Più Amore nei nostri cuori

“Parla.. fa qualcosa.. è importante.. canto mentre apro il blog la canzone di Mina, una canzone che mi piace molto, come quasi tutte le sue canzoni. Qui in soggiorno i colori sono grigi come il Cielo annuvolato di questa mattina. Si odono le onde che s’infrangono sugli scogli, tutto il resto è silenzioso. Timbuctu guarda curioso dalla finestra chiusa, sì perché oggi è proprio freddo, e così se ne sta chiuso in casa. Come se avesse capito che non può prendere freddo. Le nuvole minacciano pioggia, il Cielo è plumbeo, e mi piacciono questi colori, questa atmosfera. Intima e fredda. La casa è ordinata e pulita, così la mia mente è più lucida, più fresca, del resto ho dormito molto e non ricordo alcun sogno notturno. Sono qui di fronte al pc, e sono rilassata, come mi piace starmene qua di fronte al foglio bianco e poter parlare un po’ di prima mattina. L’umore non è così male, respiro e sospiro. Mi accendo una sigaretta, e vorrei sondare un po’ il mio cuore quello che mi dice, quello che vorrebbe dire. Mi metto al suo ascolto, batte emozionato, come suo stile, il mio cuore è sempre stato un cuore che si emoziona molto, soprattutto quando ero più giovane, batteva fortissimo e fragile. Il mio cuore è e resta un cuore timido, arrossavo quando ero una bambina. Sì il mio cuore suggerisce la parola tenerezza, forse abbiamo bisogno tutti di tenerezza, di carezze sul cuore, in questo mondo così difficile da affrontare, abbiamo bisogno, necessità di perdonare e di essere perdonati, e di una carezza al cuore. Per rafforzarlo, per aiutarlo ad essere più forte e più felice. Così ci provo ad essere più tenera e dolce con il mio cuore, chè altrimenti sono sempre dura e severa. Così se mi abituo, mi esercito ad essere tenera con me stessa forse poi sarò più tenera anche con gli altri. Ho bisogno di amore, e così gli altri. E come è diventato difficile darsi amore, perdonarsi, essere dolci e teneri con se stessi e con gli altri. Sospiro amareggiata. Le onde del mare sembrano arrivare sin qui. Di tenerezze nella mia vita ne ho avute poche. Complimenti ne ho ricevuti invece tantissimi, da tantissimi amici che ho avuto nel corso della mia Vita. Ma tanti! Ed io non ho mai dato peso. Forse ho dato per scontato troppe cose che invece erano importanti. Sospiro. Ho camminato per la mia Via sempre molto velocemente. Quasi correndo. Ed ora mi sono fermata. Ho deciso un po’ di anni fa di fermarmi. Tutto quel correre mio e degli altri che mi circondavano, mi dava ormai fastidio e sentivo dentro di me che non portava a nulla. Mi sono fermata. La mia casa era ed è aperta a tutti. Un caffè, due chiacchiere per parlare un po’, ed io ho trovato più calma dentro di me. Fermandomi, come se volessi essere un punto di riferimento per gli altri, per chi passava, per chi ne aveva bisogno. Forse perché ero io la prima ad avere bisogno di punti di riferimento, e di una casa dove poter bere un caffè come se fosse a casa mia. Ho sentito la mancanza di una mia casa per tanto tempo. Per tanto tempo ho girato a vuoto senza sentire il calore di una “casa”, sena avere alcun punto di riferimento. E ricordo, ho sofferto moltissimo in quel periodo della mia esistenza. Ora certo soffro ancora, non lo posso negare, ma ci sono momenti di grande serenità nel mio cuore che un po’ si è riscaldato, e che ama il calore come tutti i cuori.

