Le favole a colori..

“.. Io e te .. un grande amore e niente più..” canto tra me e me questa bellissima canzone di Franco Califano. Oggi penso a questo cantautore romano meraviglioso, le sue melodie, le sue parole poesie, la sua inimitabile musica, le sue note.. forse mi sento romantica questa mattina ed anche forse nostalgica, ascoltando solamente il silenzio e le onde giungere a riva.. Respiro, e mi metto a scrivere.. L’umore è buono. Ho dormito profondamente e tanto. Timbuctu è seduto su dei miei capi di vestiario che mi sono caduti a terra. E’ appoggiato lì con tanto amore. Lo lascio fare. E’ Sabato mattino, il Cielo è chiaro di nuvole, un manto tutto di nuvole. Un po’ di fiorellini color rosa sono fioriti da una mia bella piantina. Sono ancora boccioli, ma sono cresciuti sia in grandezza che in altezza. Sono meravigliosi. Respiro.. sono serena qui di fronte al pc. Non sono stanca. Sono riposata. Ho sorseggiato un bel caffè caldo, fumato un paio di sigarette che fumavano libere per la stanza, insieme ai miei pensieri mattutini. Anche il mio cuore è sereno. In fondo oggi è giorno di Festa! Un po’ perché Hermano non lavora, e quindi “non lavoro” neppure io, essendo in simbiosi da tanti anni con lui. Ed un po’ perché amo il Sabato, da sempre. Come forse un po’ tutti. Fumo rilassata e penso un po’ tra me e me.. Il mare intanto ondeggia fino alla riva..

Un po’ mi sento come se ancora dormissi sognante appoggiata al mio morbido cuscino. Come se non avessi bevuto nessun caffè, e fatto nulla ancora. Le parole stentano ad uscire da me. Ogni post diventa sempre più difficile da scrivere, scrivendo io tutte le mattine. E’ davvero difficile. Ma io continuo. Mi piace questo bel momento intimo tra me ed il foglio bianco ed il pc. Questa sera ci sarà la cena bella con i miei cari Amici, e credo proprio che mi divertirò. C’è anche mio padre e mia sorella. Ed altri amici. Tanto pesce buono, vino, dolci, insomma una splendida cena!

Mi sento come “ubriaca” di sonno questa mattina. Sarà il colore del Cielo, grigio chiaro. Sarà che sono riposatissima. Mah! Le mie membra sono rilassate anch’esse.

Guardo il foglio.. come se il foglio avesse da sé le parole da scriverci sopra. Come in una bellissima favola! Con il Genio della Lampada che scrivesse per me. Un bel post! E mi viene da sorridere! Sarebbe molto comodo! Ed anche divertente ed assai piacevole..

Quando ero una piccola bambina amavo come tutti i bambini i racconti delle Favole, io amavo molto quella del “Gatto con gli Stivali”, non smettevo mai di guardare i suoi bellissimi disegni. Ricordo mio padre ogni settimana acquistava Libri di Favole che andavano tanto di moda a quei tempi. C’era dentro il disco che raccontava la Favola, che io ascoltavo sempre attentamente, divertendomi tanto, poi c’era anche il Libro insieme con le Figure, perciò seguivo il racconto tramite il disco 45 giri ed intanto ammaliata e sognante sfogliavo le pagine di questo libro. Ricordo le immagini erano tutte chiaramente a colori e bellissime. Oh! Quanto tempo ci passavo! E quanto mi divertivo! Erano momenti magici della mia Infanzia. I Libri avevano la copertina Rosso Bordox con su scritta il titolo della Favola ed una bellissima immagine! Momenti stupendi della mia Infanzia. E di tutti quelli della mia generazione. Anche Hermano conosce questi bellissimi Libri di Favole. Poi c’era anche la canzoncina, la sigla iniziale. Chè tanto già faceva sognare. Oh! Tornare per un momento in quella dimensione. Questo sì che è un meraviglioso desiderio. Ero così felice! E sognante! In compagnia della mia fantasia..

Sorrido dolcemente a questi ricordi.. a questi momenti beati che anche io ho vissuto..

Mi accendo ora una sigaretta.. e fumo e sogno ancora un po’ a questi pensieri..

Ricordo, mio padre era puntualissimo. Appena usciva una Favola nuova lui l’acquistava e me la portava sorridente, contento di rendermi felice! Bellissimi tempi..

