Le favole a colori..

“.. Io e te .. un grande amore e niente più..” canto tra me e me questa bellissima canzone di Franco Califano. Oggi penso a questo cantautore romano meraviglioso, le sue melodie, le sue parole poesie, la sua inimitabile musica, le sue note.. forse mi sento romantica questa mattina ed anche forse nostalgica, ascoltando solamente il silenzio e le onde giungere a riva.. Respiro, e mi metto a scrivere.. L’umore è buono. Ho dormito profondamente e tanto. Timbuctu è seduto su dei miei capi di vestiario che mi sono caduti a terra. E’ appoggiato lì con tanto amore. Lo lascio fare. E’ Sabato mattino, il Cielo è chiaro di nuvole, un manto tutto di nuvole. Un po’ di fiorellini color rosa sono fioriti da una mia bella piantina. Sono ancora boccioli, ma sono cresciuti sia in grandezza che in altezza. Sono meravigliosi. Respiro.. sono serena qui di fronte al pc. Non sono stanca. Sono riposata. Ho sorseggiato un bel caffè caldo, fumato un paio di sigarette che fumavano libere per la stanza, insieme ai miei pensieri mattutini. Anche il mio cuore è sereno. In fondo oggi è giorno di Festa! Un po’ perché Hermano non lavora, e quindi “non lavoro” neppure io, essendo in simbiosi da tanti anni con lui. Ed un po’ perché amo il Sabato, da sempre. Come forse un po’ tutti. Fumo rilassata e penso un po’ tra me e me.. Il mare intanto ondeggia fino alla riva..

Un po’ mi sento come se ancora dormissi sognante appoggiata al mio morbido cuscino. Come se non avessi bevuto nessun caffè, e fatto nulla ancora. Le parole stentano ad uscire da me. Ogni post diventa sempre più difficile da scrivere, scrivendo io tutte le mattine. E’ davvero difficile. Ma io continuo. Mi piace questo bel momento intimo tra me ed il foglio bianco ed il pc. Questa sera ci sarà la cena bella con i miei cari Amici, e credo proprio che mi divertirò. C’è anche mio padre e mia sorella. Ed altri amici. Tanto pesce buono, vino, dolci, insomma una splendida cena!

Mi sento come “ubriaca” di sonno questa mattina. Sarà il colore del Cielo, grigio chiaro. Sarà che sono riposatissima. Mah! Le mie membra sono rilassate anch’esse.

Guardo il foglio.. come se il foglio avesse da sé le parole da scriverci sopra. Come in una bellissima favola! Con il Genio della Lampada che scrivesse per me. Un bel post! E mi viene da sorridere! Sarebbe molto comodo! Ed anche divertente ed assai piacevole..

Quando ero una piccola bambina amavo come tutti i bambini i racconti delle Favole, io amavo molto quella del “Gatto con gli Stivali”, non smettevo mai di guardare i suoi bellissimi disegni. Ricordo mio padre ogni settimana acquistava Libri di Favole che andavano tanto di moda a quei tempi. C’era dentro il disco che raccontava la Favola, che io ascoltavo sempre attentamente, divertendomi tanto, poi c’era anche il Libro insieme con le Figure, perciò seguivo il racconto tramite il disco 45 giri ed intanto ammaliata e sognante sfogliavo le pagine di questo libro. Ricordo le immagini erano tutte chiaramente a colori e bellissime. Oh! Quanto tempo ci passavo! E quanto mi divertivo! Erano momenti magici della mia Infanzia. I Libri avevano la copertina Rosso Bordox con su scritta il titolo della Favola ed una bellissima immagine! Momenti stupendi della mia Infanzia. E di tutti quelli della mia generazione. Anche Hermano conosce questi bellissimi Libri di Favole. Poi c’era anche la canzoncina, la sigla iniziale. Chè tanto già faceva sognare. Oh! Tornare per un momento in quella dimensione. Questo sì che è un meraviglioso desiderio. Ero così felice! E sognante! In compagnia della mia fantasia..

Sorrido dolcemente a questi ricordi.. a questi momenti beati che anche io ho vissuto..

Mi accendo ora una sigaretta.. e fumo e sogno ancora un po’ a questi pensieri..

