Primavera

Questa mattina piovosa mi viene in mente una canzone della quale però mi sfuggono le parole. Ma il titolo e la musica ed il testo mi sovvengono “Una storia disonesta” di Stefano Rossi. Bella e molto di moda quando ero molto giovane. Una canzone che ricordo sempre con molto amore e piacere. Oggi il Cielo è pieno di luce e di nuvole e di squarci aperti di azzurro limpido. Timbuctu intanto sta miagolando dietro di me. E’ un gattino “chiacchierino”! Io come di consueto mi sono svegliata e ci ho messo un po’ a “carburare”. Solamente dopo un buon caffè! Ed eccomi ora qui. Odo le onde ondeggiare e giungere a riva spinte da un certo vento che spinge forte anche le mie bellissime piantine, le loro foglie quasi alle intemperie tremulano fortemente.. le roselline come sono belle e romantiche.. e tante.. ed anche gli altri fiorellini di ciclamini sono al vento.. ma stupendi! Io me ne sto qui con una sigaretta accesa, gli occhialini e me la sto anche prendendo comodamente. Sono rilassata. Le gambe non sento affatto dolore. E anche la schiena grazie alla Reflessologia plantare di mio padre è abbastanza elastica e non sento dolore. Mi sento bene. E’ anche oggi una giornata uggiosa, piove, ha piovuto molto anche.. ma la luce del Cielo limpido quasi a tratti c’è ed illumina anche la mia stanza.

Questa mattina mentre ero assorta nei miei pensieri, mentre fumavo una sigaretta dopo il caffè, ripensavo alle cose belle che ho avuto nella mia Vita, soprattutto la mia bella,bellissima famiglia, ed ho ricordato amorevolmente e con tanta gioia nel cuore quanto noi tutti fossimo così uniti! Ci volevamo tanto bene! Ho respirato tanto amore! Amore con la A maiuscola. Eravamo soprattutto una famiglia che si voleva bene. Così i miei bellissimi ricordi sono riemersi. Nascosti nel mio cuore ma ci sono tutti! E come una piccola barchetta sul mare navigavamo insieme pieni di tanto tanto amore. Erano stupendi quei momenti vissuti quando mia mamma era ancora fra di noi. Eravamo una bellissima famiglia! Ed io e mia sorella ci volevamo tanto bene. E ricordo con tanto amore che mio padre faceva di tutto per renderci gioiosa la vita, come ora del resto!, e ci divertivamo anche tantissimo! Ed anche le loro litigate, fra mia mamma e mio papà finivano sempre bene! Con un dolce bacio ed una stupenda pace ed Amore che io ho respirato sempre. Così ricordo ero e sono ancora molto legata alla mia bella famiglia. Le nostre gite! I nostri ristoranti! La nostra bella barca! I nostri bei viaggi! I regali che mio padre faceva a mia madre, e soprattutto il loro Amore! Così sono figlia dell’Amore. E ne ho respirato sempre tanto. Eravamo tutti più giovani certamente ma molto uniti. Ci difendevamo dagli assalti della Vita l’uno con l’altro. Eravamo un nucleo indissolubile! Bellissimo! Ed anche tanto allegro e colorato! Così oggi ho rievocato la mia amatissima famiglia della quale faccio parte. La nostra bella tavola apparecchiata, ognuno al suo posto certamente, senza televisione accesa, chè mia mamma non voleva che vedessimo la televisione mentre si mangiava. Il pranzo e la cena erano momenti sacri dedicati a noi! Alla famiglia ed al nostro dialogo fra noi. E parlavamo tutti insieme. Era un momento dedicato a noi. La televisione non si accendeva mai. Ed i nostri pranzi erano bellissimi! Oh! Se ci penso.. erano bellissimi.. insieme..

Poi i miei genitori aprivano le porte agli amici. C’era sempre oppure spesso, qualche gradito ospite al nostro tavolo da pranzo, che mangiava le pietanze golose che la mia brava mamma preparava appositamente per lui. Risotto con le patate! Per un carissimo nostro amico di famiglia, per esempio, oppure anche altri ospiti sempre graditissimi. E poi i miei genitori erano aperti di mentalità. Moderni e generosi. Aprivano le porte di casa anche ai miei giovani amici. Ricordo la mia casa era piena di carissimi amici il pomeriggio! Arrivavano in tantissimi, andavamo nella sala da pranzo, il tavolino pieno di leccornie per tutti noi, dai panini al salame così buoni alle torte alla ricotta ottime, e ce ne stavamo lì a ridere e scherzare tra di noi. Era la mia prima giovinezza. Stupenda.

Sì, ammetto che sono stata tanto felice!

A volte si dimenticano certi bellissimi momenti vissuti.. presi dalla quotidianità.. dalla realtà presente.. dalla malinconia e dai giorni tristi.. insomma a volte si dimenticano le cose belle che si hanno avuto, che sono state vissute. Ricordo anche la felicità dei miei diciotto anni dei miei bellissimi tra le altre cose, dei miei amati genitori. Mi hanno regalato una cena nel miglior ristorante della Città. Una saletta privata tutta per noi! Ed i miei genitori mi hanno regalato uno stupendo cesto di fiori tutti color quasi arancione! Mi sono emozionata.. erano bellissimi! Ricordo ancora il loro bellissimo sorriso che sprigionava amore e gioia nei miei confronti! Ancor oggi mi emoziona questo bellissima immagine che porto con me nel cuore. Erano così felici i miei genitori per quel giorno così importante per me! Oh! Sì! Sono stata tanto amata! Coccolata.. ed anche forse un po’ viziata.. solo un po’ però.. 🙂 ❤ E forse no. Viziata non mi hanno viziato. Bisogna essere onesti nel dire le cose. Sono stati bravi genitori. Tutto qui. Amorevoli.

Così io questa mattina rievoco felicemente e forse con un po’ di nostalgia questi momenti vissuti insieme. Ma li ho vissuti! E restano dentro di me. Passano gli anni, passa il tempo, ma ho una grande memoria e poi alcuni momenti così preziosi li porto con me, dentro di me, come fosse oro per la mia Anima. Chè è un’Anima fragile forse.. ma che ha vissuto anche tante gioie.

