Una canzone..

“.. E la pioggia che va.. e ritorna il sereno..” mi sveglio verso le 5.45 del mattino. E’ ancora scuro dalle finestre. Ma decido di alzarmi. Il sonno è stato tanto e profondo. Sono riposata. Così Timbuctu mi viene vicino, ci facciamo un po’ di coccole, e decidiamo insieme di alzarci. Apro il suo terrazzino e lui è contentissimo, respira ossigeno ed aria fresca, io mi siedo nella sedia del mio soggiorno. Mi accendo una sigaretta. Un gran silenzio tutto intorno e poi le prime luci dell’Aurora nel Cielo. Respiro ossigeno anch’io.. sono riposata ed anche in parte rilassata.. non del tutto, pensieri mi vengono a trovare di prima mattina che mi sono antipatici, li scaccio via lontanissimo da me. Preparo così lentamente il caffè. Mangio un cucchiaino di Peanuts Butter e torno nel soggiorno.. pigramente. Fumo quasi assente.. mentre guardo il Cielo celeste. Respiro.. La casa mi sembra tutta ordinata con questi colori di primo mattino. Sorseggio il caffè. E mi sveglio un po’ di più. E ricordo che oggi andrò a pranzo fuori con Hermano a mangiarci del pesce buono, arrosto chè ci piace in un ristorante che cucina da sempre molto bene. La cosa mi rallegra subito. Fumo e penso un po’ tra me e me mentre osservo i colori particolari del Cielo durante il momento dell’Aurora, finchè non arriva un’Alba così tiepida con colori che assomigliano proprio alla fine di questa Estate. Colori quasi malinconici di un rosa triste. Sospiro tra me e me.. già.. sembra addirittura una mattina di pieno Inverno.. scura.. da rimanersene rintanati in casa..

Intanto Timbuctu invece è di ottimo umore, e gioca con il suo gioco preferito, un topino di pezza color rosa, ci gioca scatenato e corre qua e là velocissimo per tutta la casa, ogni tanto fa una sosta in terrazzino. Lui se la sta godendo questa mattina.. sembra un cucciolo e forse lo è.. e mi mette allegria vederlo giocare così..

Mah!.. L’umore è neutro questa mattina presto. Né abbattuto né così allegro. Normale. Il sonno è stato pesante, la notte non finiva mai.. ho dormito davvero tanto ed i sogni sono anch’essi stati tanti, anche se ora non li ricordo quasi più.. Ma sono contenta di essermi svegliata, il mattino mi piace tanto..

Accendo una sigaretta, e mi accorgo di essere seriosa, seria di fronte al foglio bianco. Come se non avessi voglia di giocare affatto, non avessi voglia di essere allegra. I battiti del cuore non li sento. E la mente mia anch’essa è seriosa. Così mentre fumo.. mi rammento una parolina.. una vocina che mi dice: “leggera, Vanna, devi essere leggera!” almeno qui, sul mio blog.. oggi mi resta così difficile essere lieve e leggera.. ma ci provo.. sospirando tra me e me.. Sì, vado a giorni, forse proprio come tutti, e poi ieri ho mangiato davvero molto poco, la pastasciutta fa benissimo alla mente, la rende più allegra, meno pensierosa, meno paranoica, è buona e dà tante bellissime energie! E ieri non l’ho mangiata.. ecco perché forse sono così triste.. Mi sa che è proprio così. La pastasciutta fa pensare meglio, è contro la depressione, invece di tanti medicinali potrebbero farti mangiare pastasciutta, non dico tutti i giorni, ma almeno ogni due o tre giorni, un bel piatto buono e tanto! Molti starebbero molto meglio sicuramente, secondo me. Si curerebbero tante patologie che riguardano il sistema nervoso, i pensieri sempre melanconici, depressi, insomma questa mattina ho già fame. La dieta non fa tanto per me. I miei pensieri vanno subito giù, il morale a terra, e le paranoie vengono subito a galla, arrivano come schegge veloci nel cervello, e così oggi a pranzo mangerò delle tagliatelle al pesce molto buone. Al posto dei famosi antidepressivi darei, io, un piatto di pastasciutta al giorno, da mangiare. Arriverebbero subito pensieri completamente differenti. Molto più intelligenti ed anche allegri. Chè la depressione non sa più cosa sia l’allegria, la Vita!

Così oggi eccomi qui.. il sole solo ora si vede, ma è di colore tiepido tiepido ed il Cielo di un rosa pastello tiepido anch’esso..

E così anche oggi ho detto la mia, pensieri che faccio seriamente. Ci credo in quello che dico e che penso e che scrivo qui. Combatto questa patologia psichica da talmente tanti anni che sono diventata un’esperta sulla mia pelle ed anche sulla pelle di mia madre, anche se con lei non ci capivo niente, ero troppo giovane. Ma sulla mia pelle ci capisco bene. Ed è proprio vero che noi siamo i migliori medici di noi stessi. Noi sappiamo bene di cosa siamo carenti e di che cosa abbiamo bisogno. Ognuno è differente dall’altro, io parlo per me, ma non solo. Sempre sogno di guarirmi definitivamente, ma se non sarà così, accetto ormai quello che è, ma mai come in questo periodo sono stata lucida, la reflessologia è un rimedio naturale che fa miracoli! Riporta in equilibrio tutto l’organismo, mente e corpo, e così sto ragionando molto meglio. La consiglio a tutti i miei amici lettori. E poi non dimentico neppure il mio psichiatra che è molto molto bravo. Mi ha dato medicinali leggeri, che non mi appesantiscono, e con lui, così disponibile e preparato, ci si parla proprio bene, piacevolmente bene, lo ringrazio da qui. A volte ho il sospetto di essere guarita. Un altro psichiatra giovanissimo e bravissimo, un paio di anni fa si è messo a mia disposizione, si è impegnato con tutto sé stesso, il suo tempo, e la sua maestria, e mi ha sbloccato! Mi ha portato alla radice delle mie grandissime ossessioni e paure. Chissà che io sia guarita davvero? Ho vicino a me tante persone che si occupano di me, che mi vogliono bene, chissà? Sperare.. diventa lecito.. e doveroso!

Mai perdere la speranza in una guarigione. Mia madre si è guarita dalla patologia mentale. Non ha avuto più crisi. L’ho visto con i miei occhi, ed erano altri tempi! Non ha avuto più una crisi maniacale. Ed io ci credo nella guarigione. O meglio, ci spero..

Ecco che parlo della patologia. Ma è un argomento che troppo m’interessa, e mi reputo preparata su questo argomento. Se non altro per quanti ricoveri ho avuto in Vita mia. Ma oggi ragiono! Penso! Insomma sono completamente lucida. In equilibrio con me stessa.

Oggi inserirò una canzone che amo tanto, che ascolto sempre molto volentieri, mi rimette in pace con il mio cuore, come una dolce ninna nanna sa fare, come un dolcissimo suono che sembra arrivare dal Cielo e volare un po’ più su.. Lucio Dalla!

smilingdog

 

 

 

 

Una ragazza spensierata..

