Aria di Natale..

“..io credo che nel buio più profondo una carezza ci sarà.. ah ah.. e voglio bene al mondo per tutto quello che mi dà..” canto allegramente questa canzone-poesia di Don Bakcy uno dei miei cantautori se non il numero uno delle mie preferenze. Il mare ondeggia lentamente questa mattina di Autunno. Mi sento bene ed anche di buon umore. Oggi pomeriggio verrà a trovarmi mia nipote Bibi ed io sono già felice! E’ un giorno colorato con il manto tutto grigio del Cielo oggi, ma il mio cuore batte felice, e pieno di entusiasmo. Sono qui, e forse non ho altro da aggiungere oggi al mio caro diario di bordo. Ci penso un po’ però prima di chiudere. Me ne sto qui e mi godo le prime ore del mattino. Chè forse è la parte più bella della giornata. Ma anche il resto delle ore del giorno tutto dipende dalla qualità della Vita. Ci sono giorni che non ti accorgi di nulla accanto a te e ti lamenti, poi improvvisamente il cuore si apre ad un più alto livello di comprensione e cominci a vedere, ad osservare la tua vita da un altro punto di vista. Ed ami di più tutto quello che hai. Le persone soprattutto. Che è la cosa più importante. Così ieri io ed Hermano abbiamo riso talmente tanto di gusto come ai nostri vecchi tempi. Hermano era ieri in piena forma ed era in vena delle sue micidiali battute che mi fanno sbellicare come è sempre stato dalle risate. Io Timbuctu ed Hermano che bel pomeriggio! Così stamane sono serena, un lieve e timido raggio di sole s’intravede solo ora.

Mi accendo una sigaretta. Fumo e penso tra me e me.. le onde intanto giungono a riva.. solitarie..

Timbuctu se ne sta quasi in letargo questo periodo. Dorme molto. Oggi ho la giornata tutta impegnata. E non so se ne ho le forze per affrontarla. Mah.. vedremo..

La luce del giorno si illumina un po’ di più. La terrazzina è aperta così Timbuctu è contento e l’aria che entra in casa è fresca e buona. La respiro ossigenando la mente.

Non ho tanto altro da aggiungere. No. Come se un po’ avessi perduto la concentrazione. Ho perso il filo del discorso. Accade. Succede! E mi viene da sorridere. Oggi è un giorno speciale per me. Bibi che mi viene a trovare. Metterò un po’ in ordine la casa.

Non ho dolcetti da offrirle. Come quando era una bambina. Ma sono sempre la sua zia e lei mi vuole tanto bene.

Così oggi è un buon giorno.

Mi sento bene. L’affetto, il calore bisogna saperlo anche accettare e soprattutto riconoscerlo. Hermano mi vuole tanto bene da tanto tempo ed ha tanta pazienza con me. Ed io gli voglio tanto bene.

Mi scorrazza di qua e di là da una vita. E ci piace mangiare insieme, come anche prenderci il caffè del pomeriggio insieme. Sì, è un bel periodo di sintonia. E ne sono contentissima. Come un po’ se avessi aperto gli occhi e visto con più Amore tutto quello che lui fa per me. E così oggi trascorrerà con tanti impegni, io che sono abituata a fare quasi niente ormai da tanto tempo. Se non scrivere qui la mattina presto. Ed invece oggi tante cose mi aspettano.

Fumo chè la sigaretta è indispensabile per me. Già. Non riesco a farne a meno e continuo a sentirmi in colpa del fatto che fumo, chè è stata la prima “trasgressione” della mia vita. Eh già. Ora ci rido sopra. Mia nonna già ai suoi tempi amava fumare in continuazione ed io faccio uguale a lei. Sto sempre con una sigaretta fra le mani. Sì.. mi piace tanto fumare.. anche se poi agli altri dico, soprattutto alle mie nipotine: “Non fumate eh! Che fa tanto male!” sì, predico bene e razzolo male! Ma oggi mi viene proprio da sorridere dal cuore. Sono contenta.

Sono anche piuttosto rilassata direi. Il mio corpo però mi pesa tanto con i suoi “acchiaccetti”, la nebbia, questa mia Città di mare così tanto umida mi fanno male tanto le gambe. Sospiro e mi piace tanto però la mia età. Non chiedetemi perché. Ma mi piace. Sa di calore e di caldo. E mi ricorda mia nonna dolce Fernanda, la mamma di mio padre, chè portava la sua età bene, e per me era la più bella del mondo! Così non ho paura dell’età che avanza, delle mie gambotte tremolanti, ma ho rispetto per questa mia età che tante ne ho vissute ed il mio corpo un po’ si è stancato. Ma mi piace tanto essere più debole e bisognosa di attenzioni. Mi piace essere “coccolata” come una dolce “nonnina”. Perché l’età ce l’ho per poter essere una nonna. Ma figli non ne ho avuti. Così il mio amore va sì ai miei cari amici ed amiche ma soprattutto alle mie bellissime nipotine. Non sono la loro nonna, sono la loro zia e mi vogliono tutte e due molto bene. Sia Bibi che Vanessina. Poi ho altri nipotini spirituali, figli delle mie amiche ai quali voglio tanto bene ugualmente. E con mia grandissima soddisfazione mi chiamano ancora oggi che sono tutti un po’ cresciutelli, mi chiamano affettuosamente: “Zia Vanna!” e la cosa non può che darmi una grandissima gioia. Li ho visti tutti crescere. E così.. voglio loro un gran bene.

Queste sono le soddisfazioni della mia età. Essere amata dalle generazioni che sono venute dopo di me. Bisogna saper cogliere il lato dolce della Vita. Ma se non c’è nessuno che ti apra gli occhi, soprattutto quelli del cuore, continuerei a lamentarmi, a non essere mai gioiosa. Ed invece grazie all’aiuto di un caro Sacerdote ed anche della mia carissima Amica del Silenzio chè tutti i giorni ci sentiamo e ci si confronta, ho aperto il mio cuore. Così rivedo Pasqualino, l’Ovone di Pasqua chè tanta gioia mi dà nell’osservarlo così bello e panciuto. E ricordo Federico, mi sembra che fosse proprio lui, il più discolo dei miei nipotini! o forse no, non Federico, ma Thiago il figlio di Pamela che se lo voleva mangiare. Il mio Ovone di cioccolato! Tanto ambito da tutti i bambini! Con il suo fioccone rosa fucsia con su scritto Buona Pasqua! E’ lì, al suo solito posto fiero come un bambino al suo primo giorno di scuola.

Così anche oggi ho scritto. Comincia fra poco il periodo Natalizio. I colori della Città si coloreranno di rosso e di argento e di oro come un bellissimo presepe. Tutti i bambini aspetteranno Gesù Bambino e Babbo Natale! Un momento magico di gioia e di Amore.

Io sto già aspettando per fare regali e regalini, amo molto fare regalini, alle mie amiche, alla mia famiglia, ad Hermano. Ad Hermano io ho già chiesto come mia consuetudine di chiedergli un po’ prepotentemente la scelta del mio regalo, ed ho chiesto ad Hermano una nuova piantina, questa volta di roselline, che sono bellissime..

Ecco il post è terminato. Aggiungo questa bella canzone che amo tanto e buona giornata a te che gentilmente passi e leggi! ❤

smilingdog

Annunci