Io con mio padre Gianfranco ci siamo sempre capiti ed amati tantissimo. Lui è stato sempre il mio “Grandissimo Amore” dal profondo di me stessa. Ridevamo di gusto insieme, se io piangevo lui mi consolava sempre. I suoi regali bellissimi per me. Ho, lo ammetto, una predilizione per mio padre! Così dolce! Forse un po’ troppo apprensivo, forse un ansioso, questo sì, ma io ho preso da lui anche in questo, apprensiva e soprattutto ansiosa. Gli assomiglio tanto. E lo dice anche lui! “Ci assomigliamo tantissimo Vanna!” ed io sono contenta come se fossi ancora una bambina piccola. Percepisco le sue ansie, oppure se è nervoso. Lo capisco. E gli voglio molto bene. Questa sera la trascorreremo insieme, con altri amici al tavolo. E ne sono proprio contenta. Mia madre era molto più severa! Oh! Moltissimo. Ma poi si faceva perdonare. Con i suoi piatti golosissimi, le sue carezzine inaspettate. Era dolce anche lei. Solo un po’ più severa. Del resto le mamme si fanno sempre meno ben volere dei papà, soprattutto quelli dolci come miele. Poi io sono la figlia maggiore, ed ho spiritualmente un legame più forte con mio padre. E’ così. E, ricordo, quante volte abbiamo mangiato insieme, ridendo e scherzando con i nostri amici di sempre al “nostro” solito Ristorante! Anche quando ero molto cresciuta. Quando ero molto più grande. Il giorno o la sera ci trovavamo lì, posteggiavo la mia macchina come fossi la “padrona” del mondo, un po’ a casaccio, ed entravo così sicura di me, e mi sedevo a tavola con lì mio padre e tutti i nostri amici. Sono stati anche questi bellissimi tempi! Ricordo mangiavo sempre tortellini (una montagna!) pasticciati ai funghi! (una delizia!) oppure mangiavo carne ottima con funghi sopra! Pagava papà! E sorrido! Stavo proprio bene in quei tempi! E sono durati tantissimo! Eravamo di casa in quel “nostro” Ristorante che cucinava benissimo! Eravamo clienti fissi! Insieme ad altri. Il nostro tavolo era grande e per tutti noi! Lo stesso tutti i giorni.

Da quel periodo che è stato bello e che ha segnato la mia gioventù di tempo ne è trascorso. Nel frattempo sono nate le mie bellissime nipotine, eh sì, il tempo è passato! Sono nate Bibi e Vanessina! Figlie di mia sorella Cristina! La mia Città ho cominciato a frequentarla molto meno, fino a non frequentarla più. Avevo amici in un Paesino vicino. E stavo quasi sempre lì. L’inverno in quel Paesino era bellissimo, ogni anno c’era la neve! E’ stato un periodo della mia vita anche questo molto felice! Felicissimo!

Ora da tanti anni sono qui, nella mia casa di fronte al mare.. sento le sue onde giungere a riva.. faccio una vita più ritirata. Gli anni sono passati anche per me. Sono più pigra, mi piace il calduccio della casa, mi piace riposare.. starmene in compagnia del mio amato gattino, insomma.. la Vita continua.. un po’ più di acciacchetti! Ma continuo ogni tanto ad uscire. Poche volte. Ma esco ancora. Anche se amo molto starmene a casa a riposare..

Sospiro.. a volte penso che la mia Vita sia stata bellissima! Soprattutto quando i bei ricordi mi vengono a trovare..

Mio padre e mia madre hanno fatto di tutto perché non ci mancasse nulla per affrontare la Vita, l’educazione che ho ricevuto, i bei regali, i viaggi che ho avuto la fortuna di fare, i miei tanti animali che ho amato con tutta me stessa. Oggi sì, sono più ottimista e vedo con occhi più dolci tutto quello che ho avuto e che ho..

Il post termina qui. Oggi non mi lascio vincere dall’amarezza che ogni tanto mi tenta, no! Oggi è Sabato! Berrò un altro caffè, e la giornata avrà inizio.

smilingdog

Ripensando a Wisky IV.. ad Albertino.. a Bobo..