Mi sveglio serenamente, apro gli occhi e sono solo le 8 del mattino. Bene, mi dico. Fumo la prima sigaretta del mattino e sono in compagnia dei miei pensieri già svegli ma anche dei miei sogni notturni così colorati e così particolari. Mah! Sospiro tra me e me e decido di alzarmi. Timbuctu mi segue. Vado verso la cucina illuminata da un bellissimo raggio di sole, forse tiepido e fresco ed apro la terrazzina per Timbuctu che ci corre immediatamente sopra respirando aria fresca e godendosi questi bellissimi colori di primo mattino. E gli preparo la sua pappa al pesce, questa volta salmone e gamberetti, ci si fionda affamatissimo. Ha ripreso un po’ di “ciccietta” che ci voleva. Ora è appollaiato sulla sua seggiolina di paglia e di nuovo sonnecchia beatamente. Io mi preparo intanto il mio caffè. E’ subito pronto, e così tra una sigaretta ed un’altra me lo sorseggio gustandomelo, ascoltando l’ondeggiare del mare ed il silenzio mattutino. I miei pensieri sono leggeri questa mattina, mentre intanto fumo la mia sigaretta. Penso e canto distrattamente nello stesso momento. Canto seguendo il ritmo delle onde che arrivano calme e silenziose a riva..

Sono serena oggi, sì. Ho dormito bene. Un sospiro e continuo qui a scrivere. Mi accendo un’altra sigaretta, fumo forse un po’ troppo questo periodo, non so.. come se illusoriamente la sigaretta mi aiutasse a pensare, a riflettere, ma non riesco proprio a farne a meno del piacere di fumare. Così eccomi qui di fronte al pc, a scribacchiare come al solito, forse sempre le stesse parole, ma ogni giorno è differente, ogni giorno i colori che mi circondando sono differenti, così quasi ostinatamente continuo a scrivere qui. Già, come una bambina un po’ testarda che non vuole crescere e continua a giocare con il suo gioco preferito. La mia amatissima isola, che ho come l’impressione che m’appartenga, sia mia!, ed io ci sto così bene, così appagata a volte, questa bolla di sapone che non si rompe mai, ma che mi aiuta a parlare di me, della mia Vita, dei miei giorni belli e quelli brutti, e poi le mie canzoni. smilingdog è così antico ormai.. che non posso non volergli bene. Ci passo del tempo tutte le mie mattine presto. Ormai scrivo solo di mattina. Un tempo aveva, il mio blog, anche abbastanza lettori. E poi scrivere come dico sempre mi diverte tanto. Forse non m’impegno come un vero Scrittore, no. Anche se a modo mio m’impegno ogni mattina. Affinché venga un lavoro discreto. smilingdog è un diario ed è cresciuto con me.

Fumo e penso..

Sì, sono un’abitudinaria. E questa caratteristica è un po’ da blogger. Mi piacciono le mie abitudini, fanno parte di me. Della mia Vita. E anche del mio carattere, forse ormai un po’ “antico”. Mi aiutano a vivere meglio. Sono punti di riferimento dei quali non riesco a fare a meno.

E ricordo ora quanto fossi nervosa da ragazza! Ero intransigente e nervosissima. Questo prima della patologia. Mentre, invece, ora, mi sovviene un bellissimo ricordo di quando avevo 16 anni,  giravo contenta per il Viale della mia Città con il mio motorino bellissimo e blù, nuovo, uno dei tanti regali di mio mio padre, avevo i miei capelli curati, e sì, splendidi e lunghissimi ed ero una giovane ragazzina molto serena e spensierata. Lo ricordo un po’ con una grande solarità. Ed Amore. E’ stata l’ultima volta, e forse l’unica, che sono stata spensierata. Ero così contenta, ricordo. E mi commuovo ora, nel mio cuore. Così ingenua e giovane, così spensierata e contenta di vivere, ero una ragazza semplice, ed i miei genitori mi amavano tanto. Ricordo è stato un istante di Vita. Un momento speciale e meraviglioso. Poi, subito sfortunatamente è arrivata la tempesta nella mia vita e nella vita della mia famiglia, quando mia madre si è ammalata di un male molto grave che non si poteva curare allora. Così divenni immediatamente inquieta e persi per sempre la mia serenità. Già. I ricordi del mio cuore lo fanno piangere ancora come allora. Così quell’immagine di quella ragazzina dai capelli curatissimi e lunghissimi e bellissimi è qui tra i miei ricordi più belli, nel profondo del mio cuore, e la voglio lasciare correre libera questa ragazzina.. libera ancora di volare tra i suoi più bei sogni.. Sì, perché da allora, la serenità, la mia spensieratezza, la mia vera felicità, non l’ho avuta più. Da allora è stato un rincorrere del tempo, un’ansia continua che si accumulava giorno dopo giorno, una corsa contro il tempo, e sono diventata velocissima, ed ansiosa e molto molto nervosa. I miei nervi sono stati messi a durissima prova. E sospiro ora di una forte nostalgia.. La mia spensieratezza.. così breve.. un’istante ed è volata subito via..

Ma da questo periodo della mia vita, sono passati tanti tanti anni da allora, vivo ora una vita comoda quasi, ma non è come me la sarei immaginata o sognata io, no. Ma la Vita è così, bisogna viverla, resistere al vento opposto, anche se tante volte sono crollata, e poi risalita, crollata e poi risalita con una fatica immensa. E forse di tutto questo dolore ho trovato tanta forza in me. E’, come si dice sempre, è aumentata la mia forza. Avrei sicuramente preferito che si fortificasse la dolcezza.. una dolcezza che dentro di me.. non riesco più a trovare..

A volte mi sento molto amata dal Signore però. Che così duramente ha messo alla prova la mia Vita. Per esempio, ci sono dei giorni che guardo la mia casetta con tanta gratitudine, che è così bella per me, mi piace tanto. Ci sto così bene fra le sue mura domestiche che mi sento protetta. Ed anche fortunata ad avere una casetta rosa il mio colore preferito, tutta per me. Ed ho deciso di prendermene cura di nuovo, che è troppo trascurata da me da troppo tempo. Seguirò il consiglio della mia cara amica Amica del Silenzio e comincerò a pulirla di più. A mettere in ordine. Insomma a vivere non nella mia solita confusione, ma nell’ordine e nella pulizia. E’ una forma di amore per la mia casa. Chè è come un regalo dal Cielo!

Ecco qua. Anche per oggi ho scritto. La canzone che ho scelto per oggi è “Sogni di latta” di Renato Zero, le cui canzoni, le amo tutte. E’ una bellissima canzone che amo molto. Parla di sogni.. io che i sogni miei sono stati interrotti troppo presto.. ma forse.. forse.. doveva andare.. così..

Una canzone per sognare

smilingdog

 

 

 

Così mi chiedo come stai..

Eccomi qui! Ho dormito così tanto e così profondamente chè mi sono svegliata solo poco tempo fa. E sono le 11.14. Come dormivo profondamente e tanto proprio come quando ero ragazza. E mi sento in piena forma. Il clima è temperato. Il sole non è così caldo, l’aria è fresca e gira per tutta la casa. Il caffè era ottimo. Ho voglia di esserci e sono così contenta e di buon umore! Come i colori del mattino di oggi. Avevo del resto tanto bisogno di riposarmi, di dormire tanto. Ero tanto stanca fino a ieri. Ed oggi sono qui, ritemprata, rafforzata, ed anche la mia mente è più forte e lucida. Avevo anche bisogno di mangiare, così ieri sera Hermano, gentilmente, mi ha portato nel nostro solito ristorantino e mi sono gustata un piattone di spaghetti alla carbonara. Li ho mangiati con tanto appetito e di gusto! Ho ripreso a ragionare subito. Ed anche il buon umore è arrivato subito dopo questo piatto di spaghetti ottimi. Erano venticinque giorni che non mangiavo un primo piatto per via della dieta e ieri ero arrivata debole e stremata. Così per fortuna come al solito arriva Hermano come mio “S.o.s.” e con la nostra auto “Comoda”  che ci scorrazza sempre placidamente da una parte all’altra della Città, mi ha portato a mangiare. E così oggi, questa mattina, ho più forze dentro di me. Sono completamente differente da ieri e dai miei pensieri di ieri. Oggi mi sento ottimista ed anche allegra. Mi piace molto svegliarmi tardi dopo un bellissimo sonno. Ne avevo proprio bisogno. Il mio corpo me lo chiedeva.

