Un giorno credi..

Sono qui di primo mattino, non sono neanche le 8 ed io sono già sveglia. Sono abbastanza concentrata, la nebbia fuori ed il caffè ed il calduccio in casa mi fanno stare bene, mentre il mio gattino miagola gironzolando per la casa, il mare è silenzioso come è silenzioso tutto intorno a me. Ho bevuto il mio caffè caldo insieme ad una sigaretta, mi sono rilassata ed ora eccomi qui. I sogni di questa notte sono stati particolari, ma se ci penso bene sono sempre particolari i sogni, ed io ho una fervida fantasia notturna. Mi sveglio chè vorrei ancora dormire abbracciata al mio cuscino morbido, poi decido di alzarmi. Vorrei in questo periodo che le notti non passassero mai, chè mi piace tanto dormire ed anche sognare. Il sogno è sempre stato un mio rifugio dalla realtà. Sogni sia diurni, ma soprattutto quelli sprofondati nel profondo sonno. Immagini oniriche che mi fanno compagnia. Ed io elucubro mentre dormo, sogni a colori, ed immagini anche che amo. La mia fantasia è fervida. Durante il giorno ho molta più difficoltà a sognare ad occhi aperti. Lo facevo certamente quando ero molto giovane, allora sì che sognavo! Sognavo un amore bello che durasse tutta una Vita! Sognavo figli, sognavo di essere tanto felice. Ora quei sogni ad occhi aperti non li faccio più, se ne sono volati via insieme ai miei anni ed alle mie esperienze che un po’ mi hanno indurito il mio cuore. Così cerco di aprire il mio cuore nuovamente ma non ad un Amore, no, ma a tutte le persone che incontro, che io tendo un’orecchio quello sì, ascolto, ma mai forse mai veramente con il cuore mio che e qui sospiro con un po’ di dispiacere, che tende ormai a restare assente e distante e lontano dagli altri. Se ne sta chiuso in se stesso, forse e qui lo giustifico io, per non sentire troppo dolore. E’ molto possibile che il mio cuore reagisca così. Si deve pur difendere forse. Così ascolto con le orecchie, ed il mio cuore a volte anzi spesso è lontanissimo, distratto molto, e forse vorrebbe soltanto un po’ di Amore caldo che lo riscaldi un po’, che sente freddo da tanto tempo ed allora si chiude in se stesso. Forse accade anche ad altre persone. Che crediamo di ascoltare, di capire, di entrare in sintonia, di amare, ma non è mai abbastanza, questo l’ho capito. Già, sospiro tra me e me ed il mio cuore che anch’io dovrei amare di più. Forse il mio cuore non è stato tanto amato dico ora tristemente, educato secondo i canoni, secondo una cerca rigida educazione, quando il mio cuore voleva solo attenzioni ed amore. E se un cuore non riceve tanto amore poi prima o poi si chiude in se stesso. Canta le sue infantili canzoni assente completamente assente al mondo che lo circonda ed anzi si nasconde per non farsi vedere. E comincia prima o poi a sentirsi inadeguato. Sbagliato. E così ci sono io che lo devo amare, difendere e dargli calore. Un cuore che sperava tanto, un giorno ormai lontano, di essere amato per quello che era, per il suo amore che riusciva a dare. Il mio è un cuore deluso. Assente. Distaccato ed anche umiliato. Mia madre era molto severa, ricordo ancora. Ma non voglio dar la colpa ai miei cari genitori. E’ la mia vita che mi ha delusa tanto. Le amicizie che mi hanno ferito, il mio cuore si sa nascondere molto bene ormai, ed ama ancora per fortuna.

Sospiro e fuori è una giornata tipica di Autunno con la nebbia ed il Cielo che solo a tratti è azzurro, con tante nuvole bianche.. c’è anche vento oggi..

Mi accendo ora una sigaretta, il calduccio che c’è qui fa tanto senso di “casa” e mi piace starmene sveglia la mattina, vivermela. Poi la giornata diventa lunga molto. Ma in compagnia del mio gattino me la caverò anche oggi.

Certo nella mia Vita ho avuto anche soddisfazioni, sì.. ma quasi non le ricordo. Qualcuna però me ne è rimasta dentro.

Così oggi stranamente non mi sento così sbagliata. No. Forse le mie paure sono davvero infondate. Le ombre che si aggirano dentro di me oh! quante! E se solo ricordo bene la mia infanzia quando ricevevo Amore Puro non dovrei temere proprio nulla, andare avanti nella mia Vita serena, non dovrei avere paura di nulla. Sospiro mentre ascolto l’ondeggiare del mare che arriva a riva lentamente..

