Una Vita che mi assomiglia

Anche questa mattina mi sveglio tardi, verso le 10. Apro gli occhi e c’è subito il mio gattino che sveglio insieme a me mi viene a salutare. Decido ormai di alzarmi. Il Cielo è a tratti azzurro ed a tratti nuvoloso con nuvole allungate e sparse su di esso bianche color del latte fresco di montagna. L’arietta è buona. Mi sveglio dopo un po’ di sogni che ora non ricordo più. Preparo il mio caffè e mi sento giovane, come se avessi tutta una bella giornata da affrontare, dimentica quasi del fatto che poi in realtà faccio molto poco. Una vita quasi “contemplativa” in silenzio ed a contatto con la Natura. Un mio sogno è stato quello di divenire un Eremita. Stare su di un Eremo in solitudine ed i contemplazione a contatto con il Divino e con la Natura meravigliosa. Non è così, ma gli assomiglia moltissimo. Io che un tempo di tanto tempo fa amavo starmene in compagnia e mi divertivo tanto con i miei tanti amici. Ma l’amore per il silenzio ce l’ho dentro di me. E sì un po’ la conduco una vita contemplativa. Penso tanto. Medito tramite la preghiera. Mi rilasso ascoltando il cinguettìo degli uccellini che cantano in coro. Così ricordi riemergono di quando ero in compagnia di tanti pettirossi che mi venivano a salutare il mattino. Erano tanti e bellissimi ed io avevo proprio l’impressione di poterci parlare. Erano bellissimi. E mi venivano subito appena mi vedevano arrivare venivano a salutarmi cinguettanti, ed io sorridente e felice li salutavo a mia volta. Lavoravo con loro vicini. E’ stata una magnifica esperienza. Amo molto tutti gli animalini e soprattutto anche la Natura, il suo verde, i suoi begli alberi, le loro fronde, e trovo gli alberi di una bellezza straordinaria, li vedo vivi! Che parlano anch’essi! Che comunicano anch’essi. La Natura è meravigliosa ed io l’ho sempre cercata ed amata tanto. Come sono belli i fiori. La loro delicatezza e soprattutto i loro aromi. L’aria in Primavera profuma di questi fiori. Come amo anche la frutta tutta! La frutta di stagione. I fichi! Le ciliegie di giugno! Il cocomero ed il profumo fresco degli aranci. La Natura ed il Cielo meraviglioso.. come amo anche osservare il mare.. le sue onde arrivare a riva calme.. l’orizzonte misterioso e lontano.. ed immaginare chissà quali altre terre lontane da me.. immaginare un altro mondo.

Altre case, altri colori.

Come amo i colori della Natura. Così come amo i dipinti. Che vogliono carpire la bellezza della Natura, a volte riuscendoci meravigliosamente.

Amo moltissimo anche l’Arte. Di qualsiasi genere. Soprattutto quella descrittiva. I paesaggi, i colori, le immagini.. mi ci perdo di fronte ad un bel quadro.

La mia vita trascorre molte ore solitaria. In compagnia del silenzio meraviglioso molto più bello della stessa musica, me ne sto in ascolto di esso, in comunione con esso, lo ascolto ed un soffio di vento intanto mi scompiglia i capelli. Una sensazione bellissima. Di quasi raccoglimento e contatto diretto con tutti gli elementi della Natura. Il Verde della Collina, il Vento che soffia, l’aria che respiro ed il profumo dei fiori in fiore. Ed appunto un silenzio che mai romperei. Resto lì in suo ascolto e mi sento avvolta dentro di esso e lo trovo così affascinante e rilassante che starei così per tantissimo tempo.

Così mi accorgo di avere tante cose intorno a me ed anche dentro di me che amo. Che assomigliano moltissimo al mio carattere, al mio modo di vedere le cose e di poterle apprezzare così tanto. Le poche parole, la non confusione, una sorta di meditazione in contatto con la Natura. Ed il silenzio aiuta ad entrare in te stesso, a meditare, a pensare meglio. Ad essere più veri. Così anche questa mattina mi scopro contenta di vivere. Di respirare. Di essermi svegliata.

Scopro che con il tempo la qualità della mia vita assomiglia al mio temperamento. Poche persone frequento, quasi nessuno. Parlo poco. Ma ho a disposizione la mia persona, il mio gattino dolcissimo, i miei fiorellini che mi amano tanto e che anche io amo, la mia terrazza all’aperto, di fronte al Verde della Collina, il giardino di fronte a me e tutti che sembrano non esserci. Un silenzio grandissimo che mi permette di concentrarmi meglio. E di respirare libera l’ossigeno, l’aria che proviene dagli alberi e dal Cielo bello che ogni mattina scruto sognandoci su..