Mi accendo la mia inseparabile sigaretta, anche Timbuctu ha dormito di più, ed ora se ne sta sulla sua seggiolina di paglia a riposarsi ancora un po’. Vita da gatto!

Mi piacciono molto questi giorni che assomigliano tanto all’arrivo di Settembre, più temperati, più freschi e nonostante tutto con un Cielo limpido e sereno. Con un venticello leggero leggero che sfiora le onde del mare e le mie piantine..

Sospiro di sollievo. E sono di ottimo umore. Domani ho appuntamento con il mio psicoterapeuta, dopo circa venti giorni che non ci incontriamo. E spero mi trovi bene. Io mi sento bene ed in forma. Poi martedì prossimo inizierò nuove sedute di reflessologia con mio padre. Sabato a pranzo andrò a casa di mia sorella per ritrovarci un po’ tutti e mangiare insieme del buon pesce fritto fresco. Sì, non vedo l’ora. Mi piace molto starmene in loro compagnia e mangiare. Ci piace moltissimo mangiare bene. Ed insieme.

E penso.. a quella carbonarona che ha fatto il miracolo! Ero davvero a terra con il morale ed anche fisicamente, e l’umore era tristissimo. L’ho mangiata proprio di gusto e subito dopo mi sono ripresa! Ne avevo proprio bisogno! Eh! L’importanza di una pastasciutta fatta bene! Avevo fame, visto che sto facendo una dieta forse troppo ferrea, ed i miei pensieri non li avevo quasi più. Ero andata molto giù psicologicamente. Tanto da diventare anche molto nervosa. E triste. Fortunatamente ieri questo piatto di spaghetti abbondante mi ha rimesso in forze. I carboidrati che poi io in genere mangio molto spesso sono fondamentali per il corpo e per la mente. Per tutto.

Già.. sospiro di contentezza.

Oggi pomeriggio dovrei anche andare dal parrucchiere per un bel taglio di capelli che ultimamente ho trascurato. Ma non so.. non ne ho molta voglia. Oggi non ho voglia di far niente! Solo godermi questo stato d’animo. Fumarmi una sigaretta in compagnia dei miei pensieri più belli.. ascoltare una canzone.. non so.. Ho voglia di non far niente..

Fumo e guardo un po’ il Cielo.. lassù.. ma oggi mi piace anche starmene qui, in terra, a camminare sospesa da una leggerezza che non avevo da tanto tempo. In mia compagnia.

Con l’Anima mia che è in pace ed anche allegra. E’ un’Anima che oggi si prende un giorno di riposo. Anzi se lo è già preso con un sonno così profondo e bello e lungo.

M’impegno, in genere, tanto a fare le cose, oggi respiro aria nuova, più leggera. Settembre è alle porte ormai, ed è un mese che amo molto. I suoi colori unici e particolari, i suoi bellissimi alberi spogli, le foglie che cadono romanticamente, i suoi viali lunghi, la sua particolare atmosfera che ricorda le Città più belle del mondo. Ricordo da ragazza, ma non solo, anche da adulta amavo questa Stagione, che un po’ mi rassomiglia. Penso che ognuno abbia una Stagione che lo rassomigli maggiormente. Io, ricordo, ho sempre avuto una predilizione per l’Autunno, così malinconico, romantico e struggente allo stesso tempo. Le sue prime piogge di acqua sottile sottile che scendono da un Cielo plumbeo.. i suoi profumi nell’aria e le caldearrosto così  buone.. Questi colori marrone e beige.. così eleganti.. sì, l’Autunno è un mese elegante.. per poeti.. e per gli innamorati..

Così eccomi qui.. a dedicare questo post a mia madre e mio padre che per sposarsi hanno scelto il 1′ di Settembre, una giornata che in casa abbiamo sempre giustamente festeggiato!

L’Autunno sa di casa e di gocce di poggia che cadono e che guardi un po’ malinconica da dietro le finestre.. pensando a tante cose nella tua mente.. ancora adolescente.. quasi già innamorata.. di amori già lontani ma già dentro il cuore.. amori romantici..

Ci sono giorni nei quali vorresti rivivere tutto l’Amore ricevuto, sbagliato o no. Come dice Claudio Baglioni in una sua famosissima canzone. Così l’Autunno è la Stagione che ricorda di più il sentimento della malinconia, dei ricordi del passato, anche remoto.. sei in contatto con i tuoi sentimenti che comunque sono esistiti e poi arriva un giorno che ti chiedi dove siano finiti ora. Se si è stati completamente dimenticati oppure no. Ma questi sono pensieri di oggi. L’Autunno assomiglia a Ieri, al passato, alla rimembranza, alla nostalgia e forse quei sentimenti che credevi ormai sepolti dentro di te tornano Vivi, presenti nel cuore.. che mai dimentica..

smilingdog

 

 

 

 

 

 

Dopo tanta pioggia.. il sereno..

“.. le rondini nel Cielo..” cantava Domenico Modugno questa meravigliosa canzone “Dio come ti amo” che mi piace tantissimo, è bellissima, ed oggi mi ritrovo a cantarla anche io! Sono serena questa mattina, la pioggia copiosa di ieri ha portato via con sè tutti i residui di pensieri confusi, tristi e quasi bui dentro di me.. ed oggi sono “rinata” sento il fresco dell’arietta che gira libera per casa, respiro l’ossigeno! La mente è lucida e fresca, e noto con gioia le prime nuvole grandi e bianche nel Cielo limpido, azzurro e chiaro! E’ una bellissima mattina ed anche Timbuctu, il mio amato gattino, sembra approfittarsene, appoggiato sul terrazzino a godersela tutta quest’aria nuova e fresca. Respiro. Un sospiro di sollievo dentro di me e nel mio corpo, che sento più leggero. Ho dormito bene. Mi sono svegliata tardi, ho dormito tanto e mi sono svegliata di ottimo umore. Il caffè che poi ho preparato con calma in cucina l’ho bevuto in soggiorno fumando una sigaretta, in compagnia della mia serenità ritrovata. Non mi sento in colpa di nulla, oggi, ma mi sento “normale” una persona normale che vive la sua vita, senza darmi sempre addosso. I pensieri di questa mattina sono stati a mio favore. Se non lavoro più non è colpa mia. E’ così difficile del resto trovare un lavoro, e questo da sempre. Ed io nella mia vita ne ho fatto un mio cruccio. Ci ho sofferto tanto di non poter, di non trovare lavoro. Tantissimo ci ho sofferto, questa mattina è un nuovo giorno ed a tante cose del passato non penso più. Come se fosse un giorno bello di Primavera, la stessa energia, la stessa voglia di Vita. Timbuctu gioca per casa, corre di qua e di là velocissimo. Stiamo bene insieme. Il caffè era ottimo. La dieta sta andando bene. Tengo duro. Ce la sto facendo. Ma già ho prenotato i miei Peanuts butter per dopo le analisi, per dopo il controllo. E poi andrò a cena fuori con Hermano. Questi i miei programmi culinari. Mi sono dimagrita, ovviamente, e per fortuna. Mangio del resto così magro e poco!