Oggi mi seno bene. Il cuore, mi sono accorta è più sincero qui su smilingdog, non ha più tanto timore di essere giudicato, e si apre sincero. E sospiro quasi di sollievo. Far parlare il cuore è importante, ed è come se un canale si fosse aperto, come se la porta del mio cuore si fosse aperta, ed io in compagnia di me stessa parlassi qui e avessi deciso di essere vera, autentica senza troppa paura di essere giudicata. Già. Sorrido. Mi sento più leggera. Parlare sinceramente mi fa bene. Mi alleggerisce anche lo spirito.

Accendo un’altra sigaretta. Fumo e penso tra me e me..

Ed è come se il mio blog mi fosse divenuto amico più di prima. Il mio amato diario di bordo lo sento che mi vuole bene. Mi dà la possibilità di comunicare, cosa che ho sempre avuto tanta difficoltà nella Vita. Tra la timidezza, la mia insicurezza, e la mia fragilità e la mia educazione, se ci penso soltanto un poco, ho parlato sempre poco di me. Ho ascoltato più che parlare. Così chiusa in me stessa ho combattuto la mia solitudine e lo scrivere qui mi permette di parlare, di avere voce anch’io. Un cuore muto altrimenti ho avuto.

Così eccomi qui, mi presento a me stessa, e gli occhi già mi ridono, mi sorridono, mi voglio ancora bene, esulta quasi il mio cuore, che è vivo ancora e non è stanco, ma sembra un cuore che sta prendendo ossigeno, i suoi battiti sono flebili ancora, hanno bisogno di più amore e di più comprensione. Ed all’improvviso diventa allegro! canterino! ballerino! felice! Forse e spero il mio è un cuore semplice ed oggi ha respirato attenzioni. Sì perché tutti abbiamo bisogno di attenzione, di attenzioni, di carinerie, di una carezza sincera. A volte mi sembra di essere divenuta una predicatrice, ma scrivo solamente quello che penso e che dovrebbe essere e le cose di cui ho necessità e le cose che per me sono importanti, le cose alle quali bisogna dare importanza. Già e non sono un’idealista. Lo sono in realtà. Ma c’è urgenza di aiutare l’altro. Anche se gli ostacoli sono tantissimi come i pregiudizi. Bisogna mettersi dalla parte degli oppressi invece che dalla parte degli oppressori. Bisogna avere carità nel cuore. Ed il cuore si alimenta con l’amore per il prossimo. Non è facile perché tanti cuori si sono induriti, si sono inariditi, e pensano solo a sé, solo a se stessi, ed anch’io cado in questa trappola mortale, ma bisogna sforzarsi, bisogna amarsi ed amare tanto, tantissimo.

Mi piace quello che dico e scrivo. Poi io non so se sono nel giusto. Ma questo è quello che penso. Il mio cuore ama la pace, non la violenza, una convivenza pacifica e non confini. Non perdiamo la sfida dell’Amore! Forse è facile parlare così, ma io lo devo dire quello che penso. L’accoglienza, l’ospitalità, il non egoismo, il non potere, ma la docilità e l’umiltà sono i valori dell’Amore. C’è stato insegnato come vivere. Il modo di vivere. E mi sembra che tutto vada al contrario. Le voci bisogna che parlino, che difendano chi ha bisogno di aiuto. Basta pensare al portafoglio pieno e tanta miseria attorno. Come si può vivere così? Così anche oggi ho parlato qui. Ho detto la mia. Quello che è nel mio cuore e nella mia mente da sempre. Bisogna essere più attivi, più vivi e coraggiosi. E non lasciarsi abbattere dagli ostacoli che la Vita ogni giorni ci dà. Proviamo ad amarci un po’ di più l’uno con l’altro. Lo straniero, il povero, il sofferente, il malato, l’oppresso, torniamo nella retta via. Lo dico per primo a me stessa. Un cuore più compassionevole. Che non sia inaridito. Che sia capace ancora di ascoltare una voce che urla nel deserto.

Parlo per me e per chi ha bisogno di queste mie parole come me.

Rammentare i valori veri della Vita è necessario, urgente ed importantissimo.

Più Amore nei nostri cuori. Più Amore..

smilingdog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.