A volte ho un po’ paura di deludere.. ho con me spesso.. come un senso particolare di deludere le persone.. forse perchè a volte ho avuto l’impressione di aver deluso i miei carissimi genitori. Ed anche me stessa soprattutto. Così questo senso di frustrazione che mi porto dietro, mi fa camminare più lentamente ed a volte divento tanto malinconica. A volte ti si spezza il cuore all’improvviso. Magari tu non ne hai neppure colpa, ma la senti tutta addosso a te. Così all’improvviso la gioia nel tuo cuore si tramuta in tristezza. Ma questo non volevo scriverlo. Non c’entra nulla con la mia gioia di essermi sentita tanto amata dai miei genitori. Quei momenti di gioia li porto dentro di me appunto come un cammeo di brillanti e zaffiri e diamanti nel mio cuore e questi non me li possono rubare mai. Nessuno! E’ il mio punto di forza. Forse è delicato. Come un bellissimo fiore di Aprile. Come una goccia di rugiada di primo mattino. Non si può toccare e neppure sfiorare.. E’, sono, ricordi che ho e nessuno me li può togliere.

Sono il mio bagaglio, il mio “zainetto” pieno di felicità!

Così oggi sono stata ancora più sincera del solito. Più me stessa. Raccontando, descrivendo momenti vissuti ed incisi nel mio cuore.

Ognuno ha una certa dose di gioia nella vita. Chi lo sa? L’ho letto da quale parte un tempo di un po’ di tempo fa. Chi lo sa? Forse era un cinico alla fine che l’ha detto. Non mi ci riconosco. Ognuno ha momenti di grande gioia e di dolore. Come le onde del mare che giungono a riva a volte altissime di un mare in tempesta a volte calme di un mare bellissimo. La gioia non si può contare. Non è matematica. La gioia è l’Amore ricevuto per me. L’Amore che ho ricevuto. Ed è tantissimo. Tantissimo. Mia madre e mio padre erano bravissimi genitori ed anche molto generosi tutti e due. E spero di aver preso da loro due la generosità in tutti i suoi sensi. E così anche oggi ho scritto. Di getto e pensandoci anche. Così rivedo i miei genitori che mi sorridono innamorati fra loro sempre tantissimo, ed innamorati dei loro figli.

Ecco, ora penso ad una canzone. Ci impiego un po’ di tempo. Sì. Inserirò “Primavera” di Luca Carboni. Secondo me è poesia pura. Una meravigliosa canzone che dedico a me stessa alla mia prima giovinezza.. quando con il mio bel motorino regalatomi da mio padre, un Boxer della Piaggio blù tutto nuovo nuovo, bellissimo! 50 di cilindrata, ai miei 14 anni, io “sfrecciavo” per il Viale della Città divertendomi un mondo! ❤

Buona giornata a te che passi e leggi!

smilingdog

Annunci

La bellezza di essere Cristiani!

“Vita in te ci credo.. questa mattina chè sono appena le 9.36 dopo un buon caffè canto fra me e me questa bella canzone cantata da Lucio Dalla e Gianni Morandi. Sì sono pimpante e di buon umore! Chè bellezza! Starmene qui al calduccio e sì, fiocchi di neve che scendono dal Cielo! Una gioia è sprizzata dal mio cuore mista al tipico stupore che la neve mi ha sempre regalato! Uno stupore ed una gioia che assomiglia a quella dei bambini! Così anche qui la neve è arrivata! Ho aperto immediatamente la finestra del mio soggiorno ed ho osservato i bei fiocchi bianchi cadere soffici sospinti da un leggero vento! Una meraviglia per la mia vista ed il mio stato d’animo il quale si è rallegrato tantissimo, appunto come fossi ancora bambina. La neve mi regala sempre tanta gioia. Lo stupore bello anche. Quello bello che sorprende è unico. Così la mattina mi ha trovato chè sono quasi ma sì sono felice! Intanto il mio gattino mentre scrivo qui sta miagolando dietro di me.. come se stesse in cerca di attenzioni. Sorrido dentro di me. Mi piace molto questa atmosfera così bella. E spero che attecchisca questa bella neve. Chissà? Mah.. Intanto io sono qui.. Mi accendo una sigaretta.. fumo e penso anche tra me e me.. chè ho dormito tanto e bene. Basta poco forse a rendermi felice? Ma penso tra me e me che anche i bambini si possano rendere felice con poco. Una dolce carezza, una dolcissima fiaba raccontata.. un manto di neve dove poter giocare.. Un regalino tanto desiderato nel loro bel cuoricino.. Insomma non c’è nulla di male a sentirsi così gioiosi e felici. Anzi. E’ una bellissima sensazione. La gioia inaspettata, una dolce sorpresina, una bella attenzione. Un caro ninna nanna. Ieri ho fatto la ninna nanna a proposito al mio gattino, Timbuctu. L’ho coccolato tantissimo mentre ero sotto le mie calde coperte ed ho provato tanta felicità nel carezzarmelo tutto. Lui si fa coccolare moltissimo. E’ bellissimo stare abbracciati insieme. Poi mi sono addormentata all’improvviso, come sempre.

Il davanzale della finestra alla mia destra è pieno pieno di fiori, rosa, rossi e color fucsia. E’ quasi un arcobaleno di colori. Il mio piccolo piccolo giardino è in fiore questo periodo, ed è splendido. Bellissimo.

Il Cielo chiaramente è da neve. Tutto bianco.

C’è tanto silenzio intorno a me. Odo solamente il vento e le onde del mare giungere a riva..

Sospiro.. Indosso la mia più amata e comoda e calda giacca blù a pois rossi. Come mio solito tendo ad indossare sempre gli stessi capi, fino quasi al loro termine. Li uso tutti i giorni quando mi piacciono. Non sono affatto cambiata da quando ero giovane che indossavo sempre gli stessi pantaloni e le medesime magliette che amavo tantissimo. Mia madre le lavava, le stirava ed io immediatamente le riindossavo, fino allo “sfinimento”! Forse come i miei coetanei. Avevo un paio di pataloni di fustagno rossi chè io ci stavo così comoda! E per me erano stupendi! Ed in effetti lo erano. Non c’era giorno che io non li indossassi. Non mi hanno stancato mai. Li amavo letteralmente. Erano miei. Come del resto amo tutte le cose “mie”. Forse sono un po’ troppo possessiva. Chi lo sa veramente? Ma alle mie cose ci tengo tantissimo. Ai miei vestiti, sempre casual, anche ora. Alle mie cose! Tutte. Sì. Sono possessiva. Già. E’ una mia caratteristica. Come del resto sono sia molto attenta.. ma anche estremamente distratta se solo mi lascio andare alla mia natura, che mi vorrebbe sempre così, all’ascolto di canzoni che amo, sognante e con la testa fra le nuvole.. la mia natura essenziale è questa. Ad un passo dalla terra.