Accendo la mia inseparabile sigaretta, il mare è calmo.. lo sento da qui.. da casa..

Sì, sono proprio di buon umore, più leggera, il mio cuore non è appesantito, ma anzi è leggero anche lui..

Non sto pensando a niente, mi godo il tempo di oggi, il suo bellissimo clima.. questo vento che ogni tanto si avverte e quest’aria frizzante che si respira.. mi godo questo momento..

Non mi sovviene nulla nella mente riposata, e non ho intenzione di disturbarla, sta così bene in questo momento. Il cuore batte e pensa anche lui.. ma sono battiti regolari come ad inseguire il vento di oggi, libero e vivo..

Le membra del mio corpo anche sono rilassatissime, riposate, la pioggia di ieri ha portato via con sé tutto quello che non andava.. energie che si erano bloccate lì ferme e ormai statiche, che stavano lì ad appesantirmi, ad appesantirci tutti, oggi è un giorno bellissimo e nuovo, ed anche i pensieri si rinnovano. Mi sento anche un po’ più giovane. Più forte e fresca.

Non ho tante altre parole da inserire oggi. Ne approfitto per godermi questo bellissimo mattino di aria fresca ed anche rinfrescata.. Mi fumerò una sigaretta seduta nel mio soggiorno, in compagnia dei miei pensieri, nel silenzio tanto amato da me e tanto bello.. un silenzio che assomiglia alla Natura rigenerata, che assomiglia al silenzio di Timbuctu quando dorme o quando osserva ogni cosa curioso, il silenzio tipico di un gattino, al silenzio del Cielo che ogni giorno quando lo guardo sogno, sogno e sorrido, al mio di silenzio, dentro di me.. che c’è sempre stato.

Mi godo questo bellissimo momento.. fumando in compagnia di me stessa..

smilingdog

 

I miei pensieri più belli..

“Occhi di ragazza.. quanti mari che ci aspettano.. canto tra me e me in questa mattina uggiosa questa splendida canzone di Lucio Dalla intitolata “Occhi di ragazza” che oggi inserirò qui nel post con mio grandissimo piacere. E’ forse tra le canzoni che preferisco in assoluto ascoltare.

Mi sveglio verso le 9 del mattino che sono riposatissima. Ed anche di buon umore. I sogni sono stati belli anche se ora non li ricordo già più. Mi alzo e m’incammino verso il soggiorno, mi siedo comodamente e mi accendo una sigaretta e guardo fuori dalle finestre, piove, gocce di pioggia sulle finestre ne sono la prova.. così Timbuctu oggi non è ancora uscito nella sua terrazzina che lui ama tanto, ma è talmente buono che non si è lamentato, “Piove Timbuctu!” e lui sembra aver capito così s’appoggia ad una mia sciarpa nuova e calda, si è adeguato immediatamente al clima di oggi che sembra che l’Estate sia terminata. Oggi infatti è più fresca l’aria ed io mi sento meglio. Mi accendo una sigaretta, ho preparato il caffè e l’ho bevuto con piacere, mi sono svegliata proprio bene questa mattina. Il giardino di fronte a me lo guardo scrupolosa, attenta, e noto un vento che è forte e che spinge di qua e di là le belle piantine. Questa notte c’è stato anche un temporale. Io me ne stavo nel letto a cercar di prendere sonno.

Sospiro. E’ Domenica mattina. Sì, il vento lo sento fischiare anche da qui.. e le onde arrivare grandi sugli scogli.. il mare mi sembra mosso..

Mi giro alla mia destra per osservare il Cielo, è tutto annuvolato di nuvole piene di pioggia.. è proprio una brutta giornata, come clima. Ma a me piace proprio così. Aria più fresca ed io rintanata in casa. Mi piace molto. E’ arrivata al momento opportuno questa giornata così grigia ed uggiosa, ero arrivata allo stremo delle mie scarse forze, il caldo era davvero tanto, troppo! Così respiro aria nuova e la mente si ossigena di più.

Alla mia sinistra c’è un servizio nuovo di tazzine da sei per il caffè, un servizio intero, è talmente grande che non so dove metterlo, ma è davvero bello, molto elegante. E’ un regalo di Amica del Silenzio e del suo compagno. C’è anche la zuccheriera che i piace proprio. Lo userò molto volentieri. Non ricevo in genere tantissimi regali, peniseri, anche perché forse di amiche non ne ho poi così tante. Ma quelle che ho ogni tanto i pensieri me li fanno e la cosa mi fa piacere.

Respiro quest’aria fresca con molta gioia, mi sento in forma, e mi piacciono tanto queste giornate grigie di pioggia. Mi rassereno con me stessa, come se mi bagnassi sotto di essa, acqua piovana che scende dal Cielo. E’ una sensazione di intimità con me stessa che forse da tanto tempo ho perduto. Una parte di mia interiorità che con il tempo si è affievolita rispetto a quando ero più giovane, quasi una ragazza. E studiavo fra i libri assorta. Mi piaceva molto studiare, mi riusciva bene, amavo lo studio e riuscire bene. Già.. altri e lontani tempi.. che ricordo con una lieve ma anche forte nostalgia.. mi manca un po’ la mia persona nell’interiorità, come se avessi perso tante energie mie nel mio vivere quotidiano tralasciando i miei pensieri e riflessioni più profonde non so più dove. E così la pioggia di oggi mi ricorda quei giorni lontani di me che guardavo la finestra e la pioggia scendere ed io che riflettevo sull’esistenza e mi ponevo allora tante domande.. pensavo, ragionavo, sempre silenziosamente tra me e me.. cosa che con il tempo appunto si è affievolita.. Tante cose sono avvenute poi dopo, e se ci penso bene mi sono perduta nelle strade della mia Vita, e delle volte ora, mi dò’ contro troppo spesso, mi devo dare una chance e chissà che io non ritrovi i miei pensieri più profondi e riprenda a fare le mie riflessioni silenziose tra me e me? A volte ci spero ancora. La mia parte nervosa, il mio sistema nervoso ha preso il sopravvento ed i nervi hanno preso il posto dei miei pensieri più belli, che non mi facevano male, ricordo amavo molto quel mio silenzio mentre studiavo, quei miei pensieri giovani ed anche colti. Ero una ragazza a modo fino ad una certa età, poi ho rotto tutti i miei schemi, all’improvviso, come sono solita fare io, faccio sempre tutto all’improvviso, scappo via all’improvviso, fuggo, ed i miei più intimi e profondi pensieri rimangono là, sotto, dentro di me, ed io non ho più avuto modo di ascoltarli. Un grandissimo rammarico. Ero, ricordo felice quando scendeva la pioggia ed avevo un libro che amavo sotto di me..

