Decidere di migliorarsi..

Apro il mio blog questa mattina di Sabato chè è abbastanza presto chè sono abbastanza serena. Il clima fuori dalle finestre è mite. I colori del Cielo sono splendidi, azzurri con qualche nuvola sparsa qua e là, il colore è anche un po’ violetto.. ma è bello! Ho sorseggiato il mio amato caffè che mi ha tirato un po’ su, ho guardato i miei bei fiorellini rossi e color fucsia che sono cresciuti, ed ora che sono qui ho come una bella impressione di quasi libertà. Una libertà che ho qui, mentre scrivo insieme al mio pc, una libertà che sento che mi manca altrimenti. Così ecco anche perchè non rinuncio a questo prezioso mio momento che dedico alla scrittura, anche se la mia scrittura è divenuta semplice. E’ questo un bel momento arieggiato per me. Un momento che mi è rimasto tutto mio. Ed ecco che il mio umore migliora. I miei pensieri divengono più lievi. E mentre sto qui a scrivere odo anche le onde del mare meravigliose che giungono a riva.. a ritmi regolari e calme questa mattina. Ieri ha piovuto molto invece. Bene per le mie piantine che si sono bagnate e nutrite di acqua piovana. Il cielo ieri era davvero pesante come l’aria che si respirava. Oggi è tutto diverso. Azzurro e mite.

E’ sicuramente ancora pieno Inverno. Una sigaretta accesa, io seduta di fronte al mio amatissimo pc.. ed in cerca di parole. Parole che un tempo riuscivo anche a mettere quasi in bella rima. Ora faccio una fatica immensa. Non ci riesco più. Non ricordo più la bella metrica, una materia che amavo tanto anche quando studiavo da giovane ragazza. Ce la facevano studiare tantissimo ed io riuscivo a scrivere in italiano ma in metrica e ne ero orgogliosa. Ora faccio tanta fatica perchè è come se non a ricordassi più. Non fosse più dentro di me.. Ma oggi non sono triste. Il caffè mi ha tirato su. Ho dormito tanto e bene. I sogni non ne ricordo nemmeno uno.

Alla mattina ho una sana abitudine, prego. Faccio una preghiera per iniziare la giornata e poi mi sento molto meglio. Ed è stato così anche oggi. Il mio cuore riprende a sorridere ed a sperare nuovamente. Di migliorarmi. E di essere anche più vitale e gioiosa.

Questo mio momento prezioso del mattino durante il quale io scrivo ci tengo tantissimo. Come a tener fermi i miei pensieri, che seppur quasi astratti ci sono. Nascosti anche dietro le mie medicine, sì. Ci devo fare i conti. Ma oggi è un bellissimo Sabato e mi piacerebbe essere leggera. Scrivere leggermente. Sì, di fiorellini e di Timbuctu. Chè hanno tante cose similari, i fiori ed i gattini. Sono bellissimi e delicati nella stessa maniera. La Natura è meravigliosa. Con il mio gattino mi addormento tutte le sere vicino ed abbracciati. Mi addormento subito! Ed anche dolcemente, come fossi una bambina, contenta. Abbracciata al suo amato pelousce! Ci svegliamo poi il mattino sempre insieme. Gli apro la sua terrazzina, lui esce regolarmente, respira arietta buona e fresca, mangia la sua pappa mattutina, mangia sempre pesce buono. Da cucciuolo beveva anche latte fresco, lo adorava! Come mi piace parlare e scrivere descrivere la vita del mio gattino. Gioca tantissimo con Hermano, si fa fare tutte le carezzine del mondo. Così è serena e bella la mia convivenza con il mio gattino Timbuctu. Se non avessi troppi pensieri così pesanti durante il giorno, dovrei essere abbastanza serena. Non mi è così facile, ma a volte ci riesco.

Accendo la mia sigaretta sempre accesa. Fumo, odo le onde del mare rumoreggiare fino a riva e penso un pochino tra me e me.. Sono sempre ipercritica nei mei confronti. Molto dura durei. Non me ne lascio passare una. E sono severa anche con gli altri. Ho una forma di dolcezza nel mio carattere anche io, ma sono anche molto severa. Forse questa caratteristica l’ho ereditata dalla mia dolcissima ed amatissima nonna Fernanda chè ugualmente era severa. E già, lo sono anche io. Anche con me stessa, ipercritica. A volte non mi va bene niente di me ed osservo solamente i miei difetti, le mie mancanze, i miei errori, e quasi non me li perdono. Così sono severa anche nei miei scritti. Non mi piacciono mai. Ed è così da tanto tempo ormai. Ci devo fare i conti. E forse accettarmi per come sono. Forse si ereditano anche certe caratteristiche del proprio carattere. Il Dna non è uno scherzo. Così mi calmo un pochino. Mi accetto un po’ di più. Amando molto mia nonna che era tanto dolce con me. Così accettando, riconoscendo che sono severa  in questo momento non ci trovo nulla di male. Sono lucida ed obiettiva. La severità esiste. Ed io credo proprio di esserlo. A volte mi mancano le basi. A volte scopro di conoscermi così poco chè è per questo che sono così fragile e debole. Ed insicura soprattutto ed anche confusa. Poi sono un segno d’Aria mobile (Gemelli) e così tutto diventa ancora più difficile. Conoscermi, accettarmi e poi anche migliorarmi.

