La Vera Felicità per me

“Sensazioni che nemmeno il tempo.. che nemmeno il tempo potrà portare via.. seguo l’ondeggiare del mare lento qui di fronte a me. Il giorno è assolatissimo. Si sta proprio bene. E’ un bellissimo Sabato che sà, ha il sapore della serenità. Mi sveglio verso le 11 del mattino.. oh! riposatissima. Io ed il mio gattino che ora sta a godersi il bellissimo e caldo sole sulla sua pelle, comodo nel suo lettone. Io sorrido qui ora tra me e me ed una sigaretta è già accesa. L’aria di questa Primavera mi rende più bella la vita! Mi sento bene sulla mia pelle, ed il mio cuore batte leggero leggero. Sospiro quasi contenta di essere nata! E sorrido di nuovo qui di fronte al mio pc e le mie due dita scrivono velocemente come danzando sopra la loro bella tastiera. Seguo l’ondeggiare del mare che è anche dentro di me. Respiro a pieni polmoni l’aria fresca che gira libera per la casa. Hermano mi è venuto a trovare questa mattina. Abbiamo fatto colazione insieme. Mi piace l’idea di essermi svegliata così tardi. Ho riposato proprio bene e così mi sento anche più giovane. Io ed Hermano abbiamo ricordato i “nostri” tempi più belli, con molta serenità e gioia nel cuore. Se penso solamente che Hermano è stato l’unico amico a starmi vicino tutto questo tempo e sono tantissimi anni senza farmelo pesare mai! Mi ha sempre aiutato in tutto, e soprattutto non mi ha mai lasciato sola un solo giorno di tutti questi anni durante i quali io avevo proprio bisogno di lui. E sorrido oggi. Non voglio pensare alla malattia, ai giorni bui che ho vissuto. Oggi è uno splendido giorno di bellissima Primavera. Domani andrò come bellissima consuetudine a mangiare da mia sorella Cristina. Dove c’è anche papà. Mangeremo insieme come tutte le nostre Domeniche. Respiro. E mi accendo una sigaretta. Il Cielo alla mia destra è chiarissimo ed azzurro limpido. Nemmeno una nuvola. Il mio cuore batte leggero e canta quasi le sue canzoni forse è spensierato oggi! Così mi sovvengono le belle canzoni di quando ero una ragazza giovanissima. Ero quasi sprovveduta come voleva la mia età ed ero così innocente! Ricordo uscivo con i miei compagni di scuola il pomeriggio, con le nostre bellissime e la mia velocissima Vespa! Erano tempi colorati ed anche belli. Non ne ho nostalgia. Ma ricordo le nostre Primavere erano vissute allegramente.. tanto allegramente.. Erano periodi spensierati. Oggi è trascorso tantissimo tempo da allora ma oggi mi sento quasi quasi spensierata ancora. Forse è un po’ d’incoscienza che si fa rivedere.. un po’ di adolescenza rimasta dentro.. ma mi sento spensierata ed anche contenta. Sarà anche il clima certo. Che mi sta donando tanta serenità. Mi sto volendo molto più bene. Forse anche le paroline dolci che mio padre mi dice il mattino per consolarmi sempre. Ho sempre bisogno del suo aiuto. Non sono molto cambiata. Del suo supporto. Della sua bella Amicizia! Il nostro è stato anche e soprattutto un rapporto di bellissima Amicizia. Mi sono sempre confidata dei miei “segreti” e pensieri solo con lui. E mio padre dolce mi ha sempre ascoltato: “Ridi Vanna!” mi dice sempre mio padre, che mi vede ridere poco. Ma lui non si stanca mai di ripetermelo. E ci provo. Non fa parte ridere molto del mio carattere che nasce pensieroso e forse anche un po’ deluso da questa vita che tante risposte non ti dà. E forse nasco o sono divenuta molto presto una persona pessimista. Ed il pessimismo caratteriale non va completamente d’accordo con una bella e sana risata! Certo, in vita mia ho riso anche molto, soprattutto con mio padre appunto, ed anche con tutti i miei amici! Anche con Hermano ridiamo molto. Poi quando resto sola.. dove vado..? E sorrido ora. Vado dentro di me e non rido mai. Tranne quando ad un certo punto mi rifugio in alcuni miei ricordi che non se ne sono andati od altri che sovvengono nuovi. Così raramente rido anche per conto mio sognando anche.. volando con la mia fantasia tra ricordi bellissimi ed immaginazione.

