Momenti in Famiglia

“Mamma mamma mamma Maria.. mamma ma mamma Maria.. Mamma ma mamma Maria canto in allegria questa bella canzone dei Ricchi e Poveri chè non mi stanca mai di ascoltarla.. e la canto insieme a loro quasi ballando sulla mia sedia.. In genere l’ascolto quando sono proprio di buon umore. Questa mattina mi sono svegliata che ancora il Cielo era scuro, era tutto buio là fuori ed anche un po’ freddo. Guardo l’orologio e sono le 3.30 del mattino. Non ho più sonno anche se il mio gattino dormirebbe ancora un po’, viene a farsi fare le coccole ma io decido ormai di alzarmi. Non ho più un briciolo di sonno e sono ormai riposatissima. Mi alzo, m’incammino diritta verso la cucina. Deve essere avanzato un po’ di caffè da ieri, lo prendo subito e comincio a sorseggiarlo di gusto seduta nel mio soggiorno, una sigaretta accesa ed il calduccio della casa. Mi sento proprio bene. Timbuctu si appoggia immediatamente sopra il suo termosifone caldo caldo. Sì, ho riacceso il riscaldamento chè era tutto freddo. Provavo freddo. Così ora la mia casa si è riscaldata già ed io eccomi qui. Ho preparato un altro caffè caldo, l’ho sorseggiato di gusto, fumandoci insieme la mia sigaretta. Che bel mattino anche se il Cielo è ancora buio. Mi sento molto serena. E’ Domenica oggi. Oggi andrò da mia sorella Cristina e con mio padre anche mangeremo tutti insieme. E mi reputo fortunata a stare insieme a loro. A festeggiare la domenica tutti insieme. Ci siamo sempre voluti tanto bene nonostante gli ostacoli della vita e tante altre cose che accadono. Siamo molto uniti e ci vogliamo molto bene. Nel cuore questa mattina sento una splendida scintilla d’Amore che mi riscalda l’Animo. E che mi dà tanta tanta forza. Altrimenti senza sarei debolissima. Ed invece questa scintilla d’Amore dal colore dell’Oro lucente mi fa ritornare in me e piena d’amore riprendo il mio cammino nel mondo. Ho bisogno di sentirmi amata. Ho bisogno di uno splendido carburante d’Amore ed oggi nel mio cuore c’è. Lo sento e vibra. Così questa mattina presto mi sento viva! Chè senza amore non si è vivi affatto. Chissà a volte lo spero e lo penso.. magari sono stata perdonata.. chissà.. ma la mia fede che ha subito tanti scossoni è un po’ più forte e di color della Luce. Così oggi amo di più. E di conseguenza sono anche più comprensiva. Più dolce! Chè la dolcezza è così bella..

A volte, lo ammetto, e forse assomiglio a mia nonna Fernanda, mamma di mio papà, sono molto severa. Divento molto severa. E non pronuncio più quasi parola. Sì, sono molto severa. Ma, sempre come mia nonna Fernanda, posso diventare dolcissima proprio come lei, che era, diveniva dolce come il miele. Io amo moltissimo ricordare quando ero fra le sue forti braccia e quando mi cullava così dolcemente. Ricordo le sue bellissime paroline.. oh! che bella e calda sensazione di Amore! Così mi rendo ora conto di assomigliarle molto. Non fisicamente forse, ma per certi lati oh! sì! Ci assomigliamo moltissimo. Lei fumava in continuazione ed era una donna all’avanguardia rispetto le sue coetanee. Ed era una donna molto intelligente. Difficilmente si riusciva ad ingannarla. Ma questa è la mia immaginazione in questo momento a parlare perchè io mia nonna l’ho perduta molto presto nella mia vita e vivo di racconti. Racconti piacevolissimi ed amati che mio padre fa ancora a me che assorta ed attenta ancora ascolto con così tanto amore. Di lei ricordo le sue dolcissime parole a me. La sua dolcezza. Ecco quello che ricordo. La sua dolcezza, chè un po’ ha anche mio padre Gianfranco. Mio padre è dolcissimo ugualmente. Ed ha cercato sempre di renderci felici a tutta la sua famiglia. Me, mia madre e mia sorella. Ed ora con le sue due nipotine. E sorrido. E’, mio padre, circondato da tutte donne! Beato fra le donne!