Tanto sono un segno d’Aria.. amo alzarmi da terra.. essere “assente” dalla realtà.. ed anche dalle parole.. ma vicina ai miei sogni che ancora ho.. vicino alle nuvole.. quasi volando..

Poi ritorno con i piedi per terra. La mia natura, inutile quasi a dirlo, ci soffre moltissimo. La mia vita mi ha portato con i piedi per terra. E ci ho sofferto tantissimo. Avrei voluto sempre vivere nel limbo, dove esistono e si vivono i propri sogni.. quasi a contatto con il Cielo.. Sono perciò divenuta anche molto razionale.. chè la razionalità con i sogni c’entra davvero poco. Per forza sono dovuta divenire razionale. Quasi concentrata la vita mi ha voluta. Ma è sempre stata una gran fatica per me.. ma ci sono riuscita. Così quando ancora ho spazio e tempo e me lo posso concedere, torno alla mia natura.. alla mia prima e vera natura.. così assente e sognante nell’aria e negli elementi della Natura stessa.. in un bellissimo silenzio che io amo tantissimo.. Ed in effetti amo pochissimo parlare. Preferisco di gran lunga certamente scrivere. Chè scrivere mi rimette in contatto con me stessa.. Mi “centra” mi aiuta nella riflessione mia, interiore. Come parlassi tra me e me.. ed avessi in me stessa una carissima Amica con la quale interagire. E mi scopro a volermi bene. Chè è fondamentale volersi tanto bene. Ritagliari uno spazio per sè.. chè altrimenti è difficilissimo rialzarsi.. trovare la forza per affrontare le giornate.. le difficoltà e le incompresioni che accadono quasi tutti i giorni. Così mentre scrivo qui io mi confido con me stessa, volendomi anche tanto bene. Avevo da bambina invece del foglio bianco, la mia “Amica invisibile” alla quale volevo tanto bene. Ora ho il mio foglio bianco che è questo qua, e mi dà respiro, ossigena la mia mente, me la mette in ordine. E così in questo periodo mi voglio più bene. Sono più buona con me stessa. Più dolce e comprensiva. Non mi dò sempre contro. Chè la vita diventa invivibile. Ecco. Con il mio antico ma bellissimo computer sto scrivendo molto meglio. E lo sapevo già da me che sarebbe stato così. Non puoi togliere un cavallo di razza ad un fantino. Non sarebbe la stessa cosa. Lo stesso risultato. Le mie mani hanno tanto sentito la mancanza di questo stupendo pc della samsung, ottimo direi, e le sue lettere le mie mani ci scrivono stupendamente veloci ed anche più concentrate. Lo scrivere meglio e più sciolta, poi, di conseguenza, mi dà il buon umore per il resto della giornata. E’ tutta una conseguenza. Così sono più contenta dei miei ultimi post. E contentissima di riavere funzionante il mio bellissimo pc.

Mi piace scrivere il mio amato diario di bordo, soprattutto quando sono in forma e di buon umore. Ho diminuito il caffè. Sono tornata a berne molto meno. E sono meno depressa. Anzi, molto meno.

Ho ritrovato parti di me stessa che erano addormentate, sopite. E così torno a respirare molto di più. Ah! Chè bella giornata invernale che è oggi! Così “chi ben comincia è a metà dell’opera” ed oggi ho iniziato bene la mia giornata. Ho riposato bene, cucinerò, me la prendo comodamente, e questo ormai ho capito che è bene per il corpo e per la mente, e non mi affanno inutilmente. “Che nulla vi turbi” Ci insegna il Nostro Amato Gesù, ed io vorrei seguirlo nei suoi insegnamenti. Mai vorrei deluderlo. Sarebbe un dolore per me immenso. Non sono facili da applicare i Suoi insegnamenti! Oh! No! Non sono facili. Ma bisogna provarci! Non si può far finta che non esistano, non ci si può lamentare che noi non abbiamo una Guida! Un Maestro Spirituale. Noi abbiamo le Sue magnifiche Parole, Esempio. E non possiamo non ascoltarLo! Anche il Signore Gesù si è sentito solo ed abbandonato sulla Croce, ha urlato, si è sentito solo! Non dobbiamo dimenticarci di AmarLo sempre tantissimo! E che soprattutto Lui è al nostro fianco sempre! “Fino alla fine dei Tempi”! E forse significa .. per sempre.. perchè Gesù è Amore! Amore Puro! Non possiamo dimenticarcelo mai! Non possiamo!

Mi sarebbe molto piaciuto fare il sacerdote! Sì! Un mio sogno che porto dentro il cuore mio da sempre. Parlare di Lui! Dei suoi insegnamenti. Mi sarebbe molto piaciuto potermi dedicare unicamente ai Suoi Insegnamenti! Alla Sua Vita! A Lui! Poter parlare di Lui apertamente con tutto l’Amore che ho nel cuore. Mi piace molto. Anche quando ero una bambina amavo moltissimo andare al catechismo, studiare la Sua Vita! E’ meraviglioso potersi Dedicare all’Amore per il Nostro Signore. Così parlerò più spesso in questo mio blog dei Suoi insegnamenti. Sì. Ormai l’ho deciso. E sono pronta a parlare con tanto Amore di Gesù. Non devo temere! Di sembrare eccessiva! No. E’ la cosa più bella che possa accadere. Amare il Nostro Amato Gesù. Dedicarsi a Lui. Chè non è “venuto a giudicare, bensì a guarire”! ❤

smilingdog

 

Vento freddo.. mare.. pioggia che cade..

