A mia madre, Mara

Oggi è un giorno di festa nella mia famiglia. E’ il compleanno di mia madre Mara. Già sono felice di ricordarlo questo bellissimo giorno e lo festeggio anche se lei è  in Cielo fra le nuvole ed il blù. Il mio cuore è allegro come se lei fosse qui con tutti noi, e forse è proprio così, vicina a noi, a proteggerci sempre dalle insidie del mondo. Così il mio cuore questa mattina batte contento. E tenta in qualche maniera di ricordare momenti belli vissuti insieme a lei. La sua bella risata, i suoi occhi così espressivi, la sua simpatia e la sua arguzia, la sua intelligenza nonostante la sua bella ingenuità da ragazzina. La sua bellezza che non ha avuto tempo di tramontare, e così oggi, questa mattina sono qui a ricordare a celebrare te, mamma. La cui mancanza ha segnato la vita di tutti noi, membri della famiglia. Ed è come se ti scrivessi una lettera da qui. Come se tu mi stessi leggendo, parola per parla, e forse anche dettando, da brava maestra qual’eri. Sì perché tu insegnavi ai bambini piccoli che ti hanno amata per tutta la loro vita anche da adulti. Hai lasciato il segno anche a loro. Ma oggi anche se la tendenza forse in questo momento è di essere triste, non vorrei. Tu non vorresti. Ho pianto già tanto la tua assenza nella mia vita che mi sono persa, ci siamo persi un po’ tutti noi, ed ora sto qui a raccontartelo. Come se già tu non lo sapessi, e così ora che di tempo ne è trascorso, io ti parlo da qui, tu sei invisibile ai miei occhi, me non agli occhi del cuore che ti sente vicina a me. Tu che con le tue belle preghierine, tu che amavi tanto papà, tu con le tue gote che arrossivano di timidezza, la tua bella timidezza, Tu che amavi mangiare bene, cucinare per tutta la tua bella famiglia eh sì, così ti ricordo ancora, giovane e bella. Io che ti chiedevo sempre, di continuo consigli per la mia di vita, e tu mi rispondevi ed io eseguivo Mi comportavo come mi consigliavi tu, difendendomi sempre dalle ingiustizie e dai soprusi che vivevo. Tu mi difendevi agguerrita dalla Vita e dalle sue ingiustizie. Io mi sentivo così protetta senza considerare il fatto che poi io senza di te, non ho saputo mai difendermi, da sola come potevo? senza i tuoi preziosi consigli di comportamento? Già ora mi viene da sorridere, mamma, perché te lo devo, te lo voglio dire, ormai mi so difendere da sola, ho raggiunto un gran traguardo! Una cosa importante. Mi so difendere da me, mamma, dopo tanto tempo l’ho imparato. Così ho sentito tanto la tua mancanza, tutti noi la sentiamo dentro di noi. Ma oggi è un giorno di festa. E’ il tuo compleanno. Saresti stata bellissima anche oggi! Con il tuo sarcasmo, la tua ironia, la tua simpatia. Eh sì, tu sì che mi avresti aiutato tanto ancora. E quante risate insieme avremmo fatto come nostra abitudine bellissima! Dopo pranzo rimanevamo noi due di tutti i membri della famiglia, io continuavo a mangiare tutto il pane, e chiacchieravamo fino alle 4 del pomeriggio! Tutti i giorni! Io e te a parlare insieme di gusto! Eh sì! Sei stata una brava mamma, chè rideva di me del mio modo di essere così, ridevi mentre mi volevi tanto bene.

Non hai avuto tanto tempo per vederci crescere, sposarci, maturare, non ne hai avuto il tempo, e noi, ed io, parlo per me, è come se la mia crescita si fosse trasformata in rabbia e dolore inconsolabile, così fuggii via.. lontano, lontanissimo.. e non tornare più.. Ora sto meglio mamma! Dopo, forse ci si guarisce, sto lottando tantissimo, come lottavi tu, da guerriera indomita, non mollo la presa, e sorrido forse un po’ di più.

Ti sto raccontando qui un po’ della mia Vita, ma so che forse non ce n’è bisogno, perché tu sei vicina sempre a me ed a tutti noi.

Saresti con papà, se fossi ancora qui con noi, papà.. già.. quante risate! Mi viene ora da ridere proprio! E’ sempre lo stesso, mamma, e parla solo di te! Lo hai fatto innamorare quando eri una ragazzina ed anche oggi lo è! Eh già!

Oggi chissà cosa avresti preparato da mangiare per il pranzo! Io ho l’aquolina in bocca, tanto erano buoni i tuoi risotti, per esempio, oppure le tue lasagne! Inbattibili!

Così oggi ormai non piango più che sei andata in Cielo, no mamma, ma sono serena, forse sono cresciuta anch’io, e ti ricordo, ti vivo solo con Amore, con tanto amore ed anche gioia. La gioia e la convinzione che ci rivedremo di nuovo, tutti insieme, chè la famiglia è aumentata con le tue belle nipotine Bibi e Vanessina, sì la tua famiglia è aumentata, ed un giorno chissà, lo spero proprio, di poter rivedere i tuoi occhi belli e timidi e ridenti che mi parlano e mi salutano. Sì, lo spero tanto.

Ogni tanto mi vieni a trovare in sogno. Che bei sogni che faccio! Tu che mi ridi! Ah! Ogni volta mi sveglio ristorata.

Così oggi ho scritto di te, come a parlarti. Come a scriverti una lettera. Io? Io no, non sono poi così cambiata. E tu riderai sicuramente. Sono sempre la stessa che conoscevi tu!

Ed ecco ti dedico una canzone, che ogni tanto ascoltavi la mia musica, ti piaceva, te la dedico, mamma, così sogniamo ancora insieme un po’, che ci è sempre piaciuto sognare, romanticare, divertirci e ballare! Buon Compleanno mammina! Con tutto l’Amore che ho per te!

smilingdog

 

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “A mia madre, Mara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...