E rieccomi qui!

“Stai con me.. per questo secolo.. resta con me.. per questo attimo.. cantano le onde del mare come sirene dolci e soavi questa bellissima canzone di Antonello Venditti “Settembre” ed io canto volentieri insieme a loro. C’è anche il canto dei gabbiani che volano alti nel Cielo questa mattina che si odono fin qui arrivare che sembrano essere vicinissimi ed invece volano liberi in alto.. Sospiro, sorseggio il mio bel caffè un po’ assonnata, ho dormito tanto ed i sogni sono stati tantissimi ed a colori come sempre. Sono tranquilla. E la cosa mi piace proprio. Giustamente. Mi piace, e ieri ho vissuto con la pace dentro il cuore. Sono stata benissimo. Non ho fatto niente d’importante ma mi sono rilassata con la quiete gioiosa del cuore. Una giornata bellissima e serena. Ho perso un po’ la concentrazione dello scrivere, una telefonata gradita da parte di mio padre, la nostra telefonata mattutina alla quale non mi sono sottratta ed abbiamo parlato tra noi come sempre tra presente, sogni e ricordi. Ho un bellissimo rapporto con mio padre Gianfranco. Da sempre. Anche da bambina e poi da ragazza e poi anche da adulta mi sono sempre confidata con lui, mio migliore Amico! Gli ho sempre rivelato tutto di me, mio padre sa tutto di me come del resto mi confidavo con mia mamma! Ho avuto due genitori molto innamorati e dolcissimi. Forse mia madre è stata un po’ troppo severa nella sua educazione forse sì, ma la ricordo dolcissima ed anche generosa. Come mio padre, uomo dolcissimo, padre dolcissimo ed anche generoso. Tanto che sono stata sempre un’idealista sprattutto sull’Amore. Ho sempre creduto all’Amore perfetto che poi nella mia vita forse non ho mai conosciuto. E così sono rimasta e resto una sognatrice ancor oggi! Sorrido un po’ tra me e me.. le onde del mare sono calme, un leggero venticello sta rinfrescando anche la stanza da dove scrivo, lo respiro e sto bene in mia compagnia, qui di fronte al mio foglio bianco. Credo, ho la sensazione di scrivere un po’ meglio, se non altro sono più in contatto con il centro di me stessa. Con la mia mente che è ormai lucida completamente ed il mio cuore e spirito. Non so. Ho atteso tanto questa lunga convalescenza (lunghissima!) che giungessero questi nuovi giorni di me. E sono arrivati. E sono felice! E’ come tornare da un viggio che non ti è piaciuto affatto che ti ha stremato e tolto tutte le forze e tornare a ragionare con la tua mente di nuovo attiva! Come tornare in se stessi! E’ una sensazione meravigliosa la quale io non avevo perso le speranze di ritrovare. Non mi ero arresa. Era solo questione di tempo. E di tempo ne è passato tanto, ma eccomi qui di nuovo. Come un nuovo Miracolo! La mia mente di nuovo presente a se stessa. Eccomi qui! E sorrido contentissima. Mi accendo una sigaretta. Ho voglia di scrivere, di pensare, di godermi anche questo bellissimo silenzio che mi circonda per tutto il giorno, sempre. E’ un dono speciale anche questo, questo bellissimo silenzio, che mi permette di stare in mia compagnia senza essere disturbata. Come vivere in un magnifico “castello dorato” tutto per me! Sospiro e sono contenta questa mattina. Fumo.. e penso un po’. Mi piace starmene tra me e me e pensare ed avere il foglio bianco di fronte a me e poter poi scrivere. Fumo..

Chè bello! Ho il mare alla mia sinistra, un bellissimo giardino alla mia destra.. ed una collina dolce e soave sempre alla mia sinistra. Sto a contatto mi sembra di essere a contatto con il Cielo che vedo anche da qui, alla mia destra, oggi azzurro e limpido! Anche il mio cuore è sereno e contento. Già.. riprendere in mano una situazione difficilissima e molto sofferente, riprendere in mano la mia vita ed amarla, tornare ad amarla e vedere le cose belle, bellissime che ha. Mi fa sentire amata, amata tantissimo!

“Di nulla mancherete” dice il Signore e noto che la mia fede si è rafforzata. E sono felice quando penso di non essere poi così sbagliata. E mi sento bene con me stessa. E dormo serena.