“.. E scoprirai che sono rimasto l’illuso di sempre.. e riderai.. quel giorno riderai! E non vorrai lasciarmi più.. Questa mattina mentre sorseggiavo il mio amato buon caffè che oltre ad avermi svegliato mi ha messo anche di un certo buon umore, osservavo già verso il pc, lo guardavo con tanto amore e con tanta voglia di scrivere già.. Le onde del mare arrivano a riva fragorose sospinte da un vento freddo che proviene da Nord. E piove. Il Cielo è tutto un manto grigio.. ma io mi sento abbastanza bene. Sarà la bella carbonara ricca di ieri sera! Il cibo mi mette sempre di buon umore! Ed oggi così eccomi qui chè mi sento bene con me stessa.. senza troppi problemi scrivo qui. Una sigaretta accesa appoggiata fumante al suo posacenere alla mia destra, le cuffie indosso per concentrarmi bene come sempre, gli occhiali  e le mie mani che veloci scrivono quello che loro detto. Il mare è mosso.. piove tanto.. e mi piace questo clima.. Il freddo lo amo molto, mi posso coprire e dormo bene. Insieme abbracciata al mio gattino. Ho dormito tanto anche questa notte. Anche se fino a mezzanotte ho ascoltato musica, divertendomi molto guardando i video e sognando anche un po’. Non ho più la paura di scrivere poi così male. Non m’importa quasi più. Non ho la passata paura di non trovare le parole, come se in parte mi fossi un po’ sbloccata. Mi sono ricordata che le parole vengono da sè.. senza troppi sforzi.. vengono da sè.. Così amo ancora moltissimo il foglio tutto pulito e bianco. Come tanto tempo fa. Oggi è proprio tempo da lupi! Da starsene chiusi in casa al calduccio. Preparerò, terminato il post, le mie lenticchie che oggi ci stanno proprio con questo freddo. Un bel piatto ricco di lenticchie cucinate bene. Una bella zuppa. Amo moltissimo cucinare anche belle zuppe calde. Ricche. E sì, sono una golosona. Mi piace tantissimo sia cucinare che mangiare bene. “E scoprirai che nulla è cambiato.. che sono.. rimasto l’illuso di sempre.. chè bella che è questa canzone di Bruno Lauzi “Ritornerai”, è una poesia che ascolto sempre tanto volentieri.. e questa giornata di mare grosso e di vento freddo e di pioggia in questa bella citta di mare fa venir voglia di ascoltare belle canzoni, in casa.. mentre tutto fuori è grigio.. e vento.. La mia è una bella città di mare.. ed io abito non dico vicinissimo al Porto no.. ma in linea d’aria sì.. ed è un bellissimo Porto anche quello di questa mia Città..

Così oggi mi piace starmene a casa.. non mi pesa affatto.. anzi.. questo clima assomiglia moltissimo al mio temperamento.. al mio carattere che ama tanto starsene in casa tranquillamente.. sì.. godermi come si dice la mia casa.. è un vero piacere per me..

Già.. sospiro.. la sigaretta è accesa.. la mattina fumo un po’ di più.. il mio gattino mi fa una splendida compagnia.. oggi mi sento quasi (non lo dico forte!), quas felice!.. Essendo meteropatica amo moltissimo il sole.. ma i giorni invernali come quelli di oggi hanno il loro fascino.. per me. Certo io non lavoro sotto la pioggia e le intemperie.. me ne sto comodamente in casa.. scrivo qui.. e poi cucinerò. Ho la giornata, la mattina impegnata.. cose da donna! Cucinare con amore. La casa è meno incasinata del solito e la mia mente è meno disordinata. Vanno di pari passo. Casa e mente sono in simbiosi. Casa disordinata mente confusa. Poi la pioggia che scende copiosa tippettando sulla strada.. sulla carreggiata e sopra i fiorellini.. mi piace tantissimo. Ho un carattere forse un po’ schivo. Un carattere diciamo invernale. E questo anche quando ero molto più giovane. Poi quando e se scende la neve, divento felice come da bambina! Già.. Le mie gambe per cambiare argomento mi fanno meno male.. ed il mio umore dipende anche dalle mie gambe. Oggi mi sento proprio bene. Nessun dolore.

E così la giornata anche questa ha avuto inizio. Mi sono svegliata chè non ero proprio così allegra e pimpante. Piuttosto mi “giravano” tutte le scatole che ho! Ero antipatica a me stessa ed anche indisponente rispetto al mondo! Un paio di caffè fatti bene seguiti da un paio di sigarette che io amo tanto fumare hanno fatto il miracolo! di cambiarmi l’umore.. e sono diventata un po’ più umana! Ho sorriso e la vita mi è semplicemente sembrata più gradevole. Più piacevole. E poi, noto che quando ho tante cose da cucinare, quando ho la mia dispensa ricca di ingredienti ed ho l’imbarazzo della scelta sui cibi da cucinare sono, divento più felice! Eh sì sono una “casalinga” e mi piace anche molto questo mio ruolo che è fondamentale per una casa viva. Per sentirmi meglio ed importante anche io. L’abbondanza in cucina mette tanta gioia nel cuore di chi vi ci abita e ci “lavora”. Il cibo mette tanta gioia nel cuore e nei palati. E così riscopro il valore ed il gusto stupendo del cibo. E mi reputo così fortunata a poterlo riscoprire. E mi sento così molto più viva. Quando mia madre era ancora in vita.. io cucinavo ogni tanto.. ricordo, una volta alla settimana mi cimentavo ai fornelli e preparavo sempre dei piatti prelibati che sia mia mamma che tutta la famiglia apprezzava moltissimo. Ed io mi divertivo tantissimo! Ora sento lo stesso sentimento. E’ bellissimo amare quello che si fa. E’, credo, un altro Dono stupendo. Amare le proprie passioni. Amare quello che si fa. Che sia cucinare, lavorare.. ogni cosa.. farla con tanto amore e passione. Rende la vita molto più affascinante e bella!

Hermano ieri pomeriggio mi ha fatto un regalino che io ho apprezzato tantissimo, una piccola caffettiera.. che l’altra mi si era rotta! Lo ha fatto spontaneamente e mentre me la regalava era felice! Ad Hermano piace molto fare piccole e grandi sorprese. Quando eravamo fidanzati ricordo benissimo.. mi regalò, nascosti in un elegante pacchetto di sigarette, con nonchalance.. un paio di biglietti per la Finlandia.. terra che sognavo di visitare sin dalle mie scuole medie.. affascinata dai suoi mille e più laghi.. ! Chè gioia che ho provato! Una gioia grandissima.. e poi siamo partiti per questo paese meraviglioso che non dimenticherò mai.. Un Paese stupendo! Sì.. quanti regali piccoli e grandi mi ha sempre fatto Hermano! E quanti viaggi divertenti insieme! Così anche oggi siamo insieme! E con tanto amore gli preparerò questa zuppa di lenticchie! Calda e speriamo anche buona!