Sbuffo tra me e me. E già. Oggi è Sabato! Ho voglia e desiderio di relax! Ho desiderio di sentirmi leggera! Di respirare l’aria fuori di casa. E forse andrò a fare una bella e ricca colazione in compagnia di Hermano. Mi ci vuole. Una tazza calda di cioccolato denso e caldo alla panna! Mmm già non vedo l’ora! Con la nostra bella automobile di nome Comoda che io amo tantissimo, che ci scorrazza di qua e di là appunto comodamente..

Sono sempre un po’ ansiosa.. e forse non ci posso fare proprio un bel niente..

E poi amo molto mangiare, forse perchè mio padre amatissimo ci portava quando eravamo più giovani ed anche ora appena può, al ristorante, e mangiavamo sempre cose così buone. Ho mangiato sempre molto bene ed amo mangiare, come tutta la mia famiglia. Siamo mangiatori con un buon palato.

A volte la mia vita mi piace molto, poi all’improvviso no. Come se crollassi. Come se non reggessi i ritmi della vita stessa. Credo di essere nata che ero già debole. Questa è una mia sensazione. Ed anche pensiero che ho. Sono sempre stata anche cagionevole e debole di salute. Così arrivano giorni che sono tanto stanca e provata. Ma tengo duro. Resisto. L’amore per le mie belle nipoti, le mie belle amicizie care, Hermano, il mio gattino, la mia casa, il sole che splende il mattino presto, un complimento inaspettato e bello, una risata improvvisa, tante cose, una bella canzone da ascoltare, ecco mi tengono in vita e mi danno la forza (soprattutto la preghiera) di continuare e di non mollare. Le mie responsabilità che ho nei confronti di chi mi vuole bene e di chi amo. Insomma non dò soddisfazione alle mie ansie e paure che pure ci sono di vincere! La vitaè dura per tutti, ed io voglio continuare ad esserci, a sperare anche in giorni migliori, pieni di luce e di sorrisi. Tante cose non capisco lo so. Me ne rendo perfettamente conto. Ma vado avanti. E anche scrivere mi aiuta tanto. Mi dà tanta forza in più per cominciare la giornata. Se penso che una semplice bella risata smorza e sconfigge un attacco di ansia, ed anche una risata alza di tanto le difese immunitarie, è importante esserci, vivere, far ridere, scherzare, sdrammatizzare, e pensare che siamo come dice anche giustamente Hermano e gli dò ragione, tutti ma tutti interdipendenti! Non lasciamoci soli. Esistere significa essere, esserci, anche per l’altro. A volte mi scopro paurosa ed anche egoista. Ma è necessario che io non mi chiuda in me stessa e nelle mie fobie. Ma ci sia per tutti, come ieri anche oggi. Ci vuole buona volontà. Uno sforzo in più. Chè c’è sempre qualcuno che bussa alla porta in cerca di una sola buona parola. Di conforto. Apriamola la nostra porta del cuore. Queste parole le dico a me stessa, è un memorandum di buon comportamento. Non è sempre così facile.. ma bisogna farlo.. siamo umani anche se a volte a volte la mancanza di affetto od una vita troppo dura ce lo fa completamente dimenticare.. Un tempo il mio senso di umanità credo fosse molto sentito dentro di me. Ora ho sinceramente molta più difficoltà. Mi sono molto inaridità con il tempo. E’ necessario cercare non solo quello che si è sbagliato nella vita, ma cercare dentro di sè la propria umanità, la quale anche se tanto ferita e deflagrata c’è ancora, nascosta dentro un cuore tanto ferito ed avvilito. Vivere per farla vincere, con la sua bellezza e darle ossigeno, con buone azioni ed ascoltarla soprattutto, ascoltarla.. chè dà saggi consigli e che è forse l’unica nell’Uomo che sa ancora amare.. perdonare.. sentire.. e dare.. e combatte fortemente l’avidità e l’egoismo che rendono sordi e cechi gli uomini.. Insomma non è facile come compito che mi sono data.. ma è necessario che io ritrovi i miei sentimenti più buoni ed onesti, più veri, e più sensibili. La “mia” umanità, un tempo lontano intatta dentro di me.. era bellissimo vivere ricordo così. Immune da brutti pensieri. E’ importante ricordarselo. Ravvedersi. E partecipare con amore vero alla vita non solo propria ma anche altrui. Non so più da che parte cominciare.. ma forse da piccole attenzioni quotidiane.. non pensare solo al mio benessere.. ed avere più attenzioni, più carinerie.. più gentilezza nel cuore.. semplicemente più disponibilità, più amore..

smilingdog

 

Annunci