I miei cani felici!

“Eppur mi son scordato di te.. come ho fatto non so..” cantata dai Formula 3 la canto questa mattina, mi piace la loro versione. Mi sono svegliata prima del solito, guardo l’ora e sono solamente le 6.25. Accendo con gli occhi semichiusi la prima sigaretta del giorno, mentre Timbuctu, il mio gattino, già sveglio insieme a me, miagola con la sua delicata vocina per darmi il suo saluto mattutino. Ho dormito tanto e profondamente con tanti sogni che ora non ricordo. Vado verso il soggiorno, mi siedo ed osservo dalle finestre i colori del Cielo, chè ancora il sole sta sorgendo.. noto che sono colori già di un Cielo quasi autunnale, si nota proprio, ed in casa è più fresca l’aria che gira. Mi alzo e vado in cucina, preparo il mio caffè. Timbuctu ha già mangiato la sua porzione di tonno, e corre velocissimo da una parte della casa all’altra, forse non sente più il gran caldo dei giorni passati e corre imbizzarrito, gioca, e sembra divertirsi moltissimo. Ora è qui. Disteso per terra al fresco, qui, vicino a me. E’ un gatto bellissimo ed è anche un gatto mammone molto affezionato a me, ed è molto ubbidiente e tanto buono! Ora sono qui, di fronte al pc. Dopo aver bevuto il caffè e fumato una sigaretta in silenzio. In cerca di concentrazione per il post di oggi. Ci tengo a scrivere ogni giorno. Un tempo scrivevo di meno. Non tutti i giorni. Ora sono più costante. Mi accendo una sigaretta, mentre odo qui le onde del mare arrivare a riva lente e calme..

Fumo mentre il fumo gira arrotolandosi su se stesso, verso di me e verso l’alto, verso il soffitto, con il suo colore argenteo come se volesse giocare con se stesso..

Così eccomi qui anche questa mattina! Sono appena le 7.38, la mente è lucida e riposata.

Una mano si appoggia alla fronte, l’altra tiene in mano la sigaretta.. e penso tra me e me.. nel silenzio muto di questa mattina presto..

Oggi, questa mattina, il mio umore è neutro, forse stabile, non so, non sono né troppo su di giri né malinconica, sono normale, senza troppe esaltazioni. Senza troppa neppure allegria. Ma anche questo fa parte di me.

Non è così facile scrivere tutti i giorni, mi dico ora. Ma m’impegno. Prendo fiato e rincorsa per cercare parole e dare più vita alle mie mani affinché trovino parole nuove anche per oggi. Mi viene già da sorridere, tra me e me, ed il foglio bianco che ho di fronte a me. No, non è facile scrivere tutte le mattine. Ricordo benissimo un tempo, scrivevo sì quasi tutti i giorni, ma non così costantemente. Avevo forse una vita più.. più! più Vita! Facevo forse più cose.. ma no! Perché anche quando c’era Wisky IV il mio amato Lupo-Pit-Bull me ne stavo sempre in casa.. e scrivevo.. scrivevo.. di giorno, ed anche il pomeriggio o la notte. Ed ero molto serena in quel periodo. Ricordo Wisky IV mi ha insegnato l’arte del dormire beatamente, perché lui era un grandissimo dormiglione e dormiva così beatamente e di gusto, chè io ho ho cominciato a dormire di gusto come lui!  Senza sensi di colpa, e dormivo placidamente, come non avevo fatto mai prima in vita mia. Sì, perché quando c’era il mio Lupo, di nome Albertino, non dormivo così proprio serenamente, e mi viene da sorridere dal cuore, perché Albertino, ricordo non dormiva mai durante il giorno! Era un cane nevroticissimo e mi amava tantissimo anche lui. Ho amato tanto i miei amati Lupi! Tutti di carattere differente. Ma così dolci e amabili tutti. Poi ho avuto per 16 anni, 1 un mese ed un giorno anche Bobo! Uno spinone buonissimo e bello che ho avuto per regalo da mio padre quando avevo 20 anni! E’ stato anche con lui un grande amore! Amava così tanto la sua libertà che passeggiava (erano altri tempi! purtroppo!) tutte le mattine per conto suo. Libero! Già.. tragitti della mia Vita! Non ricordo un momento di Vita vissuta senza un animale vicino a me. Ora c’è Timbuctu, il mio gattino tutto nero, bellissimo che amo tanto. Lui anche ha la sua bella personalità, i suoi spazi che sono tutta la casa, il mangiare bene, la sua terrazzina dove alla mattina presto ed al tramonto lui si appoggia per respirare, prendere l’aria fresca. Sì ho sempre viziato, se si può dire, ma amato molto i miei animalini, che dormivano tutti nel letto con me. Normale! Divani distrutti. Ma a me della casa è sempre importato poco! Mi accendo ora una sigaretta.. fumo.. e quasi mi prendo una pausa, nel silenzio di questa mattina e le onde del mare che si odono da qui..

Ricordo che prima della mia malattia avevo tantissimi amici, poi sono svaniti tutti nel nulla. Ho sofferto di solitudine e della loro mancanza. Ero abituata ad averne tanti! Sospiro. Ora voglio sempre bene loro. Anche se non ci si frequenta più. Ma sì, ho sofferto di una grande solitudine, io che ero abituata ad essere circondata da amicizie. Ma so che questo accade a tutti. O quasi tutti. A me è successo. Con tanta sofferenza da parte mia.

Però li capisco.

Ora non li frequento più. E mi sono abituata ad una vita più solitaria, e schiva. Mi piace sempre sorridere, e ridere. E forse quei miei amici di quei tempi ormai lontani non erano più affini a me. Avevo, ricordo, una Vita molto movimentata. Tra lavoro, mia madre, la mia famiglia d’origine, le mie nevrosi, oh! tantissime! già allora! E così ogni tanto ci ripenso ai quei tempi lontani. Che però io ho amato tanto ugualmente. Ora la mia Vita ha molti più anni, e mi piace molto ugualmente. Mi piace molto starmene per conto mio. In fondo un po’ alla mia solitudine ci sono abituata anche da prima della mia malattia. Come se la solitudine, in fondo, mi avesse sempre fatto compagnia..

Respiro. E sospiro. Anche per oggi ho scritto il post. Che dedico ai miei cagnolini, amici fedeli nel tempo. Con i quali passeggiavo e respiravo aria buona. Camminavo lungomare e loro correvano liberi e felici! Sì, questo post lo dedico a tutti loro, che spero un giorno di rincontrare.

smilingdog

 

 

 

Annunci