Diciamo che Hermano apprezza sempre moltissimo la mia cucina! Anche lui ama cimentarsi sui fornelli (forse come tutti gli uomini).. ma io non rischierei troppo! Sto scherzando! Ma a volte diciamolo.. esagera anche lui nelle sue invenzioni culinarie! Così anche questa mattina il post di oggi è terminato. Termina qui. Con i miei ricordi che oggi sono stati belli per me. Vado.. m’incammino verso la mia cucina.. Mi metterò al lavoro. Una telefonata con mio padre, il nostro saluto mattutino.. e si comincia..

Buongiorno a te che passi e leggi! ❤

smilingdog

 

L’arte culinaria.. musica.. ed un po’ di relax..

“Respirando.. una splendida canzone di Lucio Battisti oggi pomeriggio.. così uggioso.. canto fra me e me.. ora che ho deciso di aprire il pc e cominciare a scrivere anche oggi.. Respiro.. una sigaretta accesa.. una luce sopra le lettere della bella tastiera e le mie mani che si muovono veloci sopra di esse a mo’ di una danza invisibile.. ho proprio desiderio di scrivere e sono abbastanza riposata, ho dormito bene oggi pomeriggio.. dopo che ero un po’ triste stanca ed anche malinconica.. ora mi sono ripresa bene. Respiro un sospiro di sollievo e mi sento molto più leggera.. l’acqua piovana è come se mi avesse ripulito la mia stanchezza che portavo addosso da un po’ di giorni ormai. Ho anche desiderio di ascoltare musica. Mi sono ripresa un po’. Anzi molto. Mi si sono come si dice ricaricate le pile. Il riposo pomeridiano e l’acqua piovana che è tanto scesa oggi mi ha ridonato un po’ di pace nell’animo. Mi sento un pochino più leggera, il peso corporeo lo sento più lieve addosso a me. E sorrido anche di fronte al foglio bianco ed ho il cuore anch’esso più leggero. Oggi Amica del Silenzio che sa e che conosce tantissime cose mi ha rivelato ed ha capito, intuito il mio silenzio interiore che avevo da un po’ di giorni e soprattutto oggi: il Bluemonday, il giorno più triste dell’anno! La vicinanza estrema della Luna alla Terra. Oggi! Siamo quasi tutti molto più tristi e malinconici. Ora ho superato questo mio mood, questa mia malinconia che sentivo tantissimo dentro di me e senza neanche l’ausilio di un po’ di cioccolato che gli esperti hanno consigliato di mangiare oggi, sono quasi rinsavita! Ed eccomi puntuale al posto mio. Qui. Sopra la mia tastiera. Le mie due dita che battono veloce velocissime al ritmo della loro particolare musica invisibile. Le mie mani sono sempre state velocissime alla tastiera! Mi piace tantissimo scrivere velocemente. Mi diverte tantissimo proprio come se giocassi ancora ad un gioco che non mi stanca mai. Eccomi qui dunque. Che scrivere? Non lo so ancora. Ma piano piano le parole vengono da sè. Lo so ormai per antica esperienza. Mi sintonizzo con il mio cuore che si è alleggerito tanto ed è anche allegro! Batte pimpante i suoi battiti sorridente anch’esso come me.

Scrivere veloce sopra la tastiera è un vero divertimento per me. Da sempre. Mi fermo solo un momento.. penso solo un po.. quasi mi fermo.. E penso.. le mie paure oggi pomeriggio le ho dimenticate.. se ne sono andate via.. Che bello! E’ una sensazione meravigliosa come mangiarsi un’ottima carbonara! Chè anche della carbonara ho voglia.. di mangiare.. Oggi però non cucino. No. Mi riposo dai fornelli. Domani però cucinerò con questi freddi che ci sono una bella lenticchia! Che so ben preparare.. e mi piace tantissimo.. mi ricorda casa.. il suo buon profumo.. e mia mamma che tanto la sapeva ben cucinare.. La lenticchia.. ah! Non vedo l’ora che sia domani mattina.. quando mi metterò a prepararla.. Così Hermano quando ritornerà dal lavoro la troverà calda e pronta da mangiare.. Sì cucinare mi piace sempre tantissimo e mi riesce anche bene. So cucinare un po’ di tutto. Ho le basi che mi ha insegnato mia madre ottima cuoca. Ma anche tutte le mie amiche sanno cucinare molto bene. Ognuna con il suo stile e la loro mano. Sono tutte bravissime. Questo le accomuna tutte fra loro. Le mie amiche di un tempo e quelle di ora.

