“Sarà quel che sarà..

Non volevo scrivere oggi chè è un periodo che mi stanco facilmente. Ed invece eccomi qui di fronte al pc a scribacchiare di nuovo. Il clima è davvero freddo. Il Cielo è un manto tutto di nuvole grigie e bianche ed azzurrine. Nessun raggio di sole ed io non ho resistito al mio intento di non scrivere. Ho aperto il pc, infilati gli occhialini rossi con fiorellini molto femminili, una calda giacca di pile, ho aperto il file del blog ed ho cominciato a tippettare. Intanto Timbuctu miagola gironzolando libero per la casa. Le onde giungono a riva rumorose, il mare è color grigio e mosso. Mi accendo una sigaretta e mi rilasso. Mi sono già svegliata rilassata e bene. La notte è durata tantissimo. Ho dormito davvero tante ore. Mi sono addormentata verso le 8.15 della sera e mi sono svegliata dopo 12 ore di sonno quasi consecutivo! Ho dormito però serenamente in compagnia del mio bel gattino. Le notti in questo pertiodo mi sembrano lunghissime e mi piace tanto dormire. Riposarmi. Forse è il freddo che fa. Le notti mi sembrano infinite questo periodo. Ma preferisco l’Inverno al caldo dell’Estate. Così me lo godo. Sembra che io non scriva mai nulla di così impegnativo ma per me è già un bel impegno essere qui sopra la tastiera. Ma non ci rinuncio, mi piace tantissimo questo momento tutto per me.

Ora sono le 10.30 del mattino. Fuori c’è vento. Ed è freddo. Oggi non ho alcun impegno. Me ne starò in casa a riposarmi.

L’umore è buono ed ho desiderio di ascoltare la “mia” musica. Non ho più tante canzoni da ricordare. Come se la mia memoria fosse divenuta deficitaria. Ricordo sempre le medesime canzoni. Il mio cuore forse è divenuto meno “canterino”. Un tempo, per un lunghissimo tempo, il mio cuore “cantava” miriadi di canzoni, di ogni genere! Avevo un vastissimo repertorio. Ora di tempo ne è passato e sono rimasta con poche canzoni nel carniere. Sempre le stesse! Ma non mi voglio lamentare. E’ successo. E’ un periodo che sono molto severa con me stessa, con le mie scelte (quasi obbligatorie, secondo me), con la mia esistenza. Con la mia mente che tanto ho trattato male in passato. E me ne dispiace tantissimo. Con la mia Vita. Oggi però sono più clemente con me e più dolce anche. Più comprensiva. Chè ne ho bisogno chè almeno io sia comprensiva con me stessa. Ho avuto un’educazione rigida (mia mamma era dolce sì ma molto severa), mio padre ed è dolcissimo. Ma ho avuto una vita così rigida! Che alla fine ho creduto anche io di essere sbagliata. O vittima o carnefice. E c’è una bella differenza. Io ancora non l’ho capito. Quanto sia vittima o carnefice. Difficilmente ho fatto volutamente del male a chichessia, ma ho sofferto tantissimo. Una Vita molto difficile ho avuto. Così quando quelle volte che ci ripenso, ai miei shock che ho subito mi viene da pensare a quanto ancora io sia forte nel reagire e nel mantenere la mia mente ancora pensante. Certo io ho contribuito tantissimo ad ammalarmi, anche questo è vero. Ma forse era tutto già previsto. I miei nervi già molto scossi da tanto tanto tempo. Così è un pensiero costante che ho ed un grandissimo rammarico quello di essermi ammalata. Me ne dispiace come il primo giorno. Ricordo anche quando ero giovane non davo importanza alle cose esteriori, ma davo importanza solamente all’interiorità, alle cose della mente e del cuore. Ad avere buoni sentimenti. Ed oggi invece faccio i conti con una “nuova” me che a volte stento a riconoscere. Una vita intera che è stata difficile in salita e dura. Così per consolarmi ritorno indietro nel tempo quando ero all’asilo ed ero una bambina buona. Oggi non saprei. La vita mi ha indurito così tanto, da non conoscermi forse più. Gli anni mi hanno come ispessito il mio cuore, per soffrire di meno, per difendersi. Per non soffrire e per non piangere. A volte ho come l’impressione di aver buttato via alle ortiche la mia vita che forse poteva essere più felice. Ma sono solo rimpianti di una persona che ha sofferto tanto. 25 anni di patologia si fanno sentire nell’animo. 25 anni di paure e di ossessioni e di un Reparto così brutto da spaventare chiunque. Così oggi forse mi lascio influenzare da un tempo così grigio da incutere malinconia. E rimpianti di una Vita che non mi è piaciuta affatto. Oggi sono così. Penso così. Di una vita sbagliata e di dolore. I miei sentimenti sono offuscati, forse. Sono semplicemente stanchi e più duri. Mi resta difficile migliorarmi. Ho poche energie per migliorarmi. Le mie esperienze mi hanno piegato il corpo e le spalle che sono stanche. Così oggi è un post che per esempio non mi piace. Anche se parlo sinceramente. Ma non posso parlare solo di fiorellini colorati. Mi piace anche essere ancora spontanea anche se ormai faccio fatica anche in questo. Chè io sono sempre stata spontanea prima della mia grave patologia. Mi piaceva la gentilezza, la spontaneità, certi valori belli di cui mi ornavo. Oggi è molto più difficile. Ho molta difficoltà ad essere ed avere sentimenti belli. Come se fossi sempre in guerra e mi dovessi difendere sempre. Ricordo mia mamma mi difendeva sempre dalle ingiustizie che subivo e che tanto mi facevano soffrire. Ora mi devo difendere da sola da un mondo così difficile. E per difendermi il mio cuore si è un po’ indurito. Le mie esperienze (tante) di ricoveri mi hanno fatto soffrire tantissimo. Ho perduto tantissimi amici per la strada. Ed ora sono pessimista sempre come mio carattere è, e questo è sin da quando ero una bambina. Molto pessimista. Ed oggi lo sono. Così la malinconia e la nostalgia oggi mi sono venute a trovare. Saranno i colori di un Cielo grigio e ventoso. Sarà anche che sono meteropatica certamente. Con difficoltà riesco ormai ad essere allegra. Solo con il mio gattino me la cavo. Con la sua dolcezza ed allegria così contagiose. Il mio gattino paffutello.

