Pensieri tra me e me..

E’ sera, ed io di nuovo qui. La notte è decisamente più sincera. Infilo gli occhialini, indosso la mia giacca comoda e calda, ed ora sono qui, di fronte al pc ed ho voglia di scrivere. Le onde del mare giungono a riva rumorose, spinte da un vento leggero. Il buio del Cielo mi fa innamorare, mi piace starmene qui, scrivere e pensare al buio con una sigaretta accesa. E’ sabato sera ed io non voglio andare a dormire così presto. Non ho sonno. E sto qui, in attesa di parole..

Fumo.. ed ascolto il mare..

E come vorrei poetare se solo fossi capace di ascoltarlo il mare.. ed il vento.. riconoscerne il linguaggio che arriva dritto al cuore.. se solo ne fossi capace.. di ascoltare il silenzio della sera.. e poterne parlare.. con parole soavi.. lievi e leggere come carezze care ed affettuose su un volto stanco.. e ricordo mia madre, la sua stanchezza, ed io giovane che non capivo niente. E forse non capisco niente neppure ora. Se ci penso un po’. E’ difficile scovare il dolore. Il dolore si sa nascondere bene tra le pieghe del cuore. Quanto è stanco un Uomo ed una Donna durante il cammino della Vita.. quanto.. me lo chiedo ancor oggi.. Ed ancor oggi non riesco personalmente ad afferrarla questa vita mia. Oppure semplicemente sono soddisfatta. Semplicemente. A volte sono contenta e non mi sento piegata dalla mia esistenza, e come araba fenice rinasco. E’ certamente sempre più difficile. Ma oggi sto bene. Sono di buon umore. E mi dico, Vanna, non importa se non riesci a far poesia, come ti piacerebbe tanto. Un tempo mi ci sentivo poetessa nel mio animo. Mi ci sentivo sinceramente. Poi all’improvviso tutto è cambiato attorno e dentro me. Non mi sono più ritrovata ed i miei sentimenti che erano in versi, li ho perduti così.. e non ricordo neppure quando fu. Le mie poesie, i miei versi che avevo dentro.. sono svaniti. E non li ho più ritrovati. Amarezza e realismo. Forse sono stata delusa un giorno lontano, che più non ricordo. Ed eccomi qui, distaccata da me.. Forse senza accorgermene sto parlando in realtà della mia gioventù che se n’è andata così silenziosamente, senza avvisarmi, ed i miei sogni con lei.. Poetavo, sognando tra me e me, sentendo il profumo dell’aria che amavo tanto.. il profumo dell’aria.. oh! che gioia provavo..

Un tempo mi sentivo così amata.. soprattutto.. amata.. ed ero così sicura di me.. che nulla sembrava scalfirmi.. non mi sentivo sbagliata, perché mi sentivo protetta ed amata.

Oggi il mio cuore anche se vivo e batte i suoi rintocchi è più stanco..

Ogni età ha le sue bellezze, Vanna! sembra ricordarmi ora mia madre. Lei sì, mi parlava così. Come se io un giorno avessi potuto capirla meglio. E così ha ragione lei. Ogni età ha le sue bellezza. Così alla mia età chè non sono più giovane, ho ritrovato i miei pensieri di quando ero una ragazza e pensavo sempre. Ricordo, ero molto assennata e giudiziosa, e riflessiva. E la Vita mi sembra un cerchio che sembra inseguirsi. Con le sue tappe di crescita. Oggi sono un po’ più sicura di me. Dei miei pensieri. Delle mie idee. Di me. Leggermente più sicura. Ed essendo più sicura di me, riesco anche ad agire di più. Con il rischio di sbagliare, ma riflettendoci un po’ ho ripreso ad agire. Con l’aiuto sempre del Cielo. Perché da soli siamo niente. E questo ci ho sempre creduto e pensato.

Amare, sempre amare, ed il mio cuore si è aperto ultimamente. Si offende di meno, è meno vulnerabile, è più anziano e forse è divenuto più saggio anche lui.

Questa mia età non è poi così male. Quando sono lucida. Quando la mente funziona. Quando ritrovo i miei principi e valori nei quali ho sempre creduto e che per un periodo ho quasi dimenticato, ritrovarli intatti dentro di me è una bella sorpresa che la Vita ti fa.

E’ come una rinascita per me.

Ritrovare la mia me che per tanto tempo ho dimenticato, è immenso. Ha del miracolo. Ritrovare la mia mente. Di nuovo. Sono quasi senza parole..

Vivere, rischiare di sbagliare ma agire! Essere compartecipi! Partecipare! Vivere! Sentirsi vivi in un semplice sorriso, oppure in un consiglio semplice ma dal cuore. Oggi mi sento bene.

Il foglio bianco, il mio diario è sempre alla mia portata. Penso quindi esisto, dice Cartesio, ed io sto pensando. E la mia Amica cara Amica del Silenzio mi dà’ una grandissima carica con la sua presenza ed Amicizia nella mia vita e ci vogliamo tanto bene.

Ci sono sensazioni di rinascita spirituale che non riesco a descrivere.

Oggi agisco. Domani anche. Non mi faccio prendere dall’ozio. Dalla stanchezza. Chè è tutto un fattore mentale. Mi piace agire ed agire per il meglio. Come se avessi una seconda possibilità. Respiro e sospiro. Il cuore è più leggero. La mia Vita non è finita, e forse è solo cominciata.

smilingdog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.