“Io sono quel che sono.. non sono come te..” canto tra me e me questa mattina mentre sorseggiavo il mio caffè questa canzone “Sono un ragazzo di strada” nella versione di Vasco Rossi. Sorseggiavo e cantavo. Il sole c’è questa mattina. Mi sveglio dopo diversi sogni che non ricordo più. Sono piuttosto calma come l’ondeggiare del mare di questa mattina. Infilo gli occhialini dopo aver fumato nel silenzio della stanza un paio di sigarette, in mia compagnia, ed in compagnia dei miei pensieri sparsi qua e là per l’aria nella stanza.. liberi e difficili da “acciuffare”. Ieri sera mi sono addormentata più tardi del solito. Sono uscita con Hermano per un po’ di impegni che ho avuto, poi la serata è terminata con una bella e fumante pizza nel nostro “solito” ristorantino dove io mi sento proprio a “casa” a mio agio. La pizza era buonissima, come sempre. Oggi mi sento abbastanza su di morale. Saranno i raggi del sole che illuminano la casa tutta. Saranno i colori del Cielo azzurro pallido tenerissimo. Ma illuminato. Io sì, questa mattina direi che sono serena.. Mi accendo ora una sigaretta e fumo tra me e me e penso, provo a pensare un po’.. la qual cosa mi riesce difficile ultimamente.. sì, penso maggiormente la sera, quando sono al buio con una sigaretta accesa ed io che guardo le ombre della sera, i miei pensieri e le mie riflessioni si affacciano a me meno timidamente e mi sento più a mio agio. E’ un bellissimo momento della giornata, quello della sera prima di addormentarmi, che mi piace molto. Timbuctu è sempre vicino a me ed appoggiato al mio braccio quando stiamo sul nostro lettone comodo, ed io mi perdo nei miei pensieri serali. Ieri sera ho sentito mio padre al telefono, ed era molto contento. E’ stato invitato anche lui alla cena di domani sera. Anche mio padre, come me, ama la compagnia, le risate ed anche il divertimento. Gli piace mangiare in compagnia. E poi c’è anche invitata mia sorella Cristina, contentissima anche lei. E’ praticamente una bellissima cena pre-natalizia. Con questi amici cari abbiamo passato più di un Natale insieme ed anche qualche divertentissimo Capodanno! E’ un vero piacere il ritrovarsi insieme anche quest’anno! Così anche questa mattina sono di buon umore. Il Sole proviene con i suoi raggi dalla cucina tutta illuminata, chè bella che è! Ed anche il giardino di fronte con tutte le sue belle piante è illuminato da questo sole invernale. Timbuctu, il mio gattino se ne sta seduto sul suo terrazzino scaldato anch’esso da questo bel sole e si gode l’arietta fresca del mattino.

Fumo la mia inseparabile sigaretta. La luce del soggiorno dal quale scrivo è tutta rischiarata dalla luce del Sole. Si sta proprio bene.

Sospiro.. mentre odo da qui le onde del mare giungere a riva rumorose..

Ho probabilmente il “blocco” dello scrittore che dura da talmente tanto tempo che non ricordo neppure più. Ho davvero difficoltà a scrivere meglio. A scrivere un post del quale essere soddisfatta, come accadeva tanto tempo fa. Quasi tutti i giorni. Mi sono bloccata. Sospiro e rassegnata ormai quasi, continuo, le mie mani continuano a scrivere ancora imperterrite. Con la speranza di potermi sbloccare. Ma anche questa cosa qui mi stanco di ripetermela. Forse non è neppure più il “blocco” dello scrittore, sono proprio io che ho poca ispirazione anche se quando sono qui, di fronte al pc, sono sempre ma sempre felice! Felice di scrivere, di battere con le mie mani sopra le lettere della tastiera, mi diverto tanto ancora.

Hermano dolcemente ama i miei post ugualmente e sostiene che il “blocco” io non ce l’ho, che scrivo, che continuo a scrivere bene! Oh! Quanto mi vuole bene! E sorrido ora tra me e me! E’ venerdì oggi. Ed il venerdì mi piace perché domani Hermano è in Festa, non lavorerà. Ed io essendo in simbiosi sia con il mio gattino ma anche con Hermano festeggerò con lui in allegria!

Più tardi parlerò al telefono con mio padre, per darci il nostro consueto Buongiorno! E poi, premuroso ed attento mi chiede sovente come sto, in salute, come mi sento. Tutti i giorni. Ed io, continuamente cagionevole sin dalla tenera età, rispondo. Sono abituata ad avere un po’ di malanni qua e là. Sin da bambina ero molto debole. Tantissimo. Ed i miei genitori si sono sempre preoccupati per me. Sono cagionevole di salute. Debole. Così ci sono anche abituata. Non mi posso strapazzare. Ma oggi sono serena e contenta. Sì, vado anche con il tempo, essendo meteropatica, ed il clima di oggi mi si confà.

Accendo un’altra sigaretta, chè la mattina fumo di più. La mia inseparabile sigaretta!

Fumo ed odo anche i rumori della Città in lontananza. La Città con  suoi rumori, automobili, persone che lavorano, attività, Vita! Io abito lontano dal Centro ed anche dalla Città. Ho il mare di fronte ed una vista del Cielo dalle finestre della mia amata casa che è ampia e spaziosa. Posso vedere e respirare l’aria che proviene dal Cielo che sempre mi fa sognare e mettere di buon’umore.

Alzo lo sguardo alla mia destra e sopra di me c’è il mio amatissimo papagallino rosa fucsia messicano. Mi sorride sempre! E’ così allegro! Lo amo moltissimo! Ed è con me da tanto tempo, da un lontano viaggio mio in Messico. Ero molto più giovane.