Già.. la mia interiorità, la mia profondità, scavalcati, soppressi da nervi che sono diventati instabili, per tantissimi motivi. Ma oggi.. è così.. mi manco un po’ e dicono che indietro non si torna.. ma io dico e spero di sì, con cautela, con dovizia di particolari, con amore per se stessi, con giudizio nell’agire.. non so ancora.. ma io ci spero di ritrovare i miei pensieri più profondi ancora dentro di me.. è difficilissima la cosa, lo so..

Accendo una sigaretta.. non do’ ovviamente la colpa a nessuno delle mie condizioni psicofisiche, ci mancherebbe! So soltanto che questa mattina il mio cuore è come se piangesse, come se in realtà non lo stessi mai ad ascoltare seriamente. Ecco. Mi manca anche la mia serietà nell’agire nei miei confronti. Il mio cuore sente tanto la nostalgia della mia natura, riflessiva, seria, di una volta. Vorrei tanto tornare indietro nel tempo e tanti errori di valutazione o dettati da impulsi sbagliati fossero dimenticati e ricominciare tutto di nuovo, per il rispetto e amore di quella parte di me stessa che ora non c’è più,  ma che ancora per fortuna ricordo, e forse sono tornata a volermi bene.. Ad avere nostalgia della parte più vera di me..

Così il mio post è terminato.. la pioggia continua a scendere.. dolce come quando le gocce di pioggia rinfrescano tutto dolcemente.. ed io torno a respirare ossigeno.. ed oggi come per incanto e nostalgia mi dedico questa splendida canzone..

smilingdog

I miei bei libri ad aspettare me..

Così ecco qua un nuovo giorno. Mi sveglio verso le 7 del mattino dopo un sonno ricco di sogni ed immagini oniriche dolci, è un sonno che mi riposa le membra, un sonno profondo. Ogni tanto mi sono svegliata durante la notte.. è stata una notte lunga. Mi sveglio chè ormai è giorno, Timbuctu è disteso vicino a me, e così decido di alzarmi. Non è poi tanto caldo di prima mattina e l’umore non è così malvagio. Preparo il caffè. Mi siedo nel soggiorno e scruto i colori del Cielo, azzurro e trasparente, il sole sembra non esserci ancora, ma verso Est la sua luce s’intravede, verso il Porto della Città. Sorseggio il caffè e penso a tante cose. Piano, perché i pensieri sono silenziosi, ma ci sono. Odo da qui le onde del mare che giungono a riva calme.. la Città ancora è sospesa nel silenzio del mattino.. poi non ricordo che oggi è Sabato, pensavo fosse Venerdì, sono rimasta indietro di un giorno! Mah! Ed ora eccomi qui, di fronte al pc ed alla mia tastiera, a scrivere, annotare parole, sogni e sensazioni della mia Vita. Il tempo scorre velocemente.. ma oggi.. tutto ancora mi sembra fermo.. come se tutto, il tutto dormisse.. silenziosamente.. io e Timbuctu che saltella per la casa, siamo gli unici svegli a quest’ora. Questa è la mia sensazione. E così Timbuctu se ne sta sulla sua terrazzina aperta a prendere un po’ d’aria nuova e fresca ed anche un timido raggio di sole che lo scalda, curiosando come solo un gattino sa fare. Poi si fa le unghiette velocissimo e scatenato sulla mia sedia da dove scrivo.. abbiamo così iniziato il nostro nuovo giorno insieme. E’ un momento importante questo quando scrivo qui sul mio blog e delle volte scrivo troppo velocemente ed anche superficialmente.. questi momenti, che sono preziosi per me, mi dovrei concentrare maggiormente e non scrivere quasi a vanvera.. devo pensarci di più alle parole.. così eccomi a sospirare e pensarci su..

Accendo una sigaretta.. chè questa mattina ho fumato meno..

Il caldo fra un po’ di giorni se ne andrà.. ed io forse mi sentirò molto meglio.. mi piace quando scenderà la pioggia ed io la guarderò da dietro le finestre, cadere sul selciato, sulla terra e poi sentirne il suo profumo, odorare il profumo buono di terra bagnata, il profumo della pioggia! E poi quando piove io scrivo meglio, come se i releè del mio cervello fossero meno offuscati, più aperti, più funzionanti.. mi viene da sorridere solo al pensiero del refrigerio che si prova nei giorni piovosi d’Autunno! La mia mente ed il mio corpo si rigenerano, rinascono, ed io mi sento come “nuova”. Questo è un po’ per tutti. La pioggia rigenera la Natura, e tutti gli esseri viventi. E’ ossigeno che scende dal Cielo e mi piace anche uscire sotto la pioggia che cade, mi diverte bagnarmi i capelli, la testa con l’acqua piovana. Già.. Camminare sotto la pioggia senza ombrello.. forse è un po’ da selvaggi.. forse, ma a me piace tanto.. mi ristora e rinfresca..

Poi anche starmene a casa al calduccio, che bello! Che intimità con se stessi..

Ma ancora è un po’ presto per sognare l’Autunno!

Ho riposato bene.

La dieta sta andando bene. Mangio solo cibi magri. Evito le mie solite cose. Golosissime e grasse! Da quando mia madre è andata in Cielo ed io abito per conto mio, cioè da tanti anni ormai, ho sempre mangiato a modo mio, e come una bambina lasciata libera in una pasticceria od in una gelateria, ho sempre fatto una spesa pazza! di cibi golosissimi! Tanto che alcuni o alcune mie amiche quando vedevano, aprivano il mio frigorifero ridevano di gusto a vedere tanti “pastrocchi” golosi da mangiare!

E’ mattino presto ancora.

Il silenzio è dappertutto. Solo alcune voci di vicini. Alcune porte che si chiudono. Forse la Vita si è appena svegliata..

Le mie piantine sono floride. Hanno resistito ancora al caldo di questa Estate. Brave!

Ieri pomeriggio ho dormito quasi sempre un sonno bellissimo e sereno. Mi sono riposata tantissimo. Una telefonata mi ha svegliata, altrimenti avrei continuato a dormire. Il fresco del ventilatorino mi aiutava a dormire così bene.

Così anche oggi il post è terminato.

Non ho tante parole in più da inserire. Come se fossi senza ispirazione. Respiro mentre una sigaretta fuma alla mia destra, appoggiata al suo posacenere.

Oggi forse non sono ispirata anche se ho pensieri nella mia mente. Ricordi di un po’ di tempo fa. Tante cose sono cambiate. Il fiume del tempo corre veloce.. quasi inesorabile..

E penso a quanti libri mi sono letta quando ero più giovane! Quanti. Ne leggevo tanti contemporaneamente. Soprattutto di spiritualità di ogni nazionalità e Credo. Poesie mistiche meravigliose. Chissà.. se la mia mente le ha ancora dentro di sé.. oppure le ha dimenticate.. i miei libri sono tutti qui vicino a me, ogni tanto li presto a chi so che poi me li rende, sono libri preziosissimi che amo ancora. E chissà che io non riprenda a rileggerli. Magari con il senno del poi li comprenderei meglio. I miei libri sono tanti e sembrano una libreria. Bellissimi. Mi piaceva leggere, ne ero assetata di cultura mistica. E non solo. Leggevo gran parte del mio tempo. Pomeriggi e notti immersa nella lettura. Mah! Non so se riprenderò a leggere. Ora che il tempo è trascorso, con l’età sono diventata più pigra. I miei libri sono tutti lì, appoggiati nello stesso punto di tanto tempo fa. Amica del Silenzio ogni tanto li guarda, li osserva con tanto rispetto. I libri ti assomigliano, forse. Fanno parte di te. E forse si nascondono, dentro di te, e non se ne sono andati via.

