Felice come quando pregavo!

Mi sveglio serenamente.. una piccola colazione.. dello yogurt fresco caffè ed una sigaretta.. mi sveglio quasi subito.. Oggi è il compleanno di Timbuctu gli ho fatto gli auguri ed ora lui se ne sta sul terrazzino a prendere aria fresca.. io sono abbastanza pimpante.. il Cielo è coperto dalle nuvole.. solo un lieve raggio di sole appare.. tiepido tiepido.. tutto il resto del Cielo è grigio.. sembra quasi nebbia.. io sono di buon umore.. ed ho voglia di starmene qui di fronte al mio pc a scrivere.. infilo gli occhialini neri ed eccomi qui.. sono le 10.19 è mattino.. il silenzio è totale qui in casa.. le onde del mare però si sentono da qui.. che si rincorrono lente sulla riva.. tutto sembra dormire ancora..

Fumo pigra una sigaretta e guardo il foglio bianco del blog in cerca di parole..

La mia vita in questo periodo è senza tante emozioni.. è calmissima.. vivo una vita solitaria.. e mi mancano gli amici di una volta.. sento la loro mancanza.. le nostre risate e la nostra musica.. ma va bè.. non voglio lasciarmi andare alla malinconia.. ho risorse.. dentro di me.. dove non so.. ma le ho.. resisterò a questo stile di vita.. che non mi piace tantissimo.. il buon umore.. è difficile da trovare.. ma quando sto qui di fronte alla tastiera sono serena.. non è un periodo facile no.. e la paura della malattia è sempre vicino a me.. la paura di una ricaduta.. la paura di ritornare in quei posti bui e brutti un po’ m’incutono l’ansia del domani.. ma non ci posso né ci voglio pensare.. è stata un’esperienza bruttissima e la devo lasciare andare dietro le spalle.. ma non è facile..

Leggo il Vangelo tutti i giorni e mi fa bene.. mi dona sentimenti buoni.. di speranza.. e di una educazione che avevo perduto durante il cammino della vita.. così rieccomi a leggere le Sacre Scritture come quando ero una ragazzina e ne ero così contenta ed entusiasta.. frequentavo la Chiesa con tanta contentezza quando ero una bambina piccola ed una ragazzina.. e pregavo ferventemente.. poi mi sono allontanata.. sbagliando.. mi sono allontanata e solo ora mi sono riavvicinata al mio Credo.. alla mia educazione.. ed ogni mattina rafforzo la mia Fede leggendo il Vangelo e meditandoci sopra.. forse è passato troppo tempo da quando mi sono allontanata.. ma speriamo che il tempo ci sia per una conversione.. per la remissione dei peccati.. Ricordo quando ero una bambina frequentavo la Chiesa con grandissimo entusiasmo.. con Amore.. con passione.. m’impegnavo e ci credevo tantissimo.. era tutto per me.. la mia gioia! Ora ho perduto un po’ della mia spontaneità.. della mia gioia innata e me ne dispiace tantissimo.. vorrei tornare ad essere spontanea.. ridente.. con il cuore leggero leggero.. senza paure.. e con un’ottimismo che da bambina avevo e ne avevo tantissimo.. ma la spontaneità un po’ l’ho perduta.. con l’avanzare dell’età.. con le esperienze della Vita.. ed il mio sorriso si è spento un po’.. l’amarezza che la Vita mi ha dato non riesco a mandarla via.. fa parte di me.. e solo la mattina riesco a mandarla via.. con l’entusiasmo del risveglio.. di un giorno nuovo.. solo per poco ma ci riesco.. altrimenti l’amarezza fa parte della mia vita.. e dei bilanci che faccio su di essa.. bilanci che non portano mai a niente..

Mi accendo una sigaretta e fumo..

