Biscottini e the caldo

Eccomi qui. La stanchezza, tanta, che ho sentito per tutto il giorno è passata quasi d’incanto. Ed ho desiderio di starmene qui un po’ sul mio blog a farmi compagnia scrivendo. Non è sera, è pieno pomeriggio, sono le 17, ma là fuori è quasi già tutto buio, grigio, il Cielo non promette allegria con il suo manto tutto grigio. Un grigio di novembre. Lo ammetto sono stata triste per tutto il giorno. Ma ora che sono qui, mi sono un po’ rinsavita dal dolore che provavo senza fine.. Ho ascoltato questo pomeriggio un po’ di canzoni che avevo voglia di ascoltare. Mi sembra di stare, di vivere in uno di quei paesini sperduti del nord della Russia, per questa atmosfera grigia e solitaria. Mi riprendo all’improvviso da quel senso di angoscia ed apro subito il pc. smilingdog è sempre stato il mio caro amico sempre disponibile. Carta, penna ed io! Il mio umore, lo ammetto, è cambiato e sono su di morale. Ho voglia di scrivere. Le onde del mare quasi quasi mettono tristezza, il mare in inverno mi piace molto, è assai evocativo, nostalgico.. ma oggi no. Eh sì, ma mancano i raggi del sole. Ma li ho dentro di me, ora. Una sigaretta sta fumando distrattamente appoggiata al suo posacenere. Io detto lentamente le parole al pc. Sì, l’umore è decisamente migliorato. Ho dormito tante ore oggi. Mi ero svegliata troppo presto questa mattina. Così ho dormito insieme a Timbuctu per quasi tutto il giorno. Mi accendo una sigaretta e sono sveglia! Riposata. Fumo e penso.. La mente è fresca, lucida e riposatissima. Poi quando mi sono svegliata questo primo pomeriggio sono sempre stata su facebook, mi piace troppo! Non riesco a farne a meno. E come una ragazzina inserisco le mie canzoni preferite. Un “like” ancor oggi dopo tanti anni mi fa ancora piacere, e tutto sembra procedere. Solo il tempo ed i colori là fuori non sono in sintonia in questo momento con il mio umore che è stabile ed allegro quasi. Oggi ho ascoltato tantissima musica, canzoni e come ama la musica, le mie canzoni il mio gattino Timbuctu. Sì, Timbuctu ama moltissimo la musica ed a volte gli ispira un bellissimo sonno di quelli suoi. Ma anche Albertino, il mio amatissimo Lupo ed anche Wisky IV amavano la bella musica, sembravano ascoltarla con tanto amore. Penso che solo ora ho superato la perdita del mio Wisky IV per la quale ho sofferto tantissimo, quasi a non riprendermi più. Ci ho perso la testa e questa volta sembrava che non mi riprendessi. I miei medici non riuscivano, seppur tentandone di tutte, pou con molta difficoltà e tanto tempo sono riusciti nell’intento di rimettermi a posto. Ci sono voluti anni. E’ stato, sono stati questi ultimi e lunghi tre, quattro anni difficilissimi da vivere per me. La mente non voleva tornare in sé. Poi finalmente ho ricominciato a “ragionare” ed essere lucida. Sono rientrata in me. Ma è stato difficilissimo questo lunghissimo periodo. Ci è voluta tanta pazienza da parte mia. Così solo ora credo di aver superato la perdita di Wisky IV chè amavo tantissimo, così buono simpatico, così mio compagno di vita amato.

Sì, la mia mente s’infragilisce molto facilmente. Come se avessi pochissima forza e difese immunitarie nel mio sistema nervoso. Così io artista e sorrido un po’ ascolto la musica che mi piace tanto, mi rilassa, e scrivo qui sul mio amato diario di bordo. Un mio psicoterapeuta che mi ha seguito assiduamente per due anni consecutivi mi ha detto che secondo lui io sono una grande Artista! Oh! ricordo ancora come mi sono sentita a quelle parole che mi sono sembrate bellissime, mi sono stupita ma anche sono rimasta contentissima di quello che mi aveva appena detto. Sì l’Arte, gli artisti, l’Arte l’amo tutta! Soprattutto quella pittorica, ma anche quella letteraria, le belle poesie, insomma quando l’Uomo si esprime, quando alla sua maniera l’Uomo comunica. I quadri mi emozionano ancora, come anche l’arte della fotografia m’affascina tantissimo. La musica, anche quella classica amo moltissimo. Per anni l’ho ascoltata. Così quando questo mio medico mi ha detto così, mi sono emozionata ed anche ci ho creduto. Che c’è una parte di me che è Artista. Amo tutte le forme d’Arte, e di comunicazione. Di tutti i tempi. Sospiro mentre ricordo ancora la contentezza ed il mio bel stupore mentre assorbivo ed ascoltavo le belle parole del mio medico.

