio blog ho raccontato.. se ho visto il sole a mezzanotte in Lapponia è tutto merito suo.. sì amavo il “mio” giornale” e mi manca ancora.. come oggi sento la sua nostalgia.. già.. dai ritmi sfrenati..

Poi ho fatto la cartomante.. ho letto le carte per venti anni circa con bravura devo dire.. mi cercavano continuamente.. un lavoro che mi ha dato tantissime soddisfazioni.. prima per un call-center poi per conto mio.. avevo un gran via-vai in casa.. io generalmente offrivo un caffè.. mettevo le persone a proprio agio.. o almeno ci provavo.. e cominciavo con la stesura delle carte (mie amiche da sempre!) tutti erano contenti quando andavano via.. anche questo è un lavoro che ho amato e fatto con molta passione.. mi piaceva leggere le carte anche se dentro di me non sapevo quanto fosse giusto.. religiosamente.. eticamente.. ma pensavo fra me e me.. che queste persone avevano bisogno di un conforto perché in genere chi si fa leggere le carte è una persona ansiosa, che ha problemi che in quel momento gli sembrano enormi.. e così io li consolavo come so fare bene.. sì.. io so consolare.. non so ma credo sia un mio Dono.. o la mia educazione.. insomma le carte le ho lette per tanto tempo.. ed ora però non lo faccio più.. mi stancava troppo alla fine.. e poi una scelta.. etica.. A volte però sono molto tentata di riprendere… solo che non ho più energie per farlo.. bisogna impegnarsi tanto per essere bravi.. ed io mi impegnavo al massimo.. ricordo non mangiavo prima di una lettura di carte e mi concentravo tantissimo.. la lettura di carte è affascinantissimo.. e difficile..

Questi due (il giornale e la cartomanzia) sono stati i miei lavori.. poi ho smesso di lavorare.. ma il lavoro mi manca moltissimo.. io sono una persona che ama lavorare e non amo non far niente dalla mattina alla sera..

Mi accendo una sigaretta.. fumo.. tra il color grigio di questa giornata.. ed i miei pensieri rivolti al passato.. Quante persone ho conosciuto.. quante belle soddisfazioni mi hanno dato i miei due lavori.. tante.. sono stata brava in tutti e due.. me lo dico sembrerebbe da sola.. ma è così.. il mio cellulare ricordo squillava sempre.. ed io cercavo in tutte le maniere di essere disponibile.. vecchi ricordi.. che fanno parte di me.. della mia Vita.. il mio trascorso quotidiano.. che rendeva belle le mie giornate perchè amavo il mio lavoro.. lo facevo con tanto amore.. non è facile fare la cartomante seria.. non è facile affatto e quanto m’impegnavo! Sì penso che farsi fare le carte da me mi sarebbe piaciuto farmele fare anch’io! Per quanto m’impegnavo.. e le carte rispondevano sempre.. misteri dell’occulto.. che ho lasciato andar via lontano da me.. più per stanchezza mentale che per altro.. che per altri pensieri che si fanno sulla cartomanzia.. che comunque mi hanno influenzato sulla scelta di smettere..

Il post è terminato.. scriverei ancora ed ancora.. mi diletta farlo moltissimo.. una canzone di Jovanotti dei tempi del giornale.. che io ascoltavo come fosse stata scritta per me.. con tanta gioia.. una canzone che amo sempre moltissimo.. Gente della notte..

smilingdog