L’arte culinaria non l’ho perduta. E mi piace tantissimo stare sopra i fornelli. I miei maccheroncini al fumè, la mia carbonara.. i miei gnocchi.. i miei primi tutti! Ed anche i secondi. Quando erano piccole piccole le mie nipotine avevo anche inventato per loro un dolce al cioccolato che loro amavano tantissimo. Era in effetti molto goloso e pieno pieno di cioccolata, compresa la Nutella! Ricordo glielo preparavo prima di andarle a trovare e glielo portavo e loro erano felicissime e se lo mangiavano proprio di gusto! Sì, perchè a me piace tantissimo inventare nuove ricette. Ho questa peculiarità. Inventare. Mi esprimo nell’azzardo di nuovi sapori che ho sempre avuto la fortuna o forse l’estro ed il talento vengono bene! Hermano apprezza sempre tantissimo. Mi diverto moltissimo a cucinare. Così a volte dimentico certe mie passioni.. e dimenticandole a volte è come se dimenticassi all’improvviso me stessa e le cose belle che mi appartengono. E che mi rendono felice. Ed invece le mie passioni le ho anche io, e quando sto bene e sono in forma ritornano puntuali. L’arte della cucina è tra queste mie belle passioni. Un tempo ormai lontano amavo anche leggere tantissimo e spendevo abbastanza per acquistare nuovi libri. Ero sempre in libreria a cercare, dilettandomi moltissimo, a cercare, a rovistare tra un libro ed un altro. E leggevo tantissimo. Ora con il tempo questa mia bellissima passione l’ho perduta. E mi dispiace tantissimo.. ma non ho più in me la necessaria concentrazione.. e Youtube con i suoi video musicali, le sue interviste.. tutto quello che c’è ha preso il posto purtroppo dei miei bei libri. Ne ho letti nella mia vita sempre tanti. Avevo proprio una gran passione per la letteratura. Come per i film. Ne ero così affascinata sin dalla tenera età. Queste mie due passioni le ho messe da parte. E sì mi mancano moltissimo! Quanti pomeriggi spesi a leggere, ad ascoltare musica! E quante serate al cinema! Bellissime serate che non vivo più. Un po’ perchè soffro di claustrofobia.. anche questo c’è da dire, ed un po’.. perchè con la mia patologia il cinema ed i libri mi danno un po’ fastidio al sistema nervoso. Mi lascio condizionare troppo e poi volo via con la fantasia.. la mia fantasia.. quanti conti ci devo fare.. Ma oggi non ci voglio proprio pensare. Così faccio a meno dei miei libri e del cinema.. ma la musica, l’amore che ho per lei da sempre mi è rimasto.. fortunatamente.. e vivere una giornata senza un po’ di musica che alleggerisce l’anima e ti alleggerisce anche le giornate è come una giornata totalmente malinconica ed anche buia. La musica! Che meraviglia. Ed il mio cuore non la dimenticata! E ne ha bisogno come dell’aria.

La musica unisce i cuori. E poi soprattutto elude la solitudine. E ti fa fare un balzo verso il bello! Verso il Cielo! Verso la danza dell’anima.. diritta verso i tuoi sogni.. ancora intatti.. nonostante l’età.. e la vita ed i giorni vissuti.. la Musica è un dono dal Cielo che ho. Una passione che è tutta mia.E ne sento la necessità come respirare appunto.. se è da un po’ che non l’ascolto ne sento la mancanza.. Volo.. ascolto e sogno.. ed il mio cuore danza..

Così sì che ritorno bambina!

Ecco il post di oggi è terminato. Timbuctu sta miagolando. Forse Hermano sta arrivando. Fumo una sigaretta.. ascolto una antica ma splendida canzone di Lucio Battisti “Ancora tu” che è e resterà sempre attuale, e splendida. La inserirò oggi qui in questo post dove ho parlato un po’ delle mie passioni che mi caratterizzano maggiormente. Questa giornata è ormai al termine. Fuori è già buio. Mangerò qualcosina di veloce.. chè mangio anche spesso qualcosa di cotto velocemente.. vista la mia esperienza di vita da single che conduco da sempre. E sì.. non si soffre solo di solitudine vivere per conto proprio.. ha anche i suoi bei vantaggi..!! 🙂 ❤

smilingdog

 

Una canzone per te..

E’ Domenica mattina. Tutto silenzio intorno a me. Ho voglia di starmene qui di fronte al pc a scrivere un po’. L’umore non è malvagio, anzi. Mi sveglio bene mentre il mio gattino dorme ancora. Mi raggiungerà in cucina poco più tardi. Fumo una prima sigaretta mentre i miei pensieri girano liberi per la stanza. Osservo attorno a me e di fronte i fiorellini ed i colori del Cielo ancora senza sole. Bevo meno caffè chè altrimenti mi agita troppo ultimamente. Neanche le onde del mare sento in questo momento di gran silenzio che mi piace tanto, mi rilassa, rilassa la mia mente. Sto scrivendo indossando una maglia di cotone color rosso fuoco a maniche corte. Il clima non è così freddo. Anche se osservando il Cielo sembra aria quasi quasi da neve. Ma non è così freddo. Parlo piano detto sottovoce le parole qui sul pc. E così anche questa giornata è iniziata. Oggi sarò a pranzo da mia sorella Cristina. Ieri ero un po’ giù di morale. Ero affaticata anche fisicamente. Questa mattina mi sento molto meglio. Sospiro e mi accendo una sigaretta.. Fumo e penso un po’ tra me e me.. e mi rilasso ulteriormente.. chè ne ho bisogno di rilassarmi.. rilassarmi un po’.. mi godo queste prime ore del mattino così silenzioso..

Sì, direi che oggi sono serena soprattutto se ripenso solo a ieri. Oggi mi sento di nuovo abbastanza bene e decisamente serena. Ed ho il raro piacere di essere sveglia questa mattina, ed il cuore lo sento vivo.. mentre odo ora la vocina del mio gattino che gioca.. dietro di me..

Non ho fretta di scrivere, me la sto prendendo comodamente.. e sì, penso, sono proprio una gran testarda come sostiene sempre mio padre, perchè mi ritrovo sempre qui la mattina appena sveglia a scrivere! Non mollo la presa, continuo imperterrita a scrivere e starmene molto piacevolmente di fronte ad un foglio ancora tutto bianco, come una tela da dipingere, ed io la imbratto tutta con mie parole, nonostante le mie difficoltà, del resto mi piace tantissimo questo bel mio momento chè non ci rinuncio. Un tempo, ricordo, scrivevo più velocemente ed anche forse più “scriteriatamente”, la punteggiatura e tutte le parole venivano scritte in una maniera completamente differente da ora. E scrivevo anche piccole poesie. La mia prima poesia l’ho scritta che avevo nove anni! Ed è stata tantissimo apprezzata ed io sono stata felicissima in quel momento! Lo ricordo benissimo. Uno dei momenti più felici della mia vita! Ora, chè scrivo così semplicemente e così forse scolasticamente da non vincere nessun premio anzi! l’opposto, non importa. Mi piace talmente tanto scrivere ed annotare i miei pensieri e giornate che continuo a farlo. Piacevolmente, molto. Oggi, questa mattina il mio umore è buono, dopo diversi giorni che sono stata all’impasse, molto giù direi. Ed invece oggi mi sento rinata, come fossi nuova di nuovo. E’ una stupenda sensazione. Bellissima! Così respiro un respjro di gran sollievo, e la giornata direi è iniziata bene.

Forse questo momento durante il quale io scrivo, è il più bello della giornata. Della mia giornata. La mia sigaretta, accesa, le mie mani che tippettano, loro, sempre allegramente, ed io chè ho riposato bene, sono più concentrata. E mi diletto a scrivere questo mio antico diario di bordo. Mi diverto molto.