Io non mi sento però una grande Artista come disse lui! Sì perché disse proprio così, una grande Artista! Ed io i complimenti non li dimentico! Sorrido. E continuo a scrivere qui, semplicemente, quasi scolasticamente, chè a scrivere difficile ed astruso (lo hanno asserito in molti e la penso anche io così) sono bravi quasi tutti. Il difficile è scrivere più semplice possibile. Che sia alla portata proprio di tutti. L’Arte per tutti! Lo scrivere per tutti! Io scrivo molto semplicemente, l’ho già detto, sono quasi scolastica nel mio modo di pormi. Ma a me piace molto. Non amo molto i libri che anche se bellissimi, si fa tanta difficoltà a leggere. La lettura .. bè va bè, cambiamo argomento chè è meglio. Io penso che ognuno sia libero di scrivere come meglio preferisce. Tutto qui. Molto semplice.

Io amo molto la forma diaristica. Anche perché scrivo in questa maniera da tantissimi anni, sin dal 2005! Ed ora forse anzi sicuramente non saprei scrivere diversamente.

Mi accendo una sigaretta e fumo.. ed intanto penso tra me me .. mentre il faro della Città comincia già a fischiare.. nella nebbia.. La sera è scesa.

Sono contenta di starmene qui in casa. Protetta dal buio che c’è fuori.

In questo momento mi sovvengono i pomeriggi autunnali con mia madre che mi preparava mentre studiavo, un the caldo. Amavo molto mia madre. E forse solo ora ho superato il trauma della sua perdita. I nostri pomeriggi. Il the caldo, e là fuori il buio. I miei quaderni e libri. La mia merenda pomeridiana, biscotti buoni e the caldo. Ancora non conoscevo il sapore del caffè. Ricordo che amavo moltissimo starmene in casa, amavo studiare, non facevo fatica. Non era difficile per me. In Autunno non giocavo a tennis. E rimanevo in casa. La domenica mattina andavo sempre in Chiesa. Ero una brava ragazzina. Uscivo proprio quasi mai.

Sì. Il post anche questa sera è terminato. Ho scritto ed ho provato piacere a scrivere. A raccontarmi ancora un po’.  Ora inserisco una bellissima canzone di Luca Carboni scritta e cantata da lui. Perché lui è un cantautore. Poliedrico. E soprattutto bravissimo. Ricordo quando ero una giovane donna, ma insomma, ero molto giovane, i pomeriggi li trascorrevo ascoltando le sue canzoni, e così non mi sentivo mai sola. Luca Carboni ha il dono di non far sentire soli nessuno. Mai. La sua poesia tocca i cuori di tante persone innamorate di lui. Proprio come me. Ed ancora oggi le sue canzoni mi rallegrano lo spirito innalzandolo e come allora non mi sento mai sola quando l’ascolto. E’ un suo dono chè pochi altri cantautori hanno. ❤

smilingdog

 

 

Annunci

Ho bisogno di musica

Il pc sta facendo le bizze. E va bene, ricomincio da capo. Con i pc bisogna avere tanta pazienza. Ed io ce l’ho quando si tratta di scrivere. Mi sveglio chè sono le 5 del mattino. Un sonno profondo e senza sogni, cosa che mi accade di rado. Sono riposatissima. La mente è riposata e lucida. Ci svegliamo insieme io e Timbuctu come tutte le mattine. Il Cielo è scuro sembra notte. Come mi piace svegliarmi presto il mattino chè fuori è ancora buio, mentre sorseggio il mio amato caffè e sono in compagnia dei primi pensieri del mattino e tutto tace ancor. Io sono proprio riposata. Il sonno è stato profondo e senza sogni, mi ha riposato maggiormente. Mi sento bene. Soprattutto quando sto qui, di fronte al mio pc, è uno dei momenti più belli della giornata per me. Sono impegnata a scrivere e sono me stessa, non penso a null’altro che alle parole da scrivere qui, e la mia mente s’impegna e si diverte allo stesso tempo. Mentre scrivo non ho tempo per pensieri antipatici, no. Sono impegnata qui e la cosa mi piace sempre tantissimo. Parlare, scrivere, impegnarmi qui è delizioso per me. Un momento bello della giornata. Fra i momenti più belli. Perché sono in compagnia di me stessa e dei miei pensieri. Mentre fuori ancora tutto tace. Solo le onde del mare si odono infrangere arrivare  riva.. e questa notte m’immagino una luna bianchissima che lo illumina. Mentre invece il Cielo è tutto scuro. L’immaginazione.. quanta ne ho sempre avuta.. se solo ci penso un po’.. tantissima! Quanto la mia mente ha sempre amato l’immaginazione, e la fantasia e sognare, tanto forse da non essere neppure cresciuta. Illusioni le mie come nuvole.. sospinte dal vento. Nasco sognatrice. I miei sogni sono stati tanti in vita mia. E mi chiedo se ancora amo sognare. E la risposta arriva immediata, è il cuore a rispondere, ed è sì! I sogni.. già.. e le utopie alle quali credo fortemente anche oggi.. sospiro forse un po’ disillusa.. sono a volte anche tanto realista, forse troppo, e mentre faccio questi pensieri un senso forte di amarezza sento. Mi accendo una sigaretta e fumo.. La notte è bella, sto pensando tra me e me.. e mi godo questo bel momento quasi notturno ancora mentre il Cielo proprio ora si sta svegliando silenziosamente con la sua bellissima Aurora ed i suoi colori quasi artici.. meravigliosi! Mi fermo. E la osservo sospesa, curiosa ed in grande silenzio, anche dell’Anima.