Ed io assomiglio anche molto a mio padre. Le sue nevrosi quando era più giovane le ho prese tutte. I nostri tic! Oh! quanti ne avevamo! Di tutte le specie. Insomma siamo stati sempre una famiglia un po’ mattacchiona amante però della libertà! Non ci lasciavamo condizionare dagli altri e vivevamo la nostra vita con le nostre regole. Liberi di vivere!

Di mia madre in realtà ancora non so che cosa ho preso, in che cosa le assomiglio. Davvero. Lei, ricordo, era una donna molto intelligente, bellissima ed anche molto ironica, amava ridere altrimenti non si sarebbe messa con mio padre che è anche fra le altre cose un “comico”! E ricordo ancora le loro grandissime risate insieme. Come erano belle! Arrivavano dai loro cuori al mio con tanta mia gioia. Io ricordo li facevo ridere con le mie imitazioni, che quando ero una giovanissima adolescente amavo tantissimo fare. Le imitazioni mi riuscivano benissimo e loro, i miei due genitori, giovanissimi, ridevano tanto. Oppure quando facevano la lotta a terra del Judo di cui io ero proprio bravina! Ricordo loro mi chiamavano: “Vanna! Facciamo lotta?” ed io forzutamente li immobilzzavo tutti e due insieme a terra nel loro lettone. E come ridevano così contenuti! Così bloccati da me che non mollavo la presa. Li immobilizzavo in un solo momento tutti e due e loro si sbellicavano, cominciavano da subito a ridere a crepapelle! Non potevano credere alla mia erculea forza! Così quasi subito chiedevano di essere “liberati” ma io aspettavo sempre un po’..

Momenti felici di vita vissuta insieme.

Momenti familiari stupendi.

Ero molto forte nello sport dello Judo che tra le altre cose mi piaceva tantissimo. Tanto brava che combattevo con i ragazzi al posto delle ragazze troppo deboli per me. Ero una ragazzina di 14 anni e come mi divertivo..

Di sport ne ho praticati davvero tanti sempre con ottimi risultati. Era credo la passione per lo sport e la mia grinta che era tantissima. E poi mi divertivo proprio molto. Ero portatissima per tutti o quasi gli sport. Non l’atletica però. Per quella ero proprio non portata! Tutto il resto mi riusciva bene.

In casa mia, se ci penso ora, ridevamo molto spesso e molto spesso anzi sempre mio padre ci portava a pranzo oppure a cena fuori! Eravamo e lo siamo ancora, una famiglia di gran golosoni a partire da mio padre a tutta la sua famiglia. Me, mia sorella, mia madre, ed anche le mie nipotine ora. Sì ci è sempre piaciuto mangiare bene. Ed anche al ristorante. Sempre fra i migliori. Credo proprio che mio padre ci abbia viziato. Forse un po’ perchè è il suo modo di amarci. Moltissimo.

Non potevo avere padre migliore. Ed anche mia mamma così innamorata di lui! Erano innamoratissimi! I loro baci quando mio padre usciva e si salutavano li ho impressi negli occhi del mio cuore.. li trovavo così romantici, appassionati ed amorevolmente dolci. Erano baci amorevoli. Poesia per me.. La vera Poesia..

Così anche oggi divertendomi anche molto nel rievocare certi momenti vissuti allegramente ho scritto questo post. Che mi piace. Inserisco “Mamma Maria” dei Ricchi e Poveri che ho dentro di me questa mattina e che è una canzone proprio molto molto carina. Magari trovare Mamma Maria.. nel nostro destino..

smilingdog

 

 

Annunci