Sì, le cose sono tanto cambiate rispetto a un po’ di tempo fa. A volte ho come l’impressione di essere stata immobile praticamente. Ferma. E chissà se pure qualcun altro a questa sensazione di quasi immobilità rispetto al tempo che è trascorso? Me lo chiedo. Il tempo è volato così veloce rispetto ai miei ritmi e peculiarità caratteriali, chè quasi non me ne sono accorta. Ma forse accade di sentirsi così forse a tantissime persone.

Oggi però a differenza di tanti altri giorni trascorsi, sono più positiva, più ottimista. Mi sento semplicemente meglio. Sia fisicamente che psicologicamente. Osservo il Cielo e gli sorrido. Mi viene spontaneo sorridere al Cielo ed ai suoi giardini invisibili. Sorrido sempre al Cielo. E’ la mia gioia intrinseca, che fa parte di me, sorridere a questi colori così belli.. a queste nuvole.. a questo mondo stupendo che si cela ai nostri occhi ma che c’è. Così io sorrido e con una mano a volte mando un bacio. Un bacio dolce dalla terra al Cielo! Così oggi, dopo giornate al buio della mente, torno a sorridere. E questi sono i giorni più belli. Di rinascita interiore.

Mi giro ancora alla mia destra, e quanti fiorellini ci sono sopra il mio davanzale! Quante roselline sono fiorite! Quanti bellissimi ciclamini ci sono! E’ tutto un davanzale fiorito! E’ meraviglioso.

Oggi ho anche la Speranza dentro il mio cuore vivace ed allegro! La speranza rinnovata di giorni migliori. Ed oggi è uno di questi. La gioia dopo il dolore ed il buio. La luce.

Non bisogna guardare troppo indietro forse. Non “dobbiamo guardare l’abisso altrimenti l’abisso guarda noi”! E così oggi chè mi sentivo solamente ieri inabissata, oggi è come se fossi stata aiutata tantissimo dall’Alto ad uscire fuori dal mare incastrata in uno scoglio e non riuscivo a giungere sana e salva a riva. Sì, sono stata aiutata ancora e moltissimo. Così riprendo fiato, energie, e la voglia di vivere. La mia energia, che m’appartiene ed una sorta di ottimismo che non fa mai male.

Sto pensando ad una canzone. Opterò per il “mio” amatissimo cantautore Luca Carboni con una canzone tratta dal suo ultimo Album, Sputnik, intitolata “I film d’amore”. Ho voglia, desiderio di ascoltarla chè è proprio bella.

Il post è terminato. Buona Domenica a te che passi e leggi! ❤

smilingdog

Decidere di migliorarsi..

Apro il mio blog questa mattina di Sabato chè è abbastanza presto chè sono abbastanza serena. Il clima fuori dalle finestre è mite. I colori del Cielo sono splendidi, azzurri con qualche nuvola sparsa qua e là, il colore è anche un po’ violetto.. ma è bello! Ho sorseggiato il mio amato caffè che mi ha tirato un po’ su, ho guardato i miei bei fiorellini rossi e color fucsia che sono cresciuti, ed ora che sono qui ho come una bella impressione di quasi libertà. Una libertà che ho qui, mentre scrivo insieme al mio pc, una libertà che sento che mi manca altrimenti. Così ecco anche perchè non rinuncio a questo prezioso mio momento che dedico alla scrittura, anche se la mia scrittura è divenuta semplice. E’ questo un bel momento arieggiato per me. Un momento che mi è rimasto tutto mio. Ed ecco che il mio umore migliora. I miei pensieri divengono più lievi. E mentre sto qui a scrivere odo anche le onde del mare meravigliose che giungono a riva.. a ritmi regolari e calme questa mattina. Ieri ha piovuto molto invece. Bene per le mie piantine che si sono bagnate e nutrite di acqua piovana. Il cielo ieri era davvero pesante come l’aria che si respirava. Oggi è tutto diverso. Azzurro e mite.

E’ sicuramente ancora pieno Inverno. Una sigaretta accesa, io seduta di fronte al mio amatissimo pc.. ed in cerca di parole. Parole che un tempo riuscivo anche a mettere quasi in bella rima. Ora faccio una fatica immensa. Non ci riesco più. Non ricordo più la bella metrica, una materia che amavo tanto anche quando studiavo da giovane ragazza. Ce la facevano studiare tantissimo ed io riuscivo a scrivere in italiano ma in metrica e ne ero orgogliosa. Ora faccio tanta fatica perchè è come se non a ricordassi più. Non fosse più dentro di me.. Ma oggi non sono triste. Il caffè mi ha tirato su. Ho dormito tanto e bene. I sogni non ne ricordo nemmeno uno.

Alla mattina ho una sana abitudine, prego. Faccio una preghiera per iniziare la giornata e poi mi sento molto meglio. Ed è stato così anche oggi. Il mio cuore riprende a sorridere ed a sperare nuovamente. Di migliorarmi. E di essere anche più vitale e gioiosa.

Questo mio momento prezioso del mattino durante il quale io scrivo ci tengo tantissimo. Come a tener fermi i miei pensieri, che seppur quasi astratti ci sono. Nascosti anche dietro le mie medicine, sì. Ci devo fare i conti. Ma oggi è un bellissimo Sabato e mi piacerebbe essere leggera. Scrivere leggermente. Sì, di fiorellini e di Timbuctu. Chè hanno tante cose similari, i fiori ed i gattini. Sono bellissimi e delicati nella stessa maniera. La Natura è meravigliosa. Con il mio gattino mi addormento tutte le sere vicino ed abbracciati. Mi addormento subito! Ed anche dolcemente, come fossi una bambina, contenta. Abbracciata al suo amato pelousce! Ci svegliamo poi il mattino sempre insieme. Gli apro la sua terrazzina, lui esce regolarmente, respira arietta buona e fresca, mangia la sua pappa mattutina, mangia sempre pesce buono. Da cucciuolo beveva anche latte fresco, lo adorava! Come mi piace parlare e scrivere descrivere la vita del mio gattino. Gioca tantissimo con Hermano, si fa fare tutte le carezzine del mondo. Così è serena e bella la mia convivenza con il mio gattino Timbuctu. Se non avessi troppi pensieri così pesanti durante il giorno, dovrei essere abbastanza serena. Non mi è così facile, ma a volte ci riesco.