In compagnia del mio gattino Timbuctu che ora se ne sta sul suo terrazzino color dell’oro dei raggi del Sole, tutto caldo ed illuminato. Il mio gattino.. che dolce che è. Di una delicatezza unica. E la sua vocina mi rallegra sempre. Lo coccolo di più ultimamente e lui si fa coccolare. Ma c’è da dire che anche lui ama coccolare me. E stupendo coccolare un batuffolo di gattino. E’ una sensazione dolcissima che dona tanta gioia e pace nel cuore. Timbuctu è innamorato di mia nipote Bibi che con gli animalini ci sa fare tantissimo. Li ama tantissimo. E Tito, il mio gattino è innamorato delle sue carezzine e si fa far tutto da lei, sin da quando era più bambina. Credo che Timbuctu ami più di tutti Bibi, poi viene Hermano che ci gioca e spupazza sempre e poi, infine, arrivo io, la sua “mamma”!

Così oggi non sento il vuoto e la malinconia che tanta ce n’è stata in questi anni nella mia vita. L’assenza di Wisky IV ha provocato un fortissimo mio esaurimento nervoso, il più lungo della mia vita. Ora è tutto finito. E ricomincio a vivere. A pregare, a ridere di gusto, a vivere! A vivere la mia vita. Resettata ed anche guarita. La guarigione che ho aspettato per tanto tempo. La mia mente non mi ha abbandonato. E ragiona e pensa normalmente, è tornata a respirare la luce del giorno ed ha abbandonato in fuga le ombre tenebrose della notte, una notte lunghissima che sembrava essere interminabile.

E penso, mentre fumo un’altra sigaretta, e penso a quante volte sono stata aiutata! Dal Cielo! Quante volte sorretta, mentre cadevo! Quanti giorni di gioia penso mi aspettano ancora! Quanto Cielo ancora da respirare, da sognare, da avere la stupenda e particolarissima gioia di pregare. A mani giunte mi sento sicura. Amata. Ascoltata. Riconosciuta. E voluta tanto bene.

Amo la mia vita. Amo il mio cervello che è fortissimo, che si è riabilitato nuovamente, sospiro e ringrazio l’Altissimo per avermi dato la Vita! Un Dono meraviglioso! E si è riempito di Azzurro il vuoto che provato, che ho provato per così tanto tempo. Il Cielo con me è stato clemente. Misericordioso e Buono. Ho ancora giorni di sereno da vivere. E mi rendo conto dei Doni splendidi che ho avuto sin dall’infanzia. Doni magnifici che io da bambina pensavo fossero bellissimi sì, ma non così speciali!

La mia guarigione mi sta dando una forza nuova. Una nuova forza propulsiva a comportarmi meglio. Ad essere migliore. E sono felice.

Respiro un gran sospiro di sollievo. Sono cresciuta. Ancora un po’. Sono allegra questa mattina, come ogni mattina quando mi alzo quando sto bene e sono in me, ho più appetito, chè la Primavera mi fa venir più appetito. Fumerò una sigaretta scrutando il Cielo bellissimo che io amo tanto nel silenzio che mi è stato donato, respirando ossigeno e l’aria fresca. E’ un bellissimo giorno di Primavera.

Si possono fare tante cose. Pur standosene in casa. Chè io amo molto starmene in casa. Pregare, essere gioiosi, allegri spiritualmente, mi sento vivace! Sono sensazioni che quasi non ricordavo più, ma non avevo perduto la speranza di ritrovare la mia mente intatta. Un giorno anche lontano. Ed ora quel giorno è arrivato.

Insomma.. rieccomi qui! Amando tantissimo la mia libertà che ho riscoperto esserci anch’essa ancora intatta dentro di me. La mia gioia di vivere.

I miei pensieri che ci sono. Una magnifica sensazione. Che auguro a tutti di provare. Di essere al centro di se stessi. Liberi e sentirsi amati e non soli. In questo Universo così grande, ripoter rivedere le stelle felici, la notte e sentirne i suoi profumi. Specchiarsi e potersi sorridere di nuovo. Amarsi ed amare. Sentire la frescura dell’aria al tramonto e provare una gioia rara al risveglio ogni mattino..

smilingdog

Annunci