Ricordo il mio entusiasmo giovane.. era tantissimo.. mi piaceva la vita e le nuove amicizie.. conoscere.. vivere.. respirare.. gioire.. mi piaceva essere una brava persona.. poi la malattia ha portato via con sè come un uragano tutto di me.. la mia personalità.. le mie amicizie.. la mia vita.. è stato difficile affrontare la vita con questa malattia che mi porto dietro da così tanto tempo da farmi sentire ormai sbagliata.. che c’è qualcosa in me che non va.. così diversa dagli altri.. e così sola.. Ho perso le mie forze.. la mia personalità vera.. ed a volte non so darmene pace.. al posto dell’entusiasmo e della felicità è arrivata l’inquietudine.. la paura di quei reparti così brutti.. la paura di perdere il controllo.. e di non avere più una mia vita.. chissà forse è una prova che il Signore mi vuole dare.. non saprei.. so che durante questi anni ho sofferto moltissimo chiusa in me stessa.. ed ho avuto difficoltà a trovare amici.. chè poi gli amici con questa mia malattia se ne vanno via.. lontano da me.. insomma sono sempre qui a parlare della mia malattia che ha preso gran parte della Vita mia.. ho cambiato carattere.. sono molto più fragile.. e debole.. mentre quando ero più giovane e sana ero forte e facevo sentire la mia voce quando era necessario..

Oggi non sono però depressa.. sono soltanto un po’ amareggiata.. parlando fra me e me.. conversando con me stessa su questo foglio scrivo facendo dei bilanci.. e sono un po’ triste..

Come se non vedessi la Luce dopo il tunnel.. come se non avessi speranza di cambiare la mia vita ormai.. Ho un filo di speranza vivo in me.. quello sì.. ma è distante da me oggi.. nel mio cuore che sembra non battere che rintocchi tristi.. malinconici..

Fumo e penso.. pensieri al vento.. l’arietta è fresca per la casa.. la malinconia che provo è la medesima di quella che provavo da bambina molto piccola.. quando giocavo con la carta da parati e la mia fantasia giocava con i suoi colori.. venivo però consolata tanto.. e dormivo serena.. sotto un cielo stellato.. di carta pesta con stelle grandissime.. tutte per me.. ed allora quando penso a quei momenti magici io mi riprendo.. ritrovo le forze.. e continuo a camminare.. a vivere.. e ritrovo la voglia di vivere.. perché con la malinconia e la tristezza ci ho fatto sempre i conti.. sin da bambina.. e quando penso a come venivo coccolata e consolata.. riprendo la mia vita fra le mani.. e continuo a sperare di non essere così sbagliata.. ma una persona come tante che ha la sua croce e la porta sulle spalle tutti i giorni.. e mi ritorna la voglia di vivere.. debolmente ma mi ritorna..

Ricordo io amavo moltissimo frequentare la Chiesa quando ero molto giovane.. lo facevo con tanto amore.. poi un giorno lontano mi sono arrabbiata.. ed ho chiuso il portone.. me ne sono poi pentita.. ho bussato ancora.. e mi è stato riaperto..

sospiro.. ricordi che fanno male al cuore.. perché sono così intimi.. ricordi di una vita fa..

Vorrei essere più di buon umore qui su smilingdog ma non ci riesco affatto.. non riesco a provare gioia.. allegria.. buon umore.. sarà che sono sola.. che è un periodo lungo di solitudine.. la qual cosa mi pesa un po’.. faccio i conti con me stessa.. e non portano quasi mai..

E’ un post triste questo.. un tiepido raggio di sole si fa vedere solo ora..

Questo periodo della mia vita non mi piace affatto.. questa la verità.. ma dopo tre anni consecutivi di malattia devo avere pazienza.. e la pazienza non è una mia virtù..

Sì.. la mia mente mentre fumo un’altra sigaretta va a quando andavo in Chiesa tutta felice ed entusiasta! Oh potessi ritornare a quei tempi felici! Quando pregavo con le mie manine sinceramente e amorevolmente.. Ricordo andavo in Chiesa da sola.. alla messa del Fanciullino alle 9 del mattino la domenica.. tutti bambini a pregare.. ed io ero entusiasta.. felice!

Se solo ritrovassi quella felicità.. chissà dove si è nascosta e come ci sarà rimasta male della vita che poi l’ha accolta..

Sì è un post che parla di delusione.. di delusioni della Vita stessa.. che portano tanta amarezza al cuore..

Il post è terminato.. è un post da non leggere.. perché è una conversazione fra me e me.. fra i miei pensieri che oggi sono tristi.. malinconici.. giù.. non si tratta di depressione credo.. no.. si tratta proprio di pensieri che mi passano per la mente questa mattina.. delusa dalla Vita mia.. ma io resisto.. perché giorni più allegri arriveranno.. non così felici come quando ero una ragazzina certo.. ma giorni più allegri arriveranno..

smilingdog

Annunci