Accendo la mia sigaretta sempre accesa. Fumo, odo le onde del mare rumoreggiare fino a riva e penso un pochino tra me e me.. Sono sempre ipercritica nei mei confronti. Molto dura durei. Non me ne lascio passare una. E sono severa anche con gli altri. Ho una forma di dolcezza nel mio carattere anche io, ma sono anche molto severa. Forse questa caratteristica l’ho ereditata dalla mia dolcissima ed amatissima nonna Fernanda chè ugualmente era severa. E già, lo sono anche io. Anche con me stessa, ipercritica. A volte non mi va bene niente di me ed osservo solamente i miei difetti, le mie mancanze, i miei errori, e quasi non me li perdono. Così sono severa anche nei miei scritti. Non mi piacciono mai. Ed è così da tanto tempo ormai. Ci devo fare i conti. E forse accettarmi per come sono. Forse si ereditano anche certe caratteristiche del proprio carattere. Il Dna non è uno scherzo. Così mi calmo un pochino. Mi accetto un po’ di più. Amando molto mia nonna che era tanto dolce con me. Così accettando, riconoscendo che sono severa  in questo momento non ci trovo nulla di male. Sono lucida ed obiettiva. La severità esiste. Ed io credo proprio di esserlo. A volte mi mancano le basi. A volte scopro di conoscermi così poco chè è per questo che sono così fragile e debole. Ed insicura soprattutto ed anche confusa. Poi sono un segno d’Aria mobile (Gemelli) e così tutto diventa ancora più difficile. Conoscermi, accettarmi e poi anche migliorarmi.

Sbuffo tra me e me. E già. Oggi è Sabato! Ho voglia e desiderio di relax! Ho desiderio di sentirmi leggera! Di respirare l’aria fuori di casa. E forse andrò a fare una bella e ricca colazione in compagnia di Hermano. Mi ci vuole. Una tazza calda di cioccolato denso e caldo alla panna! Mmm già non vedo l’ora! Con la nostra bella automobile di nome Comoda che io amo tantissimo, che ci scorrazza di qua e di là appunto comodamente..

Sono sempre un po’ ansiosa.. e forse non ci posso fare proprio un bel niente..

E poi amo molto mangiare, forse perchè mio padre amatissimo ci portava quando eravamo più giovani ed anche ora appena può, al ristorante, e mangiavamo sempre cose così buone. Ho mangiato sempre molto bene ed amo mangiare, come tutta la mia famiglia. Siamo mangiatori con un buon palato.

A volte la mia vita mi piace molto, poi all’improvviso no. Come se crollassi. Come se non reggessi i ritmi della vita stessa. Credo di essere nata che ero già debole. Questa è una mia sensazione. Ed anche pensiero che ho. Sono sempre stata anche cagionevole e debole di salute. Così arrivano giorni che sono tanto stanca e provata. Ma tengo duro. Resisto. L’amore per le mie belle nipoti, le mie belle amicizie care, Hermano, il mio gattino, la mia casa, il sole che splende il mattino presto, un complimento inaspettato e bello, una risata improvvisa, tante cose, una bella canzone da ascoltare, ecco mi tengono in vita e mi danno la forza (soprattutto la preghiera) di continuare e di non mollare. Le mie responsabilità che ho nei confronti di chi mi vuole bene e di chi amo. Insomma non dò soddisfazione alle mie ansie e paure che pure ci sono di vincere! La vitaè dura per tutti, ed io voglio continuare ad esserci, a sperare anche in giorni migliori, pieni di luce e di sorrisi. Tante cose non capisco lo so. Me ne rendo perfettamente conto. Ma vado avanti. E anche scrivere mi aiuta tanto. Mi dà tanta forza in più per cominciare la giornata. Se penso che una semplice bella risata smorza e sconfigge un attacco di ansia, ed anche una risata alza di tanto le difese immunitarie, è importante esserci, vivere, far ridere, scherzare, sdrammatizzare, e pensare che siamo come dice anche giustamente Hermano e gli dò ragione, tutti ma tutti interdipendenti! Non lasciamoci soli. Esistere significa essere, esserci, anche per l’altro. A volte mi scopro paurosa ed anche egoista. Ma è necessario che io non mi chiuda in me stessa e nelle mie fobie. Ma ci sia per tutti, come ieri anche oggi. Ci vuole buona volontà. Uno sforzo in più. Chè c’è sempre qualcuno che bussa alla porta in cerca di una sola buona parola. Di conforto. Apriamola la nostra porta del cuore. Queste parole le dico a me stessa, è un memorandum di buon comportamento. Non è sempre così facile.. ma bisogna farlo.. siamo umani anche se a volte a volte la mancanza di affetto od una vita troppo dura ce lo fa completamente dimenticare.. Un tempo il mio senso di umanità credo fosse molto sentito dentro di me. Ora ho sinceramente molta più difficoltà. Mi sono molto inaridità con il tempo. E’ necessario cercare non solo quello che si è sbagliato nella vita, ma cercare dentro di sè la propria umanità, la quale anche se tanto ferita e deflagrata c’è ancora, nascosta dentro un cuore tanto ferito ed avvilito. Vivere per farla vincere, con la sua bellezza e darle ossigeno, con buone azioni ed ascoltarla soprattutto, ascoltarla.. chè dà saggi consigli e che è forse l’unica nell’Uomo che sa ancora amare.. perdonare.. sentire.. e dare.. e combatte fortemente l’avidità e l’egoismo che rendono sordi e cechi gli uomini.. Insomma non è facile come compito che mi sono data.. ma è necessario che io ritrovi i miei sentimenti più buoni ed onesti, più veri, e più sensibili. La “mia” umanità, un tempo lontano intatta dentro di me.. era bellissimo vivere ricordo così. Immune da brutti pensieri. E’ importante ricordarselo. Ravvedersi. E partecipare con amore vero alla vita non solo propria ma anche altrui. Non so più da che parte cominciare.. ma forse da piccole attenzioni quotidiane.. non pensare solo al mio benessere.. ed avere più attenzioni, più carinerie.. più gentilezza nel cuore.. semplicemente più disponibilità, più amore..

smilingdog