Un po’ vita da Eremita conduco. Lo dico, lo scrivo sorridendo un poco. Ma un po’ è anche vero.

Solo un po’.

A volte soffro di solitudine non lo nego. A volte la solitudine mi gratifica se la osservo da un altro punto di vista. Se la riempio dei miei pensieri, della mia libertà, del non rinvangare sempre i miei giorni di giovinezza che ormai sono lontani, ma io mi sento bene come allora, il mio spirito è cresciuto anch’esso insieme a me. E così nella mia solitudine che poi tanta solitudine non è, vivo con i miagolìì dolcissimi del mio gattino, il rumore del vento che soffia, le onde del mare.. insomma a volte amo moltissimo questa mia vita che mi è stata Data. Posso pregare, posso sentirmi più libera. Dai condizionamenti del mondo. Dal quale ho l’impressione di esserne uscita. Uscita viva! Il mondo quando sono in questo stato di pace della mia Anima ed apprezzo tutto quello che mi circonda e che fa parte del Creato, il mondo è lontanissimo con le sue avidità, con la sua fretta, con la sua indifferenza. Così cerco, proverò ad affinare la mia sensibilità, la mia comprensione, ed a godermi questa pace che ho dentro di me.

Ricordo, anche quando ero una bambina e poi una ragazza avevo sempre un certo tipo di silenzio che mi circondava. Era nella mia mente. Ragionavo. Ma c’era tanto silenzio e pace nella mia mente. Gli altri, le loro ansie e preoccupazioni, le loro parole anche urlate, la poca calma che ne consegue rompono facilmente un equilibrio. Questo equilibrio io sembra che l’abbia ritrovato. In solitudine specialmente, nel bel silenzio.

La mia mente si è calmata. Ogni tanto ancora ha guizzi di malattia. Guizzi per i quali ancora a volte soffro. Poi mi aiuto. Mangio qualcosa in più e poi dormo. Mi sveglio serena. Il canto degli uccellini ed ora in questo momento la voce squillante di bambini che giocano. Mi sembra di vivere questa mattina in una, dentro una bellissima poesia. Dentro le sue rime ed accenti e virgole, dentro le sue parole e righe. Dentro una poesia! Così amo la mia vita. Come è divenuta. Per come veramente mi assomiglia. Non ho fretta di fare le cose.

Non sento la fretta del quotidiano. Vivo quasi sospesa ma con i piedi nella bella Terra profumata e con la testa, la mente riposata. Con un cuore che batte piano piano, silenzioso anch’esso. In armonia con tutto quello che lo circonda. Oggi mi sento bene.

Andrò nuovamente sul mio terrazzino. Me ne starò là con i miei pensieri al vento e dentro di me. La serenità della Natura mi rilasserà ancor di più. E credo che vorrò più bene a me stessa ed a tutto quello che mi circonda. Apprezzando quello che ho.

Che tanto assomiglia al mondo di quando ero una bambina molto piccola e che amava tanto giocare, già immersa nel suo silenzio e nella sua dolce fantasia. Ricordi che ho indelebili. Mia sorella doveva ancora nascere. Ricordi di quando ero proprio piccolina.

E così mi devo ricordare di amare quella bambina. Già quasi solitaria. Chè è dentro di me ancor oggi. In un angolino della mia memoria e del mio cuore. E lasciarle lo spazio per poter giocare ancora e vivere! Proteggerla! Amandola tantissimo.

Difenderla!

La mia Vita che sto conducendo le assomiglia tantissimo ed io sono sempre la stessa. Anche se è passato tantissimo tempo, e tante esperienze belle e brutte. Lacerando la mia mente mi sono fatta del male, ma forse doveva andare così. Ora io mi devo proteggere. E questo grande silenzio che ho dentro ed intorno a me sembra fatto apposta per proteggermi. Dal male, dalle parole urlate ed offensive. Dalla violenza che c’è nel mondo. E vivo così. Quella bambina che ricordo essere stata è fragilissima. Educata. E’ stata tradita. Ma forse mai sconfitta. Rinasco sempre dalle ceneri. Rinasco ed eccomi qui. E proverò ad essere più dolce sì con gli altri ma anche con me stessa che ne ho tanto bisogno.

smilingdog

 

 

 

 

 

 

 

Annunci