E’ tanto tempo che non leggo più, che io non apro uno dei miei libri. Sospiro e me ne dispiace. E penso tra me e me, è come se non avessi avuto più tempo. Ma è solo una scusa. Un’alibi. Non è vero.

Così oggi, con un velo di malinconia inizia questo nuovo giorno..

smilingdog

 

 

 

 

 

Avrei voluto fare la ballerina..

Mi sveglio verso le 8 della mattina che sono riposatissima ed anche gioiosa, di ottimo umore. La qual cosa non mi accadeva da tanto tempo. Fumo la mia sigaretta appena sveglia contenta. La qualità del mio sonno è stata ottima ed anche la qualità dei miei sogni che sono stati proprio belli! Così oggi la giornata ha avuto un bellissimo inizio. Mi alzo con calma. E’ un giorno nuovo ed io sono contenta. Le angustie del giorno prima si sono volatilizzate, il malumore di ieri se n’è andato via con il mio bellissimo sonno. Sì, devo fare una vita più regolata. Meno thè freddi che mi innervosiscono. Devo seguire i dettami della reflessologia se voglio star bene. Pochissimo caffè, io che in questi giorni ho bevuto tanto thè freddo per dissetarmi, ma che mi innervosisce. Devo stare attenta alla mia salute psicofisica! Così oggi sto bene, sono di ottimo umore ed anche serena. Eccomi qui a scrivere sul mio amato smilingdog, chè ieri non ce l’ho fatta, sia per il mio pessimo umore, ero a terra! sia per il gran caldo che c’era. Oggi la casa si è rinfrescata, c’è un’arietta che gira che mi rinfresca lo spirito, il corpo e la mente. Mi sento proprio in forma. Ho dormito tanto. I sogni sono stati bellissimi e svegliarmi gioiosa non mi capitava da tantissimo tempo! E c’era già lì Timbuctu a salutarmi, a darmi il suo Buongiorno, così mi alzo decisa e vado verso la cucina. Do’ la pappa al mio gattino che se la mangia vorace e di gusto, e gli apro la sua terrazzina, il sole oggi ancora non è così caldo. Preparo il caffè e mi godo il mattino. Serenamente. Nel suo bel silenzio.

Osservo il Cielo. Azzurro trasparente. Neanche una nuvola all’orizzonte. Limpido!

Bevo il caffè, buono e senza zucchero, è più fresco, fumo una sigaretta ed intanto mi sto svegliando un po’ di più.

Canto tra me e me le mie solite canzoni. Ma preferisco poi rimanere nel silenzio.

A gustarmi il caffè, ed il mattino, che oggi è pieno di gioia nel mio cuore.

Accendo una sigaretta, e fumo.. le onde del mare regolari sbattono sugli scogli e sembra seguino un vento che le spinge e le porta verso la riva..

Ieri è stata proprio una giornata che ho sofferto molto. Ero molto triste. Non ce l’ho fatta a scrivere un post decente. Ero davvero bloccata dalla tristezza. La mia. Una tristezza grande che non trova luce, non trova speranza. Così mio padre, come di consueto, mi ha consolato. Mi ha parlato tantissimo, ed io mi sono un po’ calmata. Succede. Forse era toppo caldo ieri.

Oggi invece sono qui, pimpante ed anche di buon umore. Ho desiderio di scrivere e di donare un po’ del mio buon umore anche a chi legge.

Devo seguire i dettami sia del mio psicoterapeuta, prendendo le mie medicine, sia anche le regole dolcissime della reflessologia, che riprenderò a fare le sedute lunedì prossimo. Andare a letto sul presto, la sera, e non bere cose che eccitino i miei nervi, così delicati.

Ed invece questi giorni caldi, lo ammetto, ho trasgredito, bevendo Coca-cola dietetica ma sempre Coca-Cola e Thè freddo per dissetarmi. Ho esagerato, come mio solito e ieri ne ho pagato le conseguenze. Oggi non berrò più queste bevande dissetanti ma eccitanti. Berrò l’acqua fresca. Ecco. Ed ora torno a sorridere di nuovo.

Sono anche a dieta, che fra poco farò un controllo completo. Sto mangiando magro.

Così eccomi qui. Sospiro, non è poi così caldo ancora.

Timbuctu è qui disteso per terra vicino a me, a cercare di prendere il fresco.

Le mie piantine mi stanno dando molta soddisfazione, germogliando tantissime, belle e nuove e grandi foglie verdi.

Svegliarmi così di buon umore mi dà la speranza che forse non ho sbagliato tutto nella mia vita. Che qualcosa “si è salvato” come dice Vasco Rossi. Che non tutto ho sbagliato. Respiro e sospiro. Ed il mio cuore batte di una speranza nuova.

Mi devo volere un po’ più di bene. Questo sì.

E credere un po’ di più nelle mie possibilità. Nella mia persona. Non abbattermi più di tanto. Non lasciarmi prendere dall’angoscia, e darmi una chance in più, credere più in me stessa. E saper seguire i buoni consigli che mi danno. La via della guarigione è in salita, è così difficile.. che a volte si perdono le speranze, poi un giorno qualsiasi ti risvegli piena di gioia nel cuore e piena di forze, pronta per ricominciare a lottare, a vivere, a crederci di più..

I sogni di questa notte sono stati bellissimi. Ma non li ricordo quasi più. Peccato! Ma mi hanno donato il buon umore di questa mattina. Sorrido dentro di me. Sono allegra tra le parole che scrivo nel post di oggi.

Ho tanta grinta dentro di me. Tanto desiderio di migliorare la qualità della mia Vita. Ma già una bella canzone mi aiuta tanto. Mi porta nel suo mondo che è anche un po’ il mio. E mi rallegro. Come quando ero più giovane ed anche quando ero una bambina. Come amavo ascoltare le mie canzoni! Già.. e forse erano sempre le stesse, nonostante avessi un mare di dischi a mia disposizione. Amavo, già a tre anni, la poesia di Luigi Tenco, Le mille bolle blù di Mina, come amavo tanto Rita Pavone, e la poesia di Don Backy che mi faceva sognare sempre tanto, e poi ero completamente innamorata di Massimo Ranieri! che fu il mio primo amore. Ricordo avevo cinque anni! Che ogni volta che appariva in televisione scattavo veloce dal lettone e correvo e me lo baciavo tutto! Abbracciando tutto lo schermo della televisione. I miei genitori ridevano tantissimo! Poi ero innamorata di Lola Falana, una bravissima ballerina dei miei tempi di quando ero bambina che io imitavo scatenata, e poi anche di Raffaella Carrà con i suoi, ai miei occhi incantati, magnifici balletti che ugualmente imitavo, e pretendevo, come mio pubblico, l’attenzione dei miei genitori che mi applaudivano mentre io ballavo e si divertivano tantissimo, ridendo come due pazzi! Lo ricordo benissimo! Sì, perché io mi scatenavo letteralmente. Sono sempre stata vivace. Il mio sogno quando ero piccolina, era di fare la ballerina. Avrei ballato anche in ultima fila pur di ballare! Pur di far parte di un corpo di ballo!

