Un’Amore.. sognato..

“Vivere per vivere.. per darti tutto ciò che vuoi.. le onde di questa mattina mi suggeriscono questa splendida canzone cantata da Franco Califano ed anche altri cantanti. E la canto anche io, mentre fumo una sigaretta dopo aver bevuto con gusto e piacere il mio caffè. Eccomi qui. E’ Sabato. Il Cielo che osservo ora è tutto annuvolato tra nuvole grige e bianche. Un altro giorno d’Inverno. Sono abbastanza serena questa mattina presto. Fumo e penso tra me e me ed intanto scrivo mentre odo le onde del mare giungere a riva calme. C’è tutto silenzio attorno a me. Timbuctu se ne sta appollaiato in cucina, sopra il frigorifero come sua consuetudine. Osserva appena sveglio tutto dall’alto! Dopo aver mangiato la sua porzione buona di pesce e riso, un piatto che lui ama particolarmente. Sono direi serena. Ma lo sono sempre ogni volta che sono qui a scrivere. Ogni volta che vedo il foglio di fronte a me intatto, tutto bianco e pulito ho una stupenda sensazione, e come un pittore di fronte la sua tela nuova intingo la penna e comincio a scrivere. Timbuctu sta miagolando e sceso dal frigorigero corre qua e là per il soggiorno, vicino a me. Ieri sera prima ci siamo addormentati abbracciati e ci siamo fatti tante belle coccole, che a lui ed a me piacciono tanto. Poi mi sono addormentata.

Sospiro, e fumo una sigaretta. Fumo sempre praticamente sono sempre con una sigaretta accesa fra le mani. Sin da giovanissima. Non troppo giovanissima. Ho iniziato a fumare che avevo circa 18 anni e non ho più smesso! Non ho una fotografia che non ci sia anche la mia sigaretta, compagna di un’intera esistenza.

La mia mente è lucida e fresca, riposata. La mattina mi sento quasi sempre in forze. Il sonno mi rigenera. Significa che dormo bene.

E’ un po’ che non ascolto musica. Sono stata abbastanza in silenzio questi giorni. Ho sì parlato al telefono, con Hermano, ma il silenzio di questi giorni mi ha caricato un po’ interiormente. Non tantissimo ma un po’ sì. Anche se ho scritto tutti i giorni e scrivere è un po’ come parlare. Parlo a me stessa ed all’invisibile ed eventuale lettore. Ma la scrittura mi aiuta tantissimo. Parlo a me stessa. Mi aiuta a ragionare ed a mettere i miei pensieri mattutini in ordine.

Oggi come spesso ultimamente mi accade ho poco da scrivere, le parole vengono meno come i pensieri. Mi piace starmene così, quasi in silenzio ad ascoltare solamente il mare ed il silenzio appunto. E mi piace anche tantissimo il rumore del tippettìo della mia tastiera, ascoltare il ritmo quasi musicale che le mie due dita sopra la tastiera producono. E’ quasi un’esigenza. Muovere velocemente le mie due dita, le mie mani amano questa cosa, scrivere, battere sopra ogni lettera, ascoltando i miei pensieri e trascriverli qui al loro ritmo. Veloce.

Il mio cuore oggi ha quasi bisogno di ascoltare una melodia. Le onde del mare riecheggiano quasi musicalmente nelle mie orecchie insieme al fascino stupendo del silenzio tutto intorno a me. Uno stato quasi limbico e meraviglioso per me, per la quiete della mia Anima che ama tantissimo il silenzio, la Natura, il Cielo, e la musica.

Mi piace moltissimo comunicare in musica. E’ un’esperienza che ho vissuto e che è bellissima. Ti porta in Alto, ed è sincera perchè ascolta le parole, le note, le vibrazioni del cuore. La comunicazione musicale ti fa volare..

Così la musica mi ha sempre aiutato e fatto tanta compagnia.

Che altro aggiungere questa mattina? Forse andrò a fare una bella colazione con Hermano. Ancora non lo so.