I suoi colori quelli del Cielo ora, che è l’Aurora fanno sognare e sono splendidi. Sempre! Osservo e guardo con un senso di speranza nel cuore che sembra svegliarsi anche lui solo ora. E’ un momento stupendo che sembra essere esente dal tempo e da tutto. Il Cielo dona la felicità a guardarlo ora. Modesto ed imponente.

Respiro.

E mentre nasce l’Aurora sono senza parole. Osservo e basta.

Mi piacerebbe aprire la finestra qui del soggiorno ed osservare meglio. Respirare l’aria che immagino fredda ed ossigenata. Pura. Ma me ne sto qui.

Fumo e penso tra me e me..

I pensieri sono pigri questa mattina. E mi viene da sorridere.

Così forse non ho tanto da raccontare oggi qui. Le mie parole sono poche. Ho in realtà una gran voglia di ascoltare la musica. Quello sì. Qualche canzone chè la musica oltre che ad amarla tanto mi rilassa anche. Moltissimo.

Ed oggi non ho ricordi da ricordare.

Sono di poche parole.

Il Cielo si è schiarito ulteriormente. Si è aperto come donandosi a tutti noi. Come ad illuminare tutti noi che camminiamo qui su questa terra donandoci il nuovo giorno.

Oggi il mio umore non è poi così buono. Sono un po’ ansiosa. Solo un po’. Come vorrei bere un altro caffè.. già..

E ricominciare questa mattina daccapo. Il caffè, una sigaretta, pensieri sereni, un po’ di pace. Gustarsi il mattino ed il suo silenzio. Insomma vorrei tanto star bene. In pace con me stessa. Rilassarmi soprattutto chè ne sento il bisogno.

Sospiro.. fra poco telefonerò a mio padre. Ma non subito. E’ ancora molto presto.

Ieri chè era domenica, mi sono venuti a trovare i miei cari amici Amica del Silenzio e Carlos. La loro visita e compagnia mi ha rallegrato la domenica. Abbiamo parlato di tante cose ed anche riso sinceramente. Caffè, sigarette, e la loro simpatia! Mi ha fatto molto piacere la loro visita.

Oggi non ho tanta voglia di affrontare la giornata.

Il tempo autunnale è duro per tutti. Anche per me. Chè m’intristisco ormai così facilmente. Non so quanto sono forte oppure debolissima. Ancora non l’ho capito. So che mi stanco tanto facilmente sia psicologicamente che ormai anche fisicamente. Oggi non ho voglia di starmene da sola. Sospiro quasi stanca.. ma poi se ci penso, penso che mio padre questo pomeriggio mi verrà a trovare per un trattamento di reflessologia plantare. Poi mangeremo insieme. Mi fa molto piacere.

Sì, forse sono triste.

Accendo una sigaretta come se potesse consolarmi.

Mi giro alla mia destra ed improvvisa l’Alba! Mi entusiasmo subito! I suoi colori sono meravigliosi azzurro ed un leggero color rosa all’orizzonte e nuvole grandi e bianche bianche. Un Cielo che sembra promettere tante cose belle.

Mi risollevo un po’.

Mio padre quando ero giovane, una ragazzina, ricordo, ed anche mia madre poi ugualmente, mi chiamavano “tragico Oriente” quando dicevo quello che pensavo su qualsiasi argomento trattassimo. Lo dicevano ed io a quel punto ridevo sempre tanto. Sì perché è vero che sono anche allegra, ma soprattutto la mia indole è pessimista. E così i miei genitori mi chiamavano “tragico Oriente”. Oh! se si rideva!

Questo mio pessimismo cronico non so da chi io l’abbia ereditato. Non lo so. Ma m’appartiene. E non ci posso fare niente. E’ la mia natura.

Così anche il post di oggi termina qui. Scegliere una canzone mi resta difficile questa mattina. Ho sì l’imbarazzo della scelta. Ma ancora non so che canzone inserire. Forse ho solo sonno. Ed allora tornerò a provare a dormire ancora un po’. Opterei per i Dire Straits. Tunnel of Love. Mi dà carica chè ne ho bisogno e tanta energia ad ascoltarla. Come mi sarebbe tanto piaciuto partecipare ad un loro concerto! Secondo il mio modesto parere il miglior gruppo, i più bravi musicisti della mia generazione ed imbattibili anche in futuro. Oltre ovviamente, al “mio” amatissimo cantautore bolognese, mio coetaneo, che è insuperabile nel suo genere, Luca Carboni. Ascoltando tutte le sue canzoni, così diverse l’una dall’altra, mi rilasso sempre tantissimo, mi diverto e sogno.. e comincio a volare felice.. e questo accade da tutta una vita.. una Vita amandolo..

smilingdog