Io ed Hermano abbiamo viaggiato tantissimo insieme quando eravamo molto più giovani. Ora non potrei più. Ho Timbuctu e non vorrei mai che restasse solo. Come prima di lui avevo il mio amatissimo Wisky IV, Pit- Pastore Tedesco gigante (pesava sui 47 kili!) 47 kili di pura bontà! e poi prima di Wisky IV avevo con me Albertino, Lupo, un Lupo vero, che era uno scricciolo ma bellissimo anche lui! No, Non sono più partita per lunghi o brevi viaggi. Io vivevo con i miei amati cani e stavo bene con loro. Difficilmente mi muovo da casa, e principalmente e soprattutto perché non voglio far sentire solo il mio amato gattino Timbuctu. Faccio come tutti coloro che amano gli animali. Non li lascio soli.

Ogni tanto sì, vado a cena fuori, soprattutto con Hermano, ma poi rientro subito.

E poi sono una persona che ama starsene a casa. Amo le mura domestiche. Mi sento al “riparo”, protetta ed anche in questo periodo, al calduccio!

Sì, forse, probabilmente mi piace una vita “comoda”! Ed io essendo debole di salute, forse mi sono abituata così. Ad una vita “comoda”. Hermano pensa tutto lui a me. Mentre io me ne sto a casa. Un tempo ormai lontano ero molto più dinamica. Uscivo, correvo anche di qua e di là. Ora no. Me la prendo comoda e mi piace anche questo stile di vita qua.

Sarà anche la mia mezza età che mi chiede un po’ di relax in più. Che ne ho proprio bisogno. Così vado più lentamente, penso più lentamente, faccio le cose, quelle che faccio, più lentamente.

Mi sono decisamente impigrita! Ma ci sto comoda sulla mia pelle a volte, quando mi rilasso. La mattina soprattutto e poi la sera. Prima di andarmene a dormire.

Dei viaggi non sento più la necessità. E neppure Hermano la sente. Lui che li amava tantissimo i viaggi anche lontani!

Siamo due di mezza età che si vogliono ancora tanto bene. Una bella pizza fumante nel “nostro” ristorantino già ci appaga. Ci rende contenti. Ci è sempre piaciuto mangiare bene ed insieme. E così anche il post di oggi è terminato. Inserisco “Sono un ragazzo di strada” cantata da Vasco Rossi che con il post non c’entra nulla! Ma ho voglia di ascoltarla e di rievocare il Rock che è ancora, anche se affievolito, dentro di me.. Un po’ di tempo fa.. Buongiorno a te che passi e leggi! ❤

smilingdog

 

 

Un’invito inaspettato..

Foglio bianco e forse un po’ di parole da scriverci sopra. Vedremo.. Intanto canto tra me e me un pour-purì di canzoncine mescolate tra di loro. L’umore non è poi così male. Ho sorseggiato un buon caffè seguito da un paio di sigarette che fumavano al caldo della casa. La luce in casa non è chiarissima, il Cielo è annuvolato e quasi grigio, una tipica giornata quasi invernale ormai. Non ho scritto per un paio di giorni consecutivi. Ero senza forze. Oggi mi sento un po’ più in forma. Sospiro mentre odo le onde del mare giungere a riva lentamente. Timbuctu sta terminando di mangiare la sua pappa golosa. Io sono vestita con una giacca di pile bianca e nera, gli occhialini, ed eccomi qui. Al mio solito posto. Il pc non fa le bizze ed io sono abbastanza tranquilla. “Leggera” mi sono detta mentre mi avvicinavo qui vicino al pc. Leggera, sì. Ci provo. L’umore è di quelli giusti. Fumo e penso intanto tra me e me.. intorno a me c’è silenzio e mare.. M’immagino il Faro della Città. Solitario. Bello. Solitario un po’ come mi sento io. Solamente che oggi la mia parte solitaria non sta soffrendo di solitudine. No. Del resto è mattina. Mi sono svegliata da poco. Ho dormito bene e fatto sogni particolari. Che mi sono piaciuti. Colorati e ricchi di immagini. E penso ora alle nuvole, che non vedo da tanto tempo, le nuvole che ancor oggi mi fanno sognare.. come da bambina.. Il Cielo è un po’ azzurro e sì ci sono anche le nuvole, bianche e belle che si allungano nella volta celeste.. è un bellissimo Cielo anche se senza sole.

Sospiro.. mi piace sempre tippettare qui. Mi diverto ancora.

Non ho tanti pensieri per la mente questa mattina. Mi sento un po’ perplessa quello sì, anche se l’umore è forse anche buono. Non ho tanti pensieri. Mi accendo un’altra sigaretta.. Non c’è vento oggi.. le onde arrivano placide a riva..

Fumo.. e provo a pensare tra me e me.. con difficoltà, lo ammetto.

In questi giorni sono stata molto tempo a poltrire, pigramente. Il freddo di queste giornate l’ho sentito e mi sono messa dentro al letto insieme al mio gattino. Ho poltrito abbastanza. Mi sono gustata il calore del lettone.