Avevo la musica nel sangue! Il ritmo giusto. E mi divertivo tantissimo. Ballavo, ricordo, il charleston, scatenata! Lo ballavo benissimo, mentre sempre i miei genitori mi osservavano ballare come fosse il mio pubblico, battevano le mani e ridevano tra di loro tantissimo!

Bellissimi questi miei ricordi, che porto dentro di me.

La scia del mare porta a me i miei dolcissimi ricordi.. immagini indelebili.. che come un’onda arrivano delicati dentro di me.. a rinfrescarmi.. a ricordarmi della mia Vita che non ho solamente sofferto, ma ho anche gioito tanto! Mi sono divertita tanto! Ed ho fatto anche divertire.. Le risate dei miei genitori erano giovani e squillanti e divertitissime! Erano risate dal cuore!

smilingdog

 

 

I miei cani felici!

“Eppur mi son scordato di te.. come ho fatto non so..” cantata dai Formula 3 la canto questa mattina, mi piace la loro versione. Mi sono svegliata prima del solito, guardo l’ora e sono solamente le 6.25. Accendo con gli occhi semichiusi la prima sigaretta del giorno, mentre Timbuctu, il mio gattino, già sveglio insieme a me, miagola con la sua delicata vocina per darmi il suo saluto mattutino. Ho dormito tanto e profondamente con tanti sogni che ora non ricordo. Vado verso il soggiorno, mi siedo ed osservo dalle finestre i colori del Cielo, chè ancora il sole sta sorgendo.. noto che sono colori già di un Cielo quasi autunnale, si nota proprio, ed in casa è più fresca l’aria che gira. Mi alzo e vado in cucina, preparo il mio caffè. Timbuctu ha già mangiato la sua porzione di tonno, e corre velocissimo da una parte della casa all’altra, forse non sente più il gran caldo dei giorni passati e corre imbizzarrito, gioca, e sembra divertirsi moltissimo. Ora è qui. Disteso per terra al fresco, qui, vicino a me. E’ un gatto bellissimo ed è anche un gatto mammone molto affezionato a me, ed è molto ubbidiente e tanto buono! Ora sono qui, di fronte al pc. Dopo aver bevuto il caffè e fumato una sigaretta in silenzio. In cerca di concentrazione per il post di oggi. Ci tengo a scrivere ogni giorno. Un tempo scrivevo di meno. Non tutti i giorni. Ora sono più costante. Mi accendo una sigaretta, mentre odo qui le onde del mare arrivare a riva lente e calme..

Fumo mentre il fumo gira arrotolandosi su se stesso, verso di me e verso l’alto, verso il soffitto, con il suo colore argenteo come se volesse giocare con se stesso..

Così eccomi qui anche questa mattina! Sono appena le 7.38, la mente è lucida e riposata.

Una mano si appoggia alla fronte, l’altra tiene in mano la sigaretta.. e penso tra me e me.. nel silenzio muto di questa mattina presto..

Oggi, questa mattina, il mio umore è neutro, forse stabile, non so, non sono né troppo su di giri né malinconica, sono normale, senza troppe esaltazioni. Senza troppa neppure allegria. Ma anche questo fa parte di me.

Non è così facile scrivere tutti i giorni, mi dico ora. Ma m’impegno. Prendo fiato e rincorsa per cercare parole e dare più vita alle mie mani affinché trovino parole nuove anche per oggi. Mi viene già da sorridere, tra me e me, ed il foglio bianco che ho di fronte a me. No, non è facile scrivere tutte le mattine. Ricordo benissimo un tempo, scrivevo sì quasi tutti i giorni, ma non così costantemente. Avevo forse una vita più.. più! più Vita! Facevo forse più cose.. ma no! Perché anche quando c’era Wisky IV il mio amato Lupo-Pit-Bull me ne stavo sempre in casa.. e scrivevo.. scrivevo.. di giorno, ed anche il pomeriggio o la notte. Ed ero molto serena in quel periodo. Ricordo Wisky IV mi ha insegnato l’arte del dormire beatamente, perché lui era un grandissimo dormiglione e dormiva così beatamente e di gusto, chè io ho ho cominciato a dormire di gusto come lui!  Senza sensi di colpa, e dormivo placidamente, come non avevo fatto mai prima in vita mia. Sì, perché quando c’era il mio Lupo, di nome Albertino, non dormivo così proprio serenamente, e mi viene da sorridere dal cuore, perché Albertino, ricordo non dormiva mai durante il giorno! Era un cane nevroticissimo e mi amava tantissimo anche lui. Ho amato tanto i miei amati Lupi! Tutti di carattere differente. Ma così dolci e amabili tutti. Poi ho avuto per 16 anni, 1 un mese ed un giorno anche Bobo! Uno spinone buonissimo e bello che ho avuto per regalo da mio padre quando avevo 20 anni! E’ stato anche con lui un grande amore! Amava così tanto la sua libertà che passeggiava (erano altri tempi! purtroppo!) tutte le mattine per conto suo. Libero! Già.. tragitti della mia Vita! Non ricordo un momento di Vita vissuta senza un animale vicino a me. Ora c’è Timbuctu, il mio gattino tutto nero, bellissimo che amo tanto. Lui anche ha la sua bella personalità, i suoi spazi che sono tutta la casa, il mangiare bene, la sua terrazzina dove alla mattina presto ed al tramonto lui si appoggia per respirare, prendere l’aria fresca. Sì ho sempre viziato, se si può dire, ma amato molto i miei animalini, che dormivano tutti nel letto con me. Normale! Divani distrutti. Ma a me della casa è sempre importato poco! Mi accendo ora una sigaretta.. fumo.. e quasi mi prendo una pausa, nel silenzio di questa mattina e le onde del mare che si odono da qui..

Ricordo che prima della mia malattia avevo tantissimi amici, poi sono svaniti tutti nel nulla. Ho sofferto di solitudine e della loro mancanza. Ero abituata ad averne tanti! Sospiro. Ora voglio sempre bene loro. Anche se non ci si frequenta più. Ma sì, ho sofferto di una grande solitudine, io che ero abituata ad essere circondata da amicizie. Ma so che questo accade a tutti. O quasi tutti. A me è successo. Con tanta sofferenza da parte mia.

Però li capisco.

Ora non li frequento più. E mi sono abituata ad una vita più solitaria, e schiva. Mi piace sempre sorridere, e ridere. E forse quei miei amici di quei tempi ormai lontani non erano più affini a me. Avevo, ricordo, una Vita molto movimentata. Tra lavoro, mia madre, la mia famiglia d’origine, le mie nevrosi, oh! tantissime! già allora! E così ogni tanto ci ripenso ai quei tempi lontani. Che però io ho amato tanto ugualmente. Ora la mia Vita ha molti più anni, e mi piace molto ugualmente. Mi piace molto starmene per conto mio. In fondo un po’ alla mia solitudine ci sono abituata anche da prima della mia malattia. Come se la solitudine, in fondo, mi avesse sempre fatto compagnia..

Respiro. E sospiro. Anche per oggi ho scritto il post. Che dedico ai miei cagnolini, amici fedeli nel tempo. Con i quali passeggiavo e respiravo aria buona. Camminavo lungomare e loro correvano liberi e felici! Sì, questo post lo dedico a tutti loro, che spero un giorno di rincontrare.

smilingdog

 

 

 

La mia Gioia di quando ero bambina!