Ricordo, mio padre era puntualissimo. Appena usciva una Favola nuova lui l’acquistava e me la portava sorridente, contento di rendermi felice! Bellissimi tempi..

Io con mio padre Gianfranco ci siamo sempre capiti ed amati tantissimo. Lui è stato sempre il mio “Grandissimo Amore” dal profondo di me stessa. Ridevamo di gusto insieme, se io piangevo lui mi consolava sempre. I suoi regali bellissimi per me. Ho, lo ammetto, una predilizione per mio padre! Così dolce! Forse un po’ troppo apprensivo, forse un ansioso, questo sì, ma io ho preso da lui anche in questo, apprensiva e soprattutto ansiosa. Gli assomiglio tanto. E lo dice anche lui! “Ci assomigliamo tantissimo Vanna!” ed io sono contenta come se fossi ancora una bambina piccola. Percepisco le sue ansie, oppure se è nervoso. Lo capisco. E gli voglio molto bene. Questa sera la trascorreremo insieme, con altri amici al tavolo. E ne sono proprio contenta. Mia madre era molto più severa! Oh! Moltissimo. Ma poi si faceva perdonare. Con i suoi piatti golosissimi, le sue carezzine inaspettate. Era dolce anche lei. Solo un po’ più severa. Del resto le mamme si fanno sempre meno ben volere dei papà, soprattutto quelli dolci come miele. Poi io sono la figlia maggiore, ed ho spiritualmente un legame più forte con mio padre. E’ così. E, ricordo, quante volte abbiamo mangiato insieme, ridendo e scherzando con i nostri amici di sempre al “nostro” solito Ristorante! Anche quando ero molto cresciuta. Quando ero molto più grande. Il giorno o la sera ci trovavamo lì, posteggiavo la mia macchina come fossi la “padrona” del mondo, un po’ a casaccio, ed entravo così sicura di me, e mi sedevo a tavola con lì mio padre e tutti i nostri amici. Sono stati anche questi bellissimi tempi! Ricordo mangiavo sempre tortellini (una montagna!) pasticciati ai funghi! (una delizia!) oppure mangiavo carne ottima con funghi sopra! Pagava papà! E sorrido! Stavo proprio bene in quei tempi! E sono durati tantissimo! Eravamo di casa in quel “nostro” Ristorante che cucinava benissimo! Eravamo clienti fissi! Insieme ad altri. Il nostro tavolo era grande e per tutti noi! Lo stesso tutti i giorni.

Da quel periodo che è stato bello e che ha segnato la mia gioventù di tempo ne è trascorso. Nel frattempo sono nate le mie bellissime nipotine, eh sì, il tempo è passato! Sono nate Bibi e Vanessina! Figlie di mia sorella Cristina! La mia Città ho cominciato a frequentarla molto meno, fino a non frequentarla più. Avevo amici in un Paesino vicino. E stavo quasi sempre lì. L’inverno in quel Paesino era bellissimo, ogni anno c’era la neve! E’ stato un periodo della mia vita anche questo molto felice! Felicissimo!

Ora da tanti anni sono qui, nella mia casa di fronte al mare.. sento le sue onde giungere a riva.. faccio una vita più ritirata. Gli anni sono passati anche per me. Sono più pigra, mi piace il calduccio della casa, mi piace riposare.. starmene in compagnia del mio amato gattino, insomma.. la Vita continua.. un po’ più di acciacchetti! Ma continuo ogni tanto ad uscire. Poche volte. Ma esco ancora. Anche se amo molto starmene a casa a riposare..

Sospiro.. a volte penso che la mia Vita sia stata bellissima! Soprattutto quando i bei ricordi mi vengono a trovare..

Mio padre e mia madre hanno fatto di tutto perché non ci mancasse nulla per affrontare la Vita, l’educazione che ho ricevuto, i bei regali, i viaggi che ho avuto la fortuna di fare, i miei tanti animali che ho amato con tutta me stessa. Oggi sì, sono più ottimista e vedo con occhi più dolci tutto quello che ho avuto e che ho..

Il post termina qui. Oggi non mi lascio vincere dall’amarezza che ogni tanto mi tenta, no! Oggi è Sabato! Berrò un altro caffè, e la giornata avrà inizio.

smilingdog

Annunci