Ma prima o poi lo devo seguire il prezioso consiglio di mio padre che mi ha voluta sempre molto libera soprattutto dalle convinzioni della gente, insegnandomi a fregarmene del pensiero degli altri, di farmi comportare liberamente, mai schiava di nessuno. Così eccomi che mi scopro una ribelle. In tutto! Ed anche libera. Libera nel pensieri, mi lascio condizionare molto di rado, quasi mai, e penso sempre con la mia mente. Con il mio metodo di giudizio. Mi piace la gentilezza d’animo e la sua generosità. Amo tutti gli artisti veri. Chi soffre. E le persone sensibili. A volte sono stata in passato tanto sensibile. Poi i miei nervi mi hanno tradito un giorno di tantissimo tempo fa e sono diventata quasi immediatamente una persona nevrotica, che si arrabbiava molto facilmente. Con un carattere anche difficile. Da mite che ero, sono divenuta una persona “arrabbiata” quasi costantemente. Mi sono arrabbiata al momento della malattia di mia madre. Mi sono arrabbiata tantissimo. Anche con Dio che io amavo perdutamente tanto. C’è stato un giorno in cui mi sono sentita tradita anche da Lui ed ho chiuso sbarttendo forte il Portone della Chiesa dove ero cresciuta con tanta dedizione ed amore. E’ stato lì in quel momento che è cambiata la mia vita ed il mio modo di vivere. Ero divenuta senza una Guida fondamentale per la mia vita. Ed ero arrabbiata con il mondo. Ed addoloratissima camminavo per le vie del mondo infuriata.. che se ci penso ora mi viene ancora da soffrire. Il mio rapporto con il Signore che credevo tutto mio ed era stupendo per me, era diciamolo tutto il mio mondo, vivere senza di Lui e quasi dimenticarLo è stata, è divenuta pura sofferenza. Così eccomi qui a parlare di Lui, mio grandissimo Amore. Chè mi cullava ed amava tantissimo ed io ricambiavo con tutto il mio Amore. Un Ampre spezzato in due. Mi sono arrabbiata e solo dopo tanto tempo mi sono rammentata nuovamente della sua Esistenza. Ora il mio rapporto è divenuto più difficile. Quanti sbagli durante la mia vita ho commesso! E quanto sono cambiata da allora! La mia vita mi ha messo duramente alla prova. E così per tantissimi anni mi sono dimenticata dell’esistenza del Signore e di tutto quell’Amore che mi aveva sempre donato. E che mi rendeva così sicura di me in mezzo al Cammino. Ero, ricordo, una ragazza molto sicura di sè, mi sentivo amatissima dal Signore, e di nulla avevo timore. La mia Fede era intatta. Ed ero anche felicissima. Se ci penso solo ora. Ora mi sono riavvicinata. Ma di errori nel frattempo ne ho fatti tantissimi. Mi sono perduta dimentica di Lui. Ora mi sono riavvicinata. Ma sono molto più insicura. Ho sbagliato troppo a volte anzi spesso penso tra me e me. E mi resta così difficile pensare che il Signore mi ami e mi abbia perdonato. Ritornare ad essere così sicura di me stessa come quando sentivo il suo Amore è un’impresa difficilissima per me. E’ come salire una montagna altissima. E così ancor oggi sono molto insicura di me. Troppa è la paura di averLo tanto deluso, io che l’amavo tanto.. Così forse devo pensare che Lui mi è Padre che forse mi ha già perdonato. E che devo continuare a vivere gioiosa e felice ancora come una volta.

Ho un nodo nel mio cuore ed in gola Sarebbe come tornare indietro e cominciare daccapo. Ci metto tanto sforzo per recuperare il tempo passato e la qualità del mio rapporto con Lui. Ricordo ci parlavo di tutto nel segreto delle mie mani giunte. E lo sentivo tutto il Suo Grande Amore per me. Che ero piccola. Non è facile riprendere quel rapporto di confidenzialità con Lui che io avevo. Ma ci devo credere e sperare ancora che possa risuccedere di nuovo. Non mi ha mai abbandonato durante tutto il corso della mia vita anche quando mi sono perduta.. spero mi accolga ancora con tutto il Suo Enorme Amore! Che io ho sperimentato nella mia pelle e nel mio cuore. Per ora ricordo, rammento solo i miei errori. E come sono cambiata io durante tutta questa vita. Ho bisogno di sentirmi ancora così Amata da Lui. Amata ed Ascoltata. Mi mancano i mei dialoghi con il Signore che tanto Amore giungeva nel mio cuore. Ho sete e fame di Amore, del suo dolcissimo Amore.

E questo mondo che sembra essersi dimenticato di Lui proprio come ho fatto io, mi fa soffrire tantissimo. Manca l’Amore tra noi. E non vedo tanto rispetto per il nostro Signore. Come se un velo scuro e nero ce lo abbia fatto dimenticare. Il Suo Volere, il Suo Amore per noi, la Libertà bellissima che ci ha donato nel nostro sangue. Il rispetto! La fratellanza non la vedo più. Non la sento più. Ognuno perso per la sua via, accecato da falsi miti e non dalla Verità. Un Dio dimenticato. Che pur esiste. Che pur Perdona. Non si stanca mai di Perdonare. Il Figliol Prodigo insegna tutto questo. Io spero un giorno di essermi purificata, di migliorarmi nei miei sentimenti e nelle mie opere. Soffrireri troppo ancora distante da Lui. Ecco un mio desiderio: tornare ad essere Felice veramente insieme a Lui. Io questo splendido sentimento di Felicità l’ho provato su di me. E così eccomi a risalire la china.. e forse chissà.. forse tornerò ad assaporare dentro di me questa Felicità che è del resto l’unica che conta. Non sentirò più il mio vuoto ed i miei tormenti. Guarirò! Ne sono certa. Guarirò!

Ed ora sorrido. I raggi del sole illuminano il Cielo stupendo ed il mio cuore. Fare Pace con il Signore è ciò che più mi preme. Senza di Lui solo giorni abbandonati..

smilingdog

Annunci