Domenica mattina..

E’ domenica mattina, mi sveglio dopo un sonno bellissimo, profondo. Mi accendo subito una sigaretta, gli occhi semichiusi, fumo, terminata la sigaretta arriva puntuale Timbuctu che mi coccola appoggiandosi con il suo morbido e piccolo corpo sopra il mio braccio. Stiamo un po’ così, accoccolati.. sono riposatissima ed i sogni sono stati proprio belli! Poi Timbuctu si alza da me e decidiamo insieme di alzarci. Sono proprio di buon umore e nella casa si odono solamente le onde del mare che giungono a riva lentamente, tutto è calmo e silenzioso. E’ un bellissimo mattino. Ascolto una canzone che ho voglia di ascoltare, poi mi decido e vado a fare una colazione al  bar vicino casa. Sì cammino male, le gambe continuano a farmi male, cammino lentamente, ed un po’ me ne vergogno come se mi fossi invecchiata di colpo.. ed invece basterebbe che camminassi di più per esercitare i miei muscoli.. ma come sono pigra! Sospiro e continuo a camminare lentamente e con fatica ed arrivo al bar, un paio di cappuccini con del latte freddo, una pizzetta gustosa ma un po’ troppo fredda ed ecco la mia colazione. Rientro in casa chè sono, nonostante le mie gambe, rilassatissima ed anche di umore buono. Ieri sera mi sono addormentata serenamente e serena mi sono svegliata questa mattina.

Mi accendo una sigaretta, immancabile, ieri pomeriggio mi è venuta trovare una mia amica, vicina di casa, abbiamo parlato e riso anche insieme per un po’. Un thè freddo era di fronte a noi a rinfrescarci nel caldo pomeriggio. Ci siamo messe sedute sul terrazzino e ci siamo rilassate come potevamo.. il terrazzino era in ombra anche se il caldo era tanto, del resto come oggi!

Ho poco altro da aggiungere. Scrivo post molto brevi. Anche il mio cervello si vuole e deve riposare. In Agosto nessuno dovrebbe far nulla. Solo riposarsi mettersi all’ombra e bere acqua fresca. Magari qualcuno va a fare un bagno al mare e si rinfresca così.

Qui, nella mia casa si sta bene, il ventilatorino funziona e qualche raro alito di vento c’è a rinfrescarmi il volto.

Non ho null’altro da aggiungere. Tutto tace intorno a me, tranne le onde del mare, Timbuctu sta dormendo da qualche parte della casa nascosto non so dove.

Mi fanno caldo anche gli occhiali che indosso!

Mah! Bisogna avere pazienza ancora un po’.

Inserisco una canzone che ho in mente da questa mattina, la canto tra me e me da tutta la mattina, s’intitola “Una favola d’Estate” una canzone bellissima nel repertorio di Franco Califano.

smilingdog

 

 

Annunci