Sono sempre stata abbastanza spontanea nella mia vita. Ora mi sono un po’ allontanata dalla mia Natura, dal mio modo di essere. Non so. Rido di meno. Sono più seriosa. Ed anche forse meno divertente. E meno divertita. La vita mi pesa di più. Sono più stanca. Ma ho sempre avuto una gran forza reattiva. Me lo ricordo e lo so. Così mi sto chiedendo se anche questo è un momento di passaggio. E credo proprio di sì. La mia età me lo sta chiedendo. Così sono più lenta nel pensiero e nella mia riflessione. E mi riposo di più. Ho bisogno di riposarmi di più. E non me ne sento in colaìpa. La vita con il mio gattino in questo è meravigliosa. Mi riposo vicino a lui e mi sento bene. A volte nonostante tutto, a volte mi reputo fortunata. A volte! Il mio gattino mi ama tantissimo. Ed ha una personalità simpaticissima e delicata e dolce e giocarellona. Ama dormire sempre vicino a me. Vicinissimo.

Domani che è domenica forse andrò da mia sorella Cristina a pranzo. Ancora non lo so.

Il mio diario di bordo lo scrivo praticamente tutti i giorni. La mattina.

Ho poco altro da aggiungere.

Il mio vetusto smilingdog, invecchiato con me, perde un po’ i colpi, come me! E sorrido tra me e me. Come me è un po’ stanco, ha vissuto, ha tante pagine, e gli volgio un gran bene! M’appartiene. E mi fa sempre una grandissima compagnia.

Un’ottima compagnia. I suoi fogli ancora bianchi. Le mie parole. I miei ricordi. I miei sbalzi d’umore. Le miei gioie ed i miei dolori antichi e meno antichi, insomma c’è tutta me stessa dentro di lui. Ed ancora ho voglia di starmene qui.

Oggi forse non ho scritto granchè. Non tutti i giorni sono uguali. Oggi amo ascoltare l’ondeggiare romantico del mare. Vado all’indietro con i miei pensieri, ricordi e forse sono solo un po’ nostalgica. Ma solo un po’. L’umore è buono.

Mi sento viva oggi. Presente a me stessa. E poi.. si vedrà..

Ascolterò la canzone che inserisco oggi qui, “Devi dirmi di sì” cantata da Mina. Mi piace moltissimo. E’ bella! E’ una bellissima canzone d’Amore. E mi piace sognare ancora .. e penso ancora dentro di me che “L’amore non finisce mai”.. e che “fa giri immensi e poi ritorna..” Mi piace pensare che sia così.. Non lo penso solo io del resto. E forse nasco, e resto ancora una sognatrice. Ed i sognatori forse vincono sempre perchè i loro sogni nel cassetto sono tanti.. o solo uno.. d’Amore.. a volte.. e li fanno rivivere a volte, all’improvviso.. ed il cuore s’illumina tutto.. e la mente vola via.. insieme al cuore.. Sono, credo, una sognatrice, la vita qui è difficile per chi sogna e vola sopra le nuvole.. ma oggi ho voglia di volare.. e nessuno i sogni te li può portare via.. Bisogna essere fedeli ai propri sogni.. Bisogna difenderli i propri sogni.. e forse non dirli, non proferirne mai parola.. i sogni sono come dei bambini.., come dei fiori appena sbocciati, sono delicatissimi e  rendono, colorandola, la vita più bella.. allungano i giorni, a volte danno loro un senso.. Non importa se si raggiungono nella realtà.. i sogni sono intangibili e non dovrebbero mai essere toccati. Sfiorati appena.. e prendono corpo.. magari sopra di una nuvola.. una splendida nuvola carica di doni.. di sogni belli.. di colori da portare, da recare con sè.. come bagaglio che non pesa, nascosti nel cuore. I sogni non pesano.. Sì, amo molto i miei sogni.. che m’innalzano dalle brutture della realtà, dai dolori, e su questa nuvola c’è posto ancora per me.. Forse il sognatore è un’ottimista.. ma è una figura umana bellissima.. Ed è diffilissimo che un sognatore possa mai ferire i sogni di qualcun’altro.. Non voglio dire di me che sono un’Anima delicata.. ma i sognatori lo sono, nel loro silenzio, nel loro mondo.. forse non sono mai soli.. ❤

smilingdog

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.