Già..

Gli Uomini cattivi hanno reso la Religione del Cristianesimo che è piena di Bontà e di Promesse Buone, un ricettacolo di paure tanto da far allontanare quasi anche gli uomini di buona volontà. Gli Uomini cattivi amano spaventare ed allontanare dalla Verità che è dolce e mite dicendo tante bugie. Bisogna tornare alla sorgente e pregare tanto. Non lasciarsi spaventare e dare potere a chi spaventa gli uomini affievolendo loro la propria Fede. Senza predicare nemmeno bene. Bisogna riavvicinarsi con il proprio cuore al nostro Signore, sinceramente, con Amore, con Fiducia, con dolcezza. Ci siamo allontanati troppo dal cammino, dal Bel Sentiero di Amore Puro. Così bisogna essere più sereni, avvicinarsi, avere il coraggio di affrontare se stessi ed i propri errori. Riabilitarsi, Amare! Amare il proprio prossimo! Con Amore vero! Il Cristianesimo è la Religione dell’Amore immenso! E la preghiera fa miracoli! Sospiro. Perché anch’io ho timore, paura, incertezze, perplessità sulla mia Vita che tante volte penso sia piena di grandissimi errori, tante volte non sono stata capace di perdonare. Ora sì, miracolosamente con l’aiuto grande dal Cielo oggi sono capace di perdonare chi mi ha offeso. “Perdona e sarai perdonato”! Mi piace sempre parlare di questi argomenti che sono i più importanti per il Bene dell’Uomo, dell’Umanità. Discernere il Bene dal Male oh! Quanto mi riesce difficile. Ma bisogna pregare e “Chiedere” affinché anche questo ci “Venga dato”. Così oggi mi sento bene che parlo di questi argomenti. Quando ero una bambina frequentavo con tanto Amore la Chiesa che pur mi ha ferita e fatto piangere tanto. Lo ricordo ancora. Uno dei miei primi grandissimi dolori. Le mie lacrime scendevano caldissime e copiose. Ma non è stato il Signore a deludermi ma l’Uomo. Come sono stata delusa altre volte. Tantissime se solo ci penso. Il mio cuore ancora ama giocare e scherzare, amare, e sperare di essere ancora tanto amato come allora quando ero una bambina. Ora il mio corpo è più pesante, quasi dà ostacolo al mio incedere chè cammino male, ma quando sto qui e mi sento libera di scrivere quello che penso mi fa star bene tantissimo! Parlo e dico quello che penso. Così anche oggi ho scritto. Bisogna che ci amiamo di più l’un con l’altro. Non emarginiamoci l’un con l’altro. Amiamoci di più! Con più tenerezza ed anche senso di Fratellanza che io purtroppo ho dimenticato.

Ricordo io avevo una mamma severa ed anche dura per me, forse troppo dura per me che invece ero piccola ed avevo bisogno di attenzioni. Ma nessuno può sapere come si deve agire per il meglio. Non le sto dando una colpa. Lei mi amava a modo suo. Il mio cuore aveva sicuramente più bisogno di dolcezza e tenerezze! Ma ormai è passato talmente tanto tempo che questa cosa è ormai passata, poi i cuori sono invisibili, e secondo me la troppo rigidità nell’educazione, la troppa severità fa male ai bambini. Che hanno bisogno solamente di essere presi in braccio e coccolati. Tanto. Sì mia madre era proprio severa. Ma io le voglio bene ugualmente. Sono io forse, se ci penso solo un po’, che l’ho delusa. Come ho deluso le aspettative di mio padre. Non mi sono laureata, e tante altre cose. E così questo accumulo di aver disatteso le aspettative della mia famiglia mi portano ad un senso di grande fallimento come persona dentro di me. Ma sono qui. E spero che queste mie parole servano ad essere più dolci con i propri figli, che non si conoscono poi così a fondo e bene. A non dare loro lunghe punizioni, chè l’Amore è dolcezza, e Bontà, comprensione e perdono. Ed allora bisogna ancora avere Fede nel futuro. E non sentirsi così inadeguati a tutti ed a tutto come mi sento così spesso io. Nei miei panni. Ho sbagliato tante volte.. ma spero un giorno di poter gioire ancora di nuovo e forse per la prima volta veramente!

smilingdog

 

Annunci