Ora sono qui. Quasi senza parole. E neppure immagini nella mia mente da rievocare.

Ho ricevuto ieri pomeriggio un’invito a cena per sabato prossimo. Dalla mia cara Amica La Zarina comunista, però e la cosa mi ha dato tanta gioia. Mi ha fatto davvero tanto piacere. Le sue cene sono sempre belle, buone, ed anche divertenti.

La cosa mi ha rallegrato moltissimo.

Ogni volta c’è qualcosa di goloso da mangiare in bella compagnia. Ed ora sorrido tra me e me..

Anche oggi ho un impegno per questo pomeriggio. Ho appuntamento con il mio giovane e bravo psicoterapeuta. Hermano mi accompagnerà come di consueto. Intanto Timbuctu miagola gironzolando tra la terrazzina che è aperta e la casa. Ci siamo svegliati insieme anche questa mattina. E fatti un po’ di coccole tra di noi. Coccole mattutine. La sera anche dormiamo insieme. Ci addormentiamo vicini vicini. Il mio gatto mi vuole tanto bene, è dolcissimo ed io lo amo tanto. E così mi trovo quasi a scrivere sempre le stesse cose. Me ne rendo conto. Ed ora un raggio di sole giunge dalle finestre della cucina alla mia sinistra. Oh! Il sole che buon umore che ho appena ne scorgo un suo raggio! Una meraviglia della Natura.

Amica del Silenzio l’ho sentita anche ieri, ed abbiamo fatto due risate insieme. Le voglio tanto bene. E questa nostra quotidianità, il fatto che ci si sente sì tutti i giorni, mi piace tantissimo. Lei è molto premurosa in ogni cosa che fa e che vive. Anche nei miei confronti. E ci tengo tantissimo alla sua Amicizia. Le voglio proprio molto bene.

Andremo a cena insieme per festeggiare le Feste che stanno per arrivare. Una bella pizza fumante che ci metterà allegria! Non vedo l’ora.

A volte ho come l’impressione di non essere cresciuta. Come mi piace divertirmi! Stare in buona ed allegra compagnia! Sono molto socievole, e questo da sempre. Mi piacciono le tavolate di Amici! Le nostre risate insieme. Sì, gli Amici li ho sempre amati tanto. La loro compagnia. E ne ho avuti tantissimi. Di tutti i tipi. Ma la simpatia era ed è il comun denominatore. La loro simpatia li rende tutti uguali! Ed io che continuo a ridere a volte nei miei ricordi. Fratello Sioux, Hermano, e poi tanti altri, e le mie amiche, tutti ironici da piegarsi in due dalle risate. Amica Blond! Simpaticissima. Ma non voglio far torto a nessuno dei miei cari amici, perché tutti sono simpaticissimi, ma proprio tutti! Così anche se ora ci si frequenta di meno, li ricordo tutti con tanto Amore.

E sabato un’altra bella cena mi attende! Ci sarà anche musica. Un piccolo ma bel concerto nel dopo-cena nella bella casa elegante della mia Amica. Sono emozionata ed anche contenta. Mi divertirò.

E già. Mi piacciono queste serate insieme. Le cene con gli Amici. L’allegria che ne consegue. Oh! Sì! E’ come tornare indietro nel tempo, e ridere ancor di più.

Sabato sera la cena è a base di ottimo pesce! Cucinato da Giorgio, elegante Amico mio Chef! Sornione e molto raffinato. Simpaticissimo e soprattutto molto buono. Gentilissimo sempre. Così un’altra bellissima “rimpatriata” con amici anche nuovi aggiunti alla tavola. C’è sempre posto per un Amico in più.

Vino a volontà! E tanta gioia nel cuore.

Il mio cuore tende all’allegria, ma non devo lasciarlo troppo solo. Altrimenti si deprime come ogni cuore. Nessuno riesce a stare da solo. E nessuno dovrebbe mai rimanere solo. Ma oggi non penso a cose che mettono tristezza. No. Una giornata malinconica e triste può trasformarsi in un momento in una giornata bella! A me è accaduto proprio ieri. L’invito a cena mi ha rallegrato moltissimo, e dire che solo poco prima mi sentivo abbattuta e triste. Mi sono rallegrata immediatamente.

E così anche il post di oggi l’ho scritto. Il tempo è proprio grigio. Ora. Poi mi preparerò più tardi per andare dal mio medico. Non mi sento fisicamente così in forma. Gli acciacchetti si sentono eccome! Ma ho ripreso a far la dieta. Mangio un po’ più magro e con meno zuccheri. Vedremo! Sabato sera però mangerò tutto! Il post si conclude qui.

Non so che canzone inserire. Il mio cuore sembra non cantare questa mattina precisamente. C’è silenzio musicale in lui.