L’arietta è proprio fresca che gira per la casa e Timbuctu gioca con se stesso correndo come un pazzo per tutto la casa.. corre velocissimo da una parte all’altra, mentre io sto sorseggiando con calma il mio caffè. La mattina ha bellissimi colori ed un bel silenzio. Solo il mare con le sue onde sugli scogli si sente da qui.. Sto bene e sono riposata. Ho dormito profondamente ed i sogni non me li ricordo. E’ stata fresca anche questa notte. Ho come l’impressione che Agosto con i suoi giorni caldi ci stia salutando piano piano. Io dopo aver fatto colazione, sono qui, come di consueto ormai, di fronte al pc a tentare di scrivere qualcosa di buono. La sigaretta in bocca e le mie mani che veloci scrivono sulla tastiera. Una leggera brezza arriva sin qui e mi rinfresca. Ora Timbuctu, il mio gattino, si è calmato, e si è disteso per terra al fresco vicino a me. Gli piace questo momento che dedico qui al mio blog, gli piace il silenzio proprio come me. Ha già mangiato la sua pappa, chè era affamato di prima mattina, come ogni giorno. Gli ho aperto il suo terrazzino ed un’aria fresca è entrata in casa.

Sto fumando e scrivo. Sono lucida e calma. Il mio cuore è calmissimo. Sospiro. L’umore è buono. Ed i pensieri quasi ancora sonnolenti.

Oggi ho l’impressione di non aver voglia di far niente. Non so se sono le medicine che assumo oppure sono proprio io. Non lo so. Respiro aria buona. E le onde del mare mi stanno facendo compagnia insieme a Timbuctu.

C’è intorno a me un grandissimo silenzio. Neanche un’automobile passa sotto casa. La Città mi sembra lontanissima, ed anche silenziosa.

Tutto sembra dormire ancora.

Io mi sveglio quasi sempre molto presto, anche perché la sera vado a dormire prestissimo. Per la mia salute. Altrimenti farei sempre tardi, tra l’ascoltare la musica, guardare i video musicali che mi divertono e piacciono molto, oppure scrivere qui. Ma ormai chè ci sono abituata, andarmene a dormire presto mi piace, perché ho scoperto che mi fa bene, e l’umore ne giova.

Sì, delle volte è meglio non scrivere se non si ha nulla da dire.. Ma io insisto sempre, testardamente, come una “capra”, sperando di trovare argomenti e parole nuove dentro di me.

Sperando di trovare, ripescare bei ricordi dimenticati che solo, magari, scrivendo poi riaffiorano. Il tempo trasforma ogni cosa, secondo me. E con il tempo rivedi le cose da altri punti di vista. Il tempo non fa rumore, come scrive e dice Luca Carboni, e forse è per questo che non ti accorgi che passa. E che passa così velocemente. Davvero. Ma non mi voglio rattristare, oggi, questa mattina. No. La mia vita è stata lunga finora. Ricca di esperienze, giuste ed anche sbagliate. Ne ho avute talmente tante.. da averne quasi paura.

E così ho anche tanti ricordi dentro di me. Che mi fanno sorridere alcuni. Molto. Non rido più tanto allegramente come quando ero molto più giovane. Questo no. Non rido più così spontaneamente come da ragazza. Forse sono cresciuta e piuttosto sorrido che ridere di gusto. Ma, ancora con mio padre rido! Parliamo di tante cose della nostra Vita, e mio padre è davvero simpatico e buonissimo, e così quando parliamo al telefono insieme è sempre di buon umore. Lo fa anche e soprattutto per amore nei miei confronti. Che sono una “figlia ritrovata” dopo tanti anni di assenza mentale. Un meraviglioso Dono dal Cielo, inaspettato, come tutti i Doni del Cielo.

Così ho ripreso i rapporti con mio padre, ormai da un po’, e tutti i giorni ci sentiamo due volte al giorno. Lui è presentissimo, mi conosce bene, e parliamo di tante cose. E mi fa ridere di gusto! E ride anche lui!

La mia lucidità che ho in questo periodo della mia Vita è quasi un miracolo. Ragiono come quando avevo circa 25 anni! Che ero nel pieno delle mie forze psicofisiche.

Sospiro.

E mi accendo una sigaretta.

La mia Vita è stata piena di prove da superare, come quella di tutti. E così non mi abbatto e mi sento ancor più forte.

Sono Cristiana, ma come mi è difficile amare il mio nemico! Che significa perdonare! Come è difficile il cammino cristiano! Ma ho capito una cosa, che è di fondamentale importanza, tramite la preghiera tutto è più facile. Tutto diventa più semplice e difficilmente ti senti solo completamente. Così, il cammino è sì tortuoso, per me difficile, ma bisogna essere ottimisti, agire per il Bene, non essere indifferenti alla Vita, e gioire nel proprio cuore. Non lasciarsi abbattere dalla tristezza, né dalla malinconia, ma gioire! Chè la gioia fa bene al cuore, alla qualità della Vita e poi è contagiosa! Non mollare mai.

Ricordo già quando ero bambina mi piaceva tantissimo pregare con le mie manine giunte. Provavo una gioia indescrivibile! Sì! Avevo un bellissimo rapporto con la mia Religione. Tanto che ho studiato tanto la materia riguardo la Vita di Gesù. Amandolo tanto.

Così anche oggi come ieri, sono qui, sperando di non aver sbagliato troppo nella mia Vita, di non aver deragliato troppo dalla retta Via, dalla strada Maestra, e così continuo a pregare come mi è stato insegnato ed alla sera mi addormento serena.

E così mi ritorno in mente bambina felice!

Felicissima!

Sospiro. I miei ricordi sono affiorati.

La mia gioia nel cuore, ricordo, era grandissima, quando ero una bambina e pregavo Gesù a mani giunte, ero davvero felicissima, in uno stato di gioia pura!

Poi la malinconia anche fa parte della mia esistenza, sì. Da quando mia nonna Fernanda che mi coccolava sempre è andata in Cielo e non l’ho vista più. Mi sono subito chiusa in me stessa, nella mia fantasia ed ho cominciato a conoscere prematuramente il dolore.

Sospiro, e penso tra me e me, forse racconto sempre le stesse cose, ormai. Forse sì.

Fanno parte della mia esistenza. Non ho amori da ricordare nel cuore. Questo ormai lo so. Non ho un amore che mi sia rimasto impresso nel cuore. Non ne ho nemmeno uno.

Mi hanno deluso tutti quelli che ho avuto, se ci penso solo un po’, e non ne sento la mancanza. Sarà che forse pretendo troppo.. non credo. Non sono stata fortunata, forse, tutto qui. Ma non mi manca l’Amore, questo no. Mi piace troppo essere libera e me stessa, senza condizionamenti.

Questa è anche l’educazione che ho avuto. La Libertà prima di tutto. Ed io oggi come oggi non sono ancora libera del tutto, ma mentalmente sì.

Amo molto Timbuctu, quando lo vedo mangiare goloso di gusto. Come ho amato tutti i miei cani che ho avuto. E ne ho avuti tantissimi. Sì, mio padre mi ha regalato una vita bellissima, all’insegna della bellezza e della libertà. Ed anche del rispetto, anche se il rispetto è una parola così importante e grande da prendere sempre con le “pinze”.. il rispetto secondo me.. non è mai abbastanza..

smilingdog