“Spaghetti, insalatina, una tazzina di caffè..

Le onde sembrano danzare una musica invisibile, la loro, infrangendosi calme sulla riva, sugli scogli, il mare.. ed il silenzio.. questo il mio mattino dopo un buon caffè, sul tavolo tutto in ordine e pulito, la mia mente è fresca e riposata. Mi sveglio un po’ più tardi del solito. Sospiro. Ma sto bene. Sono rilassata, le onde che s’infrangono sugli scogli mi stanno facendo compagnia insieme al silenzio di Timbuctu che ha già mangiato e se ne sta ora appollaiato sulla sua seggiolina preferita, di paglia. La casa è tutta in ordine e pulita. Che meraviglia! La confusione mi confonde e deprime la mia mente, mentre quando tutto è così in ordine mi sento più lucida ed anche meglio. La luce in casa è un po’ adombrata, un po’ scura, il sole è tutto coperto dalle nuvole che sembrano proprio piene di pioggia, nuvole grigie, anche il giardino di fronte la mia cucina è adombrato e solo un vento agita le sue piante, i suoi fiori. L’Autunno è arrivato. Dormo con una coperta pesante, il mio amato piumone beige. Ci sto calda e ci dormo bene. Questa stagione mi è sempre piaciuta tanto, sia perché amavo andare a scuola, e soprattutto per questi suoi bei colori che tanto mi assomigliano. Assomigliano tanto al mio naturale stato d’animo, crepuscolare, forse romantico, insomma mi ci ritrovo, ed amo anche i suoi alberi spogli, le loro foglie che cadono spinte dal vento freddo, le sue pioggie sottili sottili, quest’aria già fredda che si respira, mi ci sento a mio agio, e poi me ne sto a casa, a guardare la pioggia cadere dalle finestre. Un’intimità particolare.

Coprirmi con la mia coperta distesa a letto ancora un po’, pigramente come il freddo vuole. Un bel caffè di primo mattino seguito da una sigaretta, è un piacere al quale non cedo, al quale non dico di no, il mattino presto con questi colori scuri, una meraviglia di sensazione e poi in questi momenti sto bene in compagnia di me stessa, appena alzata e con i pensieri miei ancora sul cuscino. Il mattino mi piace sempre. In Autunno ancor di più. Sospiro.

Amavo andare a scuola, ricordo, mi piaceva non tanto studiare, ma starmene con i miei compagni di classe a ridere e scherzare. Poi il pomeriggio lo trascorrevo sì a studiare un po’, ma non sono mai stata una “secchiona” non facevo tanta fatica ad imparare la lezione. Studiavo circa un paio di ore al giorno. Poi mi dedicavo ad altri interessi o meglio divertimenti.

Ora conduco una vita “solitaria”, ma che solitaria proprio non è per essere esatt, vivo con il mio gattino che mi ama tanto, e poi al pomeriggio mi viene a trovare Hermano con il quale trascorro un po’ di tempo a parlare, ridere e scherzare. Altrimenti non sarei capace di vivere solitaria senza nessuno vicino. Non credo sia affatto facile per nessuno o quasi. Bisognerebbe essere asceti forse, chè poi gli Asceti soli non sono mai. Perciò l’essere umano comune ha bisogno di confrontarsi, e di non rimanere solo.

Mi accendo una sigaretta. Questa mattina sono quasi serena. Fumo.. e penso tra me e me, mentre guardo il Cielo grigio e nuvoloso alla mia destra.. in cerca di ispirazione..

E già, la Vita là fuori continua, auto svettano sotto casa, la Città si muove, è sveglia già da un po’, io me ne sto qui, nella mia “tana” tutta pulita e lucida, e sono anche riposata.

Quando me ne sto qui di fronte al foglio bianco, i pensieri negativi che la mia mente produce, vanno via, come se le mie mani scrivendo li scacciassero via lontano da me, e quindi scrivere diventa un momento importante per me, perché in questo momento io sono serena, respiro, sospiro, fumo e penso.. tra me e me.. rilassata.

Avrei voglia di un altro caffè! Oh sì! ma non posso, mi agiterebbe, ne ho già bevuto quello che dovevo. Il giorno diventa lungo, ma a me non dispiace, ci sono abituata. Non mi piace la confusione ed il chiacchierio, non mi sono mai piaciuti. perciò me ne staro forse anzi quasi sicuramente distesa nel mio lettone che mi tiene caldo e ci sto comoda ad ascoltare la musica ed a riposare le membra. Non sono mai stata pigra in vita mia, solo ultimamente lo sono divenuta, per via delle mie gambe che tanto mi fanno male. Così trascorro gran parte del tempo nel letto, a riposarle. Del resto ho condotto sempre una vita sedentaria, e le mie gambe sono così stanche..

E così racconto qui di me, dei miei giorni. Delle mie fatiche fisiche e psicologiche.

Ora sta affiorando un raggio di sole che scalda il giardino alla mia sinistra colorandolo un po’ di luce. Sorrido, come ogni volta sorrido quando vedo giungere all’improvviso uno splendido raggio di sole. Il mare con il suo colore azzurro cenerino diventa più bello, come il Cielo a tratti azzurro limpido. Così forse anche oggi sarà una bella giornata. Ieri ha piovuto. Oggi preparerò una bella teglia di patate arrosto, chè io sono una golosona, e le patate arrosto ci stanno bene con questo freddo. Già, non vedo l’ora di mangiarmele. Intanto farò colazione. Chè ho proprio appetito. Uno yogurt all’ananas che mi piace tanto e forse anche un panino.

Mi è sempre piaciuto mangiare, è uno dei piaceri che ho nella vita più grandi, ma siamo tutti così nella mia famiglia, ci piace mangiare e mangiare bene, forse nostra madre ci ha coccolati e viziati da questo punto di vista preparando per noi piatti succulenti e golosi. Sì se fosse ancora con noi, a quest’ora sarebbe a fare la spesa, sicuramente, e poi si sarebbe messa ai fornelli preparando magari uno risottino allo champagne! Come era buono.. se solo ci penso.. nostalgie culinarie..

Io invece sono molto brava a preparare le polpette, le mie famose polpette al latte che tutti coloro che le hanno mangiate si sono leccati i baffi! Ero e sono brava anche io in cucina, la mia carbonara! Le mie bistecche prima che divenissi sensibile al fatto di non mangiare carne animale. Cucinavo le mie bistecche alla brace che venivano buonissime. Hermano, ricordo, se le gustava proprio. So cucinare, le basi me le ha insegnate un’ottima cuoca, mia madre, così ricordo quando preparavo i tortellini fatti a mano a Natale, ed ero una bambina, io li dovevo chiudere, ed ogni tanto li mangiavo crudi oh! com’erano buoni! Mia sorella è un’ottima cuoca. Il suo ragù credo sia imbattibile. Le sue lasagne anche, tutto quello che cucina è veramente delizioso. Ma poi mi accorgo che anche le mie amiche cucinano molto bene. Tutte quelle che ho come amiche. Cucinano proprio bene. Tutte! Se solo ci penso. E così anche questo semplice post è terminato. Il sole è arrivato sin qui, sin dentro casa con i suoi raggi illuminandola tutta!

Mi piace quando si mangia tutti in compagnia, in allegria. E’ accaduto anche a me con i miei amici, e ricordo ridevamo tanto tra una forchettata ed un’altra. Beh, il post è concluso. Buona giornata a te che passi e leggi.

smilingdog

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.