Sì, inserisco “La prima cosa bella” una canzone di un po’ di tempo fa, di quando ero una bambina mi sembra. Ma molto romantica. E la sua musica è bella. La dedico a tutti i miei Amici e mie care Amiche! Buon ascolto! Ed a tutti i fedeli lettori del mio amato blog, diario di bordo, smilingdog! ❤

smilingdog

 

 

Uno splendido riposo..

“.. Eccomi qui.. sei anni in più.. magra e attraente.. tu..” canto in questa tarda mattinata una antica canzone di Claudio Baglioni molto romantica.. quelle di una volta.. ma pur sempre bella tanto che forse la inserirò qui nel post di oggi. La sto canticchiando già da un po’ di giorni. E’ proprio quasi Inverno ormai. L’aria non è freddissima ma i colori sono tipici dell’Inverno. Sembra di stare nel Nord dell’Italia, e tutta una nebbiolina circonda là fuori tutta la mia casa. Anche il Cielo è tutto un manto grigio, di un grigio chiaro, ed il mare che ondeggia lentamente a riva e pur’esso color del Cielo, grigio. Ma io me ne sto qui in casa, coperta da una giacchina nuova appena acquistata di caldo pile. Ed un paio di pantaloni grigi caldi caldi. Timbuctu è in casa. Ha già mangiato la sua porzione di pesce goloso. Io ho sorseggiato con calma il mio amato caffè, fumato un paio di sigarette in compagnia dei miei appena svegli pensieri che giravano di qua e di là liberi per la stanza. Devo dire che questa tarda mattina sono molto riposata, riposatissima direi, ho dormito (ed è un record!) ho dormito per 16 ore e mezzo consecutive! Oh! Che meraviglia! Mi sono addormentata ieri pomeriggio verso le 17.15 e mi sono svegliata, ho aperto gli occhi verso le 9.45 di questa mattina! Stavo sotto le coperte ed oggi sono completamente riposata! Che meravigliosa dormita! Forse mah! Ne avevo bisogno. Chi lo sa? So soltanto che ora mi sento completamente bene. Riposatissima ed anche il caffè me lo sono bevuta con meno fretta, ma con una particolare e grande calma. La sigaretta era ancor più buona! E sorrido ora.. Non ricordo di aver fatto prima di oggi una dormitona così lunga finora nella mia Vita. Bene mi dico tra me e me. Sì, forse ne avevo bisogno. E poi è così bello dormire in questo periodo di freddo sotto le copertone! Ed oggi tra l’altro non ho nessun impegno! Giornata dedicata tutta al mio bel riposo! Che quando ero più giovane apprezzavo sì, ma non come ora! Che addirittura lo amo! Il riposo della mia mente, del mio corpo! Ed infatti oggi dopo questa mega-dormitona le mie membra sono rilassatissime. Come del resto sono rilassata e molto anche io. Accendo ora pacatamente una sigaretta. Odo le onde del mare giungere a riva lentamente.. Fumo.. mi gusto la sigaretta.. Non ricordo i sogni di questa notte. Ho proprio dormito della bella! E Timbuctu vicino a me.

Non ho ovviamente nessun tipo di ansia. Sono proprio calma. Come il mare di oggi.

Non ho alcuna fretta. E sono sì, sono serena! Il fatto che oggi non ho nessun impegno mi dà una sensazione bella di libertà. Una libertà che sa di casa. Di riposo.

E così sospiro, respiro e la mia terrazzina oggi è chiusa. E’ troppo fredda l’aria.

Ieri a pranzo sono stata dalla mia Famiglia ed ho mangiato molto bene.

La mia casa è quasi in ordine, mi sembra. E poi in inverno l’apprezzo tanto, mi piace! I suoi colori caldi, che riscaldano l’anima.

Forse ho già scritto tutto per oggi? Non lo so ancora. Mi fermo a pensare tra me e me..

Ah! Se fosse per me tornerei a dormire ancora! Per quanto mi piace starmene nel mio lettone grande e comodo. Io e Timbuctu a farci le coccole. Ma prima mangerò qualcosina.

Sarà che non sono più abituata ad uscire troppo. Ed in questi giorni sono uscita più del solito. Ecco il perché di tanto sonno consecutivo. Ed ora sono fresca, la mia mente lucida.

Cammino ancora non benissimo. Faccio un po’ di fatica. Vedremo. Oggi il giorno è dedicato tutto al riposo, del corpo e della mente. Me lo voglio gustare. Voglio prendere il meglio da questa giornata particolare. Non credo proprio che dormirò ancora. No. E mi viene da sorridere ora. No. Le mie mani sono arzille! E vorrebbero scrivere ancora. Sono assai sveglie anch’esse. Ma io, il mio cuore che è sereno anche lui, forse non ha tante parole in più da aggiungere. Non so. Mi metto al suo ascolto. E mi sembra di sentirlo cantare! Come suo solito! E’ un cuore canterino! Lo scrivo sempre, lo dico qui sempre! E canta! Canta come se cantasse insieme agli uccellini la mattina presto in coro. Come se avesse le sue ali e le sbattesse al ritmo del cinguettìo di tanti usignoli. Oh! Sì, forse il mio cuore non è mai cresciuto, forse il cuore non ha età, ed il mio in particolare ama tanto cantare! E sorrido ora di fronte a questo foglio dove scrivo.