E così al suo pensiero torno a sorridere.

Mi accendo una sigaretta. E sì, dovrei scrivere più cose riguardo al reparto. A quanto esso sia così brutto. Così triste. Così angosciante. Come scrivere una denuncia, che ogni tanto scrivo anche qui. Le nostre contenzioni (ci legano mani  e piedi per giorni e giorni) come torture medievali. Senza che nessuno ma nessuno ci difenda. E’ al solo pensarci terribile.

Così anche oggi ho scritto le brutalità che accadono in questo reparto. E’ difficile e raro trovare qualcuno comprensibile ed umano. E’ difficilissimo. E’ un trauma.

Così dopo 25 anni di vita vissuta così, è davvero difficile non diventare pessimisti e tristi. Mio padre che è un grande padre e saggio mi ricorda che devo sempre sorridere, ma mi riesce difficile. Come mi riesce difficile “tornare bambina” che è un mio grandissimo desiderio. Far contento il Signore. Mi riesce difficilissimo, tornare bambina, giocare e ridere. Ma ricordo da bambina avevo tanti desideri nascosti chè chiedevo ad un Cielo notturno pieno di stelle, nascosto. Ed ora respiro un respiro di sollievo. Già i desideri dei bambini, ancora li ricordo i miei. Così nascosti e così veri. Mi piacerebbe tanto ritornare a desiderare un sogno che si avveri, desiderarlo tanto. Ed eccomi forse un po’ bambina anche io. Solo lo devo ricordare un  po’ di più. “Tornare ad essere bambini” è uno splendido messaggio di Amore. Amore puro che proviene dal Cielo a tutti i cuori. Soprattutto, penso ora tra me e me, ai cuori più tristi. Ai cuori che si sono dimenticati di quando erano bambini ed erano felici con un semplice gioco. Tornara a sognare e divertirsi. A sognare, a desiderare come desiderano i bambini. Nei loro cuoricini nel sogno loro più bello. Sì, mi piacerebbe tanto tornare bambina.

E’ un desiderio che esprimo nel cuore della notte. E quando me ne sto accucciata abbracciata a coccolare il mio gattino ecco che ritrovo la mia felicità. La mia gioia.

Vedere saltellare felice il mio gattino oh! che felicità!

Così ora, chè mi sono ripresa un po’. respiro e mi godo la mia libertà. Mi fumerò una sigaretta fuori dalle finestre in compagnia delle mie splendide piantine, sorriderò al Cielo. Ed anche oggi cercherò di essere migliore. Nei sentimenti, nei miei pensieri, e soprattutto di vivere liberamente, più spontaneamente e con più fiducia, che ogni tanto mi sfugge dalle mani. Con più gioia nel cuore. Chè il passato se ne è andato via ed oggi è un nuovo giorno.

smilingdog

 

Annunci