Sì, il mio cuore è allegro! ed anch’io di conseguenza ascoltandolo divento subito allegra! Di buon umore.

Ora sono le 11.30. E’ tutto grigia la luce che c’è in casa. Devo ancora mangiare qualcosina. E lo farò appena terminato il post.

Poi cosa farò per il resto della giornata non lo so.

Mi accendo un’altra sigaretta.

Parlerò al telefono con mio padre.

E forse.. sì.. m’infilerò di nuovo nel letto. Il bello di non lavorare. Ecco! Ed io che ci ho sofferto tanto di non lavorare. Davvero. Per me è stata davvero una sofferenza non lavorare più. Ma oggi vedo il lato positivo. Sì. Mi riposo. Non mi stanco. E vedo la vita più bella! Come se fossero già arrivate le Feste Natalizie. Come se festeggiassi prima del tempo.

Mangerò delle leccornie che ho acquistato e che mi ricordano tanto mia madre. Le apprezzava tantissimo anche lei.

Ma oggi non sono affatto triste e neppure malinconica. Sono serena. Del resto sono sveglia da poco. Ed è già da un po’ di giorni che mi sveglio più tardi. Che dormo di più.

E va bene. Il post termina qui. Auto passano sotto casa.. la Città è sveglia già da un po’..

Inserisco la canzone forse un po’ troppo romantica, non so, ma sempre molto bella secondo me, come tutte le canzoni di questo meraviglioso cantautore, e poi ce l’ho in testa già da un po’. E’ una canzone che ha tanti anni.. ma è sempre bella ed avevo voglia di ascoltarla.

Buongiorno da me e da Timbuctu ❤

smilingdog

 

 

 

“Mi hanno regalato un sogno

E’ Domenica mattina. Ho fatto già colazione, un paio di caffè caldi ed un paio di sigarette. Mi sveglio chè sono di buon umore. Mia nipote è qui con me che ha dormito questa notte da me. Bibi. Si sentono finora solamente le onde del mare giungere a riva lentamente.. tutto silenzio intorno a me. Bibi che è già sveglia. Timbuctu è tutto felice chè è innamorato della mia bellissima nipotina. Mi giro verso il Cielo lo scruto, osservo i suoi bei colori fra l’azzurro limpido e le sue nuvole bianche, è una bella giornata. Io ho dormito veramente bene con sogni fantasmagorici! Stupendi! Colorati d’oro! Bellissimi che mi danno tanta speranza ed anche tanta gioia. Ieri con Hermano mi sono divertita tanto. Sono andata a fare shopping ed ho acquistato vestiti che mi piacciono proprio ed anche una bella borsa color blu. Mi piace molto. Amo molto le borse, e tutti gli accessori. Mi sono proprio divertita. Hermano è allegro questo periodo ed io ne sono felice.

Mi accendo una sigaretta. Fumo e penso un po’ tra me e me ed intanto parlo anche con Bibi che è già sveglia.

Odo solamente il mare..

Timbuctu intanto miagola vicino a Bibi e gironzola per la casa. Calda.

In questo periodo non ho tanta ispirazione per scrivere. Ho davvero pochissime parole che escono da me. Sarà che vivo di più. Che ho più cose da fare, forse ho perso la concentrazione giusta. Oppure solamente il giusto ritmo. Non so. Ho poche parole.

Ed anche la musica ho poca voglia di ascoltare, in questi giorni preferisco “vivere” fare le cose, muovermi, e così anche ieri sera mi sono ritrovata in compagnia dei miei pensieri poco prima di addormentarmi e con una sigaretta accesa ed al buio della stanza stavo in loro, in mia compagnia.

Sono stata bene. Sto molto di meno sul social Facebook e devo dire che sono molto più calma e di miglior umore.

Non sono più così ossessivamente presente sul social. E così ho ritrovato i miei pensieri che non se ne erano andati via.

Sono decisamente più calma. Sì. Ed anche i sogni sono molto più belli. Questa mattina per esempio sono calmissima. Ed anche molto felice perché a pranzo andrò da mia sorella Cristina che preparerà i suoi passatelli in brodo! Una leccornia per il mio palato! Oh! Quanto mi piace questa atmosfera quasi ormai invernale.

Ieri pomeriggio ho acquistato un giubbino caldo per me per l’inverno color verde. Un verde che mi piace molto. Ne avevo bisogno del resto. Poi altri vestiti caldi.

No. Non ho molte parole né molti ricordi da rievocare.. oggi no. E mi dispiace essere poco ispirata. Ma non posso certo forzarmi. Sarà che sono così calma che questa calma non la sentivo dentro di me da così tanto tempo. Sono rilassatissima. E ne sono proprio contenta.

Non sento forse più l’esigenza di scrivere? mi chiedo ora. E la risposta è netta: No! Vanna! Ti piace scrivere, solo che forse la qualità della tua vita è cambiata. Sono cambiata. Al posto dei nervi instabili che avevo prima ora sono serena. E’ un bel periodo. E credo che la Reflessologia plantare di mio padre abbia a che fare con questo mio bellissimo stato d’animo. Anche il mio psicoterapeuta certamente ha contribuito generosamente e con bravura a farmi star così bene.

Non ho più fretta di pensare. Non ho più addosso a me quella sensazione di dover essere come “prima”, prima che stessi male, la famosa “ansia da prestazione”, dover cercare di essere “normale”, quella sensazione di sentirsi così diversi, ora no. Non devo dimostrare nulla a nessuno. E ragiono più o meno come tutti, soprattutto come ragiono io. La mia mente è lucida. Ed i miei pensieri li ho anch’io. Sono in uno stato di equilibrio. E ne sono proprio contenta. Ed anche la mia gioia riaffiora! La mia contentezza! Ed oggi è un bellissimo giorno di gioia! Sarà che vado oggi a mangiare dai miei, oppure anche e soprattutto il fatto che c’è Bibi qui insieme a me.

No. Non sento più l’esigenza di dimostrare che ragiono a nessuno. Mi sento del tutto capace di ragionare e di pensare. Anche se certo gli “acciacchetti” dell’età ci sono. Ma io li trovo così romantici soprattutto se vissuti insieme ad Hermano. Chè quando bevo un bel caffè in sua compagnia sto così bene, per esempio! E’ un semplicissimo esempio, ma che rende l’idea.

Le giornate di Festa vissute con Hermano mi danno tanta gioia. Il Sabato trascorso interamente insieme mi mette tanto buon umore! Poi Hermano in questo periodo gli gira proprio bene! E così io sto ancor meglio.

Ecco. Mi sento serena.

Fumo un’altra sigaretta in tutta calma..

Sto camminando lievemente meglio.

Mi rendo conto di non saper quasi più scrivere. Me ne rendo conto e mi rendo conto che pubblico ugualmente. Un tempo ero più ambiziosa decisamente più attenta ai miei post qui su smilingdog, erano più belli ed anche più musicali. Non c’è niente da fare. Scrivevo meglio. Ma ero più irrequieta forse, ed anche molto più giovane. Ora sono più lenta nello scrivere, ma tutto questo passa in secondo piano rispetto a come mi sento ora. Più serena e più felice. La convalescenza è terminata già da un po’. Ed io ora sono tornata a respirare a pieni polmoni la mia Vita. Forse dipende anche dalla presenza nella mia casa e nella mia vita del mio gattino Timbuctu che mi dà tanto amore silenzioso, e quando miagola con la sua dolcissima vocina mi si allarga il cuore.

Oggi è una splendida giornata di Autunno con il sole.

Io ed Hermano siamo cresciuti insieme. L’ho conosciuto che avevo solamente 23 anni! E come ero innamorata di lui! Pendevo dalle sue labbra e dalla sua bellezza. Per me, ricordo, non c’era ragazzo più bello di lui. Ed anche oggi è bellissimo ed anche molto simpatico. Così racconto stralci della mia vita più privata.

Forse mi hanno regalato un sogno.. ed io quasi che non me ne accorgo.. ero presa a vedere solo le cose che mi mancavano e non osservavo mai quello che mi circondava. Forse avevo una visione molto egoistica della mia vita ed anche vittimistica. No. Ora sono più presente a me stessa, noto quello che di bello e buono ho intorno a me. Sento il calore, l’affetto umano che ho vicino a me ed è tantissimo. Sono più presente e spero meno egoista. Vedo mio padre attentissimo e presente nella mia Vita, mia sorella che mi prepara ogni Domenica pietanze che fanno tanto “Famiglia”. Le mie nipotine che mi vogliono tanto bene. Hermano che c’è sempre! La nostra bella automobile Comoda che ci scorrazza di qua e di là placidamente come placida è lei! Timbuctu! Che mi vuole tanto bene. Insomma guardo il mondo, e la mia vita con occhi diversi, occhi completamente differenti! E sento l’Amore giungere fino al mio cuore, che ricambia.

Ecco, ripensando al sogno magnifico di questa notte concludo il post di oggi.

Inserisco una canzone di un po’ di tempo fa di Jovanotti, ed auguro una bella Domenica a chi passa e legge ❤

smilingdog